Linguaglossa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonima cestista italiana, vedi Elisabetta Linguaglossa.
Linguaglossa
comune
Linguaglossa – Stemma
Linguaglossa – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Sicily.svg Sicilia
Provincia Provincia di Catania-Stemma.png Catania
Amministrazione
Sindaco Rosa Maria Alfia Vecchio (lista civica) dal 07/05/2012
Territorio
Coordinate 37°50′34″N 15°08′31″E / 37.842778°N 15.141944°E37.842778; 15.141944 (Linguaglossa)Coordinate: 37°50′34″N 15°08′31″E / 37.842778°N 15.141944°E37.842778; 15.141944 (Linguaglossa)
Altitudine 550 m s.l.m.
Superficie 60,25 km²
Abitanti 5 462 (01-01-2011)
Densità 90,66 ab./km²
Frazioni Catena
Comuni confinanti Calatabiano, Castiglione di Sicilia, Piedimonte Etneo, Sant'Alfio
Altre informazioni
Cod. postale 95015
Prefisso 095
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 087021
Cod. catastale E602
Targa CT
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Nome abitanti linguaglossesi
Patrono Sant'Egidio Abate
Giorno festivo 1º settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Linguaglossa
Linguaglossa
Posizione del comune di Linguaglossa nella città metropolitana di Catania
Posizione del comune di Linguaglossa nella città metropolitana di Catania
Sito istituzionale

Linguaglossa (Linguarossa in siciliano) è un comune italiano di 5.462 abitanti della Città metropolitana di Catania in Sicilia.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Linguaglossa si trova sul versante nord-est dell'Etna. È uno dei comuni del Parco dell'Etna ed il suo territorio si estende fino alla sommità del vulcano, comprendendo anche la vasta pineta Ragabo.

Il centro abitato si trova a 550 m s.l.m., lungo la strada statale 120. Dal centro si diparte la strada "Mareneve" che porta verso la pineta Ragabo e verso le stazioni sciistiche a Piano Provenzana a 1800 m d'altitudine. Da Linguaglossa passa anche la ferrovia Circumetnea.

Dista 45 km da Catania e 70 km da Messina.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Stazione meteorologica di Linguaglossa.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Fino al Cinquecento esistettero nel paese 18 chiese, alcune delle quali in seguito scomparse:

  • Chiesa matrice o chiesa madre: conserva un coro ligneo settecentesco[1]; all'interno sono diversi altari con quadri;
  • Chiesa di San Francesco di Paola, del Cinquecento, conserva affreschi, una statua in marmo dipinto della Madonna di Loreto, attribuita i Gagini e, sulla porta, otto bassorilievi in bronzo del 1987, dello scultore locale Salvatore Incorpora. L'adiacente ex convento dei frati minimi ospita tuttora la sede del comune, con la biblioteca e la pinacoteca.
  • Chiesa dell'Annunziata
  • Chiesa di Sant'Egidio Abate: la più antica del paese, nel transetto conserva affreschi seicenteschi.
  • Chiesa dei Santi Antonio e Vito
  • Chiesa del Carmine
  • Chiesa del Calvario
  • Chiesa di Gesù e Maria: piccola chiesa seicentesca, con entrata sormontata da un piccolo bassorilievo floreale e da una croce e con campanili inserito nella facciata. La chiesa è accessibile mediante scalini e l'interno si presenta a navata unica e coperta con volta a botte; conserva l'altare maggiore, privo del tabernacolo e una statua della Madonna con Bambino e il Sacro Cuore (che rappresenta una particolarità iconografica), mentre gli altari laterali sono scomparsi (si conserva una statua del Gesù Bambino di Praga e un Crocifisso con la Madonna Addolorata e san Giovanni apostolo; presso l'altar maggiore sono presenti colonne con due angeli e le pareti erano decorate con pitture a finto marmo; il pavimento era in cotto.
  • Chiesa di San Rocco
  • Chiesa dell'Immacolata e convento dei padri cappuccini: la chiesa a due navate ospita una custodia in legno di Pietro Bencivinni
  • Convento dei padri domenicani (collegio San Tommaso d'Aquino), sorto in epoca moderna al posto della chiesa di San Nicola di Bari; conserva sull'altar maggiore della chiesa la Madonna del Rosario di Sebastiano Conca ed è arricchita da vetrate con i santi domenicani

Tra le chiese scomparse sono:

  • Chiesa di San Biagio (trasformata in abitazioni nel XVIII secolo, si trovava tra la via omonima e via Marconi);
  • Chiesa di Santa Caterina (in uso fino al 1868 si trovava nella piazzetta che ne conserva il nome);
  • Chiesa di San Nicolò (distrutta per costruire il convento dei padri domenicani, che ospita la statua del santo titolare);
  • Chiesa di Sant'Antonio abate (ne rimangono solo le mura esterne, presso la villa dei Vespri siciliani);
  • Chiesa di Santa Maria dei Pilieri (all'angolo tra la via omonima e via Roma, venne distrutta per allargare la strada);
  • Chiesa di San Leonardo (secondo la tradizione sulle sponde del torrente omonimo, non ne resta alcuna traccia);
  • Chiesa di San Giuseppe (costruita in piazza Stazione dopo il 1923, in seguito anni '70 trasformata in civile abitazione);
  • Abbazia di Santa Caterina (alle pendici delle colline a nord del paese, nel 1523 abbandonata per mancanza di monaci).

Architetture civili[modifica | modifica wikitesto]

Le vie principali di Linguaglossa sono lastricate di bàsole di pietra lavica, come vuole la tradizione dei luoghi.

Nel paese sorgono due grandi ville:

  • Villa Giovanni Milana, accanto alla chiesa di san Rocco (nota perciò anche come villa San Rocco), ospita la "fontana dei Dodici Mori", con giochi d'acqua;
  • Villa dei Vespri Siciliani (più comunemente nota come piazza Giardino) (anni sessanta).

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[2]

Tradizioni e folclore[modifica | modifica wikitesto]

  • il primo di settembre ricorrono i solenni festeggiamenti del santo patrono, sant'Egidio Abate, solitamente preceduta e seguita da manifestazioni folkloristiche e culturali.
  • il 16 agosto ricorre la festa di san Rocco, allietata durante quella settimana da giochi tradizionali, quali la "corsa nei sacchi" e la "scassata dei catùsi" (con una pertica si devono rompere "vasi in terracotta", con sorprese, appesi in alto). Il ricavato della storica asta (una tra le più antiche in Sicilia) dà la possibilità di raccogliere fondi per la festa.

Oltre alle succitate feste di origine religiosa, altre manifestazioni hanno luogo nel corso dell'anno:

  • Carnevale viene di solito festeggiato con balli in maschera in piazza e spesso anche con carri mascherati e falò finale.
  • Per Natale vengono talvolta organizzati presepi viventi o manifestazioni inerenti alla natività, come la sacra rappresentazione, giunta alla quarta edizione.

Leggenda di Sant'Egidio[modifica | modifica wikitesto]

Sant'Egidio abate è divenuto patrono di Linguaglossa grazie ad un salvataggio del paese, ritenuto miracoloso, da una delle eruzioni dell'Etna. La leggenda racconta che essendo il paese minacciato dalla lava, gli abitanti erano fuggiti sulle colline intorno. Una vecchietta paralitica era stata dimenticata da tutti nella sua misera abitazione, ma sant'Egidio le apparve: la vecchia miracolosamente riuscì ad alzarsi e ad andare a suonare le campane della chiesa, come le aveva detto il santo. Ai concittadini accorsi al suono delle campane, riferì che il santo aveva inoltre comandato di collocare il suo bastone davanti alla lava, che in tal modo sarebbe stata fermata: il bastone della statua fu dunque preso dalla chiesa e posto sul percorso della lava che miracolosamente si sarebbe quindi fermata.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Istruzione[modifica | modifica wikitesto]

Scuole[modifica | modifica wikitesto]

  • Istituto Comprensivo "Santo Calì", comprendente la scuola dell'infanzia, due plessi di Scuola Primaria (“Pietro Scuderi” e “Principessa di Piemonte”) e la Scuola Secondaria di I grado.
  • Vi sono inoltre il Liceo Scientifico ed il Liceo Linguistico, sezioni staccate dell'Istituto d'Istruzione Superiore "Michele Amari" di Giarre.

Musei[modifica | modifica wikitesto]

Presso la Pro Loco è possibile visitare tutto l'anno il Museo etnografico e mostre inerenti al paese.

Museo Salvatore Incorporcora - Francesco Messina.

Cucina[modifica | modifica wikitesto]

Prodotti locali:

  • la salsiccia (sasizza, in dialetto) al ceppo con finocchio selvatico o con l'aggiunta di prodotti tipici dei dintorni (provola di Maniaci, pomodorini di Pachino, pistacchio di Bronte).
  • il vino

Come in altri paesi della Sicilia orientale, si possono trovare a Linguaglossa dolci tipici, quali:

  • le paste di mandorla (anche aromatizzate all'arancia), di nocciola o di pistacchio
  • i "mastazzoli" ('mostaccioli')
  • le granite
  • i torroncini
  • le "ossa di morti", dolci che, secondo la tradizione locale, i parenti defunti facevano trovare ai bambini, con i giocattoli, il 2 novembre. La funzione di questo rito era forse per riportare alla memoria dei bambini il ricordo degli antenati.

Persone legate a Linguaglossa[modifica | modifica wikitesto]

Sono nati a Linguaglossa:

Economia[modifica | modifica wikitesto]

L'economia di Linguaglossa è stata storicamente legata alla produzione di vino, alla coltivazione delle nocciole, e allo sfruttamento della pineta Ragabo per il legno e per la resina gommosa.

Anticamente anche la neve che d'inverno si accumulava sull'Etna era fonte di guadagno: veniva conservata, schiacciandola, fino all'estate, e veniva rivenduta ai bar di Catania per la preparazione delle granite. La neve, inoltre, era conservata per le necessità mediche.

Ad oggi molte attività sono legate al turismo (escursioni al cratere, sport invernali).

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
25 giugno 1989 4 ottobre 1990 Annunziato Raineri Partito Repubblicano Italiano Sindaco [3]
13 gennaio 1991 10 luglio 1991 Salvatore Sgroi Partito Socialista Italiano Sindaco [3]
13 agosto 1991 25 giugno 1992 Rosario Serio Democrazia Cristiana Sindaco [3]
7 giugno 1993 1º dicembre 1997 Nunziato Rosta Partito Democratico della Sinistra Sindaco [3]
1º dicembre 1997 28 maggio 2002 Nunziato Rosta lista civica Sindaco [3]
28 maggio 2002 15 maggio 2007 Antonio Felice Stagnitta lista civica Sindaco [3]
15 maggio 2007 8 maggio 2012 Rosa Maria Alfia Vecchio lista civica Sindaco [3]
8 maggio 2012 in carica Rosa Maria Alfia Vecchio Sindaco [3]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

  • Vi è una squadra di calcio, l'Apd Linguaglossa, che milita attualmente in seconda Categoria
  • Il comune dispone di due impianti sportivi: la piscina comunale "Mareneve" ed il palazzetto dello sport.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Salvatore Incorpora, Il settecentesco coro ligneo della maggiore chiesa a Linguaglossa, Alfa Grafica Sgroi, Catania 1979.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  3. ^ a b c d e f g h http://amministratori.interno.it/

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN242658608
Sicilia Portale Sicilia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sicilia