Mazzarrone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mazzarrone
comune
Mazzarrone – Stemma Mazzarrone – Bandiera
Mazzarrone – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Sicily.svg Sicilia
Provincia Provincia di Catania-Stemma.png Catania
Amministrazione
Sindaco Enzo Giannone (PdL) dal 14/05/2007
Territorio
Coordinate 37°05′N 14°34′E / 37.083333°N 14.566667°E37.083333; 14.566667 (Mazzarrone)Coordinate: 37°05′N 14°34′E / 37.083333°N 14.566667°E37.083333; 14.566667 (Mazzarrone)
Altitudine 285 m s.l.m.
Superficie 34,78 km²
Abitanti 4 020[1] (30-10-2012)
Densità 115,58 ab./km²
Frazioni Grassura, Leva
Comuni confinanti Acate (RG), Caltagirone, Chiaramonte Gulfi (RG), Licodia Eubea
Altre informazioni
Cod. postale 95040
Prefisso 0933
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 087056
Cod. catastale M271
Targa CT
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Cl. climatica zona C, 1 182 GG[2]
Nome abitanti mazzarronesi
Patrono san Giuseppe
Giorno festivo 19 marzo
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Mazzarrone
Mazzarrone
Posizione del comune di Mazzarrone nella città metropolitana di Catania
Posizione del comune di Mazzarrone nella città metropolitana di Catania
Sito istituzionale

Mazzarrone (Mazzarruni in siciliano[3]) è un comune italiano di 4.020 abitanti della città metropolitana di Catania in Sicilia.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio del comune si estende sul margine nord-ovest dei Monti Iblei, su una superficie di 3347 ettari e ad una quota compresa tra i 128 m e i 328 m s.l.m.
Dista 22 km da Caltagirone, 39 da Gela, 35 da Ragusa, 82 da Enna e da Catania.
Nel territorio sono diffusi terreni sabbiosi e argillosi che ne condizionano la morfologia dando ad esso una conformazione prevalentemente pianeggiante che tende a strutturarsi in altopiani. Improvvise rotture di pendenza si riscontrano soltanto in corrispondenza delle linee di impluvio, dove scorrono i corsi d'acqua affluenti della sponda destra del fiume Dirillo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il centro abitato di Mazzarrone comincia ad essere popolato in maniera permanente dopo l'unità d'Italia, in seguito alle leggi che sopprimono i beni ecclesiastici.
La confisca e la successiva divisione del feudo, favorisce l'insediamento di questo territorio mediante l'affidamento in enfiteusi dei terreni.
Numerose famiglie provenienti dai centri iblei sin dal 1870 danno vita a piccoli agglomerati, sviluppatisi nel corso del tempo.

I più importanti di questi insediamenti sono stati: Piano Chiesa, Botteghelle e Cucchi Quest'ultima frazione deve il nome a quello del primo nucleo di abitanti provenienti da Ragusa. Ad una certa distanza da questi tre centri sorsero gli abitati di Grassura e di Leva. Ciascuno degli insediamenti nacque per trasposizione di gruppi familiari dalle vicine città: si trattava della cadetteria agricola di centri vicini più grandi (Ragusa, Comiso) a cui erano state assegnate terre appartenute a notabili locali. Resoconti orali, tramandati dagli anziani del paese, parlano di schiere di fratelli che, poco dopo la conquista garibaldina, si insediarono in rudimentali abitazioni ricavate nei canneti lungo il corso dei torrenti.

Da queste abitazioni precarie, esposte ai pericoli naturali (non ultimi i lupi), si passò poi agli insediamenti in opera muraria e quindi ai nuclei delle suddette borgate, destinate nel corso del tempo a fondersi in un unico nucleo urbano.

Verso la fine degli anni cinquanta si costituì un "Comitato per l'autonomia" delle diverse borgate (inizialmente vi era compresa anche Granieri) che porterà, solo negli anni settanta, al raggiungimento dell'obiettivo. Le borgate furono riunite in comune autonomo il 7 maggio 1976, con territorio staccato ai comuni di Caltagirone e Licodia Eubea, e costituito dall'ex feudo di Mazzarrone (Caltagirone) e da parte dell'ex feudo di Sciri Sottano (Licodia Eubea).

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante Mazzarrone sia un piccolo comune, è uno dei centri di maggiore produzione di uva da tavola italiana. La varietà di uva maggiormente prodotta è l'uva Italia anche se da parecchi anni si sono affacciate decine di nuove varietà. L'uva da tavola di Mazzarrone ha da poco ricevuto il marchio di garanzia IGP, ossia l'indicazione geografica protetta.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
14 luglio 1987 14 ottobre 1991 Biagio Consoli Democrazia Cristiana Sindaco [4]
14 ottobre 1991 18 febbraio 1993 Elio Di Prazza Comm. regionale [4]
18 febbraio 1993 7 giugno 1993 Michele Inzirillo Comm. straordinario [4]
7 giugno 1993 10 ottobre 1994 Giovanni Iacono Partito Democratico della Sinistra Sindaco [4]
28 maggio 1995 1º dicembre 1997 Nunzio Busacca Partito Democratico della Sinistra Sindaco [4]
1º dicembre 1997 28 maggio 2002 Nunzio Busacca lista civica Sindaco [4]
28 maggio 2002 15 maggio 2007 Nunzio Busacca lista civica Sindaco [4]
15 maggio 2007 9 maggio 2012 Vincenzo Giannone Forza Italia Sindaco [4]
8 maggio 2012 in carica Vincenzo Giannone Sindaco [4]

Feste e sagre[modifica | modifica wikitesto]

La frazione "Cucchi" celebra autonomamente la festività del santo patrono dai primi anni cinquanta, epoca nella quale venne eretta la chiesa di questa borgata dedicata alla Madonna del Rosario. La festa del borgo si chiude con la tradizionale "cena di San Giovanni" ovvero la vendita per beneficenza di leccornie preparate dalle donne del luogo

  • Sacro Cuore (terza domenica di giugno)
  • Festival Internazionale dell'Uva (seconda domenica di settembre)
Chiesa parrocchiale S. Giuseppe
Chiesa Madonna del Rosario nel rione Cucchi

Ambiente: Parco suburbano Sciri Sottano[modifica | modifica wikitesto]

Il "Parco Suburbano Sciri Sottano" è l'area protetta ricadente nella parte orientale del territorio. L'area del parco, che dista solo 500 m in linea d'aria dal centro urbano e confina a nord con il territorio del comune di Caltagirone, è facilmente raggiungibile dalla strada provinciale n. 63 Mazzarrone - Caltagirone, attraverso una stradella rurale di accesso, di circa 2 km, che giunge fino all'area servizi dove è situato un fabbricato rurale.
La superficie del Parco è di circa 121,50 ettari; dalla geomorfologia dell'area si nota che la parte interna è costituita da un altipiano (circa 295 m s.l.m.) in cui vegetano numerosi eucalipti ed in cui è prevista la messa a dimora di carrubi, querce, ecc., mentre nella zona perimetrale si riscontrano suggestivi pendii, ricchi di vegetazione mediterranea tipica, che scendono fino alle valli dei torrenti.

Fra le specie vegetali che caratterizzano il sottobosco, predominano l'asparago, il rosmarino, il timo e le felci. Molto diffusi sono inoltre il leccio, l'olivo selvatico, la palma nana, il sambuco, il fico d'India, la coda cavallina e lo stracciabraghe. Tra le specie animali sono invece molto diffusi mammiferi quali la lepre, l'istrice, il coniglio selvatico, il riccio, la volpe; rettili quali la testuggine, la lucertola, il ramarro, la biscia dal collare e la vipera; anfibi tra cui la salamandra e uccelli quali il pettirosso, la quaglia, il merlo, l'allocco, il gheppio e il cuculo. È rilevante, infine, la presenza di farfalle quali la saturnia.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Cittadini stranieri residenti a Mazzarrone[modifica | modifica wikitesto]

A Mazzarrone vivono da diverso tempo numerosi stranieri, attratti dalla notevole disponibilità di lavoro nel settore della raccolta dell'uva. Gli stranieri legalmente residenti a Mazzarrone sono in totale 198 (al 31 dicembre 2007) e provengono da 11 paesi di cui 3 extraeuropei (Africa mediterranea).

Gli stati con il maggior numero di residenti a Mazzarrone sono:

Principali gruppi di residenti stranieri regolari
Nazionalità Residenti
Albania 26
Algeria 8
Bulgaria 1
Germania 1
Macedonia 1
Malta 2
Marocco 1
Polonia 5
Romania 69
Tunisia 64
Ucraina 20

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 ottobre 2012.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 386.
  4. ^ a b c d e f g h i http://amministratori.interno.it/
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Uva IGP Mazzarrone

Controllo di autorità VIAF: (EN167533990 · LCCN: (ENn96099135 · GND: (DE4446623-7
Sicilia Portale Sicilia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sicilia