Vincitori del palio di Legnano e della provaccia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Provaccia (Palio di Legnano))
Jump to navigation Jump to search

Di seguito l'elenco dei vincitori del palio di Legnano e della provaccia[1][2].

Albi d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Albo d'oro del palio di Legnano[modifica | modifica wikitesto]

Anno Contrada Fantino Cavallo Note
1935 San Domenico Vittorio Ciapparelli Lugano -
1936 Legnarello Vittorio Ciapparelli Lugano -
1937 Sant'Erasmo Antonio Braca detto Cucciolo Miki -
1938 La Flora Antonio Braca detto Cucciolo Miki -
1939 Sant'Erasmo Antonio Braca detto Cucciolo Miki -
Il palio non è stato disputato dal 1940 al 1951 a causa delle vicende belliche legate alla seconda guerra mondiale[1]
1952 Legnarello Angelo Lorenzetti Muccia -
1953 Legnarello Angelo Lorenzetti Noia -
1954 Legnarello Angelo Lorenzetti Muccia -
L'edizione del 1955 è stata sospesa e non assegnata per una partenza contestata[1]
1956 San Bernardino Rosario Pecoraro detto Tristezza Incantatella -
1957 San Martino Sirio Pessuti detto Morino V Scapricciatella -
1958 Sant'Erasmo Donato Tamburelli detto Rondone Shim -
1959 San Bernardino Dino Pieraccini detto Bubbolino Ultipat -
1960 La Flora Francesco Zoni Argea -
1961 San Bernardino Dino Pieraccini detto Bubbolino Atomica -
1962 Sant'Ambrogio Giorgio Terni detto Vittorino La Gigolette -
1963 San Magno Giorgio Garzonio Domazzo (Fulmine) -
1964 Sant'Erasmo Bruno Blanco detto Parti e Vai Frestola -
1965 Legnarello Maurizio Franchini detto Maurizio Tigri -
1966 Legnarello Maurizio Franchini detto Maurizio Tigri -
1967 San Martino Bernardino Brusciotti detto Comodino Belfast -
1968 Sant'Ambrogio Umberto Simonazzi detto Ettore Capriccio -
1969 Sant'Erasmo Francesco Cuttoni detto Mezz'etto Pasquetta -
1970 Sant'Erasmo Francesco Cuttoni detto Mezz'etto Pasquetta -
1971 San Magno Costantino Giuggia detto Morino IV Tom Jones A partire da questa edizione è stato abolito l'uso della sella.
1972 San Domenico Rinaldo Spiga detto Spingarda Dominga -
1973 San Magno Vincenzo Foglia detto Frasca Pou Pouch -
1974 Sant'Erasmo Andrea Degortes detto Aceto Pou Pouch -
1975 Sant'Erasmo Vincenzo Foglia detto Frasca Lucianella -
1976 Sant'Erasmo Vincenzo Foglia detto Frasca Lucianella -
1976 San Magno Pasquale Beretta Utrillo Palio straordinario organizzato per commemorare l'ottavo centenario della battaglia di Legnano. È stato corso all'Arena Civica di Milano.
Il palio del 1977, vinto da Sant'Erasmo, non è stato assegnato a causa dei diverbi avvenuti tra i fantini di San Bernardino, San Magno e La Flora[1]
1978 San Bernardino Leonardo Viti detto Canapino Faberina Sant'Erasmo non ha partecipato a questa edizione della corsa ippica per protesta contro la mancata assegnazione del palio del 1977.
1979 San Magno Bruno Blanco detto Parti e Vai Peccatrice Vittoria condivisa con Salvatore Ladu (Cianchino). In questa occasione la finale del palio è stata corsa due volte. Nella seconda finale Blanco ha sostituito Cianchino per infortunio.
1980 San Bernardino Leonardo Viti detto Canapino Valsandro -
1980 San Martino Luigi Croci detto Il Noce Peccatrice Palio straordinario organizzato per celebrare il 25º anniversario della fondazione del collegio dei capitani e delle contrade.
1981 San Domenico Mario Cottone detto Truciolo Hirish Karabas Finale corsa due volte, causa arrivo in parità.[N 1]
1982 San Bernardino Leonardo Viti detto Canapino Valsandro -
1983 Legnarello Massimo Alessandri detto Bazzino Raggio di Sole -
1984 San Domenico Mario Cottone detto Truciolo Master Fullness Corsa rimandata di una settimana per maltempo.
1985 San Bernardino Leonardo Viti detto Canapino Sir Brunetto -
1986 Sant'Ambrogio Antonello Casula detto Moretto Sarazar -
1987 San Magno Giuseppe Pes detto Il Pesse Alpha Shariba -
1988 Sant'Ambrogio Luca Semenzato detto Cecchetti Sarazar -
1989 Legnarello Salvatore Ladu detto Cianchino Veronica Gambara -
1990 San Magno Maurizio Farnetani detto Bucefalo Phantasm -
1991 Legnarello Tonino Cossu detto Cittino II Pitheos -
1992 San Martino Salvatore Ladu detto Cianchino Mattia -
1993 San Magno Maurizio Farnetani detto Bucefalo Phantasm -
1994 Sant'Erasmo Martin Ballesteros detto Pampero Slavi -
1995 San Bernardino Antonello Casula detto Moretto Tulipan -
1996 San Domenico Luigi Bruschelli detto Trecciolino Vittorio -
1997 La Flora Sebastiano Deledda detto Legno Blue Baker -
1998 Sant'Erasmo Martin Ballesteros detto Pampero Noble Nord -
1999 San Magno Martin Ballesteros detto Pampero Noble Nord -
2000 San Magno Maurizio Farnetani detto Bucefalo Ombra (Amalin) -
2001 San Magno Maurizio Farnetani detto Bucefalo Guazza -
2002 Sant'Erasmo Giuseppe Pes detto Il Pesse Pierino -
2003 San Martino Massimo Coghe detto Massimino II Millennium Bug -
2004 Sant'Ambrogio Dino Pes detto Velluto Soldato -
2005 La Flora Valter Pusceddu detto Bighino Calendimaggio -
2005 San Magno Marco Pagliai Signorina Snob Palio d'onore: palio straordinario organizzato per celebrare il 50º anniversario della fondazione del collegio dei capitani e delle contrade.
L'edizione 2006 è stata sospesa e non assegnata per invasione di pista dei contradaioli di San Domenico[1][N 2]
2007 San Bernardino Giuseppe Zedde detto Gingillo Domizia -
2008 La Flora Valter Pusceddu detto Bighino Yanti -
2009 La Flora Silvano Mulas detto Voglia Zanzuela Per la prima volta la corsa ippica si è svolta sulla sabbia.
2010 La Flora Antonio Siri detto Amsicora Abbashan -
2011 San Magno Giovanni Atzeni detto Tittìa Aberrant -
2012 Sant'Ambrogio Silvano Mulas detto Voglia Deo Volente -
2013 San Domenico Dino Pes detto Velluto Guglielmino -
2014 Sant'Erasmo Giuseppe Zedde detto Gingillo Lecca Lecca -
2015 Legnarello Giovanni Atzeni detto Tittìa Guerriero -
2016 San Martino Andrea Mari detto Brio Totò -
2017 Legnarello Giovanni Atzeni detto Tittìa Bam Bam -
2018 La Flora Gavino Sanna Escobar -

Albo d'oro della provaccia[modifica | modifica wikitesto]

La "provaccia" si svolge alla sera del venerdì che precede il palio. È una gara che viene disputata con lo stesso regolamento del palio, a cui partecipano dei fantini emergenti[3]. La provaccia, che è dedicata a Luigi Favari, già presidente del comitato organizzatore del palio[3], venne introdotta nel 1985 sulla scorta dell'entusiasmo scaturito dall'organizzazione dell'edizione straordinaria del palio del 1980, ovvero quella predisposta per celebrare il 25º anniversario della fondazione del collegio dei capitani e delle contrade[4]. Se una contrada vince, nello stesso anno, sia il palio che la provaccia, si dice che ha "fatto cappotto"[5].

Anno Contrada Fantino Cavallo Note
1985 San Magno Maurizio Farnetani detto Bucefalo Miss Letizia -
1986 Sant'Ambrogio Marco Melis detto Smeriglio Folgore -
1987 San Domenico Guido Barbin Criab -
L'edizione 1988 non è stata assegnata per sospensione della corsa causa maltempo[2]
1989 Sant'Ambrogio Franco Giulio Meteorit -
1990 La Flora Franco Giulio Queen Evan -
1991 San Bernardino Luca Lombardi detto Schizzo Pachito -
1992 Sant'Ambrogio Roberto Ferrari detto Robertino Meteorit -
1993 Sant'Ambrogio Roberto Ferrari detto Robertino Slavi -
1994 Sant'Ambrogio Canio Abruzzese detto Sem Tarbiera -
1995 Sant'Erasmo Antonello Marongiu Guin Sandra -
1996 Sant'Ambrogio Antonio Migheli Tassilli -
1997 San Martino Tiziano Raffero Ortica Bianca -
1998 Sant'Ambrogio Antonio Migheli Tassilli -
1999 Sant'Ambrogio Marco Giusti detto Palloncino Noble Nord -
2000 San Magno Francesco Giani detto Nocino Esterino -
2001 Sant'Ambrogio G. Carlo Bergamaschi Nocis Love -
L'edizione 2002 non è stata assegnata per sospensione della corsa[2]
2003 La Flora Giovanni Atzeni detto Tittia Sintassi -
2004 La Flora Virginio Zedde detto Lo Zedde Avvocatessa -
2005 San Magno Marco Pagliai Signorina Snob -
2006 Legnarello Massimo Donatini detto Stoppa Kipketer -
2007 San Martino Antonio Siri detto Amsicora Pallina -
2008 Sant'Ambrogio Simone Mereu detto Deciso Iceberg -
2009 San Magno Andrea Farris Decio Meridio -
2010 San Magno Andrea Farris Aradia -
2011 La Flora Alessio Corda Las Vegas -
2012 Legnarello Simone Mereu detto Deciso George -
2013 San Martino Andrea Farris Mago Blu -
2014 Sant'Erasmo Carlo Sanna Tsunami -
2015 Legnarello Elias Mannucci Bam Bam -
2016 Sant'Erasmo Andrea Farris Faggiana Atomica -
2017 Legnarello Alessandro Cersosimo Tony[N 3] -
2018 San Magno Marco Bitti Shane Falco -

Albo d'oro dei "cappotti"[modifica | modifica wikitesto]

Nel gergo del palio di Legnano, "fare cappotto" significa che una contrada ha vinto, nello stesso anno, sia il palio che la provaccia[6]. Qui sono elencati i cinque "cappotti" che si sono verificati durante la storia della manifestazione legnanese:

Anno Contrada Al palio Alla provaccia
Fantino Cavallo Fantino Cavallo
1986 Sant'Ambrogio Antonello Casula detto Moretto Sarazar Marco Melis detto Smeriglio Folgore
2000 San Magno Maurizio Farnetani detto Bucefalo Ombra (Amalin) Francesco Giani detto Nocino Esterino
2014 Sant'Erasmo Giuseppe Zedde detto Gingillo Lecca Lecca Carlo Sanna Tsunami
2015 Legnarello Giovanni Atzeni detto Tittìa Guerriero Elias Mannucci Bam Bam
2017 Legnarello Giovanni Atzeni detto Tittìa Bam Bam Alessandro Cersosimo Tony

Numero di vittorie per contrada[modifica | modifica wikitesto]

Al palio[modifica | modifica wikitesto]

Contrada Vittorie Edizioni
Sant'Erasmo 13 1937, 1939, 1958, 1964, 1969, 1970, 1974, 1975, 1976, 1994, 1998, 2002 e 2014
San Magno 11 1963, 1971, 1973, 1979, 1987, 1990, 1993, 1999, 2000, 2001 e 2011
Legnarello 11 1936, 1952, 1953, 1954, 1965, 1966, 1983, 1989, 1991, 2015 e 2017
San Bernardino 9 1956, 1959, 1961, 1978, 1980, 1982, 1985, 1995 e 2007
La Flora 8 1938, 1960, 1997, 2005, 2008, 2009, 2010 e 2018
Sant'Ambrogio 6 1962, 1968, 1986, 1988, 2004 e 2012
San Domenico 6 1935, 1972, 1981, 1984, 1996 e 2013
San Martino 5 1957, 1967, 1992, 2003 e 2016

Alla provaccia[modifica | modifica wikitesto]

Contrada Vittorie Edizioni
Sant'Ambrogio 10 1986, 1989, 1992, 1993, 1994, 1996, 1998, 1999, 2001 e 2008
San Magno 6 1985, 2000, 2005, 2009, 2010 e 2018
La Flora 4 1990, 2003, 2004 e 2011
Legnarello 4 2006, 2012, 2015 e 2017
San Martino 3 1997, 2007 e 2013
Sant'Erasmo 3 1995, 2014 e 2016
San Domenico 1 1987
San Bernardino 1 1991

I "cappotti"[modifica | modifica wikitesto]

Contrada N° cappotti Edizioni
Legnarello 2 2015 e 2017
Sant'Ambrogio 1 1986
San Magno 1 2000
Sant'Erasmo 1 2014

Anni di ritardo dall'ultima vittoria[modifica | modifica wikitesto]

Nel palio[modifica | modifica wikitesto]

Contrada Ultima vittoria Ritardo
San Bernardino (contrada nonna[N 4]) 27 maggio 2007 11 anni e 177 giorni
San Magno 29 maggio 2011 7 anni e 175 giorni
Sant'Ambrogio 27 maggio 2012 6 anni e 177 giorni
San Domenico 26 maggio 2013 5 anni e 178 giorni
Sant'Erasmo 1º giugno[N 5] 2014 4 anni e 172 giorni
San Martino 29 maggio 2016 2 anni e 175 giorni
Legnarello 28 maggio 2017 1 anno e 176 giorni
La Flora 27 maggio 2018 0 anni e 177 giorni

Nella provaccia[modifica | modifica wikitesto]

Contrada Ultima vittoria Ritardo
San Domenico 31 maggio 1987 31 anni e 173 giorni
San Bernardino 26 maggio 1991 27 anni e 178 giorni
Sant'Ambrogio 25 maggio 2008 10 anni e 179 giorni
La Flora 29 maggio 2011 7 anni e 175 giorni
San Martino 26 maggio 2013 5 anni e 178 giorni
Sant'Erasmo 29 maggio 2016 2 anni e 175 giorni
Legnarello 28 maggio 2017 1 anno e 176 giorni
San Magno 25 maggio 2018 0 anni e 179 giorni

Note[modifica | modifica wikitesto]

Esplicative[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ San Domenico e San Bernardino (Canapino II su Valsandro) arrivarono perfettamente appaiate, tanto che non si riuscì a stabilire il vincitore nemmeno al fotofinish. Si corse quindi un'ulteriore finale ridotta a queste sole due contrade, in cui vinse San Domenico.
  2. ^ La contrada di San Domenico fu multata e squalificata per l'edizione 2007.
  3. ^ Gara ippica vinta da un cavallo scosso.
  4. ^ La contrada che non vince da più tempo è chiamata "nonna".
  5. ^ Il palio 2014 è stato rinviato di una settimana perché il 25 maggio, ultima domenica del mese, hanno avuto luogo le elezioni europee. Cfr. sito ufficiale del Palio di Legnano.

Bibliografiche[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e L'albo d'oro del Palio di Legnano, su www.contradalegnarello.it. URL consultato il 4 aprile 2014.
  2. ^ a b c Provaccia - Albo d'oro, su www.contradalegnarello.it. URL consultato il 31 maggio 2015.
  3. ^ a b La Provaccia, su www.contradalegnarello.it. URL consultato il 31 maggio 2015.
  4. ^ Autori vari, p. 318.
  5. ^ Legnarello vince il Palio di Legnano 2017, su www.paliodilegnano.it. URL consultato il 29 maggio 2017.
  6. ^ Legnarello vince il Palio di Legnano 2017, su www.paliodilegnano.it. URL consultato il 29 maggio 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]