Palazzo Italia (Legnano)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Palazzo Italia
Palazzo Italia Legnano.JPG
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneLombardia Lombardia
LocalitàLegnano
Indirizzovia Girardelli 1
Coordinate45°35′41.76″N 8°55′11.05″E / 45.594933°N 8.919736°E45.594933; 8.919736Coordinate: 45°35′41.76″N 8°55′11.05″E / 45.594933°N 8.919736°E45.594933; 8.919736
Informazioni generali
CondizioniIn uso
Costruzione1929
UsoPubblico
Piani3
Realizzazione
ArchitettoCesare Giulini
ProprietarioDemanio

Palazzo Italia è un edificio storico di Legnano, nella città metropolitana di Milano, in Lombardia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il Palazzo Littorio in un'immagine del 1942

L'edificio venne costruito nel 1929 in "stile Novecento" su progetto dell'architetto Cesare Giulini e si presenta con una pianta a forma di "L". La facciata, ricavata sull'angolo dell'edificio, si presenta a tre ordini con un pronao a quattro colonne e tre archi a tutto sesto sormontato da un frontone che contiene un timpano privo di decorazioni. L'edificio è in cemento e, in corrispondenza della facciata d'ingresso e delle zoccolature, in pietra bianca[1].

Fu destinato originariamente a Casa del Littorio e quindi, fino alla caduta del fascismo, era sede del Fascio di combattimento di Legnano del Partito Nazionale Fascista. Dopo la fine della seconda guerra mondiale è stato parzialmente destinato a comando della Polizia di Stato[1].

È stato realizzato sull'isolato dove un tempo sorgeva l'ex cotonificio Dell'Acqua, ora non più esistente. Al posto del cotonificio sono stati poi costruiti dei parcheggi ed un parco pubblico.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Ferrarini, p. 136.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gabriella Ferrarini, Marco Stadiotti, Legnano. Una città, la sua storia, la sua anima, Telesio editore, 2001, SBN IT\ICCU\RMR\0096536.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]