Cavallo scosso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cavallo scosso durante una prova del palio di Siena

Un cavallo scosso è un cavallo che rimane senza la monta del fantino durante una corsa ippica[1].

I cavalli scossi assumono un'importanza rilevante all'interno dei palii, che si disputano ogni anno in Italia, come il palio di Siena, il palio di Legnano, il palio di Fucecchio, il palio di Asti il palio di Fermo e palio dei Normanni.

In questi palii, infatti, il cavallo scosso può concorrere ugualmente alla vittoria[1], mentre nelle gare disputate negli ippodromi viene conteggiato in classifica solo il cavallo regolarmente montato dal fantino[2].

Esistono inoltre palii, come quello corso a Ronciglione, che prende il nome di corsa a vuoto e che consiste proprio nel far correre cavalli scossi.

Palii scossi sono stati corsi anche a Siena: l'ultimo Palio scosso di Siena è datato 18 agosto 1907, palio straordinario vinto dal cavallo Gobba della contrada della Lupa.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Glossario del Palio di Siena, su palio.comune.siena.it. URL consultato il 9 marzo 2011.
  2. ^ Sorpresa al Gran Premio, vince un cavallo "scosso". Quality Son appieda il fantino e supera i rivali, ma la sua vittoria non è considerata valida, su www.varesenews.it. URL consultato il 9 marzo 2011.