Giuseppe Zedde

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giuseppe Zedde
Palio Assunta 2008 079m.jpg
Gingillo festeggiato dopo la vittoria del 2008.
Nazionalità Italia Italia
Equitazione Equestrian pictogram.svg
Specialità Corse a pelo
Carriera
Palio di Siena
Soprannome Gingillo
Esordio 16 agosto 2002
600px Giallo e Verde listati di Azzurro con quadrato Rosso.PNG Bruco
Ultimo Palio 20 ottobre 2018
600px HEX-FE0000 border HEX-257130 background White circle HEX-FFFF00 ellipse.svg Oca
Vittorie 3 (su 27 corse)
Ultima vittoria 16 agosto 2018
600px Bianco e Nero listati di Arancione.png Lupa
Palio di Legnano
Esordio 2007
San Bernardino
Ultimo Palio 2 giugno 2019
Sant'Ambrogio
Vittorie 2 (su 13 corse)
Ultima vittoria 1º giugno 2014
Sant'Erasmo
Statistiche aggiornate al 16 agosto 2018

Giuseppe Zedde detto Gingillo (Siena, 30 luglio 1982) è un fantino italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Gingillo nell’agosto 2009

Figlio d'arte (il padre Antonio Zedde di origine sarda e detto Valente corse dodici volte il Palio di Siena, ottenendo due vittorie) e fratello de Lo Zedde, esordisce a Siena nel 2002 per la Contrada del Bruco. Un mese dopo arriva anche l'esordio al Palio di Asti per il Comune di Montechiaro, in cui però rimedia l'eliminazione in batteria. Dopo aver corso altre due volte a Siena tra il 2003 e il 2004, Gingillo ottiene la prima vittoria importante ad Asti: ingaggiato dal Borgo Torretta per montare Ergo Song, supera senza troppi affanni la batteria eliminatoria e, in finale, scatta subito in testa e va a vincere, con il fratello maggiore Virginio a coprirgli le spalle fino alla fine. In questa occasione Gingillo tagliò il traguardo con le briglie in bocca e le braccia alzate, in segno di esultanza.

Nel 2005 esordisce al Palio di Fucecchio arrivando secondo e, dopo aver corso senza troppi clamori entrambe le carriere a Siena, vince il Palio di Castel del Piano. Al Palio straordinario di Fucecchio di settembre ottiene un secondo posto dietro al fratello Virginio. Pochi giorni dopo, ad Asti, raccoglie un altro secondo posto montando Baonero (cavallo di sua proprietà) per il Borgo San Lazzaro, perdendo di pochissimo la volata finale con Bucefalo. L'anno successivo, invece, inizia in maniera disastrosa: ingaggiato dalla Contrada di San Giacomo per il Palio di Ferrara in accoppiata con Baonero, inizia la corsa scambiandosi scorrettezze con Il Bufera, che costeranno ad entrambi quattro palii di squalifica. Il peggio però deve ancora venire: dopo due giri di pista Baonero inciampa in una buca all'ingresso di una curva e cade rovinosamente al suolo. Le conseguenze della caduta sono pesantissime: Gingillo finisce in ospedale con una lesione ad una tibia, mentre per Baonero è necessaria l'eutanasia.

Dopo aver saltato il Palio di Siena del 2 luglio per l'infortunio patito a Ferrara, Gingillo corre per la Contrada del Drago ad agosto, vince per la seconda volta il Palio di Castel del Piano e ad Asti chiude la finale in ultima posizione dopo aver rischiato una caduta in seguito ad una decisa chiusura di Massimino II. Il 2007 non inizia sotto i migliori auspici, con l'eliminazione in batteria al Palio di Fucecchio. Due settimane dopo, però, Gingillo si riscatta vincendo il Palio di Legnano all'esordio per la Contrada San Bernardino (nello stesso giorno in cui il fratello Virginio ha vinto il Palio di Ferrara). Questa vittoria però non ha avuto seguito: ingaggiato dalla Contrada Priora della Civetta (nonna del Palio dal 16 agosto 2005) per entrambe le carriere, corre senza lasciare il segno, subendo anche la vittoria della rivale Contrada del Leocorno ad agosto, mentre ad Asti non partecipa a causa della squalifica rimediata l'anno precedente.

Nel 2008, ad aprile, arriva invece l'esordio, condito dalla vittoria, al Palio di Bomarzo. A settembre, nel Palio di Castel del Piano, corre per la contrada Poggio, classificandosi al terzo posto, dopo un lungo scambio di frustate con Mario Canu all'ultimo giro.

La rinascita della carriera di Gingillo avviene il 16 agosto 2008, quando corre il Palio di Siena indossando i colori della Contrada del Bruco. Il cavallo toccato in sorte è Elisir di Logudoro, cavallo ritenuto di qualità ma non adatto alla Piazza. Nella contrada giallo-verde regna lo scetticismo: se paragonato alle accoppiate delle altre contrade, Giuseppe Zedde non parte certo con i favori del pronostico. Invece corre da protagonista e, sfruttando la caduta della Contrada del Drago al primo Casato, si porta subito in seconda posizione, dietro alla Contrada dell'Oca, con Giovanni Atzeni detto Tittìa su Elfo di Montalbo. Dopo una corsa serrata, approfittando di un errore dell'Atzeni, Gingillo si porta in vantaggio poco prima dell'ultima curva di San Martino. L'ultima parte della corsa è condotta in testa e Giuseppe Zedde arriva primo, vincendo così il Palio di Siena per la prima volta in nove partecipazioni.

21 settembre 2008, altro passo importante per il Gingillo: al palio di Asti porta i colori di San Lazzaro; il borgo contraddistinto dai colori giallo-verde è molto fiduciosa nella accoppiata con la cavalla Domizia, si presentano con molte speranze, alla prima batteria Gingillo arriva terzo, ma si vede che lascia molta aria al cavallo non facendolo stancare per nulla, ma il vero capolavoro è al canapo della finale, Giuseppe Zedde è nono allo steccato la posizione più difficile, ma comincia a giocare con i nervi degli avversari, tirando molto per le lunghe la mossa, quando poi decide che è il momento giusto, il canapo cade e lui scatta subito in quarta posizione, alla prima curva del cavallone si porta secondo dietro solo a San secondo, ma nel rettilineo frusta Domizia che salta agevolmente San Secondo portando borgo San Lazzaro in testa, da lì non si smuoveranno più senza che nessuno possa nemmeno impensierire Gingillo, arriva così la vittoria del palio il quinto per San Lazzaro (borgo più vittorioso in assoluto ad Asti) e il secondo per Gingillo.

Il 2 luglio 2009 Gingillo trionfa ancora in Piazza del Campo, difendendo i colori della Tartuca su Già del Menhir: domina la corsa in testa dall'inizio alla fine, senza mai mettere in discussione la vittoria. Per lui è il secondo successo consecutivo, dopo la vittoria dell'agosto 2008. Corre nuovamente ad agosto, stavolta per i colori della Pantera con il cavallo Giove Deus, senza successo.

Il 2 luglio 2010 Gingillo corre il Palio di Siena per la Contrada del Leocorno ma, dopo essersi portato in seconda posizione dopo l'uscita dai canapi, cade alla prima curva del Casato, lasciando così il cavallo Giostreddu (di cui è l'allenatore) scosso. Sempre nel 2010 corre a Siena il Palio del 16 agosto, per difendere i colori della Contrada del Bruco. Monta l'esperto cavallo Elfo di Montalbo, ma partito di rincorsa non riesce a recuperare sulla testa della corsa. Dopo le due vittorie a Casteldelpiano per le contrade Monumento e Poggio, Gingillo si ripete con il giubbetto del Monumento ed il cavallo Ivanov.

Il 2 luglio 2011 Gingillo veste ancora una volta il giubbetto del Bruco montando Lampante. Dopo un'ottima partenza, in testa con un vantaggio di due colonnini sulla Contrada dell'Oca, cade alla prima curva del Casato riportando la frattura del femore e di entrambe le clavicole. Il Palio sarà vinto dall'Oca, seguita da Lampante scosso.

Il 20 maggio 2012 Gingillo torna a disputare il suo primo Palio dopo l'infortunio; corre il Palio di Fucecchio, riportando una vittoria molto netta per la Contrada di Sant'Andrea. Nello stesso anno monta ancora a Siena: a luglio nel Bruco e ad agosto nell'Istrice, realizzando però due corse anonime.

Il 2 luglio 2013 corre il Palio per la Contrada della Torre sul baio Mocambo. Partito in testa, si fa infilare al primo San Martino dall’avversaria Contrada dell'Oca che vince il Palio con Giovanni Atzeni e Guess. Il 16 agosto dello stesso anno a dargli fiducia è l’Aquila, che lo chiama a montare Naikè. La corsa è però anonima, dato anche il valore non eccelso della cavalla.

L'8 settembre 2013 vince con merito, il Palio di Castel del Piano , trionfando per la Contrada del Monumento sul cavallo Istrix.

Il 16 settembre 2013 vince ancora una volta il Palio di Asti, e l'anno successiva bissa la vittoria anche al Palio di Legnano.

Il 2 luglio 2014 monta per la Contrada dell'Aquila sul forte Polonski. Con un ottimo spunto in partenza riesce a prendere il comando della corsa. Alla fine del secondo giro viene però superato da Alberto Ricceri ed Oppio che, per la Contrada del Drago, vinceranno il Palio. Ad agosto, invece, torna nella Contrada del Leocorno, montando il cavallo vincitore a luglio, il grigio Oppio. La corsa è da dimenticare, infatti dopo aver subito una parata dalla rivale Contrada della Civetta, vede la stessa uscire vittoriosa con Andrea Mari ed Occolè.

Dopo aver scontato un Palio di squalifica nel luglio 2015, torna in Piazza del Campo il 17 agosto 2015. Monta Querino nella Contrada della Tartuca. La sua corsa non decolla, cadendo nelle retrovie prima del primo San Martino.

Il 23 maggio 2016 vince il Palio di Fucecchio per la Contrada Massarella montando il grigio Matato.

Per il Palio di Siena del 2 luglio 2016 veste per la prima volta il giubbetto della Contrada dell'Oca. Nonostante una buona corsa di rimonta, "Gingillo" e l'esperto sauro Porto Alabe non vanno oltre il secondo posto. Nella Carriera del 16 agosto dello stesso anno torna nella Contrada del Bruco su Smeraldo Nulese senza però rendersi protagonista.

Nel luglio 2017 non risulta fra i partecipanti del Palio di Siena, mentre il 16 agosto corre il suo terzo Palio con i colori della Contrada dell'Aquila sul debuttante Rocco Ro.

Il 16 agosto 2018 vince il suo terzo palio in sella a Porto Alabe per la contrada della Lupa.

Il 17 settembre 2017 vince il suo quarto Palio di Asti per San Lazzaro con il cavallo Bomario da Clodia.

Presenze al Palio di Siena[modifica | modifica wikitesto]

Gingillo su Lampante nel 2011

Le vittorie sono evidenziate ed indicate in neretto.

Palio Contrada Cavallo Note
16 agosto 2002 600px Giallo e Verde listati di Azzurro con quadrato Rosso.PNG Bruco Attilax
16 agosto 2003 600px Nero e Rosso incrociati listati di Bianco.PNG Civetta Zodiach
2 luglio 2004 600px Rosso listato di Bianco e Azzurro.PNG Torre Brento
2 luglio 2005 600px Nero e Rosso incrociati listati di Bianco.PNG Civetta Vai Go
16 agosto 2005 600px Bianco listato di Nero Turchino e Rosso.PNG Istrice Donnaiuolo
16 agosto 2006 600px Rosa Antico e Verde con cornice gialla.PNG Drago Elfo di Montalbo
2 luglio 2007 600px Nero e Rosso incrociati listati di Bianco.PNG Civetta Delizia de Ozieri
16 agosto 2007 600px Nero e Rosso incrociati listati di Bianco.PNG Civetta Elmizatopec
16 agosto 2008 600px Giallo e Verde listati di Azzurro con quadrato Rosso.PNG Bruco Elisir di Logudoro
2 luglio 2009 700px inclined HEX-F4D139 HEX-092D77.svg Tartuca Già del Menhir
16 agosto 2009 600px Blu e Rosso incrociati listati di Bianco.PNG Pantera Giove Deus
2 luglio 2010 600px Bianco e Arancio listati di Turchino.PNG Leocorno Giostreddu scosso
16 agosto 2010 600px Giallo e Verde listati di Azzurro con quadrato Rosso.PNG Bruco Elfo di Montalbo
2 luglio 2011 600px Giallo e Verde listati di Azzurro con quadrato Rosso.PNG Bruco Lampante scosso
2 luglio 2012 600px Giallo e Verde listati di Azzurro con quadrato Rosso.PNG Bruco Mississippi
16 agosto 2012 600px Bianco listato di Nero Turchino e Rosso.PNG Istrice Morosita Prima scosso
2 luglio 2013 600px Rosso listato di Bianco e Azzurro.PNG Torre Mocambo
16 agosto 2013 600px Giallo listato di Nero e Turchino.PNG Aquila Naikè
2 luglio 2014 600px Giallo listato di Nero e Turchino.PNG Aquila Polonski
16 agosto 2014 600px Bianco e Arancio listati di Turchino.PNG Leocorno Oppio
17 agosto 2015 700px inclined HEX-F4D139 HEX-092D77.svg Tartuca Querino scosso
2 luglio 2016 600px HEX-FE0000 border HEX-257130 background White circle HEX-FFFF00 ellipse.svg Oca Porto Alabe
16 agosto 2016 600px Giallo e Verde listati di Azzurro con quadrato Rosso.PNG Bruco Smeraldo Nulese
16 agosto 2017 600px Giallo listato di Nero e Turchino.PNG Aquila Rocco Ro
2 luglio 2018 600px Giallo e Rosso listato di Bianco Linee Orizzontali.png Valdimontone Remistirio scosso
16 agosto 2018 600px Bianco e Nero listati di Arancione.png Lupa Porto Alabe
20 ottobre 2018 600px HEX-FE0000 border HEX-257130 background White circle HEX-FFFF00 ellipse.svg Oca Sorighittu scosso

Presenze agli altri Palii[modifica | modifica wikitesto]

Palio di Legnano[modifica | modifica wikitesto]

Palio Contrada Cavallo Piazzamento
2007 San Bernardino Domizia Vittoria
2008 San Bernardino Domizia Finale
2009 Sant'Erasmo Domizia Eliminato in batteria
2010 Sant'Erasmo - Finale
2011 Sant'Erasmo - Eliminato in batteria
2012 Sant'Erasmo Outsider Finale
2013 Sant'Erasmo Peppino Finale
2014 Sant'Erasmo Lecca Lecca Vittoria
2015 Sant'Erasmo Alternativa Finale
2016 Sant'Erasmo Berlucchi Finale
2017 Sant'Erasmo Tuttosubito Finale
2018 Sant'Ambrogio Mr. Pink Finale
2019 Sant'Ambrogio Bigliardino Eliminato in batteria

Palio di Asti[modifica | modifica wikitesto]

Palio Rione, Borgo, Comune Cavallo Piazzamento Note
2002 Montechiaro d'Asti-Stemma.png Comune di Montechiaro Ciccio Eliminato in batteria -
2004 Torretta.gif Borgo Torretta Ergo Song (Fischietto) (Sendallo) -
2005 Stemma sanlazzaro.jpg Borgo San Lazzaro Baonero 2° (Borsa di monete) -
2006 Stemma sanlazzaro.jpg Borgo San Lazzaro Domizia 8° (Acciuga) Finale a 8 cavalli per l'esclusione di Montechiaro
2008 Stemma sanlazzaro.jpg Borgo San Lazzaro Domizia (Sendallo) -
2009 Cattedrale.gif Rione Cattedrale Ottobelli Eliminato in batteria -
2010 Cattedrale.gif Rione Cattedrale Ina-Assitalia Eliminato in batteria -
2012 Torretta.gif Borgo Torretta Ossessione bianco rosso blu 2° (Borsa di monete) -
2013 Torretta.gif Borgo Torretta The Killacy Kid (Sendallo) -
2014 Stemma sanlazzaro.jpg Borgo San Lazzaro Eliminato in batteria -
2015 Stemma sanlazzaro.jpg Borgo San Lazzaro Ego 5° (La coccarda) -
2016 Stemma sanlazzaro.jpg Borgo San Lazzaro 2° (Borsa di monete) -
2017 Stemma sanlazzaro.jpg Borgo San Lazzaro Bomario da Clodia (Sendallo) -

Palio di Fucecchio[modifica | modifica wikitesto]

Palio Contrada Cavallo Piazzamento Note
22 maggio 2005 Sant’Andrea Asterixi
4 settembre 2005 Sant’Andrea Eugenie Palio Straordinario XXV Anno
21 maggio 2006 Sant’Andrea Fischietto
20 maggio 2007 Cappiano Desmon Eliminato in batteria Una carriera di squalifica per cambio di posizione tra i canapi
24 maggio 2009 Botteghe Ganosu
23 maggio 2010 Botteghe Italiana de Sedini
20 maggio 2012 Sant'Andrea Nanneddu
22 maggio 2015 Contrada Massarella rijhaid gli vengono tirate le briglie del cavallo al canape da carboni fantino della rivale dunque si ribalta alla mossa e non parte
23 maggio 2016 Contrada Massarella Matato Palio rinviato al 23/05 per sopraggiunta oscurità

Riepilogo vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie