Presidente del Governo di Spagna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stendardo presidenziale spagnolo

Il Presidente del Governo (in spagnolo Presidente del Gobierno) è il capo del Governo della Spagna. La carica, originariamente denominata Presidente del Consiglio dei ministri (in spagnolo Presidente del Consejo de Ministros), assunse l'attuale nome nel 1938. Viene eletto dal Congresso dei deputati, la camera bassa delle Corti Generali (il Parlamento spagnolo) e nominato dal re di Spagna, di fronte al quale presta giuramento.

Secondo la Costituzione della Spagna, il Presidente dirige l'azione del Governo e coordina l'operato dei suoi membri. L'attuale titolare della carica è, a partire dal 21 dicembre 2011, Mariano Rajoy, del Partito Popolare.

Nomina[modifica | modifica wikitesto]

Palazzo delle Corti, sede del Congresso

L'elezione del Presidente non viene fatta direttamente dagli elettori, ma è realizzata indirettamente dal ramo legislativo, rappresentato dal Congresso dei deputati. L'elezione si svolge dopo le elezioni generali. Il re, previa consultazione con i rappresentanti designati dai gruppi politici che hanno ottenuto rappresentanza parlamentare, propone un candidato alla Presidenza del Governo. La prassi prevede che dovrebbe essere il leader del partito di maggioranza o il leader della coalizione di maggioranza, ma non vi è alcuna disposizione di legge che lo richieda.

Il candidato proposto dal re espone al Congresso dei deputati il programma politico del governo intende formare e chiede la fiducia del Congresso.

Se il Congresso dei Deputati, dalla maggioranza assoluta (almeno la metà più uno dei membri del Congresso), dà fiducia al candidato, il re lo nomina presidente. Se la maggioranza assoluta non viene raggiunta, la stessa proposta può essere sottoposta ad un nuova votazione 48 ore dopo la precedente, e la fiducia è concessa se il candidato ottiene la maggioranza semplice (maggior numero di voti positivi che negativi dei deputati presenti alla votazione).

Se la persona non ottiene la fiducia, non può più essere sottoposto a voti di investitura, e il re deve continuare a proporre altri candidati, previa consultazione con i gruppi politici. Se, entro due mesi dalla prima votazione di investitura nessun candidato ottiene il sostegno della Camera, nuove elezioni vengono convocate.

Per quanto riguarda gli altri membri del governo, saranno nominati e revocati dal Re su proposta del Presidente. Né il Congresso né il Senato hanno la possibilità di porre il veto in qualche modo sulla nomina di nuovi ministri.

Investitura[modifica | modifica wikitesto]

Palazzo della Moncloa, residenza ufficiale del Presidente

La cerimonia si svolge nella Sala delle Udienze del Palazzo della Zarzuela alla presenza del Re, della sua consorte, del "maggior notaio del Regno" (il Ministro della Giustizia), del presidente del Consiglio Generale del Potere Giudiziario, del presidente del Congresso dei deputati e del presidente del Governo uscente.

Il presidente eletto pronuncia il seguente giuramento su una copia aperta della Costituzione e, qualora lo desiderasse, su una copia della Bibbia e un Crocifisso[1]:

« Juro/prometo, por mi conciencia y honor, cumplir fielmente las obligaciones del cargo de Presidente del Gobierno con lealtad al Rey, guardar y hacer guardar la Constitución como norma fundamental del Estado, así como mantener en secreto las deliberaciones del Consejo de Ministros.[2] »

Mozione di sfiducia e voto di fiducia[modifica | modifica wikitesto]

Il Presidente, dietro deliberazione del Consiglio dei Ministri, può chiedere alla Congresso dei deputati la questione di fiducia sul suo programma o su una dichiarazione di politica generale.

Il Congresso dei deputati può accordare la fiducia a maggioranza semplice dei deputati.

Il Congresso potrebbe rimuovere in qualsiasi momento il Presidente attraverso una mozione di sfiducia costruttiva, che richiede il sostegno della maggioranza assoluta del Congresso (almeno la metà più uno dei membri che lo compongono) in modo da poter causare l'effettiva rimozione del presidente e del suo governo.

Elenco[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Capi di governo della Spagna.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]