Polisportiva Alghero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alghero Calcio
Calcio Football pictogram.svg
Catalani, Giallorossi
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali 600px Giallo e Rosso (Strisce)2.png Giallo, rosso
Inno Forza Alghero
Dati societari
Città Alghero
Nazione Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Campionato Prima Categoria
Fondazione 1945
Scioglimento2010
Rifondazione2010
Presidente Italia Andrea Pinna
Allenatore Italia Giovanni Piras
Stadio Mariotti Pino Cuccureddu - Maria Pia
(2 815 posti)
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

La Polisportiva Alghero S.r.l., meglio nota come Alghero, è una società calcistica italiana con sede ad Alghero. Nella stagione 2022- 2023 disputerà il campionato di Prima Categoria.

Costituita nel 1945 ha militato nel campionato di Seconda Divisione nelle stagioni 2008-09 e 2009-10.

Si scioglie il 10 luglio 2010. Il 26 luglio dello stesso anno l'Alghero rinasce solo con il settore giovanile.

Nel 2022 , si fonde e assume così il titolo dell'Audax Alghero , fresco vincitore del torneo di Seconda Categoria e neo promosso in Prima Categoria.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondata nel 1945 dalle ceneri della più vecchia SEF Nettuno, l'Alghero trova nel campionato di Seconda Divisione (ex serie C2, Quarta Serie) il massimo risultato conseguito sul campo. Dopo il ripescaggio nel 2008 riesce a salvarsi all'ultimo secondo dell'ultima partita con un gol, rimasto nella memoria, di Martino Borghese. Nella stagione 2009-2010 conquista un ottimo 6º posto che non gli permette di disputare gli spareggi promozione per la Prima Divisione ex C1 per un solo punto, quello tolto dalla Federazione per ritardo nei pagamenti. Nel recente passato aveva conquistato per 5 volte il massimo campionato dilettantistico nazionale. Bisogna però fare un salto all'indietro di quasi 40 anni per trovare la prima promozione in Serie D, allora lega semiprofessionistica e a tutti gli effetti Quarta Serie. Dopo la promozione storica con in panchina prima Landolfi a cui subentrò Pizzocaro, nel 67-68 l'Alghero disputa il primo campionato di Quarta Serie con in panchina l'ex Fiorentina e Nazionale Maurilio Prini conquistando una onorevole salvezza. Per 10 stagioni, con il solo intermezzo della retrocessione del 76, l'Alghero si fa onore nel campionato di Quarta Serie. Dopo la retrocessione del 1978 comincia un'altalena di risultati che vedono la compagine catalana prevalentemente in sesta serie, con qualche excursus in settima (campionato di Promozione). La Quinta Serie viene riconquistata nel 1990-91 e poi stabilmente nel 2003-04. Dopo quattro campionati di Serie D di cui riportiamo brevi note a seguire, grazie ad un insperato ripescaggio ottenuto in virtù di una semifinale play-off, per la prima volta partecipa ad un campionato professionistico.

Nel 2004-05, al suo ritorno in Serie D, partecipa al Girone B, chiudendo il campionato al 3º posto dietro Canzese e Lecco; nei play-off sconfigge in semifinale la Caratese (1-1 e 1-0), perdendo poi la finale con il Lecco (0-1 e 0-1).

Nel 2005-06, sempre nel Girone B, si classifica al 13º posto con 32 punti, ed è costretta a disputare i play-out, dove incontra il Bergamo Cenate; all'andata in Lombardia finisce 1-1, nel ritorno l'Alghero va sotto 1-0, ma trova un insperato pareggio a 7 minuti dalla fine con un gol su calcio di punizione da 30 metri del portiere Matteo Trini: con questo risultato la squadra si salva.

Nel 2006-07, ancora una volta nel Girone B, arriva un altro 3º posto alle spalle del Tempio e dell'U.S.O. Calcio; nei play-off però viene subito eliminata dal Como (3-6 dopo i calci di rigore).

Nel 2007-08 viene inserita con le altre squadre sarde nel Girone G. Dopo un pessimo avvio, che la porta all'ultimo posto in classifica a metà del girone d'andata, viene nominato Direttore Sportivo l'algherese Gianni Ledda e, dopo il cambio di allenatore ( Mauro Giorico al posto di Claudio Luperto) la squadra inizia una clamorosa rimonta che la porta a chiudere il campionato al 4º posto con 50 punti, dietro a Isola Liri, Castelsardo e Tavolara; si qualifica così ai play-off dove elimina prima il Tavolara, vincendo a Olbia 2-1 ai supplementari, e poi il Castelsardo (3-0 in trasferta). Nel successivo turno viene sorteggiata nel girone assieme al Barletta e all'Angolana; nella prima giornata pareggia 0-0 a Barletta, nella seconda riposa (con il Barletta che vince in casa dell'Angolana) e nel match decisivo sconfigge 2-1 gli abruzzesi qualificandosi alle semifinali, dove viene eliminata dalla Colligiana in forza del pareggio a reti inviolate nella gara di andata ad Alghero e della sconfitta a Colle di Val d'Elsa per 2 a 0.

Tifosi dell'Alghero alla semifinale dei Play Off di Serie D 2008 a Colle di Val d'Elsa

Grazie al nuovo regolamento in questa stagione ha disputato la Coppa Italia di Serie C assieme ad altre 19 società del campionato di Serie D.

È stata inserita nel gruppo Q assieme a Olbia, Nuorese, Sassari Torres e Cisco Roma, non riuscendo però a qualificarsi. Il 14 agosto 2008, tramite ripescaggio, la squadra stacca il biglietto d'ingresso al campionato di Seconda Divisione 2008-09 della Lega Pro, sopperendo parzialmente all'assenza di Sassari Torres e Nuorese. Il 17 maggio 2009, nell'ultima giornata di campionato, riesce a ottenere la salvezza diretta in Lega Pro Seconda Divisione.

I giocatori dell'Alghero nella sfida con l'Italia San Marco

Nella stagione 2009-2010 la società sarda vede sfumare nei minuti finali dell'ultima giornata la possibilità di disputare i play-off dopo essere stata tra le prime cinque squadre praticamente per tutta la durata del campionato. Il 10 luglio 2010 la Polisportiva Alghero non presenta ricorso per l'iscrizione al campionato e scompare così dopo 2 stagioni dal calcio professionistico[1].

Contestualmente alla cessazione dell'attività della Polisportiva Alghero, che non ottiene l’iscrizione al campionato di Seconda Divisione Lega Pro, nella stagione 2010-2011 un'altra società della città, il La Palma Alghero, matricola federale 73090, adotta i colori sociali a strisce verticali giallo e rosso e cambia il nome in 1945 Alghero. La squadra, che gioca le partite interne al Mariotti, vince il campionato di Promozione e, nella stagione seguente, si piazza al 4º posto del girone di Eccellenza, alle spalle di Torres, Olbia e Fertilia. Dalla stagione 2014-2015, inizia la discesa che porterà il 1945 Alghero, in tre stagioni, a tre retrocessioni consecutive sino alla Seconda Categoria. Nel 2018-2019, la squadra si iscrive volontariamente in Terza. Dopo alcune stagioni con risultati e prestazioni modeste, il Comunicato n. 13 del 07/10/2022 della FIGC viene annunciata la cessazione dell'attività della ASD 1945 Alghero.

Alghero Calcio[modifica | modifica wikitesto]

In 26 Luglio 2010 rinasce Alghero Calcio, con il solo settore giovanile. L'ASD prende il nome di Alghero con matricola FIGC 932773. Il presidente era Umberto Sassu e la dirigenza composta da Massimo Peana, Gianluca Erre, Massimo Malfitano, Manuel Pierangeli e altri tutti provenienti dalla dirigenza del settore giovanile della Polisportiva Alghero. La scelta iniziale è di dedicarsi alla formazione dei giovani giocatori. Scelta premiata sul campo tanto che nel 2021 l'Alghero Calcio conquista i titoli regionali delle categorie Under 13, Under 15 e Under 17.

A Luglio 2022 viene presentato alla città il nuovo progetto che prevedere la rinascita della prima squadra. Grazie all'accordo con Audax Algherese (vincitrice del girone G di Seconda Categoria della stagione 2021-2022), l'Alghero giocherà il campionato 2022-2023 in Prima Categoria, sotto la denominazione ASD ALGHERO, nuova matricola federale 954887 (come da Comunicato 6/2022, FIGC SARDEGNA). Nel nuovo progetto sportivo dell'Alghero il presidente è il giovane imprenditore Andrea Pinna, il direttore sportivo Alessandro Piras, l'allenatore mister Gianni Piras e il direttore generale Leonardo Tilloca . La rosa comprende tanti nomi di sovracategoria tra cui Marco Puddu, Marco Urgias, Stefano Mereu, Roberto Sini.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria della Polisportiva Alghero
  • 1945 - Fondazione della Polisportiva Alghero.
  • 1946-1947 - 14º nel Campionato Sardo.
  • 1947-1948 - ??° nella Prima Divisione Sarda.
  • 1948-1949 - 7° nella Prima Divisione Sarda.
  • 1949-1950 - 7º nel girone A della Prima Divisione Sarda.

  • 1950-1951 - 7° nella Prima Divisione Sarda.
  • 1951-1952 - 13° nella Prima Divisione Sarda. Retrocesso di categoria.
  • 1952-1953 - ? in Prima Divisione Sarda. Promosso in Promozione.
  • 1953-1954 8° nella Promozione Sarda.
  • 1954-1955 - 8° nella Promozione Sarda.
  • 1955-1956: 13° nella Promozione Sarda dopo aver perso lo spareggio. Retrocesso in Prima Divisione.
  • 1956-57 - ? in Prima Divisione Sarda. Promosso nel Campionato Nazionale Dilettanti.
  • 1957-1958 - nel girone sardo del Campionato Nazionale Dilettanti.
  • 1958-1959 - nel girone sardo del Campionato Nazionale Dilettanti.
  • 1959-1960 - nel girone unico della Prima Categoria sarda.

  • 1960-1961 - nel girone unico della Prima Categoria sarda.
  • 1961-1962 - nel girone unico della Prima Categoria sarda.
  • 1962-1963 - 2º nel girone A della Prima Categoria sarda.
  • 1963-1964 - 8º nel girone A della Prima Categoria sarda.
  • 1964-1965 - 3º nel girone A della Prima Categoria sarda.
  • 1965-1966 - 1º nel girone A della Prima Categoria sarda. Perde lo spareggio-promozione.
  • 1966-1967 1º nel girone A della Prima Categoria sarda. Promosso in Serie D dopo aver vinto lo spareggio-promozione.
  • 1967-1968 - 9º nel girone F della Serie D.
  • 1968-1969 - 14º nel girone F della Serie D.
  • 1969-1970 - 7º nel girone F della Serie D.

  • 1970-1971 - 11º nel girone F della Serie D.
  • 1971-1972 - 13º nel girone F della Serie D.
  • 1972-1973 13º nel girone F della Serie D.
  • 1973-1974 - 7º nel girone F della Serie D.
  • 1974-1975 - 9º nel girone F della Serie D.
  • 1975-1976 - 16º nel girone F della Serie D. Retrocesso in Promozione.
  • 1976-1977 - 1º nel girone unico della Promozione sarda. Promosso in Serie D.
  • 1977-1978 - 17º nel girone F della Serie D. Retrocesso in Promozione.
  • 1978-1979 - nel girone B della Promozione sarda.
  • 1979-1980 - nel girone B della Promozione sarda.

  • 1980-1981 - 6º nel girone B della Promozione sarda. È successivamente ammesso in Interregionale .
  • 1981-1982 - 2º nel girone N dell'Interregionale.
  • 1982-1983 - 3º nel girone N dell'Interregionale.
  • 1983-1984 10º nel girone N dell'Interregionale.
  • 1984-1985 - 8º nel girone N dell'Interregionale.
  • 1985-1986 - 7º nel girone N dell'Interregionale.
  • 1986-1987 - 12º nel girone N dell'Interregionale.
  • 1987-1988 - 9º nel girone N dell'Interregionale.
  • 1988-1989 - 16º nel girone H dell'Interregionale. Retrocesso in Promozione.
  • 1989-1990 - 13º nel girone B della Promozione sarda.

  • 1990-1991 - 1º nel girone B della Promozione sarda. Promosso nel Campionato Interregionale.
  • 1991-1992 - 17º nel girone F dell'Interregionale. Retrocesso in Eccellenza.
  • 1992-1993 - 16º nel girone unico dell'Eccellenza sarda. Retrocesso in Promozione.
  • 1993-1994 - 5º nel girone B della Promozione sarda.
  • 1994-1995 - 1º nel girone B della Promozione sarda. Promosso in Eccellenza.
  • 1995-1996 - 6º nel girone unico dell'Eccellenza sarda.
  • 1996-1997 - 14º nel girone unico dell'Eccellenza sarda. Retrocesso in Promozione.
  • 1997-1998 - 1º nel girone B della Promozione sarda. Promosso in Eccellenza.
  • 1998-1999 - 4º nel girone unico dell'Eccellenza sarda.
  • 1999-2000 - 11º nel girone unico dell'Eccellenza sarda.

  • 2000-2001 - 2º nel girone unico dell'Eccellenza sarda. Perde i play-off nazionali.
  • 2001-2002 - 9º nel girone unico dell'Eccellenza sarda.
  • 2002-2003 - 5º nel girone unico dell'Eccellenza sarda.
  • 2003-2004 - 1º nel girone unico dell'Eccellenza sarda.
  • 2004 - Cambia denominazione in Polisportiva Alghero S.r.l.[2]
  • 2004-2005 - 3º nel girone B della Serie D. Perde i play-off nazionali.
  • 2005-2006 - 13º nel girone B della Serie D. Salvo dopo aver vinto i play-out.
  • 2006-2007 3º nel girone B della Serie D. Perde i play-off nazionali.
  • 2007-2008 - 4º nel girone G della Serie D. Perde la fase finale dei play-off nazionali. Ammesso in Lega Pro Seconda Divisione.
  • 2008-2009 - 13º nel girone A della Seconda Divisione.
  • 2009-2010 - 6º nel girone A della Seconda Divisione. Escluso dai campionati professionistici per irregolarità finanziarie.
  • 2022-2023 - ASD ALGHERO nel girone E della Prima Categoria Sardegna

Colori e simboli[modifica | modifica wikitesto]

Colori[modifica | modifica wikitesto]

I colori sociali sono il giallo e il rosso, che riprendono i colori della bandiera della Catalogna di cui Alghero fu colonia e che sono attualmente i colori della città.

Strutture[modifica | modifica wikitesto]

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Stadio Mariotti.
Lo stadio Mariotti

La Polisportiva Alghero giocava le gare interne allo Stadio Mariotti. Storico impianto sportivo della città, è situato nella parte finale di via Vittorio Emanuele II, conta circa 2500 posti a sedere e ha un manto erboso, in quanto nel 2005 sono stati eseguiti sul terreno di gioco importanti lavori per il drenaggio con una nuova tecnologia che ha permesso di effettuare tali lavori senza la rimozione del manto erboso. Dal 2010 l'Alghero Calcio sceglie il Campo "Pino Cuccureddu" nella zona sportiva di Maria Pia, un impianto moderno con campo a 11, 8, 6 e 1 VS 1, spazio palestra all'aperto e una club house. Il campo a 11 ha tribune omologate per 2500 spettatori.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni regionali[modifica | modifica wikitesto]

1965-66, 1966-67, 1976-77, 1990-91, 2003-04
1994-95, 1997-98, 2010-2011
1969-1970, 1970-1971

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Terzo posto: 2004-2005 (girone B), 2006-2007 (girone B)
Secondo posto: 1981-1982 (girone N)
Terzo posto: 1982-1983 (girone N)
Secondo posto: 2000-2001

Primo Posto 2003/2004.

Semifinalista: 2007-2008

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Niente ricorso. Alghero Calcio fuori dalla Lega Pro[collegamento interrotto], notizia tratta dal sito algheronotizie.it
  2. ^ CAMBIO DI DENOMINAZIONE SOCIALE (PDF), su figc.it, http://www.figc.it/, 2004. URL consultato il 12 novembre 2016 (archiviato dall'url originale il 9 settembre 2016).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio