Amatori Rugby Alghero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Amatori Rugby Alghero A.S.D.
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Amatori Alghero Logo.png
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Colori giallo e nero
Simboli grifone
Dati societari
Paese Italia Italia
Sede via Catalogna 18, c/o ristorante Aragon, 07041 Alghero
Federazione Federazione Italiana Rugby
Campionato Serie A
Fondazione 1975
Presidente Francesco Giuseppe Badessi
Allenatore Giovanni Marchetto
Palmarès
Stadio
campo da rugby di Maria Pia
(1000 posti)
Dati aggiornati al 1º maggio 2022

L'Amatori Rugby Alghero A.S.D. è un club italiano di rugby a 15 con sede ad Alghero, in Sardegna.

Fondato nel 1975 con la denominazione di Società Sportiva Amatori Rugby Alghero, è divenuto associazione sportiva dilettantistica nei primi anni 2000.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1974 un gruppo di studenti affascinati dal gioco del rugby mossero i primi passi verso la fondazione della Società Sportiva Amatori Rugby Alghero, che nacque ufficialmente nel 1975. Dopo una prima partecipazione al campionato regionale 1975-76, la squadra venne promossa nella serie C nazionale ed inserita nel girone Liguria in qualità di unica formazione sarda partecipante alla categoria[1]. Trascorsi alcuni anni di militanza in serie C, a seguito della ricomposizione dei campionati nazionali operata nel 1981 e la conseguente suddivisione della serie C in due fasce di merito, l'Amatori Alghero venne assegnata al girone tosco-laziale di serie C1; fu durante quella stagione sportiva che venne creato il settore giovanile algherese, con la partecipazione alle competizioni di categoria con le formazioni Under-17 ed Under-19[1].

Nel 1994-95 l'Alghero conquistò la prima storica promozione in serie B, ma l'anno seguente fu immediata la relegazione, complice l'inesperienza di un gruppo giovane. Due anni più tardi, però, nell'annata 1997-98, affascinato dalle bellezze naturali della Sardegna e grazie al rapporto con alcuni dirigenti del club, Marco Bollesan, ex giocatore e commissario tecnico della nazionale italiana, decise di allenare l'Alghero e al termine della stagione la squadra ritrovò immediatamente la serie B[1]. A Bollesan fece seguito Achille Bertoncini, che allenò i Grifoni per alcune stagioni di serie B a cavallo tra i due secoli.

Nel 2001-02 arrivò un altro Azzurro, Marcello Cuttitta, che traghettò subito la squadra in serie A, la seconda divisione nazionale. Alla prima stagione in Serie A[2] l'Alghero si piazzò a metà classifica al termine della fase regolare, continuando ad inanellare piazzamenti fino al 2007-08 sotto le guide tecniche del ritrovato Bollesan, Cassina, Bordon e del sudafricano Huygen. Di particolare rilievo le stagioni 2003-04 e 2004-05 dove l'Amatori mancò l'accesso ai play-off di un piazzamento.

Al termine della stagione sportiva 2008-09, la formazione venne retrocessa in serie A2, terza divisione nazionale; seguì una nuova gestione affidata a Bordon, poi l'argentino José Antonio Queirel, al quale subentrò Cassina nel dicembre del 2010 a causa di dissidi interni[3], già allenatore e ancor prima giocatore dell'Amatori. Nel 2012-14 i giallo-neri furono guidati dall'ex nazionale Gert Peens che conclude l'esperienza biennale nel marzo del 2014 passando il testimone ad Bertoncini che, intervenuto soltanto nella fase finale del campionato, non riuscì ad evitare la retrocessione in serie B, quarto livello nazionale.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria dell'Amatori Rugby Alghero
  • 1975 · Fondazione della S.S. Amatori Rugby Alghero
  • 1975-76 · Campionato regionale
    1uparrow green.svg promozione in serie C
  • 1976-77 · Serie C
  • 1977-78 · Serie C
  • 1978-79 · Serie C
  • 1979-80 · Serie C
  • 1980-81 · Serie C
  • 1981-82 · Serie C1
  • 1982-83 · Serie C1
  • 1983-84 · Serie C1
  • 1984-85 · Serie C1
  • 1985-86 · Serie C1
  • 1986-87 · Serie C1
  • 1987-88 · Serie C1
  • 1988-89 · Serie C1
  • 1989-90 · Serie C1
  • 1990-91 · Serie C1
  • 1991-92 · Serie C1
  • 1992-93 · Serie C1
  • 1993-94 · Serie C1
  • 1994-95 · Serie C1
    1uparrow green.svg promozione in serie B
  • 1995-96 · Serie B
    Retrocessione retrocessione in serie C
  • 1996-97 · Serie C
  • 1997-98 · Serie C
    1uparrow green.svg promozione in serie B
  • 1998-99 · Serie B
  • 1999-2000 · Serie B
  • 2000-01 · Serie B
  • 2001-02 · Serie B
    1uparrow green.svg promozione in serie A
  • 2002-03 · 8º serie A
  • 2003-04 · 2º girone A serie A
  • 2004-05 · 3º girone B serie A
  • 2005-06 · 6º girone B serie A
  • 2006-07 · 5º girone A serie A
  • 2007-08 · 9º serie A1
  • 2008-09 · 12º serie A1
    Retrocessione retrocessione in serie A2
  • 2009-10 · 11º serie A2
    Retrocessione retrocessione in serie B
    ripescaggio in serie A2
  • 2010-11 · 6º serie A2
  • 2011-12 · 8º serie A2
  • 2012-13 · 5º serie A2
  • 2013-14 · 10º serie A2
    Retrocessione retrocessione in serie B
  • 2014-15 · 6º girone A serie B
  • 2015-16 · 3º girone A serie B
  • 2016-17 · 5º girone A serie B
  • 2017-18 · 3º girone A serie B
    1uparrow green.svg ripescaggio in serie A
  • 2018-19 · 6º girone C serie A
  • 2019-20 · Campionato di serie A sospeso
  • 2020-21 · Campionato di serie A non disputato
  • 2021-22 · 6º girone A serie A

Colori e simboli[modifica | modifica wikitesto]

I colori sociali del club sono il giallo ed il nero.

Il simbolo dell'Amatori Alghero è un grifone, animale tipico della Sardegna, rappresentato sullo stemma societario ideato da Gavino Sanna nella seconda metà degli anni 1990[1].

Impianti[modifica | modifica wikitesto]

La società è concessionaria dell'impianto sportivo in zona Maria Pia ad Alghero, situato in via degli Amici del Rugby; il campo da gioco, omologato per gare internazionali, presenta una tribuna coperta con una capienza di circa 1000 posti a sedere[4].

Bacino di riferimento[modifica | modifica wikitesto]

Il bacino di riferimento dell'Amatori Alghero è soprattutto locale, con la maggior parte degli atleti provenienti dalla città stessa e dal nord Sardegna.

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Allenatori

Giocatori di rilievo[modifica | modifica wikitesto]

L'unico atleta del club algherese selezionato nella nazionale italiana durante il periodo di militanza è John Antoni, estremo originario del Kenya e convocato nell'Italia di Brad Johnstone per il tour del 2001, disputante i test match contro Namibia e Sudafrica[5][6].

Fra gli altri giocatori di maggiore rilevanza internazionale che hanno vestito le uniformi dell'Amatori Alghero, si annoverano: Steven Bortolussi, Massimo Cuttitta, Juan Francesio, Benjamin de Jager.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d La storia, su algherorugby.it, Amatori Rugby Alghero ASD. URL consultato il 1º maggio 2022 (archiviato dall'url originale il 22 dicembre 2010).
  2. ^ Marcello Moccia, RUGBY – L'Amatori Alghero a grandi passi verso la serie A. L'allenatore Cuttitta prepara diversi «botti», in La Nuova Sardegna, 29 luglio 2002. URL consultato il 1º maggio 2022.
  3. ^ Ramiro Cassina torna nella panchina Novaco, su alguer.it, 29 dicembre 2010. URL consultato il 15 dicembre 2021.
  4. ^ Lo stadio, su algherorugby.it, Amatori Rugby Alghero ASD. URL consultato il 1º maggio 2022 (archiviato dall'url originale il 22 dicembre 2010).
  5. ^ Rugby 2022, p. 298.
  6. ^ Rugby 2022, pp. 231-232.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Paolo Pacitti e Francesco Volpe, Rugby 2022, Roma, Zesi, 2021.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby