Pedemontana Abruzzo-Marche

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La pedemontana Abruzzo-Marche è una strada in costruzione, aperta al transito solo in alcuni tratti, che una volta completata collegherà l'interno della regione Marche con l'Abruzzo fino ai confini con il Molise. Viene anche chiamata nel sud delle Marche con il nome di Mezzina o strada intervalliva del Piceno"[1]. Il tratto dall'Ascoli-Mare fino alla Teramo-Mare è inoltre chiamato pedemontana Ascoli-Teramo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Si è resa necessaria la sua costruzione per contrastare lo spopolamento dei territori interni delle due regioni a favore dell'enorme urbanizzazione della costa, che è ben collegata oltre che con l'autostrada A14, con la ferrovia Adriatica e la strada statale 16 Adriatica. La strada è di competenza delle singole province, ma, una volta completata in tutta la sua interezza, secondo le intenzioni dei politici locali, sarà riclassificata come strada statale[2].

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

La nuova arteria ricalcherà in gran parte il percorso della Strada statale 81 Piceno Aprutina. È progettata come strada extraurbana secondaria o strada di tipo C e collegherà, come alternativa arretrata rispetto all'Autostrada A14, l'interno del maceratese-fermano ad Ascoli Piceno (dove si ricollegherà con il Raccordo autostradale Ascoli-Mare e la Strada statale 4 Via Salaria) e Teramo, immettendosi a San Nicolò a Tordino nella Teramo-Mare[3] e nell'Autostrada A24 per proseguire verso Chieti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]