Kotatsu Neko

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kotatsu Neko
Kotatsu Neko.JPG
Il Gatto Kotatsu al suo arrivo sulla Terra
Nome orig.コタツネコ (Kotatsu Neko)
Lingua orig.Giapponese
AutoreRumiko Takahashi
StudioPierrot
EditoreShogakukan
1ª app.
  • Manga: Capitolo 111
  • Anime: Episodio 51
SpecieGatto fantasma
SessoMaschio
EtniaGiapponese
Abilità
  • Forza fisica elevata
  • Resistenza sovrumana
  • Intelligenza
  • Kotatsu Neko (コタツネコ?), meglio conosciuto come Gatto Kotatsu, è uno dei personaggi dell'anime e del manga Lamù dell'autrice Rumiko Takahashi.

    Biografia[modifica | modifica wikitesto]

    Il Gatto Kotatsu è la reincarnazione dello spirito di un gatto deceduto a causa del freddo nel Periodo Edo, due secoli prima dell'inizio delle storie narrate nell'anime e nel manga. Il gatto, scacciato dai suoi padroni in una notte nevosa, ha cercato ospitalità in altre case senza riuscire a trovare nessuno che lo riparasse dal gelo. Dopo aver girato per buona parte della notte senza trovare rifugio è caduto stremato nella neve dove è morto, esprimendo il desiderio di tornare a vendicarsi contro chi lo aveva scacciato.[1]

    Nonostante le premesse e l'imponente aspetto fisico il Gatto Kotatsu dimostrerà di avere un carattere estremamente docile e tranquillo. Adora i kotatsu — la principale fonte di riscaldamento delle abitazioni giapponesi fino all'introduzione dei moderni impianti — che utilizza anche in piena estate, come se volesse esorcizzare la causa della sua morte. Normalmente trascorre le giornate sotto al kotatsu in compagnia del preside del liceo Tomobiki — frequenti le scene in cui è nel suo ufficio a bere tè o a fumare la pipa — o insieme a Sakurambo. È molto amico di Ten (che lo ha adottato), mentre ha un po' di rancore nei confronti di Ataru perché ha cercato di togliergli il kotatsu.
    Il Gatto Kotatsu è dotato di un'incredibile forza fisica, elemento che lo rende il personaggio più possente tra quelli presenti in tutta la serie. Nell'anime è possibile vedere una scena in cui riesce a sconfiggere in combattimento un personaggio che è la parodia di Kenshiro.[2] Soltanto Oyuki, usando i suoi poteri che le permettono di controllare il gelo, è riuscita a bloccarlo.[3] Il carattere pacifico, però, lo porta ad utilizzare la sua forza solo per reagire contro chi tenta di portargli via il suo amato kotatsu o per difendere le persone che reputa sue amiche (soprattutto Ran e Shinobu) quando sono in difficoltà.

    Ruolo nella serie[modifica | modifica wikitesto]

    Nell'anime il Gatto Kotatsu ha un ruolo molto particolare. Pur non essendo uno dei personaggi principali, in alcuni episodi ha un ruolo da protagonista; tra questi si segnalano il 126 Panico in città, 146 La leggenda del kotatsu e 152 Ran e il Gatto Kotatsu. Più frequentemente, soprattutto nella seconda e nella terza parte degli episodi, il Gatto Kotatsu è il protagonista di scene (spesso divertenti) inserite all'interno delle singole puntate.

    Note[modifica | modifica wikitesto]

    1. ^ Vedi episodio 51 C'è un gatto sulle scale
    2. ^ Vedi episodio 158 Amo Shinobu!
    3. ^ Vedi episodio 148 La donna delle nevi

    Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

    Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]