Julius Randle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Julius Randle
Julius Randle with Lakers.jpg
Randle al tiro con la maglia dei Los Angeles Lakers
Nome Julius Deion Randle
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 206 cm
Peso 113 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Ala grande
Squadra L.A. Lakers
Carriera
Giovanili
2009-2013 Prestonwood Christian Academy
2013-2014 Kentucky Wildcats
Squadre di club
2014- L.A. Lakers 122 (1455)
Nazionale
2012 Stati Uniti Stati Uniti U-18
Palmarès
Transparent.png Campionati americani Under-18
Oro Brasile 2012
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 16 Gennaio 2017

Julius Deion Randle (Dallas, 29 novembre 1994) è un cestista statunitense.

Ha vinto l'oro nell'edizione 2012 dei Campionati americani Under-18.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

High School[modifica | modifica wikitesto]

Ha giocato a livello di high school alla Prestonwood Christian Academy di Plano (Texas), vincendo il titolo statale in 3 stagioni consecutive. Nel 2013 è stato selezionato per il McDonald's All-American Game, ed è stato eletto come migliore ala grande a livello collegiale. Terminata l'esperienza liceale, è passato ai Wildcats dell'Università del Kentucky, con cui disputa il campionato NCAA.

NBA[modifica | modifica wikitesto]

Los Angeles Lakers[modifica | modifica wikitesto]

Viene selezionato come settima scelta nel Draft 2014 da parte dei Los Angeles Lakers[1][2][3].

Stagione 2014-2015[modifica | modifica wikitesto]

Il 28 ottobre, al debutto in NBA con la maglia dei Lakers, si frattura la tibia destra[4], infortunio che lo costringerà a saltare tutto il resto della stagione 2014-15.

Stagione 2015-2016[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 2015-16 parte in quintetto titolare e nella partita persa con i Dallas Mavericks realizza 22 punti con 15 rimbalzi. Julius durante la stagione si fa notare molto da tutti, tanto che venne elogiato da veterani come Dirk Nowitzki[5] e il suo compagno di squadra Kobe Bryant (che tra l'altra in questa stagione ebbe il farewell tour per il suo ritiro) che arrivò a paragonare Randle a Lamar Odom[6], compagno di squadra del Black Mamba dal 2004 al 2011 e con cui ha vinto 2 dei suoi 5 titoli.

Randle in 81 partite (di cui 60 da titolare) ha tenuto delle ottime medie tra cui 11.3 punti a partita e un 71.5°/° dalla lunetta.

Tuttavia la stagione è ottima a livello individuale ma pessima a livello di squadra visto che i Lakers concludono la stagione col peggior record della loro storia di 17 vittorie e 65 sconfitte.

Stagione 2016-2017[modifica | modifica wikitesto]

I Los Angeles Lakers dopo aver salutato Kobe Bryant salutano anche Byron Scott esonerato dopo 2 stagioni fallimentari.

Il suo posto viene preso da Luke Walton.

Le prestazioni della squadra migliorano grazie oltre a una migliore chimica di squadra anche agli acquisti estivi Timofej Mozgov e Luol Deng e con esse anche quelle di Randle.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2012 è stato selezionato dal coach Billy Donovan in Nazionale Under-18, per disputare i Campionati americani 2012 di categoria, poi vinti dalla squadra statunitense.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • NCAA AP All-America Third Team (2014)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Julius Randle, scouthoops.scout.com. URL consultato il 14 gennaio 2014.
  2. ^ (EN) 2013 ESPN 100, espn.go.com. URL consultato il 14 gennaio 2014.
  3. ^ (EN) 2013 Rivals 150, sports.yahoo.com. URL consultato il 14 gennaio 2014.
  4. ^ (EN) Julius Randle breaks leg in debut, in espn.go.com, 29 ottobre 2014. URL consultato il 29 ottobre 2014.
  5. ^ Harrison Faigen, Dirk on Randle: "He puts the ball on the floor like no other power forward in this league", su Silver Screen and Roll, 2 novembre 2015. URL consultato il 13 novembre 2016.
  6. ^ (EN) Corey Hansford, Kobe Bryant On Julius Randle: 'Lamar Odom In Zach Randolph's Body' - Lakers Nation, in Lakers Nation, 7 ottobre 2015. URL consultato il 13 novembre 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]