Plano (Texas)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Plano
city
(EN) City of Plano
Plano – Bandiera
Plano – Veduta
Il Granite Park nel maggio del 2011
Localizzazione
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Stato federato Flag of Texas.svg Texas
Contea Collin
Denton
Amministrazione
Sindaco Harry LaRosiliere
Territorio
Coordinate 33°03′N 96°45′W / 33.05°N 96.75°W33.05; -96.75 (Plano)Coordinate: 33°03′N 96°45′W / 33.05°N 96.75°W33.05; -96.75 (Plano)
Altitudine 206 m s.l.m.
Superficie 186,33 km²
Abitanti 259 841 (2010)
Densità 1 394,52 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 75023-26, 75074-75, 75086, 75093-94
Prefisso 214, 469, 972
Fuso orario UTC-6
Cartografia
Mappa di localizzazione: Stati Uniti d'America
Plano
Plano
Plano – Mappa
Sito istituzionale

Plano (/ˈpleɪnoʊ/ PLAY-noh) è un comune (city) degli Stati Uniti d'America situato tra le contee di Collin e Denton nello Stato del Texas. La popolazione era di 259,841 abitanti al censimento del 2010, il che la rende la nona città più popolosa dello stato e la 70ª città più popolosa della nazione. Si trova 20 miglia a nord-est dal centro di Dallas. La città di Plano fa parte della Dallas-Fort Worth Metroplex.

In città hanno sede diverse aziende come Alliance Data, Cinemark Theatres, Perot Systems, Denbury Resources, Dr Pepper Snapple Group, Ericsson, Frito-Lay, DXC Technology, Huawei, J. C. Penney, Pizza Hut, Rent-A-Center, Siemens PLM Software, Tech Mahindra e Toyota Motor North America, Inc.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo lo United States Census Bureau, la città ha una superficie totale di 186,33 km², dei quali 185,39 km² di territorio e 0,94 km² di acque interne (0,5% del totale).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Litografia di Plano nel 1891

Gli indiani uccisero i primi coloni, McBain Jameson e Jeremiah Muncey, nel 1844, ma i coloni della "colonia di Peters" che si spostarono nell'area l'anno successivo non andarono in incontro ad ulteriori violenze. Plano si sviluppò sui "capolavori" di Joseph Clepper e del colonizzatore Sanford Beck, fino a quando un agricoltore del Kentucky, William Forman, dopo un viaggio con gli scout negli anni 1840, si trasferì nel Texas con la sua famiglia. Forman acquistò la mappa di Beck nel 1851, costruì un negozio e diverse aziende che divennero il nucleo della comunità, e aprì un ufficio postale nella sua casa. Quando la città istituì un ufficio postale nel 1852, furono considerati "Forman" e "Fillmore", in onore del presidente Millard Fillmore, come possibili nomi, ma le autorità postali approvarono Plano come nome, dallo spagnolo che significa "piano", il nome fu suggerito dal dottor Henry Dye perché intendeva dire che era "piano" il terreno circostante. Plano fu pianificata e incorporata nel 1873 e furono eletti un sindaco e un assessore nello stesso anno. Il sistema scolastico pubblico fu organizzato nel 1891. Il Plano Institute, aperto nel 1882 sotto la direzione di W. F. Mister, e la Plano Academy sotto Matthew C. Portman, più tardi integrati nel sistema scolastico pubblico, erano privati. J. Crittenden Son e E. K. Rudolph pubblicato il primo giornale di Plano, il Plano News, a partire dal 1874. Le prime industrie di Plano erano degli impianti idraulici e di stufe, una fabbrica di indumenti e una fabbrica di fili elettrici. Fino al 1872, quando la Houston and Texas Central Railway connesse la comunità con la vicina Dallas, il Shawnee Trail, che attraversava la parte occidentale della contea di Collin, serviva come condotto per un'altra fonte di reddito dell'area, il bestiame. Sebbene un incendio del 1881 distrusse 52 edifici e trasformò temporaneamente Plano in una città tenda, nuovi negozi furono aperti nel 1888, quando la St. Louis, Arkansas and Texas Railway Company fu collegata alla Houston and Texas Central Railway, e Plano diventò un punto di vendita al dettaglio per gli agricoltori. Nel 1890, la città possedeva una popolazione di 1,200 abitanti, due ferrovie, cinque chiese per i bianchi e una per i neri, due mulini di grano a vapore, sgranatrici di cotone, tre scuole e due giornali. Nel 1908, Plano divenne una fermata della linea interurbana della Texas Electric Railroad[1].

Tra il 1900, quando la popolazione era di 1,304 abitanti, e nel 1960, quando arrivava a 3,695 abitanti, la città possedeva un aumento di circa 400 nuovi abitanti per decade e rimase una comunità agricola. L'aumento drammatico dovuto alla crescita di Dallas e alla migrazione alla "Sun Belt" durante gli anni 1970 portarono ad importanti progetti di miglioramento pubblico, mentre una rivalutazione del 1970 aumentò le tasse e contribuì alla scomparsa dell'agricoltura nell'area. Nel 1970, la popolazione era di 17,872 abitanti. La popolazione si raddoppiò cinque anni dopo, e poi raddoppiò di nuovo nel 1980, quando il totale superava 72,000 abitanti, più della metà dall'esterno del Texas. Verso la metà degli anni 1980, Plano aveva superato McKinney come centro del commercio, finanziario ed educativo della contea di Collin con circa 1,000 aziende. Plano era la sede corporativa della Frito-Lay Corporation, un sistema di comunicazione satellitare e produttrice di computer. Nel 1990, era una città di settantadue miglia quadrate con una popolazione di 128,713 abitanti. Il Farrel-Wilson Farmstead Museum (Heritage Museum), che occupa un ex ranch di pecore, fornisce l'unica prova di Plano che un tempo era una piccola comunità agricola rurale. Come altre città della contea di Collin, Plano è tradizionalmente democratica, ma come il numero degli agricoltori e dei nativi texani diminuì, gli elettori repubblicani aumentarono. Dalla metà degli anni 1980, i repubblicani del Texas potevano contare su Plano per sostenere sia i biglietti di stato sia quelli nazionali. Tre college ne fecero di Plano la loro sede: l'University of Texas, già Graduate Research Center of the Southwest, oggi con sede a Richardson; l'University of Plano, non più in esistenza; e un ramo del sistema del Collin County Junior College. Plano era la sede dei Dallas Americans, una squadra di calcio professionistica, nei primi anni 1980. Ogni settembre la città ospita una gara di palloncini, per cui è soprannominata "la capitale dei palloncini del Texas" (Balloon Capital of Texas). La città possiede un quotidiano, il Plano Daily Star Courier, e una stazione radio. Nel 2000, Plano possedeva 7,726 aziende e 222,030 abitanti[1].

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il censimento[2] del 2010, la popolazione era di 259,841 abitanti.

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il censimento del 2010, la composizione etnica della città era formata dal 66,91% di bianchi, il 7,58% di afroamericani, lo 0,44% di nativi americani, il 16,86% di asiatici, lo 0,06% di oceanici, il 5,11% di altre razze, e il 3,04% di due o più etnie. Ispanici o latinos di qualunque razza erano il 14,69% della popolazione.

Persone legate a Plano[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) «Plano, Texas» dall'Handbook of Texas online, TSHA-Texas State Historical Association
  2. ^ American FactFinder, United States Census Bureau. URL consultato il 1º settembre 2017.
  3. ^ Interactive City Directory: City of Ivanovo, Russia, su Sister Cities International. URL consultato il 1º settembre 2017.
  4. ^ Document Center, plano.gov. URL consultato il 1º settembre 2017.
  5. ^ International Affairs, su Plano.gov. URL consultato il 1º settembre 2017 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2011).
  6. ^ Hsinchu celebrates ties with its Texas sister city, in Taipei Times, 24 settembre 2003. URL consultato il 1º settembre 2017.
  7. ^ Interactive City Directory: Adelaide-Enfield, Australia, su Sister Cities International. URL consultato il 1º settembre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN267549065 · LCCN: (ENn83049002 · GND: (DE6100949-0
Texas Portale Texas: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Texas