Pascal Siakam

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pascal Siakam
Pascal Siakam 2018.jpg
Nazionalità Camerun Camerun
Altezza 206 cm
Peso 104 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Ala grande/Ala piccola
Squadra Toronto Raptors
Carriera
Giovanili
2009-2013God's Academy
2013-2016N.M. State Aggies
Squadre di club
2016-Toronto Raptors216 (2.172)
2017Raptors 9055 (91)
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 12 aprile 2019

Pascal Siakam (Douala, 2 aprile 1994) è un cestista camerunese, di ruolo ala grande, professionista nella NBA con i Toronto Raptors.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo avere giocato a calcio, iniziò a giocare a pallacanestro all'età di 16 anni.[1][2] Ha frequentato il seminario che abbandonò per trasferirsi negli Stati Uniti, su consiglio di Luc Mbah a Moute, per perfezionarsi in questo sport.[3]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

NBA[modifica | modifica wikitesto]

Toronto Raptors (2016-)[modifica | modifica wikitesto]

Si rese eleggibile per il Draft NBA 2016, che si svolse al Barclays Center di Brooklyn il 23 giugno, durante il quale vemme scelto con la ventisettesima scelta assoluta dai Toronto Raptors.[4]

Fu subito titolare nei Raptors con cui esordì alla prima partita della stagione contro i Detroit Pistons vinta dai canadesi per 109-91. Nonostante avesse fornito delle ottime prestazioni con i canadesi, in gennaio perse il posto da titolare in favore di Patrick Patterson prima, e di Serge Ibaka poi (quest'ultimo arrivò in febbraio durante la trade dead-line e lo aveva conosciuto nel 2012 alla manifestazione basketball whitout borders).[5] Da lì in poi giocò molto poco, venendo prestato anche ai Raptors 905 in D-League; con questi ha vinto la D-League nella finale per 122-96 contro i Rio Grande Valley Vipers (serie vinta 2-1) e fu l'MVP delle finali.[6][7]

Nella stagione successiva il suo spazio con i canadesi fu maggiore, tanto che disputò 81 partite, migliorando l'offensive rating dei Raptors quando era campo.[1]

Siakam (canotta bianca al centro) durante le NBA Finals 2019

Con l'arrivo di Nick Nurse in panchina l'anno dopo al posto di Dwane Casey Siakam diventa titolare della squadra disputando 80 partite partendo titolare 79 volte e ricambiando con ottime prestazioni.[3][5] Per quanto riguarda la stagione regolare c'è da segnalare il primo buzzer beater segnato in carriera contro i Phoenix Suns.[8] Nei playoffs invece dà il suo contributo alla squadra per raggiungere le prime finali NBA della sua storia. E in gara-1 proprio Siakam si rende protagonista di una grande prestazione segnando 32 punti (conditi anche da 8 assist e 5 rimbalzi)[3] contro i Golden State Warriors nel sorprendente successo per 118-109 della sua squadra.[3] Anche grazie alle sue buone prestazioni la squadra riesce a vincere il primo anello della sua storia in 6 gare.[5][9][10] La settimana successiva ha vinto il premio di MIP,[10] diventando così il primo a vincere nella stessa stagione l'anello e il MIP.[11]

L'anno successivo rinnova il 19 ottobre 2019 per 4 anni a 130 milioni di dollari complessivi.[2] Pochi giorni dopo debutta in regular season contro i New Orleans Pelicans, aiutando la squadra a vincere all'overtime (130-122 per i canadesi il risultato finale) con una prestazione da 34 punti, 18 rimbalzi e 5 assist.[12][13]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
  PG Partite giocate   PT  Partite da titolare  MP  Minuti a partita
 TC%  Percentuale tiri dal campo a segno  3P%  Percentuale tiri da tre punti a segno  TL%  Percentuale tiri liberi a segno
 RP  Rimbalzi a partita  AP  Assist a partita  PRP  Palle rubate a partita
 SP  Stoppate a partita  PP  Punti a partita  Grassetto  Career high

NBA[modifica | modifica wikitesto]

Regular season[modifica | modifica wikitesto]

Anno Squadra PG PT MP TC% 3P% TL% RP AP PRP SP PP
2016-17 Toronto Raptors 55 38 15,6 50,2 14,3 68,8 3,4 0,3 0,5 0,8 4,2
2017-18 Toronto Raptors 81 5 20,7 50,8 22,0 62,1 4,5 2,0 0,8 0,5 7,3
2018-19 Toronto Raptors 80 79 31,9 54,9 36,9 78,5 6,9 3,1 0,9 0,7 16,9
Carriera 216 122 23,5 53,1 30,9 74,3 5,1 2,0 0,7 0,6 10,1

Play-off[modifica | modifica wikitesto]

Anno Squadra PG PT MP TC% 3P% TL% RP AP PRP SP PP
2017 Toronto Raptors 2 0 5,0 0,0 0,0 - 1,5 0,5 0,5 0,0 0,0
2018 Toronto Raptors 10 0 17,9 61,0 75,0 65,0 3,6 0,8 0,1 0,6 6,6
2019 Toronto Raptors 23 23 36,7 46,4 26,5 75,9 7,0 2,7 1,0 0,7 18,7
Carriera 35 23 29,5 47,7 28,4 73,8 5,7 2,1 0,7 0,6 14,1

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Toronto Raptors: 2019

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Colin Connors, 2017-18 Player Review: Pascal Siakam, su Raptors Republic, 8 giugno 2018. URL consultato il 14 aprile 2019.
  2. ^ a b Siakam, da quasi prete a... simbolo dei Raptors: “E sono solo all’inizio”, su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 26 ottobre 2019.
  3. ^ a b c d Mirco Melloni, NBA, Dal seminario alle Finali: Siakam regala a Toronto l’1-0 contro Golden State, in La Stampa, 31 maggio 2019. URL consultato il 31 maggio 2019.
  4. ^ Raptors Select Jakob Poeltl & Pascal Siakam At NBA Draft, in Toronto Raptors. URL consultato il 6 maggio 2017.
  5. ^ a b c Sky Sport, Siakam, tra il maestro Ibaka e l’esempio Leonard, su sport.sky.it. URL consultato il 13 giugno 2019.
  6. ^ (EN) Stackhouse, Raptors 905 Cap Historic Season With NBA D-League Championship - NBA D-League, in NBA D-League. URL consultato l'8 maggio 2017.
  7. ^ (EN) Former NMSU Aggie Pascal Siakam named D-League Finals MVP, in Las Cruces Sun-News. URL consultato l'8 maggio 2017.
  8. ^ Sky Sport, NBA, Siakam: primo buzzer beater della carriera, vincono Philadelphia e Denver, su sport.sky.it. URL consultato il 26 ottobre 2019.
  9. ^ Toronto è campione, primo titolo per i Raptors! Golden State ai arrende in una gara-6 bellissima, su Eurosport, 14 giugno 2019. URL consultato il 2 luglio 2019.
  10. ^ a b (EN) Pascal Siakam: No Ceilings, su Toronto Raptors. URL consultato il 2 luglio 2019.
  11. ^ Sky Sport, NBA Awards 2019: un voto anche per Danilo Gallinari, su sport.sky.it. URL consultato il 2 luglio 2019.
  12. ^ Basket, Nba: buona la prima per Clippers e Raptors, 14 punti per Melli, su Repubblica.it, 23 ottobre 2019. URL consultato il 26 ottobre 2019.
  13. ^ Melli 14 punti all'esordio ma New Orleans cade a Toronto, Clippers ok nel derby, su Eurosport, 23 ottobre 2019. URL consultato il 26 ottobre 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]