Jameela Jamil

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jameela Jamil nel 2019

Jameela Alia Jamil (Londra, 25 febbraio 1986) è una conduttrice televisiva, attrice, doppiatrice, modella e attivista britannica. Dopo aver iniziato la sua carriera come presentatrice televisiva su Channel 4, conducendo numerosi programmi sulla cultura pop dal 2009 al 2012, è diventata la presentatrice radiofonica di The Official Chart nonché la co-conduttrice, assieme a Scott Mills, di The Official Chart Update su BBC Radio 1. È stata la prima presentatrice femminile solista dello show.[1]

In seguito al timore di un cancro al seno, nel 2016 Jameela Jamil si è trasferita a Los Angeles, dove si è affermata grazie al ruolo di Tahani Al-Jamil nella serie televisiva della NBC The Good Place.[2] Attiva anche come modella, Jamil è stata fotografata da Vogue, Glamour, Cosmopolitan e Teen Vogue, oltre ad aver scritto articoli per The Times, Cosmopolitan e The Huffington Post,[3] ed essere la presentatrice del game show The Misery Index[4] nonché una dei giudici di Legendary.[5]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Infanzia e gioventù[modifica | modifica wikitesto]

Jameela Alia Jamil[6] è nata a Londra il 25 febbraio 1986,[7] da padre indiano e madre pakistana,[8][9] Ali[10] e Shireen Jamil.[11] Affetta da perdita dell'udito congenita e labirintite sin dalla nascita, Jamil ha dovuto subire diverse operazioni correttive rimanendo con un'udibilità del 70% nell'orecchio sinistro e del 50% nell'orecchio destro.[12] Cresciuta dalla madre in condizioni di semi-povertà,[13] durante l'infanzia ha avuto problemi ad integrarsi a scuola, dove per il suo carattere timido e studioso, la sua etnia e la corporatura sovrappeso, è stata spesso vittima di bullismo.[9][14] All'età di nove anni, le fu diagnosticata la sindrome di Ehlers-Danlos una malattia genetica che colpisce il tessuto connettivo del corpo e può causare una grande varietà di sintomi, alcuni dei quali potenzialmente letali; tra i più comuni sono l'ipermobilitá delle articolazioni, i dolori articolari, l'iperelasticitá della pelle, la formazione anomala di cicatrici, e l'estremo affaticamento, problemi digestivi e problemi cardiaci.[15] A dodici anni le venne invece diagnosticata la celiachia.[16] Da adolescente ha sofferto di anoressia nervosa e, tra i 14 e i 17 anni, non ha consumato un solo pasto completo. Ha dichiarato di ritenere che il suo disturbo alimentare si sia sviluppato a causa della pressione sociale:

«Sono stata bombardata da una narrativa che non offriva alternative. Non c'erano mai donne che venivano celebrate per il loro intelletto... e tutte le mie riviste mi vendevano prodotti dimagranti o mi dicevano di essere magra. Altrimenti, non valevo niente.[17]»

Nel 2003, all'età di 17 anni, Jamil è stata investita da un'auto "mentre fuggiva da un'ape", rompendosi diverse ossa e danneggiandosi la spina dorsale. Le fu detto che non avrebbe mai più potuto camminare, ma riuscì a riprendersi lentamente dopo il trattamento con gli steroidi e la fisioterapia, usando un deambulatore per ricominciare a camminare.[12] Jamil ha definito l'incidente come ciò che l'ha spinta verso la guarigione, affermando che ha cambiato il suo rapporto col suo corpo "inculcandole un po' di buon senso".[17] Ha frequentato la Queen's College School di Londra ma non è riuscita a completare il livello avanzato a causa dell'incidente[18] e, in seguito, ha insegnato inglese agli studenti stranieri presso la Callan School of English,[19] lavorando contemporaneamente come modella,[20][21][22] fotografa[19] e fashion scout[18] per Premier Model Management Limited.[23]

All'età di 21 anni ha subito un avvelenamento da mercurio attribuito alla perdita di mercurio dalle otturazioni dentali in amalgama esacerbato dalla loro rimozione impropria, che ha provocato diversi fori lungo il suo sistema digestivo.[24][25]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

2009–2015: Iniziale carriera mediatica[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2008 cominciò a lavorare in televisione come presentatrice dopo essere stata scoperta da un produttore in un bar,[26] e dopo aver presentato la sua candidatura via mail a E4[19][27] ha fatto il suo debutto nel loro show Music Zone. L'anno successivo ha iniziato a presentare T4[28][29] a gennaio, quando Alexa Chung ha lasciato il programma televisivo mattutino Freshly Squeezed succedendole come conduttrice accanto a Nick Grimshaw.[22][29][30][31]

Jamil ha presentato The Closet, uno show di consulenza di moda online sul social network Bebo,[28][30] creato e prodotto da Twenty Twenty Television come parte del programma della commissione Bebo Originals.[32] In seguito ha posato come modella per Vogue nel gennaio 2010 per il servizio di David Bailey "British Editorial Class of 2010". Nello stesso anno ha inoltre lavorato occasionalmente come DJ per eventi[33][34] dopo essersi intrufolata alla festa di compleanno di Elton John mentendo ai buttafuori e raccontando come scusa di essere stata invitata a fare la DJ perché aveva esperienze precedenti.[35][36] In seguito a tale esperienza ha continuato a fare la DJ per otto anni, studiando contemporaneamente musica per sei anni con una borsa di studio.[37][38]

Dal 2012 al 2014 ha scritto una rubrica per la rivista mensile femminile Company,[28][39] nel gennaio 2012 ha sostituito June Sarpong alla conduzione del reality show L'uomo per me.[40] Più avanti in quello stesso anno, dopo che Raggie Yates annunciò che avrebbe abbandonato la BBC Radio 1, Jamil lo sostituì, diventando la prima conduttrice donna del programma radiofonico The Official Chart,[1][41] nonché la co-conduttrice, assieme a Scott Mills, di The Official Chart Update. Nel giugno 2012, Jamil ha collaborato con Very per il debutto della sua prima collezione di moda.[42]

«È molto eccitante. So che non dovrebbe essere una cosa grossa, ma c'è anche un'enorme mancanza di minoranze etniche nel mondo dello spettacolo. Sono completamente asiatica - non un mix - e sono così orgogliosa di essere una parte così importante di Radio 1. In realtà non vedo l'ora di iniziare adesso!»

(Jameela Jamil sull'essere la prima conduttrice donna di The Official Chart[43])

2016-presente: Transizione nella recitazione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2016, in seguito al timore di aver contratto un cancro al seno, Jamil lasciò Londra per trasferirsi a Los Angeles,[44] senza alcuna intenzione di iniziare a recitare e, anzi, puntando a diventare sceneggiatrice.[45] Mentre lavorava come scrittrice presso 3 Arts Entertainment il suo agente le disse che Michael Schur, co-creatore di Parks and Recreation, era alla ricerca di un'attrice britannica per una nuova serie comica in produzione.[46] Sebbene Jamil non abbia avuto precedenti esperienze di recitazione e fosse diffidente riguardo ai provini, accettò di farlo,[47] colpendo i produttori e, in seguito, venendo richiamata per una seconda intervista con Schur e tutti i produttori dove le venne chiesto di improvvisare[48] e, a seguito della quale, le fu assegnato il ruolo.[49][50][51]

Jameela Jamil al San Diego Comic-Con International del 2019.

Lo show ha debuttato nel settembre 2016 con Jamil come membro regolare del cast della commedia fantasy NBC The Good Place, dove interpreta il personaggio di Tahani Al-Jamil (letteralmente: "congratulazioni bellissima" in arabo), accanto a Kristen Bell, Ted Danson, William Jackson Harper, Manny Jacinto e D'Arcy Carden.[2]

Jamil ha realizzato la sua prima copertina di una rivista americana sull'edizione di febbraio 2018 di The Cut,[52] stesso anno in cui ha presentato "Wide Awake with Jameela Jamil" un segmento ricorrente di Last Call con Carson Daly durante l'ultima stagione del programma. Nel 2019 ha fatto il suo debutto come doppiatrice, prestando la voce a Gandra Dee nella serie d'animazione DuckTales,[53] mentre l'anno successivo si è unita al cast del cartone animato Disney di ispirazione indiana ambientato nel fittizio Jalpur Mira, Royal Detective dando la voce a Pushpa, la zia della protagonista.[54][55]

Tra il 2017 e il 2018 ha inoltre contribuito alla produzione delquarto album del suo compagno, il musicista James Blake, intitolato Assume Form, venendo accreditata come produttrice aggiuntiva di cinque canzoni.[56][57]

Dal 2019, Jamil ha presentato il gioco a premi comico della TBS The Misery Index.[58]

Nel marzo 2020, ha posato completamente vestita, in giacca e cravatta, in un risqué della rivista Playboy per il suo numero "On Speech". In seguito ha twittato: «Per le mie foto su Playboy, volevo essere fotografata come un uomo, niente ritocco, hi res, abiti larghi, comodi e completamente non sessualizzato. Mi sentivo estremamente libera».[59][60]

Nell'aprile 2020, ha debuttato il suo podcast I Weigh with Jameela Jamil, che si concentra sui successi delle donne, la body positivity, l'attivismo e l'inclusività razziale.[61] Nell'ottobre del 2020, il podcast è stato nominato per un E! People's Choice Award.[62] Sempre nello stesso anno, è diventata una dei giudici di Legendary assieme a Law Roach, Leiomy Maldonado e Megan Thee Stallion.[63][64] L'anno successivo ottiene il ruolo ricorrente di Asencia nella serie animata Star Trek: Prodigy.[65]

Il 10 giugno 2021, a giugno, è stata scritturata per il ruolo della supercriminale Titania nella serie televisiva Marvel Cinematic Universe di Disney+ She-Hulk.[66]

Nello stesso anno ha contribuito alla produzione del quinto album di James Blake, Friends That Break Your Heart, in particolare al primo singolo "Say What You Will".[67]

Attivismo[modifica | modifica wikitesto]

Alla fine del 2015, Jamil ha lanciato Why Not People?, una società dedicata a realizzare ed ospitare eventi di intrattenimento dal vivo accessibili a persone con disabilità.[68] Nel marzo 2018, Jamil ha creato un account Instagram chiamato I Weigh,[69] ispirata da una foto che aveva trovato online di Kourtney, Kim e Khloé Kardashian con le loro sorellastre Kendall e Kylie Jenner, che specificava il peso di ciascuna di loro.[70] Jamil ha descritto I Weigh come «un movimento... per noi, per sentirci preziose e vedere quanto siamo meravigliose e guardare oltre la carne sulle nostre ossa».[71] L'account accoglie con favore l'invio di selfie non modificati o aerografati dei follower utilizzando l'hashtag #iweigh, con un testo che descrive le cose di cui si sentono grati o orgogliosi.[70][71] In parte a causa di quest'operazione, Jamil è stata elencata come una delle 100 donne della BBC nel 2018.[72]

Jamil critica aspreamente i frullati dietetici e i prodotti soppressori dell'alimentazione. Ha spiegato che da adolescente si è lasciata morire di fame, ha preso lassativi e consigli da celebrità su come perdere peso. Ha criticato la rapper Cardi B, i Kardashian e altri influencer per la promozione di soppressori dietetici attraverso i social media.[73] Jamil ha creato una petizione tramite change.org, intitolata "Stop alle celebrità che promuovono prodotti dietetici tossici sui social media", con l'obiettivo di raggiungere 150.000 firme. Ha invitato i servizi di social media come Facebook, Twitter e Instagram a vietare tale pratica, sottolineando la sua pericolosa retorica sui giovani adolescenti impressionabili.[74]

«Ci sono poche o nessuna informazione sugli effetti collaterali o sugli ingredienti principali, sul danno che possono causare o su qualsiasi scienza dietro il funzionamento di questi prodotti. Sono invece frustati con pubblicità pagate profumatamente da celebrità e influencer senza esperienza o autorità in nutrizione/medicina/biologia.»

(Estratto dalla petizione sulle diete di Jamil[74])

Usando i social media, Jamil ha spesso richiamato gli standard del settore mediatico etichettando altre celebrità femminili come "agenti doppiogiochisti del patriarcato" che promuovono un'immagine corporea malsana, spesso ribadendo la propria esperienza di disturbo alimentare nelle sue argomentazioni. Nel 2013, ha criticato Rihanna nella sua rubrica per la rivista Company, accusandola di mantenere una relazione col suo aguzzino per la fama, fumare marijuana e aver pubblicato "immagini provocatorie su Instagram a milioni di follower affamati".[75] Nel 2014, ha espresso la sua disapprovazione nei confronti di Beyoncé per aver sessualizzato la sua immagine pubblica esattamente come Nicki Minaj, Rihanna, Miley Cyrus e Iggy Azalea, criticandole per «illudersi che sia "femminismo" se fai uscire la tua figa alle "tue condizioni"».[76][77] Nel 2019 ha ripreso la rapper Cupcakke su Twitter dopo che essa aveva dichiarato di voler fare un "digiuno dall'acqua".[78] Jamil ha inoltre spesso espresso la sua disapprovazione nei confronti di Kim Kardashian[79] per aver promosso ideali corporei malsani come indossare un corsetto,[80] promuovere l'uso di trucco per il corpo per coprire le imperfezioni della pelle come la psoriasi[81] e per offrire indumenti modellanti premaman nella sua linea di moda.[82] Nell'agosto 2020, Jamil ha annunciato su Twitter che avrebbe eliminato i tweet dal 2009 al 2020 per rendere il suo account più incentrato sull'attivismo[83] tuttavia, nel novembre dello stesso anno, Jamil ha affermato che ad aver causato la scomparsa dei suoi post su Twitter nei mesi precedenti era stata un'app di terze parti e che aveva cancellato l'intera cronologia dei suoi post su Twitter per capire perché i suoi post fossero stati rimossi.[84]

Jamil è contraria all'aerografia delle immagini editoriali e si rifiuta di ritoccare tutti i suoi servizi fotografici.[85]

«Penso che sia un crimine disgustoso usare Photoshop sulle tue immagini e mandarle in giro per il mondo senza dichiarare che è quello che hai fatto. È una bugia, stai mentendo ai tuoi fan, ai tuoi follower e alle persone che ti ammirano. Saresti uno stronzo. Lo credo davvero. Saresti uno stronzo.»

(Estratto dall'intervista sulla copertina della rivista Nylon del 2018)

È anche molto critica nei confronti degli standard del settore della moda e ha osservato che i modelli delle passerelle sembravano "affamati da tempo" e "terrorizzati".[86][87] Ha spesso fatto riferimento ai modelli di Victoria's Secret come controesempio della propria identità[50][85][88][89] e ha definito lo stilista di Chanel Karl Lagerfeld uno «spietato misogino grasso-fobico» dopo la sua morte.[90]

Jamil sostiene anche il movimento per i cambiamenti climatici, esprimendo la sua ammirazione per Jane Fonda, Greta Thunberg e molti altri attivisti per i cambiamenti climatici. Ha dichiarato di non voler rischiare di essere arrestata per la causa in prima persona, a causa del suo status di immigrata di colore.[91]

Beneficenza[modifica | modifica wikitesto]

Jamil è apparsa su C4 Orange Rockcorps 2009, offrendosi volontaria per aiutare a creare un concerto per finanziare progetti della comunità locale. Ha sostenuto la Cultural Learning Alliance, che promuove l'accesso alla cultura per bambini e giovani,[92] e Vinspired National Awards per le persone di età compresa tra 16 e 25 anni che hanno contribuito alle loro comunità attraverso il volontariato.[93][94] Jamil ha realizzato una sua versione di SpongeBob SquarePants e l'ha messa all'asta dando tutto il ricavato a Childline.[95] Si è inoltre offerta di indossare un costume da pollo per lo stesso numero di giorni pari al numero di migliaia di sterline che avrebbe raccolto per Comic Relief. Riuscì a far incassare all'ente circa £16.000 e indossò il costume per 16 giorni consecutivi.[96]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Jamil è stata una delle quindici donne selezionate per comparire sulla copertina del numero di settembre 2019 di British Vogue "Forces for Change", a cura della guest editor Meghan, duchessa di Sussex.[97]

Il 2 agosto 2019, Jamil è stata insignita del titolo di "avvocato dell'anno" dalla Ehlers-Danlos Society.[15]

Jamil ha ricevuto il "Phenom" award al dodicesimo annuale Shorty Awards, il 3 maggio 2020.[98]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Jameela Jamil ha una relazione con James Blake dal 2015.[99][100][101] È dichiaratamente queer.[102][103][104]

Jameela Jamil ai Grammy Awards del 2020.

Nell'episodio del 1º ottobre 2018 di Good Morning America - completo di riprese video[105] - Jamil ha rivelato di aver perso un dente, essersi rotta il naso e un gomito, nonché procurata una commozione cerebrale quando è scivolata cadendo di faccia per aver corso assieme a Olly Murs attorno al set in occasione di un evento registrato in cui facevano da presentatori al concerto di volontariato a Londra di Orange Rockcorps nel settembre 2010.[106]

Nel maggio 2019, Jamil ha rivelato di aver abortito in giovane età, dichiarando che: «È stata la decisione migliore che abbia mai preso. Sia per me, sia per il bambino che non volevo, e per cui non ero pronta, emotivamente, psicologicamente e finanziariamente».[107]

Il 3 ottobre 2019, in un'intervista su Hard Talk, un programma della BBC News Channel, ha rivelato di essere stata più volte violentata, palpeggiata, molestata sessualmente in pubblico e stalkerata nel corso della sua vita e che, sebbene in passato abbia incolpato le donne, ha poi cambiato prospettiva incolpando il patriarcato sociale che produce tale scenario.[108]

Jamil ha sofferto di ansia, depressione e disturbo ossessivo-compulsivo,[109][110] mentre ll 10 ottobre 2019, nell'ambito della giornata mondiale della salute mentale, ha rivelato di essere sopravvissuta a un tentativo di suicidio sei anni prima, criticando la mancanza di servizi per coloro che hanno lottato con problemi di salute mentale e rivelando di aver preso parte alla terapia EMDR per curare il suo disturbo post traumatico da stress.[111][112] Inoltre, in un episodio del talk show Red Table Talk del 2020, ha dichiarato di aver tentato il suicidio anche otto anni prima a causa di un esaurimento nervoso e che dunque quello reso pubblico l'anno prima era il suo secondo tentativo.[113]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attrice[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrice[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Clara Amfo to present BBC Radio 1's Official Chart Show, su BBC Newsbeat, 15 dicembre 2014. URL consultato il 20 novembre 2019.
  2. ^ a b (EN) Nellie Andreeva, Nellie Andreeva, ‘Good Place’: British Presenter Jameela Jamil Cast In Mike Schur NBC Series, su Deadline, 26 febbraio 2016. URL consultato il 20 novembre 2019.
  3. ^ (EN) E. J. Dickson, How Jameela Jamil built a brand around body positivity, su Vox, 4 dicembre 2018. URL consultato il 20 novembre 2019.
  4. ^ (EN) Rick Porter, 'The Misery Index' Renewed for Second Season on TBS | Hollywood Reporter, su www.hollywoodreporter.com, 3 dicembre 2019.
  5. ^ (EN) Dino-Ray Ramos, HBO Max Greenlights Ballroom Competition Series 'Legendary' To Slay For A Second Season, su Deadline, 9 luglio 2020.
  6. ^ (EN) Jameela Jamil Biography, su tvguide.com, TV Guide. URL consultato il 9 gennaio 2020.
  7. ^ (EN) Jameela Jamil, su Us Weekly. URL consultato il 20 gennaio 2020.
  8. ^ (EN) Anna Silman, Jameela Jamil Has Found Her Good Place, su The Cut, 5 febbraio 2018. URL consultato il 20 novembre 2019.
  9. ^ a b (EN) Zoah Hedges-Stocks, The Good Place star Jameela Jamil told she was 'too old, too ethnic and too fat' for the US, su telegraph.co.uk, The Telegraph, 21 maggio 2018. URL consultato il 9 gennaio 2020.
  10. ^ (EN) Sound advice: Wise old sayings that make Daddy Cool ahead of Father's Day, su Belfast Telegraph, 7 giugno 2015.
  11. ^ (EN) shireen_jamil, #Nationality is determined by Citizenship,not Birthplace. Press label Jameela's father Indian&her mother Pakistani.He's NOT Indian.He's Pakistani,as he holds a Pakistani passport.I'm NOT Pakistani.I'm British,as I hold a British passport.His Ancestry is Indian.Mine,Pathan.#simple (Tweet), su Twitter, 16 gennaio 2019.
  12. ^ a b (EN) Nick McGrath, Jameela Jamil has faced cancer and spine damage but has never felt better, su mirror, 20 aprile 2015. URL consultato il 20 novembre 2019.
  13. ^ Jameela Jamil talks to Project Twist-It. URL consultato il 20 novembre 2019.
  14. ^ (EN) Nikki Murfitt, Girls bullied me at my private school for being fat, says Radio 1's new chart star, su dailymail.co.uk, MAILONLINE, 19 gennaio 2013. URL consultato il 12 aprile 2020.
  15. ^ a b (EN) Jameela Jamil on Instagram: "Proud to be an @ehlers.danlos advocate of the year. I got diagnosed at 9 years old and there is still so little information 20 years later…", su Instagram. URL consultato il 5 ottobre 2019.
  16. ^ (EN) Jameela's allergy story, su Holland & Barrett, 23 gennaio 2016. URL consultato il 20 settembre 2020.
  17. ^ a b Jameela Jamil on banning airbrushing, the Kardashians and her traumatic teens. URL consultato il 20 novembre 2019.
  18. ^ a b (EN) Ian Burrell, Jameela Jamil: The surprising rise of Radio 1's next big thing, su independent.co.uk, The Independent, 4 gennaio 2013. URL consultato il 21 settembre 2020.
  19. ^ a b c (EN) Daniel Allen, Jameela: The accident that triggered a new career, su thetimes.co.uk, 8 aprile 2013. URL consultato il 21 settembre 2020.
  20. ^ (EN) Cydney Yeates, Jameela Jamil admits cruel taunts 'triggered her to point of near-death', su Metro, 23 febbraio 2020. URL consultato il 18 novembre 2020.
  21. ^ (EN) Mickey Boardman, Fat and All That: Jameela Jamil Is Coming for Designers, su PAPER, 11 giugno 2019. URL consultato il 21 settembre 2020.
  22. ^ a b Jameela: Our Style Crush, su Showbiz.sky.com, 24 febbraio 2010!lingua=en (archiviato dall'url originale il 1º marzo 2010).
  23. ^ (EN) Nathalie Bonney, How to get work experience: Jameela Jamil advises, su Good Housekeeping, 8 marzo 2013.
  24. ^ (EN) Jameela Jamil: 'It may seem crazy to quit my job, but cancer scare it was a wake-up call', su belfasttelegraph.co.uk, Belfast Telegraph, 8 maggio 2015.
  25. ^ (EN) TV and radio host Jameela Jamil on life with coeliac disease, su Daily Record, 21 aprile 2015. URL consultato il 20 settembre 2020.
  26. ^ (EN) Not My Job: Jameela Jamil Of 'The Good Place' Gets Quizzed On 'The Wood Place', su NPR, 11 luglio 2020.
  27. ^ (EN) Jessica Barrett, One to watch: Jameela Jamil, su Grazia UK, 22 aprile 2009.
  28. ^ a b c hackford jones pr - entertainment, su web.archive.org, 29 novembre 2010. URL consultato il 20 novembre 2019 (archiviato dall'url originale il 29 novembre 2010).
  29. ^ a b (EN) JAMEELA JAMIL, su Millndoll.com, 14 luglio 2011 (archiviato dall'url originale il 14 luglio 2011).
  30. ^ a b (EN) Jameela, su Moneymanagementuk.com, 11 novembre 2009 (archiviato dall'url originale il 24 ottobre 2010).
  31. ^ (EN) Alex Fletcher, T4 unveils new host Jameela Jamil, su Digital Spy, 23 gennaio 2009.
  32. ^ (EN) Jameela Jamil undresses for Westfield London Flash Mob, su Fashionandrunway.com, 9 ottobre 2009 (archiviato dall'url originale il 10 luglio 2011).
  33. ^ (EN) Sophie Ellis-Bextor and Jameela Jamil Host Sugar UK at Jacques Townhouse Pop-Up Launch Party, su POPSUGAR Celebrity UK, 28 luglio 2010. URL consultato l'11 ottobre 2021.
  34. ^ (EN) Julian Neel, Birger Queen, su British Vogue, 25 marzo 2010. URL consultato l'11 ottobre 2021.
  35. ^ (EN) Jameela Jamil Hilariously Recalls Her First DJ Gig at Elton John’s Birthday Party, su E! Online, 6 dicembre 2019. URL consultato l'11 ottobre 2021.
  36. ^ (EN) Jameela Jamil’s First DJ Gig Was Sir Elton John’s Birthday Party, su teamcoco.com. URL consultato l'11 ottobre 2021.
  37. ^ (EN) Elise Brisco, Jameela Jamil slams critics questioning her production credits on James Blake's new album, su USA TODAY. URL consultato l'11 ottobre 2021.
  38. ^ (EN) Alex Flood, Jameela Jamil says the Kardashians are “double agents for the patriarchy", su Digital Spy, 2 settembre 2018. URL consultato l'11 ottobre 2021.
  39. ^ (EN) Daniel S. Levine, Jameela Jamil as Tahani Al-Jamil: 5 Fast Facts You Need to Know, su Heavy.com, 20 settembre 2017.
  40. ^ (EN) Catriona Wightman, 'Playing It Straight' to return to E4, su Digital Spy, 6 ottobre 2011. URL consultato il 20 novembre 2019.
  41. ^ (EN) Mayer Nissim, Reggie Yates, Vernon Kay leave Radio 1, su Digital Spy, 9 novembre 2012. URL consultato il 20 novembre 2019.
  42. ^ (EN) The exclusive first collection designed by Jameela Jamil for Very.co.uk, su Blog.very.co.uk, 21 giugno 2012 (archiviato dall'url originale il 3 settembre 2012).
  43. ^ (EN) Robert Copsey, Jameela Jamil talks Radio 1 Chart Show, su Digital Spy, 11 gennaio 2013.
  44. ^ (EN) Carina Chocano, Jameela Jamil Is on a 'Burger-Friendly, Life-Positive' Mission, su ELLE, 18 settembre 2018. URL consultato il 20 novembre 2019.
  45. ^ (EN) Lynn Hirschberg, Jameela Jamil Never Expected to Be An Actress—Now, She's Fighting for Inclusivity, su W Magazine.
  46. ^ (EN) Alan Sepinwall, The 'Good Place' Cast Tells All, su Rolling Stone, 19 settembre 2019.
  47. ^ (EN) Abigail Hess, Jameela Jamil landed her role on 'The Good Place' with no acting experience—here's what she says about talent vs. tenacity, su CNBC, 11 maggio 2019. URL consultato il 18 novembre 2020.
  48. ^ (EN) Lynn Hirschberg, Jameela Jamil Never Expected to Be An Actress—Now, She's Fighting for Inclusivity, su W Magazine, 24 luglio 2019.
  49. ^ (EN) Lauren Turner, Why Jameela Jamil is in a Good Place, su BBC News, 14 ottobre 2017.
  50. ^ a b (EN) Ashley Fetters, Jameela Jamil Had Never Acted Before 'The Good Place', su GQ, 11 gennaio 2018.
  51. ^ (EN) Jameela Jamil suggests you take all your Good Place spoiler requests to Ted "Loose Lips" Danson, su The A.V. Club. URL consultato il 20 novembre 2019.
  52. ^ (EN) jameelajamil, My first USA cover! Thanks @thecut What a bloody lovely surprise that was. Interview is out now! https://www.instagram.com/p/Be0nENSFcbp/ (Tweet), su Twitter, 5 febbraio 2018.
  53. ^ (EN) 'DuckTales': Jameela Jamil Debuts as Gandra Dee (Exclusive), su Entertainment Tonight. URL consultato il 20 novembre 2019.
  54. ^ (EN) Jameela Jamil joins Disney Indian-inspired cartoon, su BBC News, 30 novembre 2018.
  55. ^ (EN) Disney Junior Orders Animated Mystery Series Inspired by Indian Cultures and Customs, su hollywoodreporter.com, The Hollywood Reporter. URL consultato il 1° dicembre 2018.
  56. ^ (EN) Will Richards, James Blake speaks up for Jameela Jamil's role on 'Assume Form', says women are unfairly called an "inspiration" and "muse", su NME, 7 ottobre 2019. URL consultato il 23 luglio 2021.
  57. ^ (EN) Rachel Hah, How James Blake and Jameela Jamil Mastered Complementary Couples Style at the 2020 Grammys, su Vogue, 28 gennaio 2020. URL consultato il 23 luglio 2021.
  58. ^ (EN) Meaghan Darwish, 'The Misery Index' Unveils Premiere Date & First-Squirm Inducing Trailer (VIDEO), su TV Insider, 18 luglio 2019.
  59. ^ (EN) Jameela Jamil poses fully-clothed in suit and tie in Playboy, su www.msn.com.
  60. ^ (EN) Elana Fishman, Jameela Jamil poses in suit and tie for Playboy: ‘I wanted to be shot like a man’, su Page Six, 13 marzo 2020.
  61. ^ (EN) Archived copy, su nerdsandbeyond.com, 9 luglio 2020. URL consultato il 9 luglio 2020.
  62. ^ (EN) Meet Your 2020 PCAs Pop Podcast Nominees: Armchair Expert, Scrubbing In and More, su E! Online, 11 ottobre 2020. URL consultato il 25 ottobre 2020.
  63. ^ (EN) J. Kim Murphy, Jameela Jamil Tapped to MC, Judge Voguing Competition Series at HBO Max, su Variety, 4 febbraio 2020. URL consultato il 19 giugno 2020.
  64. ^ (EN) 'Legendary' bosses respond to initial controversy: 'My job is to make sure that you're wrong', su EW.com. URL consultato il 19 giugno 2020.
  65. ^ (EN) Star Trek: Prodigy Announces New Voice Talent During NYCC, su StarTrek.com, 10 ottobre 2021. URL consultato il 10 ottobre 2021.
  66. ^ (EN) Joe Otterson, 'She-Hulk' Series at Disney Plus Casts Jameela Jamil, su Variety, 10 giugno 2021. URL consultato il 27 giugno 2021.
  67. ^ (EN) Chris Mench, James Blake Drops "Say What You Will" & Announces New Album 'Friends That Break Your Heart', su Genius, 33 luglio 2021. URL consultato il 23 luglio 2021.
  68. ^ (EN) Jameela Jamil: 'Britain deals with disability by pretending it's not happening', su The Independent, 24 giugno 2015.
  69. ^ (EN) I Weigh (@i_weigh) • Instagram photos and videos, su www.instagram.com, 7 giugno 2018.
  70. ^ a b (EN) Jameela Jamil, I weigh, su Jameela Jamil – Diary of a Goon.
  71. ^ a b (EN) What is i_weigh – @i_weigh, su www.instagram.com.
  72. ^ (EN) BBC 100 Women 2018: Who is on the list?, su BBC News, 19 novembre 2018.
  73. ^ (EN) Let's Break Down Cardi B's Expletive-Filled Twitter War Over "Nonsense" Detox Tea, su bravotv.com, 28 novembre 2018.
  74. ^ a b (EN) 100,000 People Sign Jameela Jamil's Petition To Stop Celeb Endorsed Diets, su pedestrian.tv, 10 febbraio 2019.
  75. ^ (EN) Jameela's April 2013 Column: 'Put It Away RiRi!', su Company. URL consultato il 21 settembre 2020.
  76. ^ (EN) Beyonce's Drawing A Line Under That 'Is She A Feminist Question' Once And For All, su Grazia. URL consultato il 21 settembre 2020.
  77. ^ (EN) Sandra Song, The Internet's Divided Over Jameela Jamil Calling Kardashians "Double Agents Of Patriarchy", su Nylon. URL consultato il 21 settembre 2020.
  78. ^ (EN) Actress Jameela Jamil Gets Slammed On Twitter For Criticizing CupcakKe's Weight Loss Methods, su BET.com. URL consultato il 6 ottobre 2020.
  79. ^ (EN) Sonia Rao, A brief history of Jameela Jamil and the Kardashians' differing views on body positivity, su washingtonpost.com, Washington Post. URL consultato il 6 ottobre 2020.
  80. ^ (EN) Jameela Jamil Speaks Out About Kim Kardashian's Use Of Corsets, su Elle, 25 giugno 2020. URL consultato il 21 settembre 2020.
  81. ^ (EN) Lauren Valenti, The Question of Cover-Up: Jameela Jamil Asks Why We Should Have to Hide Imperfections, su Vogue, 26 giugno 2019. URL consultato il 21 settembre 2020.
  82. ^ (EN) Mehera Bonner, Jameela Jamil Made Some Valid Points About Kim Kardashian's Skims Maternity Line, su Cosmopolitan, 14 settembre 2020. URL consultato il 21 settembre 2020.
  83. ^ (EN) Vic Parsons, Mermaids hits back at hateful smear campaign and confirms the only place it's going is to help trans kids, su PinkNews, 13 agosto 2020.
  84. ^ (EN) Kim Novak, Jameela Jamil denies deleting old tweets: 'I stand by all the s**t I've said', su Metro, 10 novembre 2020.
  85. ^ a b (EN) Kristin Iversen, Like My Good Friend Jameela Told Me At The Chateau Marmont…, su Nylon, 2 dicembre2018. URL consultato il 21 settembre 2020.
  86. ^ (EN) Alyssa Bailey, Jameela Jamil and Sara Sampaio Had a Very Long, Very Public Argument About Body Image and Modeling, su Elle, 16 ottobre 2019. URL consultato il 21 settembre 2020.
  87. ^ (EN) Jameela Jamil clashes with Victoria's Secret model Sara Sampaio, su The Independent, 16 ottobre 2019. URL consultato il 18 novembre 2020.
  88. ^ (EN) Hadley Freeman, Jameela Jamil: 'I won't become a double agent for the patriarchy', su theguardian.com, The Guardian, 28 luglio 2018. URL consultato il 21 settembre 2020.
  89. ^ (EN) Samantha Simon, Jameela Jamil Calls It Like She Sees It, su InStyle, 26 marzo 2020. URL consultato il 18 novembre 2020.
  90. ^ (EN) Carly Ledbetter, Jameela Jamil Calls Karl Lagerfeld 'A Ruthless, Fat-Phobic Misogynist', su HuffPost, 20 febbraio 2019. URL consultato il 21 settembre 2020.
  91. ^ (EN) I think what Jane Fonda is doing for climate change awareness is so amazing. But people keep swarming me with messages asking me when I'm going to go and get arrested too. I am a black female immigrant. I'm gonna support from the outside. And That is that on that. ❤️, su Twitter, 24 novembre 2019.
  92. ^ (EN) Stories, su culturallearningalliance.org.uk, Cultural Learning Alliance, 10 maggio 2011 (archiviato dall'url originale il 10 maggio 2011).
  93. ^ (EN) ‘Action’ - Volunteers, su Bacyp.co.uk, 7 dicembre 2009 (archiviato dall'url originale il 7 dicembre 2009).
  94. ^ (EN) National Awards, su Nationalawards.vinspired.com, 5 gennaio 2010 (archiviato dall'url originale il 5 gennaio 2010).
  95. ^ (EN) Photos from the Spongebob Squarepants Tenth Birthday Celebration and Charity Auction With The Saturdays, Sophie Ellis-Bextor, su Popsugar.co.uk, 22 gennaio 2010 (archiviato dall'url originale il 25 luglio 2011).
  96. ^ (EN) Jameela Jamil offers to wear chicken suit for a month for Comic Relief, su Digital Spy, 23 febbraio 2013.
  97. ^ (EN) Meghan Markle puts Sinéad Burke on the cover of Vogue's September issue, su The Irish Times. URL consultato il 31 luglio 2019.
  98. ^ (EN) Introducing our Entertainment Phenom Recipient, Jameela Jamil, su Wayback Machine, 19 luglio 2020. URL consultato il 6 novembre 2020.
  99. ^ Jameela Jamil stuns with boyfriend James Blake in New York, su Mail Online, 10 novembre 2019. URL consultato il 20 novembre 2019.
  100. ^ (EN) Jameela Jamil on Instagram: "3 years with this untalented bastard ❤️", su www.instagram.com. URL consultato il 7 giugno 2018.
  101. ^ (EN) Jane Mulkerrins, Jameela Jamil interview: 'I don't take it personally if people don't like me', su thetimes.co.uk, The Times. URL consultato il 21 novembre 2020.
  102. ^ (EN) jameelajamil, Twitter is Brutal (Tweet), su Twitter, 5 febbraio 2020.
  103. ^ (EN) Ben Hunte, Jameela Jamil announces she is ‘queer’ after backlash over TV role, su British Broadcasting Corporation/BBC News, 6 febbraio 2020.
  104. ^ (EN) Margaret Abrams, Jameela Jamil comes out as queer on Twitter after backlash over Legendary judge role, su Evening Standard, 6 febbraio 2020.
  105. ^ (EN) Olly Murs - Challenge 1 (Orange RockCorps), su YouTube, 15 agosto 2011.
  106. ^ (EN) 'The Good Place' star Jameela Jamil reveals how she lost her tooth in on-set fall, su ABC News, 1º ottobre 2018.
  107. ^ (EN) jameelajamil, I had an abortion when I was young, and it was the best decision I have ever made. Both for me, and for the baby I didn't want, and wasn't ready for, emotionally, psychologically and financially. So many children will end up in foster homes. So many lives ruined. So very cruel. (Tweet), su Twitter, 13 maggio 2019.
  108. ^ (EN) Kimberly Yam, Jameela Jamil Discusses Experience With Sexual Assault And Rape In Candid Interview, su WOMEN, 29 marzo 2019.
  109. ^ (EN) Janelle Okwodu, Jameela Jamil Is a Force for Revolutionary Self-Acceptance, su Vogue, 25 febbraio 2019. URL consultato il 20 settembre 2020.
    «I'd had anxiety and depression when I was younger and struggled a bit with OCD».
  110. ^ (EN) Nikki Ogunnaike, Jameela Jamil Is Shutting Up and Making Space in 2019, su Elle, Hearst Magazine Media, 31 gennaio 2019. URL consultato il 20 settembre 2020.
    «I did EMDR therapy, which is a specific kind of therapy that removes the conditioning of irrational thought... It's very good for PTSD, anxiety, depression, eating disorders, and OCD—all of which I had.».
  111. ^ (EN) jameelajamil, Today is #WorldMentalHealthDay This month, 6 years ago, I tried to take my own life. I'm so lucky that I survived, and went on to use EMDR to treat my severe PTSD. I urge you to hang on just a bit longer and ask for help if you need it. Because things can turn around. I promise. (Tweet), su Twitter, 10 ottobre 2019.
  112. ^ (EN) Jameela Jamil says surviving suicide bid has been 'extraordinary gift', su The Independent, 11 settembre 2020. URL consultato il 21 novembre 2020.
  113. ^ (EN) Olivia Singh, Jada Pinkett Smith says that 'repressed rage' caused her to have suicidal thoughts, su Insider. URL consultato il 21 novembre 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN6176151051915333530002 · LCCN (ENno2017145224 · WorldCat Identities (ENlccn-no2017145224