Gran Premio motociclistico d'Argentina 2018

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Argentina GP d'Argentina 2018
906º GP della storia del Motomondiale
2ª prova su 19 del 2018
Termas de Río Hondo.svg
Data 8 aprile 2018
Nome ufficiale Gran Premio Motul de la República Argentina
Luogo Termas de Río Hondo
Percorso 4,806 km
Circuito permanente
Risultati
MotoGP
280º GP nella storia della classe
Distanza 24 giri, totale 115,344 km
Pole position Giro veloce
Australia Jack Miller Spagna Marc Márquez
Ducati in 1'47,153 Honda in 1'39,902
(nel giro 22 di 24)
Podio
1. Regno Unito Cal Crutchlow
Honda
2. Francia Johann Zarco
Yamaha
3. Spagna Álex Rins
Suzuki
Moto2
142º GP nella storia della classe
Distanza 23 giri, totale 110,538 km
Pole position Giro veloce
Spagna Xavi Vierge Spagna Xavi Vierge
Kalex in 1'56,137 Kalex in 1'44.329
(nel giro 21 di 23)
Podio
1. Italia Mattia Pasini
Kalex
2. Spagna Xavi Vierge
Kalex
3. Portogallo Miguel Oliveira
KTM
Moto3
108º GP nella storia della classe
Distanza 21 giri, totale 100,926 km
Pole position Giro veloce
Italia Tony Arbolino Spagna Jorge Martín
Honda in 1'53,782 Honda in 1'55.968
(nel giro 18 di 21)
Podio
1. Italia Marco Bezzecchi
KTM
2. Spagna Arón Canet
Honda
3. Italia Fabio Di Giannantonio
Honda

Il Gran Premio motociclistico d'Argentina 2018 si è svolto l'8 aprile presso l'Autodromo di Termas de Río Hondo ed è stato la seconda prova del motomondiale 2018. La quindicesima edizione della storia di questo GP ha visto la vittoria di Marco Bezzecchi in Moto3, Mattia Pasini in Moto2 e Cal Crutchlow in MotoGP.

Curiosamente al termine delle prove ufficiali del sabato, svoltesi con tempo variabile, in tutte le classi hanno ottenuto la pole position dei piloti che non erano mai partiti al palo nelle rispettive classi: in Moto3 l'ha ottenuta Tony Arbolino, in Moto2 Xavi Vierge e in MotoGP Jack Miller.

MotoGP[modifica | modifica wikitesto]

Con le moto già schierate, la partenza è stata posticipata a causa della decisione della quasi totalità dei piloti di sostituire la moto predisposta per una gara sul bagnato con la seconda moto predisposta per l'asciutto; i piloti, una volta rientrati in pista sono stati schierati alla fine della griglia prevista, ad eccezione dell'unico pilota schieratosi con il mezzo in queste condizioni, l'australiano Jack Miller, che è restato nella posizione originaria di schieramento.

Al termine del giro di warm up la moto di Marc Márquez si è spenta; il pilota spagnolo ha provveduto a suo riavvio a spinta, rischierandosi nella posizione originaria con una manovra non contemplata dai regolamenti. In conseguenza di ciò, subito dopo la partenza gli è stata comminata la sanzione di un passaggio a velocità ridotta nella corsia dei box, dopo la quale si è ritrovato nelle ultime posizioni in classifica. Durante il tentativo di rimonta Márquez è incorso in un'altra penalità per un sorpasso irregolare nei confronti di Aleix Espargaró e, a pochi giri dal termine, è stato la causa di un contatto con Valentino Rossi, causando la caduta del pilota italiano. Per quest'ultima operazione è stato nuovamente sanzionato con 30" di penalizzazione, retrocedendo al 18º posto dal 5° ottenuto sul traguardo[1].

Dopo una gara molto combattuta, la prova è stata vinta dal britannico Cal Crutchlow su Honda RC213V che ha raggiunto anche la prima posizione provvisoria nella classifica generale, per la prima volta nella sua carriera in MotoGP. Alle sue spalle si sono piazzati Johann Zarco su Yamaha YZR-M1 e Álex Rins su Suzuki GSX-RR, che così si è piazzato sul podio per la prima volta in MotoGP.

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Squadra Motocicletta Tempo Griglia Punti
35 Regno Unito Cal Crutchlow LCR Honda CASTROL Honda RC213V 40'36.342 10º 25
5 Francia Johann Zarco Monster Yamaha Tech 3 Yamaha YZR-M1 +0,251 20
42 Spagna Álex Rins Suzuki Ecstar Suzuki GSX-RR +2,501 16
43 Australia Jack Miller Alma Pramac Racing Ducati Desmosedici +4,39 13
25 Spagna Maverick Viñales Movistar Yamaha Yamaha YZR-M1 +14,941 11
4 Italia Andrea Dovizioso Ducati Team Ducati Desmosedici +22,533 10
53 Spagna Esteve Rabat Reale Avintia Racing Ducati Desmosedici +23,026 9
29 Italia Andrea Iannone Suzuki Ecstar Suzuki GSX-RR +23,921 12º 8
55 Malaysia Hafizh Syahrin Monster Yamaha Tech 3 Yamaha YZR-M1 +24,311 23º 7
10º 9 Italia Danilo Petrucci Alma Pramac Racing Ducati Desmosedici +26,003 18º 6
11º 44 Spagna Pol Espargaró Red Bull KTM Factory Racing KTM RC16 +31,022 16º 5
12º 45 Regno Unito Scott Redding Aprilia Racing Team Gresini Aprilia RS-GP +31,891 15º 4
13º 30 Giappone Takaaki Nakagami LCR Honda IDEMITSU Honda RC213V +32,452 24º 3
14º 21 Italia Franco Morbidelli EG 0,0 Marc VDS Honda RC213V +42,061 22º 2
15º 99 Spagna Jorge Lorenzo Ducati Team Ducati Desmosedici +42,274 14º 1
16º 19 Spagna Álvaro Bautista Ángel Nieto Team Ducati Desmosedici +42,625 19º
17º 12 Svizzera Thomas Lüthi EG 0,0 Marc VDS Honda RC213V +43,35 20º
18º 93 Spagna Marc Márquez Repsol Honda Honda RC213V +43,86
19º 46 Italia Valentino Rossi Movistar Yamaha Yamaha YZR-M1 +52,082 11º
20º 17 Rep. Ceca Karel Abraham Ángel Nieto Team Ducati Desmosedici +1'03.944 13º
21º 10 Belgio Xavier Siméon Reale Avintia Racing Ducati Desmosedici +1'10.144 17º

Ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Squadra Motocicletta Giri Motivo Griglia
38 Regno Unito Bradley Smith Red Bull KTM Factory Racing KTM RC16 17 Caduta 21º
41 Spagna Aleix Espargaró Aprilia Racing Team Gresini Aprilia RS-GP 13 Ritiro
26 Spagna Dani Pedrosa Repsol Honda Honda RC213V 0 Caduta

Moto2[modifica | modifica wikitesto]

Svoltasi come seconda gara della giornata, si è disputata con pista che si stava asciugando ed è stata vinta dal pilota italiano Mattia Pasini che è rimasto in testa per quasi tutta la durata della prova e ha preceduto sul traguardo lo spagnolo Xavi Vierge e il portoghese Miguel Oliveira.

Dopo le prime due gare stagionali, in testa alla classifica generale vi sono Mattia Pasini, Lorenzo Baldassarri e Francesco Bagnaia.

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Squadra Motocicletta Tempo Griglia Punti
54 Italia Mattia Pasini Italtrans Racing Kalex 40'37.538 25
97 Spagna Xavi Vierge Dynavolt Intact GP Kalex +0,85 20
44 Portogallo Miguel Oliveira Red Bull KTM Ajo KTM +1,414 16
7 Italia Lorenzo Baldassarri Pons HP40 Kalex +5,178 13
73 Spagna Álex Márquez EG 0,0 Marc VDS Kalex +5,431 11
87 Australia Remy Gardner Tech 3 Racing Tech 3 Mistral 610 +10,425 10
36 Spagna Joan Mir EG 0,0 Marc VDS Kalex +13,379 17º 9
77 Svizzera Dominique Aegerter Kiefer Racing KTM +13,46 11º 8
42 Italia Francesco Bagnaia SKY Racing Team VR46 Kalex +22,038 15º 7
10º 23 Germania Marcel Schrötter Dynavolt Intact GP Kalex +22,867 20º 6
11º 27 Spagna Iker Lecuona Swiss Innovative Investors KTM +24,102 21º 5
12º 52 Regno Unito Danny Kent MB Conveyors - Speed Up Racing Speed Up +25,972 4
13º 22 Regno Unito Sam Lowes Swiss Innovative Investors KTM +26,01 3
14º 32 Spagna Isaac Viñales SAG Team Kalex +31,769 13º 2
15º 5 Italia Andrea Locatelli Italtrans Racing Kalex +33,264 26º 1
16º 10 Italia Luca Marini SKY Racing Team VR46 Kalex +33,828 12º
17º 45 Giappone Tetsuta Nagashima IDEMITSU Honda Team Asia Kalex +48,603 23º
18º 4 Sudafrica Steven Odendaal NTS RW Racing GP NTS +50,651 14º
19º 13 Italia Romano Fenati Marinelli Snipers Kalex +51,594 19º
20º 40 Spagna Héctor Barberá Pons HP40 Kalex +53,07 18º
21º 62 Italia Stefano Manzi Forward Racing Suter MMX2 +53,26 32º
22º 20 Francia Fabio Quartararo MB Conveyors - Speed Up Racing Speed Up +56,979 28º
23º 24 Italia Simone Corsi Tasca Racing Kalex +59,266 22º
24º 89 Malaysia Khairul Idham Pawi IDEMITSU Honda Team Asia Kalex +1'10.121 27º
25º 16 Stati Uniti Joe Roberts NTS RW Racing GP NTS +1'12.051 10º
26º 63 Malaysia Zulfahmi Khairuddin SIC Racing Kalex +1'32.993 31º
27º 21 Italia Federico Fuligni Tasca Racing Kalex +1'33.218 30º
28º 64 Paesi Bassi Bo Bendsneyder Tech 3 Racing Tech 3 Mistral 610 +1'36.078 25º
29º 51 Brasile Eric Granado Forward Racing Suter MMX2 +1'38.951 24º

Ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Squadra Motocicletta Giri Motivo Griglia
9 Spagna Jorge Navarro Federal Oil Gresini Kalex 3 Ritiro
41 Sudafrica Brad Binder Red Bull KTM Ajo KTM 1 Caduta 16º
95 Francia Jules Danilo Nashi Argan SAG Kalex 1 Ritiro 29º

Moto3[modifica | modifica wikitesto]

Prima gara della giornata, si è svolta su pista ancora molto bagnata dalla pioggia del mattino e alcuni piloti hanno deciso di prendere il via con gli pneumatici da asciutto, mentre altri si sono fermati nel corso della gara per procedere alla loro sostituzione. Ai primi posti della classifica si sono però classificati i piloti che hanno disputato tutta la prova con pneumatici da bagnato.

La vittoria è stata dell'italiano Marco Bezzecchi, al suo primo successo iridato, che ha preceduto lo spagnolo Arón Canet che si trova ora a comandare la classifica iridata dopo il secondo posto consecutivo ottenuto. Al terzo posto è giunto un altro italiano, Fabio Di Giannantonio.

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Squadra Motocicletta Tempo Griglia Punti
12 Italia Marco Bezzecchi Redox PrüstelGP KTM RC 250 GP 41'43.822 25
44 Spagna Arón Canet Estrella Galicia 0,0 Honda NSF250R +4,689 20
21 Italia Fabio Di Giannantonio Del Conca Gresini Honda NSF250R +4,963 16
33 Italia Enea Bastianini Leopard Racing Honda NSF250R +5,818 13
7 Malaysia Adam Norrodin Petronas Sprinta Racing Honda NSF250R +9,112 11
72 Spagna Alonso López Estrella Galicia 0,0 Honda NSF250R +13,349 21º 10
48 Italia Lorenzo Dalla Porta Leopard Racing Honda NSF250R +13,925 15º 9
23 Italia Niccolò Antonelli SIC58 Squadra Corse Honda NSF250R +14,363 8
19 Argentina Gabriel Rodrigo RBA BOE Skull Rider KTM RC 250 GP +16,573 7
10º 14 Italia Tony Arbolino Marinelli Snipers Honda NSF250R +24,299 6
11º 88 Spagna Jorge Martín Del Conca Gresini Honda NSF250R +25,373 5
12º 42 Spagna Marcos Ramírez Bester Capital Dubai KTM RC 250 GP +26,06 26º 4
13º 16 Italia Andrea Migno Ángel Nieto Team KTM RC 250 GP +26,376 10º 3
14º 84 Rep. Ceca Jakub Kornfeil Redox PrüstelGP KTM RC 250 GP +26,488 18º 2
15º 11 Belgio Livio Loi Reale Avintia Academy KTM RC 250 GP +26,537 16º 1
16º 71 Giappone Ayumu Sasaki Petronas Sprinta Racing Honda NSF250R +29,252 13º
17º 17 Regno Unito John McPhee CIP - Green Power KTM RC 250 GP +32,937 22º
18º 41 Thailandia Nakarin Atiratphuvapat Honda Team Asia Honda NSF250R +33,892 23º
19º 27 Giappone Kaito Toba Honda Team Asia Honda NSF250R +37,665 24º
20º 22 Giappone Kazuki Masaki RBA BOE Skull Rider KTM RC 250 GP +38,202 17º
21º 24 Giappone Tatsuki Suzuki SIC58 Squadra Corse Honda NSF250R +1'02.305 19º
22º 40 Sudafrica Darryn Binder Red Bull KTM Ajo KTM RC 250 GP +1'17.384 25º
23º 65 Germania Philipp Öttl Südmetall Schedl GP Racing KTM RC 250 GP +1'36.986 20º
24º 76 Kazakistan Makar Yurchenko CIP - Green Power KTM RC 250 GP +1 giro 28º

Ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Squadra Motocicletta Giri Motivo Griglia
5 Spagna Jaume Masiá Bester Capital Dubai KTM RC 250 GP 19 Caduta 11º
10 Italia Dennis Foggia SKY Racing Team VR46 KTM RC 250 GP 18 Caduta 14º
75 Spagna Albert Arenas Ángel Nieto Team KTM RC 250 GP 17 Caduta 12º
8 Italia Nicolò Bulega SKY Racing Team VR46 KTM RC 250 GP 16 Ritiro 27º

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ MotoGp, Argentina: vince Crutchlow, Marquez stende Valentino. Rossi: "Ho paura, lo fa apposta", su repubblica.it, 8 aprile 2018. URL consultato il 9 aprile 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Motomondiale - Stagione 2018
Flag of Qatar.svg Flag of Argentina.svg Flag of Texas.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Austria.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of San Marino.svg Flag of Aragon.svg Flag of Thailand.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
2017
Gran Premio motociclistico d'Argentina
Altre edizioni
Moto Portale Moto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di moto