Luca Marini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Luca Marini
Moto2-silver.jpg
Nazionalità Italia Italia
Motociclismo IlmorX3-003.png
Carriera
Carriera nel Motomondiale
Esordio 2013 in Moto3
Miglior risultato finale
Gare disputate 59
Gare vinte 1
Podi 5
Punti ottenuti 278
Pole position 2
Giri veloci 2
 

Luca Marini (Urbino, 10 agosto 1997) è un pilota motociclistico italiano che gareggia per il team SKY Racing Team VR46 di Moto2.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Stefania Palma, madre di Valentino Rossi, e di Massimo Marini, cresce a Tavullia e all'età di quasi 5 anni comincia ad avvicinarsi al mondo delle minimoto.[1] [2]

Fin da bambino gareggia con un logo composto dalla raffigurazione di Guido, bulldog di famiglia,[3] che tiene fra le zampe il numero 97 (suo anno di nascita). Tuttavia dalla stagione 2015, a causa della non disponibilità del 97, deve cambiare il numero sulla livrea delle sue moto, scegliendo quindi il 10.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2004 esordisce all'ultima gara di campionato europeo di minimoto nei Paesi Bassi arrivando quinto, per poi vincere all'endurance per Telethon dello stesso anno. Ottiene subito un'altra vittoria nella gara di Natale a Cattolica prima del 6º posto nelle selettive regionali per il campionato italiano minimoto.[4]

Nel 2008 partecipa all'Honda Junior Trophy vincendo qualche gara e ottenendo buoni risultati generali,[5] mentre nel 2010 gareggia nel campionato italiano mini gp con una Honda 125cc a quattro tempi del Team Gresini.[6]

Nel 2011 in sella a una "RMU", partecipa al campionato Italiano MiniGp80 (motociclette a due tempi 80 cm³ di cilindrata),[7] dove conquista sei pole position e sei vittorie su sei gare, ottenendo il titolo nazionale con due gare d'anticipo, per poi ripetere la doppietta anche nelle due gare conclusive.[8] Sempre a quattordici anni prende parte alla gara di apertura del campionato Italiano Velocità (CIV) sul circuito del Mugello: in sella a una Honda nella classe Moto3, firma il decimo tempo nelle prove libere e il tredicesimo nelle qualifiche, per classificarsi dodicesimo fra le Moto3 e ventunesimo assoluto.[4]

Nel 2013 corre con il team Twelve Racing nella categoria Moto3 del campionato italiano velocità, facendo occasionalmente da wild card in quello spagnolo (CEV) e una volta nel motomondiale. Vedendolo gareggiare in queste occasioni, l'Aspar Team si interessa a lui e arrivano quindi alla firma di un contratto per l'anno 2014,[9] durante il quale guida una Kalex-KTM nel campionato spagnolo velocità (già campionato internazionale),[10] ma a causa della sua notevole altezza è costretto a lasciare ben presto le Moto3 per motociclette di maggior cilindrata.[11] Nel 2015 esordisce quindi nella categoria Moto2 del CEV con il team Pons Racing, alla guida di una Kalex 600 cm³, concludendo la sua prima stagione con il quinto piazzamento in classifica generale e risultando il primo italiano a salire sul podio di Moto2 del campionato spagnolo velocità[12][13] (nello stesso anno divenuto Campionato Europeo ufficialmente riconosciuto da FIM Europe).[14][10]

Motomondiale[modifica | modifica wikitesto]

Esordisce nel Motomondiale Moto3 come pilota wildcard al Gran Premio di San Marino nel 2013, ma la sua gara finisce poco dopo la partenza a causa di un errore nel cambio di marcia. Nel 2015 corre il Gran Premio di San Marino come wildcard in Moto2, terminando la gara al ventunesimo posto ad oltre un minuto dal leader. Il 2 dicembre dello stesso anno viene ufficializzata l'entrata di Luca Marini nel team Forward Reacing Moto2 del Motomondiale,[15] a fianco del già presente pilota italiano Lorenzo Baldassarri, anch'egli facente parte della VR46 Riders Academy.[16]

Nelle qualifiche del primo gran premio di Moto2 del 2016, a causa di un incidente da cui il pilota esce indenne, la moto subisce grossi danni e Marini avrà il tempo di effettuare un solo giro, piazzandosi ventiseiesimo in griglia di partenza, finendo la gara in decima posizione. Due settimane dopo nel gran premio di Termas de Rio Hondo in Argentina, si qualifica ventiduesimo e concludendo la gara diciottesimo. Nel weekend successivo ad Austin, Texas, ottiene lo stesso piazzamento in qualifica, ma la sua gara termina presto a causa di un incidente dal quale esce illeso. In occasione del gran premio di Spagna sul di Jerez: conquista l'undicesimo piazzamento in griglia di partenza, finendo la gara al sedicesimo posto. Durante la gara perde l'anteriore e cade al terzo giro mentre è in lotta per la settima posizione, riprende la corsa e risale dall'ultimo posto fino al sedicesimo, posizione con cui finisce la gara. Sul circuito Bugatti di Le Mans si qualifica decimo e conclude la gara in dodicesima posizione.

In qualifica al Mugello raggiunge la decima posizione. Il giorno dopo in gara perde diverse posizioni al momento dello start, ma è in rimonta quando, durante il terzo giro, Álex Márquez lo centra in pieno nel tentativo di sorpassarlo. Cadono entrambi.[17] Nel giro successivo a seguito della caduta di Xavi Vierge è esposta bandiera rossa, e la gara viene fermata per ripristinare la sicurezza in pista. A causa di ulteriori complicazioni la ripartenza subisce un ritardo di oltre mezz'ora, ma Luca Marini non potrà comunque ripartire per via dei significativi danni alla moto subiti nello schianto con la barriera protettiva del circuito. Chiude la stagione al ventitreesimo posto in classifica piloti con 34 punti all'attivo e un sesto posto in Germania come miglior risultato.

Nel 2017 è nuovamente pilota titolare in Moto2, con lo stesso Team e lo stesso compagno di squadra della stagione precedente. Nelle prime quattro prove del campionato si classifica sempre in posizioni a punti ma nella quinta prova disputata a Le Mans cade poco dopo la partenza e nell'incidente subisce un infortunio alla spalla sinistra che comprometterà buona parte del resto della stagione. Riesce a partecipare al GP d'Italia giungendo sesto al traguardo, ma a Barcellona nel week-end successivo è costretto a rinunciare anche alle qualifiche a causa dell'edema esteso di braccio e spalla sorto nella caduta in Francia[18]. Ad Assen cade al primo giro in seguito a un contatto con Corsi, accusato di un impetuoso tentativo di sorpasso[19]. Partecipa alle qualifiche del Sachsenring (Germania), ma a causa del dolore e dei problemi persistenti alla spalla sinistra deve rinunciare a disputare anche questa gara; dei controlli medici successivi al week-end francese avevano evidenziano infatti una lieve frattura alla clavicola oltre alla contusione già nota[20]. Dopo cinque settimane di pausa il campionato riparte dalla Repubblica Ceca, dove si qualifica settimo. La gara iniziata sull'asciutto viene però interrotta a causa della pioggia dopo otto giri[21]; nella seconda breve parte di gara riparte dal decimo posto, rimontando fino al quarto posto, con due secondi di distacco dal podio, conquistando il suo miglior risultato nel Motomondiale fino a quel momento[22]. Anche in Austria la sua gara dura pochissimo; coinvolto indirettamente nell'incidente di Fabio Quartararo alla prima curva, che provoca una reazione a catena[23]. A Silverstone due settimane dopo si qualifica al quinto posto e conclude undicesimo dopo essere arrivato durante la gara anche fino al terzo posto[24]. Non ottiene punti nelle ultime sei prove della stagione, concludendo il campionato al 15º posto con 59 punti.

Nel 2018 passa allo SKY Racing Team VR46, che gli affida una Kalex; il compagno di squadra è Francesco Bagnaia. Ottiene il suo primo podio di carriera al Sachsenring, chiudendo in terza posizione dietro al vincitore Brad Binder e Joan Mir. Nel GP successivo, a Brno, ottiene la prima pole position in carriera, chiudendo poi la gara secondo in volata alle spalle del portoghese Miguel Oliveira. In Austria allunga la striscia di podi consecutivi terminando la gara al terzo posto. In Thailandia chiude in seconda posizione dietro al compagno Bagnaia, firmando la prima doppietta in Moto2 per lo Sky Racing Team VR46. Nel penultimo GP stagionale, in Malesia, ottiene la prima vittoria di carriera davanti ad Oliveira e al neoiridato Bagnaia.[25] Ottiene la pole position in Comunità Valenciana.

Mercoledì 19 settembre viene ufficializzata la sua permanenza in Moto2 con lo stesso team anche nel 2019, con compagno di squadra Nicolò Bulega.

Risultati nel motomondiale[modifica | modifica wikitesto]

2013 Classe Moto Flag of Qatar.svg Flag of Texas.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Germany.svg Flag of the United States.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of San Marino.svg Flag of Aragon.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Australia.svg Flag of Japan.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
Moto3 FTR NE Rit 0
2015 Classe Moto Flag of Qatar.svg Flag of Texas.svg Flag of Argentina.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Germany.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of San Marino.svg Flag of Aragon.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
Moto2 Kalex 21 0
2016 Classe Moto Flag of Qatar.svg Flag of Argentina.svg Flag of Texas.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Germany.svg Flag of Austria.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of San Marino.svg Flag of Aragon.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
Moto2 Kalex 10 18 Rit 16 12 Rit Rit Rit 6 17 Rit Rit 13 25 12 16 9 22 34 23º
2017 Classe Moto Flag of Qatar.svg Flag of Argentina.svg Flag of Texas.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Austria.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of San Marino.svg Flag of Aragon.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
Moto2 Kalex 6 12 10 5 Rit 6 Inf Rit Inf 4 Rit 11 Rit Rit Rit 23 Rit 23 59 15º
2018 Classe Moto Flag of Qatar.svg Flag of Argentina.svg Flag of Texas.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Austria.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of San Marino.svg Flag of Aragon.svg Flag of Thailand.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
Moto2 Kalex 9 16 13 Rit Rit 7 17 8 3 2 3 AN Rit 11 2 9 5 1 Rit 147
2019 Classe Moto Flag of Qatar.svg Flag of Argentina.svg Flag of Texas.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Austria.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of San Marino.svg Flag of Aragon.svg Flag of Thailand.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
Moto2 Kalex 8 7 6 8 13 38
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl, pilotegpmoto.com.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vale, mio fratello: "Vorrei batterlo. Con 10 titoli", su Ultime notizie sportive - La Gazzetta dello Sport. URL consultato l'8 febbraio 2016.
  2. ^ Clara Rossi: "Mio fratello Vale vuole sempre migliorare", su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato l'8 febbraio 2016.
  3. ^ MotoBar • Luca Marini, su motobar.motorionline.com. URL consultato l'8 febbraio 2016.
  4. ^ a b Luca Marini esordisce in Moto3: il fratellino di Valentino Rossi vuole diventare una stella, su Panorama. URL consultato l'8 febbraio 2016.
  5. ^ Sky Sport, Nel nome di Vale, Luca va forte come il Dottore | Sky Sport, su sport.sky.it. URL consultato l'8 febbraio 2016.
  6. ^ Ernesto Emmi, A me gli occhi: sono Luca, futuro Rossi, su www.gpone.com. URL consultato l'8 febbraio 2016.
  7. ^ MiniGP: Quarta vittoria su quattro per Luca Marini (fratello di Rossi), su Motoblog.it. URL consultato l'8 febbraio 2016.
  8. ^ MiniGp: A Vallelunga Luca Marini mette...la sesta, su CIV. URL consultato l'8 febbraio 2016.
  9. ^ Matteo Aglio, Luca Marini e Aspar insieme nel CEV, su www.gpone.com. URL consultato l'8 febbraio 2016.
  10. ^ a b CEV 2015: la Moto3 diventa Mondiale Juniores (e altre novità), su www.motociclismo.it. URL consultato il 24 febbraio 2016.
  11. ^ “Luca Marini è un bel pilota e ha possibilità di crescita incredibili”. Parola di Ezio Gianola, su pu24.it. URL consultato l'8 febbraio 2016.
  12. ^ Radio Tavullia International rivela: “Luca Marini è al centro del mercato piloti 2016 per la Moto2”, su pu24.it. URL consultato l'8 febbraio 2016.
  13. ^ CEV Moto2 Portimao Qualifiche: pole di Vierge, Luca Marini 2° all'esordio - Corsedimoto, su Corsedimoto. URL consultato il 24 febbraio 2016.
  14. ^ Spagna sempre più al centro di tutto. Il CEV diventa Mondiale ed Europeo. Calendario CEV 2015., su IN FULL GEAR Blog. Auto, Moto e Motorsport.. URL consultato il 24 febbraio 2016.
  15. ^ Moto2: Forward Racing ingaggia il fratello di Valentino Rossi, su Derapate. URL consultato l'8 febbraio 2016.
  16. ^ Marini in Moto2, su insella.it. URL consultato l'8 febbraio 2016.
  17. ^ Rossi-Marquez, adesso litigano anche i fratellini - Corsedimoto, su Corsedimoto, 25 maggio 2016. URL consultato il 26 maggio 2016.
  18. ^ Moto 2, Luca Marini annuncia il forfait per la corsa spagnola, su it.motorsport.com. URL consultato il 13 giugno 2017.
  19. ^ Moto2 Gara Assen: Marini, “Alcuni piloti pensano di vincere al primo giro”, su motograndprix.motorionline.com, 26 giugno 2017. URL consultato il 6 agosto 2017.
  20. ^ Moto2, Luca Marini si ritira dal GP di Germania, su sport.sky.it. URL consultato il 6 agosto 2017.
  21. ^ Moto2 in due parti: Luthi vince a Brno e accorcia su Morbidelli, solo 8°, su gazzetta.it. URL consultato il 6 agosto 2017.
  22. ^ Luthi doma la pioggia e trionfa a Brno. Marini ottimo quarto, su it.motorsport.com. URL consultato il 6 agosto 2017.
  23. ^ Moto2 Austria Gara: ko di Marini e Baldassarri, su motograndprix.motorionline.com, 14 agosto 2017. URL consultato il 28 agosto 2017.
  24. ^ Moto2 Silverstone Gara: Baldassarri, “Sono deluso”, su motograndprix.motorionline.com, 27 agosto 2017. URL consultato il 28 agosto 2017.
  25. ^ (EN) Moto2 Malaysia: Marini wins race, Bagnaia champion from third, su crash.net, 4 novembre 2018. URL consultato il 4 novembre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]