Nicolò Bulega

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nicolò Bulega
Bulega-Navarro-Bagnaia 2016 (cropped).jpg
Nicolò Bulega durante il Gran Premio del Qatar 2016
Nazionalità Italia Italia
Motociclismo IlmorX3-003.png
Carriera
Carriera nel Motomondiale
Esordio 2015 in Moto3
Miglior risultato finale
Gare disputate 50
Podi 2
Punti ottenuti 231
Pole position 2
Giri veloci 2
 

Nicolò Jarod Bulega (Montecchio Emilia, 16 ottobre 1999) è un pilota motociclistico italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Residente a San Clemente ma cresciuto a Taneto di Gattatico[1], è figlio di Davide Bulega, anch'egli pilota professionista. Inizia a correre nel 2007 nel campionato italiano di minimoto. Nel 2011 è campione italiano ed europeo MiniGP Junior 50. Nel 2012 si laurea campione italiano PreGP 125, mentre nel 2013 vince il campionato di categoria PreGP 250. Nel 2014 prende parte al campionato spagnolo di velocità, categoria Moto3, concludendo la stagione al sesto posto. Nel 2015 ottiene tre terzi posti, tre secondi posti e una vittoria, laureandosi campione nell'ultima gara a Valencia.

Esordisce nella classe Moto3 del motomondiale sempre nel 2015, correndo il Gran Premio della Comunità Valenciana in qualità di wild card a bordo di una KTM RC 250 GP dello SKY Racing Team VR46.

Nel 2016 entra a far parte dello SKY Racing Team VR46[2], con i compagni di squadra Andrea Migno, Romano Fenati[3] e Lorenzo Dalla Porta[4]. Nel primo Gran Premio stagionale in Qatar giunge sesto dopo aver battagliato a lungo nel gruppo dei primi.[5] In occasione del Gran Premio di Spagna ottiene la sua prima pole position[6] ed il suo primo podio nel contesto del motomondiale.[7] Ottiene un terzo posto in Giappone. Chiude la stagione al 7º posto in classifica piloti con 129 punti all'attivo.

Nel 2017 inizia la sua seconda stagione completa nel motomondiale, con lo stesso team e la stessa moto del 2016. Il compagno di squadra è ancora il connazionale Andrea Migno. Ottiene una pole position in Giappone. Nella tappa finale a Valencia, a seguito di una caduta, incorre in un infortunio al piede destro, concludendo così la sua stagione al dodicesimo posto in classifica piloti con 81 punti.

Nel 2018 rimane nello stesso team, con compagno di squadra Dennis Foggia. Mercoledì 19 settembre viene ufficializzato il suo passaggio in Moto2 con lo stesso team nel 2019 con compagno di squadra Luca Marini. In questa stagione è costretto a saltare il Gran Premio del Giappone, quello d'Australia, quello della Malesia e quello della Comunità Valenciana a causa di un incidente domestico, il suo posto in squadra, in questo frangente, viene preso da un altro giovane pilota della VR46 Academy: Celestino Vietti Ramus.[8] Ha concluso la stagione al 26º posto con 18 punti e ha ottenuto un settimo posto in Thailandia come miglior risultato in gara.

Risultati nel motomondiale[modifica | modifica wikitesto]

2015 Classe Moto Flag of Qatar.svg Flag of Texas.svg Flag of Argentina.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Germany.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of San Marino.svg Flag of Aragon.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
Moto3 KTM 12 4 31º
2016 Classe Moto Flag of Qatar.svg Flag of Argentina.svg Flag of Texas.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Germany.svg Flag of Austria.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of San Marino.svg Flag of Aragon.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
Moto3 KTM 6 18 10 2 5 8 5 7 Rit 9 9 5 4 Rit 3 Rit Rit 17 129
2017 Classe Moto Flag of Qatar.svg Flag of Argentina.svg Flag of Texas.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Austria.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of San Marino.svg Flag of Aragon.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
Moto3 KTM 14 16 5 7 17 10 9 10 4 23 11 20 5 14 12 11 Rit NP 81 12º
2018 Classe Moto Flag of Qatar.svg Flag of Argentina.svg Flag of Texas.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Austria.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of San Marino.svg Flag of Aragon.svg Flag of Thailand.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
Moto3 KTM Rit Rit Rit 17 Rit 21 Rit 11 14 19 23 AN Rit 14 7 Inf Inf Inf Inf 18 26º
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl, pilotegpmoto.com.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Paolo Bellodi, La ragazza, il sushi, i cappelletti: ecco la benzina di Bulegas, Il Resto del Carlino, 26 aprile 2016.
  2. ^ Paolo Gozzi, Nicolò Bulega, l’allievo di Valentino che ha battuto gli spagnoli (a casa loro), gazzetta.it, 1º novembre 2015.
  3. ^ Fino al Gran Premio di Germania
  4. ^ Dal Gran Premio di Gran Bretagna
  5. ^ Giovanni Zamagni, Moto3, Qatar, Antonelli vince su Binder al fotofinish. Cinque italiani fra i primi 6, gazzetta.it, 20 marzo 2016.
  6. ^ Redazione Gazzetta dello Sport, Moto3, Bulega: a Jerez prima pole in carriera, gazzetta.it, 23 aprile 2016.
  7. ^ Massimo Calandri, Moto3, Bulega secondo a Jerez: è nata una stella. Rossi: "Questo è solo l'inizio", La Repubblica, 24 aprile 2016.
  8. ^ Diana Tamantini, Moto3, Motegi: Nicolò Bulega out per infortunio, debutta Celestino Vietti Ramus, Corsedimoto, 16 ottobre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]