Fabio Di Giannantonio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Fabio Di Giannantonio
Di Giannantonio-Dalla Porta 2016 (cropped).jpg
Di Giannantonio durante il Gran Premio d'Olanda 2016
Nazionalità Italia Italia
Motociclismo IlmorX3-003.png
Carriera
Carriera nel Motomondiale
Esordio 2015 in Moto3
Miglior risultato finale
Gare disputate 51
Gare vinte 2
Podi 13
Punti ottenuti 462
Giri veloci 3
 

Fabio Di Giannantonio (Roma, 10 ottobre 1998) è un pilota motociclistico italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

È originario del quartiere Eur di Roma.[1] Nel 2009 è campione europeo minimoto junior, nel 2010 si aggiudica la vittoria del Trofeo Honda HIRP 100 cm³ mentre nel 2012 il titolo italiano 250 cm³ PreGP. Nel 2015 è secondo nel campionato italiano di velocità, categoria Moto3, grazie a due vittorie. Nello stesso anno prende parte alla Red Bull MotoGP Rookies Cup, conquistando tre vittorie e il secondo posto nella classifica finale.[2]

Esordisce nella classe Moto3 del motomondiale nel 2015, correndo il GP della Comunità Valenciana in qualità di pilota sostitutivo a bordo di una Honda NSF250R del team Gresini Racing. Nel 2016 rimane nello stesso team, con compagno di squadra Enea Bastianini. Ottiene i primi punti iridati e il suo primo podio al Gran Premio d'Italia, dopo essere stato anche al comando della corsa per alcuni giri.[3] Si ripete ad Assen, gara che ha visto salire sul podio altri due italiani: Francesco Bagnaia e Andrea Migno.[4] In Repubblica Ceca giunge terzo sotto la pioggia. Ad Aragon giunge quarto, in Giappone e a Valencia quinto. Chiude la stagione al 6º posto in classifica piloti con 134 punti all'attivo.

Nel 2017 è nuovamente pilota titolare del team Del Conca Gresini, il compagno di squadra è Jorge Martín. Durante i test prestagionali a Valencia subisce una frattura alla clavicola, che comunque non gli preclude la possibilità di partecipare alla prima gara stagionale in Qatar, dove arriva in ottava posizione, facendo anche segnare il giro più veloce. Ad Austin, nel GP delle Americhe raggiunge il terzo posto, che replica in Francia. Nel Gran Premio d'Italia arriva sul secondo gradino del podio. Dopo una parte centrale di campionato sottotono torna a podio nel GP di San Marino con un terzo posto sotto la pioggia. Nella gara successiva, ad Aragon, il pilota romano conquista il quinto podio stagionale con il secondo posto alle spalle di Mir e per la seconda volta nella stagione va a podio per due gare di seguito. Chiude la stagione al quinto posto in classifica piloti con 153 punti ottenuti.

Nel 2018 partecipa al mondiale di Moto3 confermato dal Team Gresini con compagno di squadra sempre Jorge Martín. Alla prima gara, in Qatar, scattando dalla sedicesima posizione conclude la gara al sesto posto dopo aver lottato per il terzo gradino del podio. Nella gara successiva sotto la pioggia, a Termas de Rio Hondo, riesce a salire sul terzo gradino del podio dopo aver lottato assieme a Canet per la seconda posizione, salvo arrendersi alla possibilità di agguantare il secondo posto a causa di un contatto con Masia nelle fasi finali della corsa. Ad Austin, in Texas, dopo un inizio di gara in testa, si deve arrendere all'usura degli pneumatici che lo portano a un errore mentre era in lotta per la vittoria, costringendolo a un quinto posto finale. Nel quarto appuntamento, a Jerez, replica in qualifica il suo miglior risultato in assoluto partendo dalla terza piazza. In gara dopo aver lottato nei primi giri per le posizioni di testa, un problema alla moto lo porta a subire molti sorpassi sui rettilinei. Chiude la gara al settimo posto, anche grazie a un incidente alla curva 6 provocato da Aron Canet che coinvolge Martín, Bastianini e Arbolino. Nel GP di Francia a Le Mans, Di Giannantonio parte ottavo e dopo aver disputato tutta la gara nelle prime posizioni all'ultimo giro supera Martin e Bezzecchi e taglia il traguardo in prima posizione. A causa di un taglio di curva viene penalizzato di 3 secondi e chiude al quarto posto. Al Mugello raggiunge il terzo posto dopo una lotta durata per tutto il Gran Premio con Jorge Martin, primo, e Marco Bezzecchi, secondo. Questo è il terzo podio in tre apparizioni al Mugello per Di Giannantonio. Al settimo appuntamento della stagione, a Montmelò, parte dalla tredicesima posizione. Dopo i primi giri attorno alla top 10, rischia un high side e si ritrova in ultima posizione. Grazie a una rimonta, Di Giannantonio riesce a concludere la gara al settimo posto. Nel successivo GP, in Olanda, raggiunge il nono posto mentre in Germania si ritira a causa di una caduta. Il 5 agosto, nel Gran Premio di Repubblica Ceca, centra la sua prima vittoria nel motomondiale.[5] Nel Gran Premio di San Marino giunge terzo. Prima del Gran Premio della Tailandia firma un contratto per le stagione 2019-2020 con il team Speed Up, passando dopo tre stagioni in Moto3 al mondiale Moto2. Nel GP della Tailandia Di Giannantonio vince per la seconda volta in stagione partendo dalla nona posizione in griglia.

Risultati nel motomondiale[modifica | modifica wikitesto]

2015 Classe Moto Flag of Qatar.svg Flag of Texas.svg Flag of Argentina.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Germany.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of San Marino.svg Flag of Aragon.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
Moto3 Honda 23 0
2016 Classe Moto Flag of Qatar.svg Flag of Argentina.svg Flag of Texas.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Germany.svg Flag of Austria.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of San Marino.svg Flag of Aragon.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
Moto3 Honda 26 25 17 Rit 17 2 9 2 5 8 3 6 10 4 5 Rit 15 5 134
2017 Classe Moto Flag of Qatar.svg Flag of Argentina.svg Flag of Texas.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Austria.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of San Marino.svg Flag of Aragon.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
Moto3 Honda 8 Rit 3 5 3 2 7 Rit 11 21 6 10 3 2 7 Rit 9 Rit 153
2018 Classe Moto Flag of Qatar.svg Flag of Argentina.svg Flag of Texas.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Austria.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of San Marino.svg Flag of Aragon.svg Flag of Thailand.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
Moto3 Honda 6 3 5 7 4 3 7 9 Rit 1 11 AN 3 4 1 175
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl, pilotegpmoto.com.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]