Celestino Vietti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Celestino Vietti Ramus
Nazionalità Italia Italia
Motociclismo IlmorX3-003.png
Carriera
Carriera nel Motomondiale
Esordio 2018 in Moto3
Miglior risultato finale
Gare disputate 46
Gare vinte 2
Podi 8
Punti ottenuti 324
Pole position 1
Giri veloci 2
 

Celestino Vietti Ramus (Cirié, 13 ottobre 2001) è un pilota motociclistico italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2015 vince il campionato italiano Premoto3 250 4t,[1] categoria del CIV in cui vince 7 gare su 8. Il 15 dicembre 2015 entra a far parte della VR46 Academy[2] restando nel CIV ma salendo di categoria, passando in Moto3 per la stagione 2016 nella squadra RMU Racing.[3] Dopo una stagione nella Moto3 del CIV dove si classifica 12º[4], nel 2017 arriva il debutto nel CEV Junior World Championship con lo SKY Racing Team VR46 dove si classifica 25º.

Nel 2018 corre per il secondo anno consecutivo nel CEV Junior World Championship, sempre con lo SKY Racing Team VR46. Conclude al 10º posto. In più, ha modo di esordire nel motomondiale, sempre con lo stesso team, in sostituzione dell'infortunato Nicolò Bulega.[5] Alla gara del debutto in Giappone ottiene il 14º posto e i primi punti iridati,[6] in Australia ottiene il suo primo podio con il 3º posto.[7] Corre anche in Malesia, dove é costretto al ritiro in seguito a una caduta mentre si trovava in terza posizione, e a Valencia dove conclude 10º. Termina la sua mini-stagione al 25º posto in classifica con 24 punti.

Nel 2019 diventa pilota titolare nello stesso team, con compagno di squadra Dennis Foggia. Ottiene tre terzi posti (Spagna, Catalogna e Giappone). Il 5 ottobre 2019 conquista la prima pole in carriera in occasione del Gran Premio motociclistico di Thailandia. Il 17 novembre al termine dell'ultima gara a Valencia conquista il titolo di Rookie dell'anno 2019. Chiude la stagione al 6º posto con 135 punti.

Nel 2020 corre con lo stesso team della stagione precedente, il compagno di squadra è Andrea Migno. Ottiene un terzo posto in Andalusia. Il 23 agosto vince la sua prima gara nel gran premio di Stiria al Red Bull Ring.[8] Giunge secondo nel Gran Premio dell'Emilia Romagna. L'11 ottobre vince la sua seconda gara nel Gran Premio di Francia, dopo essersi portato in prima posizione al penultimo giro con un doppio sorpasso. Chiude la stagione al 5º posto con 146 punti.

Il 7 novembre 2020 viene annunciata la sua promozione in Moto2 al fianco di Marco Bezzecchi.

Risultati nel motomondiale[modifica | modifica wikitesto]

2018 Classe Moto Flag of Qatar.svg Flag of Argentina.svg Flag of Texas.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Austria.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of San Marino.svg Flag of Aragon.svg Flag of Thailand.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
Moto3 KTM 14 3 Rit 10 24 25º
2019 Classe Moto Flag of Qatar.svg Flag of Argentina.svg Flag of Texas.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Austria.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of San Marino.svg Flag of Aragon.svg Flag of Thailand.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
Moto3 KTM 5 14 9 3 7 9 3 Rit Rit 19 4 9 Rit 14 6 3 Rit 5 8 135
2020 Classe Moto Flag of Qatar.svg Flag of Spain.svg Bandera de Andalucía.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Austria.svg Flag of Styria (state).svg Flag of San Marino.svg Fictional Emilia-Romagna Flag.svg Flag of Catalonia.svg Flag of France.svg Flag of Aragon.svg Teruel (provincia).svg Flag of Europe.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Flag of Portugal.svg Punti Pos.
Moto3 KTM 28 5 3 13 5 1 Rit 2 8 1 9 5 23 24 7 146
2021 Classe Moto Flag of Qatar.svg Flag of Qatar.svg Flag of Portugal.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of Germany.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Styria (state).svg Flag of Austria.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Aragon.svg Flag of San Marino.svg Flag of Japan.svg Flag of Thailand.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
Moto2 Kalex 12 7 Rit 18 19 16 14 15
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl, pilotegpmoto.com.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vietti Ramus è il primo campione Tricolore 2015, su it.motorsport.com, Motorsport Network, 19 luglio 2015. URL consultato il 29 ottobre 2018.
  2. ^ Vietti Ramus e Foggia entrano nella VR46 Academy, su it.motorsport.com, Motorsport Network, 15 dicembre 2015. URL consultato il 29 ottobre 2018.
  3. ^ Presentato il team e il reparto corse RMU Racing, su it.motorsport.com, Motorsport Network, 14 febbraio 2016. URL consultato il 29 ottobre 2018.
  4. ^ CIV 2016, Mugello: risultati, classifiche e foto dei round 9 e 10. Baiocco, Roccoli e tutti i campioni, su motociclismo.it, Edisport Editoriale S.r.l., 12 ottobre 2016. URL consultato il 29 ottobre 2018.
  5. ^ Moto3, Motegi: Nicolò Bulega out per infortunio, debutta Celestino Vietti Ramus, su corsedimoto.com, CdM Editore, 16 ottobre 2018. URL consultato il 29 ottobre 2018.
  6. ^ (EN) MOTUL GRAND PRIX OF JAPAN Moto3 Classifica gara 2018, su motogp.com, Dorna Sports S.L., 21 ottobre 2018. URL consultato il 29 ottobre 2018.
  7. ^ Moto3, Phillip Island: Arenas batte in volata Di Giannantonio ed un super Vietti, su it.motorsport.com, Motorsport Network, 28 ottobre 2018. URL consultato il 29 ottobre 2018.
  8. ^ Moto3, GP Stiria: Vietti firma la prima vittoria su Arbolino!, su it.motorsport.com, Motorsport Network, 23 agosto 2020. URL consultato il 29 novembre 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]