Suzuki GSX-RR

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Suzuki GSX-RR
Suzuki MotoGP Bike GSX-RR 2017.jpg
La GSX-RR guidata da Andrea Iannone nel 2017
Costruttore Giappone  Suzuki
Tipo Prototipo da competizione
Produzione dal 2014
Sostituisce la Suzuki GSV-R
Modelli simili Aprilia RS-GP
Ducati Desmosedici
Honda RC213V
Yamaha YZR-M1
KTM RC16

La Suzuki GSX-RR è una motocicletta prodotta dalla Suzuki per gareggiare, a partire dal 2015, nella classe MotoGP del motomondiale per il Team Suzuki ECSTAR.

Con questo modello la casa motociclistica giapponese torna a competere nel motomondiale, dopo il ritiro avvenuto al termine del 2011.

Piloti[modifica | modifica wikitesto]

Lo sviluppo della moto, iniziato nel 2013, ha coinvolto come collaudatori i piloti Nobuatsu Aoki e Randy De Puniet con quest'ultimo che l'ha portata al debutto in occasione della prova conclusiva della stagione 2014, il Gran Premio motociclistico della Comunità Valenciana 2014.

Nel motomondiale 2015 è stata affidata ai due piloti spagnoli Aleix Espargaró e Maverick Viñales, riconfermati anche per la stagione seguente. Il primo risultato sul podio è stato ottenuto da Viñales, con il terzo posto nel Gran Premio motociclistico di Francia 2016.

Nel motomondiale 2017 viene guidata dal pilota italiano proveniente dalla Ducati Andrea Iannone e dal rookie Álex Rins.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Caratteristiche tecniche - Suzuki GSX-RR (2015)
2015 Suzuki GSX-RR at the Tokyo.JPG
Dimensioni e pesi
Ingombri (lungh.×largh.×alt.) 2096 × 720 × 1140 mm
Interasse: 1457 mm Massa a vuoto: 148 kg Serbatoio: 22 litri
Meccanica
Tipo motore: Quadricilindrico a 4 tempi Raffreddamento: a liquido
Cilindrata 1000 cm³
Distribuzione: DOHC a 4 valvole cilindro Alimentazione: iniezione elettronica
Potenza: oltre 169 kW (230 CV) a 15.500 rpm Coppia: Rapporto di compressione:
Frizione: multidisco a secco Cambio: sequenziale a 6 rapporti
Accensione Mitsubishi CDI
Trasmissione a catena
Avviamento a spinta
Ciclistica
Telaio in alluminio
Sospensioni Anteriore: forcella Ohlins a steli rovesciati da 42mm completamente regolabile "Öhlins" TT25 / Posteriore: monoammortizzatore completamente regolabile "Öhlins" TT44
Freni Anteriore: doppio disco in carbonio da 305 a 314 mm con pinza Brembo da 4 pistoncini / Posteriore: disco singolo da 200 mm con pinza Brembo da 2 pistoncini
Pneumatici Bridgestone su cerchi JB Magtan anteriore e posteriore da 17,5
Prestazioni dichiarate
Velocità massima oltre 330 km/h
Fonte dei dati: [1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Suzuki unveils its MotoGP team name as Team SUZUKI ECSTAR, su suzuki-racing.com. URL consultato il 18 luglio 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]