Constantine (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Constantine
Titolo originaleConstantine
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2005
Durata121 min
Rapporto2,35:1
Genereazione, fantastico, orrore, giallo
RegiaFrancis Lawrence
SoggettoJamie Delano, Garth Ennis (fumetto Hellblazer), Kevin Brodbin
SceneggiaturaKevin Brodbin, Frank A. Cappello
ProduttoreLauren Shuler Donner, Benjamin Melniker, Michael E. Uslan, Erwin Stoff, Lorenzo di Bonaventura, Akiva Goldsman
Produttore esecutivoGilbert Adler, Michael Aguilar
Casa di produzioneWarner Bros. Pictures, Village Roadshow Pictures, Vertigo Entertainment, The Donners' Company, 3 Arts Entertainment, Di Bonaventura Pictures, Weed Road Pictures
Distribuzione in italianoWarner Bros. Pictures
FotografiaPhilippe Rousselot
MontaggioWayne Wahrman
Effetti specialiAllen Hall, Michael L. Fink
MusicheKlaus Badelt, Brian Tyler
ScenografiaNaomi Shohan, David Lazan, Douglas A. Mowat
CostumiLouise Frogley
TruccoVe Neill, Joel Harlow, John Rosengrant, Shane Mahan
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Constantine.logo.jpeg
Logo ufficiale del film

Constantine è un film del 2005 diretto da Francis Lawrence, basato sulla serie di fumetti Hellblazer edita da Vertigo, etichetta della DC Comics.[1] Ha vinto il premio ASCAP Award per le musiche.[2]

Alcune immagini del film sono state utilizzate per realizzare il video musicale della canzone Passive tratta dall'album Emotive degli A Perfect Circle[3].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

In Messico, tra le rovine di una chiesa, uno spazzino di nome Manuel trova una punta di lancia avvolta in una bandiera nazista che più tardi si scoprirà essere la Lancia del Destino. Non appena prende in mano la lancia, Manuel viene posseduto da un’entità maligna e si mette in viaggio verso Los Angeles.

A Los Angeles, l’occultista John Constantine esorcizza una bambina posseduta da un demone. Constantine riesce ad intrappolare il demone in uno specchio e a distruggerlo, ma si rende conto che l’essere stava cercando di raggiungere la dimensione terrena, cosa che in teoria non sarebbe possibile in virtù del cosiddetto “Equilibrio”, un patto tra Paradiso e Inferno che proibisce ad angeli e demoni di lasciare i rispettivi regni; il mantenimento dell’Equilibrio sulla Terra è garantito da “sanguemisto” angelici e demoniaci a cui non è però consentito interferire direttamente con le vicende umane. Constantine si consulta con il sanguemisto angelico Gabriele e chiede una proroga per poter indagare; Constantine, infatti, sta per morire a causa di un cancro ai polmoni, provocato dalle sigarette che fuma in continuazione, ed è condannato all'Inferno per aver tentato il suicidio da ragazzo. Gabriele rifiuta di concedergli altro tempo e gli ricorda che ciò che sta facendo, ossia usare le sue facoltà per tentare di comprarsi il Paradiso, non potrà mai dargli la salvezza.

Constantine scampa all’aggressione di un demone e si consulta con Papa Midnite, uno stregone proprietario di un locale che funge da territorio neutro e rifugio per i sanguemisto. Papa Midnite, però, a sua volta neutrale, rifiuta di aiutarlo per non alterare l’Equilibrio e Constantine se ne va dopo una discussione con il mezzo demone Balthazar.

Altrove, la detective Angela Dodson indaga sulla morte della sorella gemella Isabel, gettatasi dal tetto dell’ospedale psichiatrico dov’era ricoverata. Angela è convinta che Isabel, fervente cattolica, sia stata in realtà uccisa e si rivolge a Constantine. L’esorcista rifiuta di lasciarsi coinvolgere, ma quando scopre che la stessa Angela è nel mirino delle forze infernali, decide di aiutarla. Constantine si trasporta brevemente all’Inferno e tra i dannati trova Isabel, condannata per l’eternità a rivivere il proprio suicidio. Nel frattempo, il sensitivo padre Hennessy, amico di Constantine, ispeziona il cadavere di Isabel e scopre un marchio satanico; subito dopo, Hennessy viene indotto a suicidarsi da una forza malefica che lo spinge a bere fino alla morte.

Grazie alle informazioni di Angela, Constantine intuisce che Isabel era una sensitiva e che la stessa Angela possiede poteri latenti; per aiutarla a risvegliarli, Constantine le procura un’esperienza di premorte. Su richiesta dell’esorcista, il demonologo Beeman indaga sul simbolo trovato da padre Hennessy e scopre che si tratta del marchio di Mammon, il figlio di Lucifero. Mammon intende raggiungere la dimensione terrena per farne il proprio regno, ma per riuscirci deve possedere un sensitivo e quindi ottenere “aiuto divino”; l'ospite prescelto era proprio Isabel, che si è uccisa nel tentativo di fermare Mammon, e ora il demonio vuole incarnarsi nel corpo di Angela. Beeman viene assassinato dalla stessa entità che ha ucciso padre Hennessy, e Angela, grazie ai propri ritrovati poteri, percepisce che si tratta di Balthazar.

Constantine tortura Balthazar per costringerlo a rivelare qual è l’aiuto divino di cui Mammon intende servirsi e per farlo parlare minaccia di mandarlo in Paradiso. Balthazar, messo alle strette, confessa gli omicidi e rivela che l’aiuto in questione è la Lancia del Destino, con cui Angela dovrà essere uccisa mentre è posseduta da Mammon. Subito dopo, Angela viene rapita da una forza misteriosa e portata al cospetto di Mammon, arrivato nel corpo di Manuel, e il demonio riesce ad impossessarsi di lei.

Papa Midnite, in seguito alle violazioni all’Equilibrio commesse da Balthazar, decide di schierarsi e aiuta Constantine fornendogli delle armi sacre. Constantine, aiutato dal giovane assistente e apprendista Chas Kramer, affronta Mammon, ma il demonio è troppo potente e uccide Chas. Come se non bastasse, interviene Gabriele, che si scopre essere la vera mente dietro le azioni di Mammon e Balthazar: l’angelo ritiene infatti che il genere umano debba mostrarsi degno dell’amore di Dio, e potrà farlo solo sopravvivendo agli orrori che Mammon scatenerà sulla Terra. Gabriele mette fuori combattimento Constantine e si appresta a trafiggere Angela con la Lancia del Destino; Constantine, allora, decide di suicidarsi tagliandosi le vene, in modo da richiamare l’attenzione di Lucifero, ben sapendo di essere “l’unica anima che il Diavolo ritirerebbe personalmente”.

Lucifero, come previsto, interviene e ferma Mammon, rispedendolo all’Inferno. Il Diavolo decide di restituire il favore a Constantine concedendogli qualche altro anno di vita, ma Constantine rinuncia e chiede invece che all’anima di Isabel sia concesso di andare in Paradiso. Lucifero lo accontenta e si appresta a portarlo all’Inferno, ma a quel punto anche a Constantine, finalmente redento grazie al suo sacrificio, viene permesso di andare in cielo; Lucifero, furioso per la beffa, pur d’impedirlo riporta in vita Constantine guarendolo dal cancro, nella speranza d’indurlo a rovinarsi e a dannarsi un’altra volta.

Gabriele, perduta ogni protezione divina a causa delle sue malefatte, viene privato delle ali e diventa umano; Constantine, però, rinuncia a vendicarsi di lui, dimostrando di essere diventato migliore. Qualche tempo dopo, Constantine incontra Angela e le affida la Lancia del Destino affinché la nasconda.

In una scena dopo i titoli di coda, Constantine visita la tomba di Chas e depone sulla lapide il proprio accendino. Mentre si allontana, Constantine vede l’anima di Chas, divenuto angelo, volare in Paradiso.

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Dal film è stato poi tratto, nel corso di quello stesso anno, uno sparatutto in terza persona dallo stesso titolo pubblicato dalla THQ per PlayStation 2 ed Xbox.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La svolta di Keanu Reeves, in missione per conto di Dio, su repubblica.it, 26 febbraio 2005.
  2. ^ Top Box Office Films, in www.ascap.com. URL consultato il 25 marzo 2018.
  3. ^ (EN) Rebecca Murray, The Perfect Circle's "Passive" Song Featured in "Constantine", in Movies About.com. URL consultato il 28 dicembre 2012 (archiviato dall'url originale il 29 settembre 2012).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema