Hellblazer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Hellblazer
serie regolare a fumetti
Lingua orig.inglese
PaeseStati Uniti
TestiJamie Delano, Garth Ennis
DisegniJohn Ridgway
EditoreDC Comics - Vertigo
1ª edizione1988
Albi300 (completa)
Editore it.Planeta De Agostini, Magic Press, RW Lion
Collana 1ª ed. it.Horror n. 1
1ª edizione it.Giugno 1990
Periodicità it.Irregolare; Mensile; Bimestrale

Hellblazer è una serie di fumetti pubblicata dalla Vertigo, divisione editoriale della DC Comics, incentrata sul personaggio immaginario di John Constantine pubblicata dal 1988 al 2013 per 300 numeri.

Dalla serie a fumetti è stata tratta nel 2005 un lungometraggio cinematografico, Constantine,[1][2] e nel 2014 una serie televisiva[3].

Storia editoriale[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver esordito nella serie Swamp Thing (Vol. 2) al personaggio venne assegnata una propria serie intitolata Hellblazer (Vol. 1) esordita nel 1988, scritta da Jamie Delano e disegnata da John Ridgway, con le caratteristiche copertine con disegni e collage di Dave McKean.[4][5][6] Il titolo originale, Hellraiser, venne scartato a causa dell'omonimia con il contemporaneo film Hellraiser di Clive Barker al quale non era correlato.

Altri che hanno lavorato alla serie sono gli scrittori Garth Ennis, Paul Jenkins, Warren Ellis, Darko Macan, Brian Azzarello, John Smith, Mike Carey e Denise Mina; e i disegnatori Mark Buckingham, Tim Bradstreet, Steve Dillon, Marcelo Frusin, Leonardo Manco e Sean Phillips. Di recente, il famoso scrittore di gialli Ian Rankin ha annunciato che è al lavoro su una storia composta da sei numeri per Hellblazer che potrebbe alla fine diventare una graphic novel. [7]

Una nuova serie regolare dedicata al personaggio, The Hellblazer, è esordita nel 2016 all'interno del rilancio editoriale della DC Comics denominato Rebirth.[8][9][10]

Il personaggio è apparso in altre serie come The Sandman e Shade, the Changing Man. È stato anche un personaggio secondario ricorrente sia in Swamp Thing che in The Books of Magic.

Autori[modifica | modifica wikitesto]

Scrittori[modifica | modifica wikitesto]

Serie principale[modifica | modifica wikitesto]

Speciali e spin-off[modifica | modifica wikitesto]

Storie brevi[modifica | modifica wikitesto]

  • Dave Gibbons ('Another Bloody Christmas' in Winter's Edge 3)
  • Mike Carey ('Exposed' in 9/11 Volume 2)
  • Jamie Delano ('Prodigal Son' in Vertigo Secret Files: Hellblazer)
  • Garth Ennis ('Tainted Love' in Vertigo Jam e 'All Those Little Girls and Boys' in Winter's Edge 2)
  • Paul Jenkins ('Tell Me' in Winter's Edge 1)
  • Brian Azzarello ('The Origin of Vice' in Vertigo Secret Files: Hellblazer)

Disegnatori di copertine[modifica | modifica wikitesto]

Serie principale[modifica | modifica wikitesto]

Da notare che anche Tim Bradstreet ha fatto una copertina per l'originale numero 141, "Shoot". Questa però - e il numero stesso - non sono stati pubblicati dopo il massacro della Columbine High School dato che la storia parlava di un agente dell'FBI che investiga sulle sparatorie nelle scuole.

In aggiunta, ci sono state due copertine commissionate per il numero 218; una proposta da Greg Lauren che mostra John Constantine mentre viene crocifisso e quella pubblicata di Lee Bermejo che mostra John mentre si accende una sigaretta in mezzo al vento. Le ragioni del cambiamento rimangono ignote.

Speciali e spin-off[modifica | modifica wikitesto]

Illustratori principali[modifica | modifica wikitesto]

Serie principale[modifica | modifica wikitesto]

Da notare che i numeri 75 e 142 di Hellblazer contengono entrambi due storie di due disegnatori diversi. Il numero 75 contiene "Damnation's Flame part 4: Hail to the Chief" con disegni di Steve Dillon e "Act of Union" con disegni di William Simpson. Il numero 142 contiene "Setting Sun" con disegni di Javier Pulido e "One Last Love Song", illustrato da James Romberger.

Phil Jimenez ha fornito i disegni di "Shoot", un racconto scritto da Warren Ellis che si focalizzava sulle sparatorie nei licei che doveva essere l'originale numero 141. Sfortunatamente, fu tolto dai piani di pubblicazione dopo che avvenne il massacro della Columbine High School.

Speciali e spin-off[modifica | modifica wikitesto]

Storie brevi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Constantine (2004), su mymovies.it. URL consultato il 30 agosto 2017.
  2. ^ Constantine (2005) | FilmTV.it. URL consultato il 30 agosto 2017.
  3. ^ (EN) Constantine (2014-2015), in DC, 12 maggio 2014. URL consultato il 30 agosto 2017.
  4. ^ Hellblazer :: ComicsBox, su www.comicsbox.it. URL consultato il 15 marzo 2018.
  5. ^ Hellblazer (1988) - Comic Book DB, su comicbookdb.com. URL consultato il 15 marzo 2018.
  6. ^ GCD :: Series :: Hellblazer, su www.comics.org. URL consultato il 15 marzo 2018.
  7. ^ (EN) The Times & The Sunday Times, su thetimes.co.uk. URL consultato il 15 marzo 2018.
  8. ^ The Hellblazer :: ComicsBox, su www.comicsbox.it. URL consultato il 15 marzo 2018.
  9. ^ The Hellblazer (2016) - Comic Book DB, su comicbookdb.com. URL consultato il 15 marzo 2018.
  10. ^ GCD :: Series :: Hellblazer, su www.comics.org. URL consultato il 15 marzo 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

DC Comics Portale DC Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di DC Comics