Philip Bond

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Philip John Bond (Lancashire, 11 luglio 1966) è un fumettista britannico, divenuto noto alla fine degli anni ottanta sulla rivista Deadline e successivamente attraverso alcune collaborazioni con altri autori britannici per la linea Vertigo della DC Comics.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque a Lancashire, in Inghilterra nel 1966, figlio di un predicatore protestante.[1] Le sue prime opere pubblicate risalgono al 1987[2]. Atomtan, dove Bond esordì come autore, era una auto pubblicata fanzine creata con gli auotri di Tank Girl, Alan Martin e Jamie Hewlett, insieme a Luke Whitney e Jane Oliver.[3] Il talento di Bond per l'anatomia esagerata e le pose dei personaggi, lo portarono rapidamente a ottenere un lavoro professionale, per lo più con la rivista Deadline, per la quale realizzò serie come Wired World. A questo seguì l'inclusione di alcuni lavori nell'antologia A1 edita dalla Atomeka Press; Bond partecipò al n. 2 (con Hewlett) e al  3 (in una storia scritta e illustrata da Bond intitolata "Endless Summer").

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Art Bomb: Philip Bond profile Archiviato il 28 giugno 2016 in Internet Archive.. Accessed 6 June 2008
  2. ^ Philip Bond at Lambiek's Comiclopedia. Accessed 6 June 2008
  3. ^ PhilipBond.com November 20, 2000. Accessed 6 June 2008

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN48655308 · ISNI (EN0000 0001 1949 5267 · LCCN (ENn2006053111 · GND (DE1066410437 · BNF (FRcb16513639g (data) · WorldCat Identities (ENn2006-053111