Ben Mendelsohn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Ben Mendelsohn al San Diego Comic-Con International 2017

Ben Mendelsohn, ufficialmente Paul Benjamin Mendelsohn (Melbourne, 3 aprile 1969), è un attore australiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Mendelsohn è nato a Melbourne, nello stato federato di Victoria, in una famiglia d'origini ebraico-tedesche, britanniche, greche e tedesche[1][2], figlio di Frederick Arthur Oscar Mendelsohn, un noto ricercatore medico del Florey Institute of Neuroscience and Mental Health di Melbourne, e dell'infermiera Carole Ann Ferguson[3][4]. Quando aveva sei anni, i suoi genitori divorziano e Mendelsohn andò a vivere con la madre, crescendo assieme ai fratelli, David e Tom, fra l'Europa e gli Stati Uniti, prima di ristabilirsi in Australia durante il periodo delle scuole superiori. Frequenta infatti la Banyule High School di Melbourne, dove inizia ad appassionarsi alla recitazione grazie alla frequentazione di vari corsi di teatro.

Inizia a recitare mentre frequenta ancora la scuola e, dopo una lunga gavetta, inizia a lavorare nel cinema recitando nel 1990 nel film Carabina Quigley di Simon Wincer, e nel 1993 in Vincent Ward. Appare insieme a Hugh Grant in Sirene (1994). Nel 2000 è nel film di Martin Campbell Vertical Limit, mentre nel 2005 prende parte a The New World - Il nuovo mondo, accanto a Colin Farrell. Nel 2008 recita in Australia, mentre nel 2009 ha un ruolo in Segnali dal futuro, un film di Alex Proyas.

Recitato in Animal Kingdom (2010), insieme a Guy Pearce, e nel 2011 ottiene una parte in Killer Elite e in Trespass. Nel 2012 prende parte al film di Christopher Nolan Il cavaliere oscuro - Il ritorno, nel ruolo di John Daggett, l'eterno rivale in affari di Bruce Wayne, e recita al fianco di Brad Pitt in Cogan - Killing Them Softly; inoltre prende parte a Come un tuono, un film di Derek Cianfrance.

Nel 2013 lavora in film come Two Mothers e Il ribelle - Starred Up, mentre nel 2014 recita in Exodus - Dei e re, insieme a Christian Bale, mentre nel 2014 prende parte al film di Kevin Macdonald Black Sea. A partire dal 2015 entra nel cast della serie televisiva Netflix Bloodline dove interpreta la parte di Danny Rayburn, ricoprendo il ruolo fino al 2017. Ottiene una parte in Slow West, recitando insieme a Michael Fassbender, mentre nel 2016 recita in Rogue One: A Star Wars Story, un film del franchise di Guerre stellari, interpretando lo spietato Direttore Imperiale Orson Krennic. Nel 2017 interpreta re Giorgio VI del Regno Unito in L'ora più buia, diretto da Joe Wright.

Nel 2018 è nel film di Steven Spielberg Ready Player One, ed è il protagonista di La seconda vita di Anders Hill. Nello stesso anno interpreta la parte del perfido sceriffo di Nottingham nel film Robin Hood - L'origine della leggenda. Nel 2019 interpreta lo Skrull Talos nel film del Marvel Cinematic Universe Captain Marvel, riprendendo il ruolo nello stesso anno in un cameo nel film Spider-Man: Far from Home e nel 2023 nella serie tv Secret Invasion. Nel 2021 entra a far parte del cast di Cyrano, diretto da Joe Wright.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ottobre del 2009 Mendelsohn partecipa al programma televisivo australiano Who Do You Think You Are?, per risalire alle origini della famiglia ebrea del nonno paterno e scoprire se vi sono legami con il celebre compositore Felix Mendelssohn.[5] Mendelsohn scopre che i suoi antenati sono stati tra i primi ebrei prussiani ad essere naturalizzati a Schneidemühl in Posnania, ora Piła nella moderna Polonia. Nel giugno del 2012 sposa la giornalista e scrittrice britannica Emma Forrest presso l'hotel Chateau Marmont di Los Angeles.[6] La coppia, che ha avuto una figlia, si è separata nel 2016.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Videoclip[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatore[modifica | modifica wikitesto]

Premi e candidature[modifica | modifica wikitesto]

Il premio più importante vinto dall'attore è l'Emmy vinto nel 2016 per la sua interpretazione in Bloodline.

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano delle opere in cui ha recitato, Ben Mendelsohn è stato doppiato da:

Da doppiatore è sostituito da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Who Do You Think You Are?, in SBS.
  2. ^ Ben Mendelsohn: behind the bad guy mask, su theweeklyreview.com.au, 26 giugno 2017. URL consultato il 18 ottobre 2023 (archiviato dall'url originale il 30 marzo 2018).
  3. ^ Ben Mendelsohn – Episode 3 – Season 2 – Who Do You Think You Are?, in SBS, 15 agosto 2012. URL consultato il 13 aprile 2014.
  4. ^ Leanne Sullivan, Who's Who in Australia, Crown Content, 2009, ISBN 978-1-74095-166-1. URL consultato il 13 aprile 2014. Ospitato su Google Books.
  5. ^ (EN) Ben Mendelsohn, su sbs.com.au. URL consultato il 28 settembre 2012.
  6. ^ (EN) Ben Mendelsohn ties the knot with British writer and Hollywood 'it'girl Emma Forrest in Los Angeles, su dailytelegraph.com.au. URL consultato il 28 settembre 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN78495269 · ISNI (EN0000 0003 7450 401X · LCCN (ENno2004082206 · GND (DE1060350173 · BNF (FRcb15038452r (data) · J9U (ENHE987007438708105171 · WorldCat Identities (ENlccn-no2004082206