Bloodline (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bloodline
Bloodline serie TV.jpg
Titolo originale Bloodline
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2015 – in produzione
Formato serie TV
Genere drammatico, thriller
Stagioni 2
Episodi 23
Durata 60 min (episodio)
Lingua originale inglese
Rapporto 16:9
Crediti
Ideatore Todd A. Kessler, Daniel Zelman, Glenn Kessler
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Casa di produzione KZK Productions
Sony Pictures Television
Prima visione
Distribuzione originale
Dal 20 marzo 2015
Al in corso
Distributore Netflix
Distribuzione in italiano
Dal 22 ottobre 2015
Al in corso
Distributore Netflix

Bloodline è una serie televisiva statunitense creata da Todd A. Kessler, Glenn Kessler e Daniel Zelman per Netflix e prodotta da Sony Pictures Television.

La prima stagione, composta da 13 episodi, è stata pubblicata sulla piattaforma di streaming on demand Netflix il 20 marzo 2015.[1] La seconda stagione, composta da 10 episodi, è stata pubblicata il 27 maggio 2016[2] Il 13 luglio 2016 la serie viene rinnovata per una terza stagione e ultima stagione, in onda a partire dal 26 maggio 2017.[3][4]

In Italia, la serie viene pubblicata sempre da Netflix dal 22 ottobre 2015.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

I Rayburn sono una famiglia dalla reputazione impeccabile di fronte alla loro comunità, nell'arcipelago delle Florida Keys. Quando Danny, considerato la "pecora nera" della famiglia, torna in città per il 45º anniversario della locanda gestita dai genitori, minaccia di rivelare oscuri segreti.

Danny è in fuga da qualche malavitoso di Miami al quale doveva del denaro preso in prestito per avviare la sua attività: un ristorante di buon livello. Per evitare di fare la fine del ristorante (bruciato come avvertimento), ritorna alla casa dalla quale era fuggito parecchio tempo prima, a seguito dei pesanti maltrattamenti fisici e psicologici subiti da parte del padre: Robert Rayburn riteneva il suo primogenito responsabile della morte della figlia prediletta, Sarah, annegata da bambina durante un'imprevista gita in motoscafo con la quale Danny aveva cercato di sottrarla a una situazione di estrema tensione domestica, con la madre pronta a fuggire. Assistiamo alla ricostruzione di questo essenziale trauma del passato attraverso una lunga e ripetuta serie di flashback distribuiti lungo tutte le puntate: ogni flashback aggiunge un particolare in più rispetto al precedente, e alla penultima puntata il quadro è completo.

Danny, che nasconde un figlio segreto, come si scopre al finale della serie, ha due obbiettivi in mente, col suo ritorno nella famiglia che l'ha trattato come un paria: inserirsi nel business dei Rayburn per recuperare il denaro necessario a saldare il suo debito col racket, e allo stesso tempo vendicarsi dei genitori e dei fratelli, colpevoli anni prima di aver testimoniato il falso davanti alla polizia per difendere il padre che aveva picchiato Danny a sangue sconvolto dalla morte della figlia. Per ottenere il risultato più in fretta possibile s'inserisce negli affari di un trafficante di droga locale conosciuto attraverso il suo migliore amico, uno sbandato che vive di espedienti ospite della sorella, Chelsea, la quale ha sempre avuto un debole per Danny, ricambiata. Il piano, oltre ad accumulare bottino attraverso i proventi della droga, importata tramite il commercio del pesce per il ristorante dell'albergo dei Rayburn, è quello di far ritrovare parte della sostanza sulla proprietà della famiglia, causando così il sequestro dei beni di tutti e la rovina pubblica e materiale a seguito delle indagini della DEA.

All'inizio Danny, una figura scostante e ombrosa, dipendente da fumo, alcol e antidolorifici, mantiene un comportamento dimesso, all'apparenza umile e indifeso, per rientrare nelle grazie dei genitori e dei fratelli, tutti molto nervosi e preoccupati per il suo ritorno, a causa della pesante eredità psicologica che portano ancora dentro. Col passare del tempo il suo agire si fa sempre più ambiguo, ed egli minaccia separatamente tutti i membri della famiglia: il padre colpevole dell'aggressione che ancora lo invalida, la madre che ha sempre fatto finta di niente, i fratelli che l'hanno cacciato e cercano di tenerlo alla larga dall'azienda di famiglia perché si vergognano di lui e di loro stessi per le vicende del passato. Verso il finale della stagione, quando il gioco incrociato di ricatti e diffidenza è giunto all'estremo, acuito ormai dall'assenza del padre, morto all'improvviso d'infarto, Danny svela il demone vendicativo che lo anima e si fa prepotentemente aggressivo, minacciando i figli e la moglie di John, il fratello detective, facendo aggredire e derubare il fratello Kevin e ricattando la sorella avvocato Meg per via del di lei tradimento nei confronti del fidanzato, il detective Diaz, partner di John.

Di fronte alla portata di tali minacce i fratelli, scoperto nel frattempo il traffico di droga messo in piedi da Danny sotto il loro naso, si riuniscono per decretare una soluzione d'emergenza, chiedendo alla madre di allontanare il delinquente e tagliarlo fuori dal testamento del padre. Questo perché Sally Rayburn, vinta dal senso di colpa, aveva riaccolto il figlio lontano a casa affidandogli la gestione della cucina e altre responsabilità proiettate nel futuro, credendo alla di lui promessa di volersi fermare per sempre, e prendere il posto del padre. La madre ancora crede alla buona fede di Danny ma gli altri fratelli hanno capito chiaramente che la minaccia va neutralizzata.

In un incontro con Danny per cercare di convincerlo a partire, John perde il controllo e lo uccide. Subito dopo crolla, e viene portato in ospedale da Meg, mentre Kevin nasconde il corpo di Danny. Mentre recupera le forze in ospedale John elabora un piano, e lo attua insieme a Kevin e Meg: la droga viene spostata a casa di Danny, a Miami, prima che la DEA faccia irruzione sul terreno dei Rayburn. Kevin, prima della cerimonia dedicata alla famiglia Rayburn da cui tutto è partito, usa il telefono di Danny per far credere alla madre che il figlio è ancora vivo. Ma non è così: John ha dato fuoco al cadavere su di un motoscafo in una caletta naturale, come quelle che i criminali complici di Danny hanno usato per trafficare droga e esseri umani. Grazie alla collaborazione di Meg che tiene tranquilla la madre John riesce a ingannare i colleghi di Polizia e DEA, spacciando la morte di Danny come il risultato di una vendetta da parte del boss locale per la sparizione del carico di cocaina.

Dopo diverse settimane le acque si sono calmate: Meg ha lasciato il fidanzato storico, il detective Marco Diaz, e si è trasferita a New York, avendo accettato l'offerta di lavoro di un pool di avvocati conosciuto. Mamma Rayburn si è messa il cuore in pace confessando i suoi peccati all'ex detective Potts, incaricato dell'indagine sulle percosse a Danny tanti anni prima, il quale finse di credere alle bugie dei Rayburn per non dover arrestare il suo amico Robert, precedentemente compagno nella marina militare. John Rayburn ha raccontato una versione molto edulcorata di tutta la storia ad un comitato elettorale: sta per considerare la candidatura a sceriffo della Contea.

Mentre John e i suoi sono a cena all'aperto nei pressi della loro casa uno sconosciuto con la faccia allucinata si avvicina dal buio. È il figlio di Danny.

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Principali[modifica | modifica wikitesto]

Ricorrenti[modifica | modifica wikitesto]

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Pubblicazione originale Pubblicazione Italia
Prima stagione 13 2015 2015
Seconda stagione 10 2016 2016

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Un teaser trailer è stato diffuso il 23 ottobre 2014,[5] mentre il full trailer è stato distribuito il 10 febbraio 2015.[6] La serie è stata presentata in anteprima nel febbraio 2015 nella sezione "Berlinale Special Galas" del 65º Festival di Berlino.[7] In Italia è disponibile su Netflix dal 22 ottobre 2015.[8]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Kyle Chandler 'Lights' Up the Small Screen Again in Netflix Thriller Bloodline, people.com. URL consultato il 10 febbraio 2015.
  2. ^ Katey Rich, First Look at Bloodline Season 2, su Vanity Fair. URL consultato il 28 aprile 2016.
  3. ^ tvline.com, http://tvline.com/2016/07/13/bloodline-renewed-season-3-netflix/ . URL consultato il 13 luglio 2016.
  4. ^ Beatrice Pagan, Bloodline: Netflix annuncia che la terza stagione sarà l’ultima!, su BadTV.it, 14 settembre 2016. URL consultato il 15 settembre 2016.
  5. ^ (EN) Netflix teases new Sissy Spacek/Sam Shepard drama Bloodline – clip, theguardian.com. URL consultato il 10 febbraio 2015.
  6. ^ Ecco il trailer di Bloodline, il thriller psicologico di Netflix con Kyle Chandler!, badtv.it. URL consultato il 10 febbraio 2015.
  7. ^ (EN) 'Bloodline': Berlin Review, hollywoodreporter.com. URL consultato il 10 febbraio 2015.
  8. ^ Netflix ad ottobre in Italia con Daredevil, Sense 8 e Bloodline, su tvzap, 6 giugno 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione