Trespass (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Trespass
Trespass2010.JPEG
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti
Anno2011
Durata91 min
Rapporto2,35 : 1
Generethriller
RegiaJoel Schumacher
SoggettoKarl Gajdusek
ProduttoreRené Besson, Boaz Davidson, Danny Dimbort, Matthew F. Leonetti Jr, Avi Lerner, Trevor Short, David Winkler, Irwin Winkler
Casa di produzioneMillennium Films, Nu Image Films, Winkler Films
Distribuzione (Italia)20th Century Fox
FotografiaAndrzej Bartkowiak
MontaggioBill Pankow
MusicheDavid Buckley
ScenografiaNathan Amondson
CostumiJudianna Makovsky
TruccoVe Neill
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Trespass è un film thriller del 2011 diretto da Joel Schumacher.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il commerciante di diamanti Kyle Miller e la moglie Sarah vengono presi in ostaggio da alcuni rapinatori nella loro moderna e lussuosa villa. La stessa sorte tocca in seguito alla figlia della coppia, assente al momento dell'irruzione, ma che rientra in casa trovando l'intera villa in balia dei malviventi. Le cose continuano a complicarsi man mano che vengono a galla una serie di conflitti familiari e i profondi dissapori che dividono i membri della banda, la quale intende impadronirsi del contenuto della cassaforte.

Malgrado i segnali trasmessi alla centrale di sicurezza dal sistema di allarme, ai rapinatori riesce più o meno di tenere lontana la polizia dalla casa. Nel frattempo, gli ostaggi oppongono una tenace resistenza ai loro aguzzini. Tra l'altro, Sarah riconosce il volto di uno dei criminali: si tratta di un ex dipendente della ditta del marito che in precedenza le aveva fatto una corte spietata e che ora tende a difenderla dalla brutalità dei complici. Cambiano in continuazione le fragili alleanze tra i diversi protagonisti, basate essenzialmente sulle diverse strategie da adottare per gestire il conflitto tra rapitori e rapiti. La cassaforte della villa, una volta aperta, si rivela vuota.

La guerra tra le due parti continua per ore e ore tra le mura di casa, e dopo l'ennesimo, repentino colpo di scena, si profila il lieto fine: all'arrivo della polizia, la residenza familiare è oramai distrutta, però i malfattori sono tutti morti e la famiglia riesce miracolosamente a sopravvivere.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il 16 giugno 2010 fu annunciato che Nicole Kidman e Nicolas Cage avrebbero fatto parte del nuovo film di Joel Schumacher, la storia una coppia di coniugi vittime di un sequestro. La sceneggiatura venne scritta da Eli Richbourg e Karl Gajdusek. Le riprese del film si svolsero da fine agosto ad ottobre a Shreveport, in Louisiana.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è uscito nelle sale cinematografiche statunitensi il 14 ottobre 2011. Nel mercato italiano è uscito direttamente in home video.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha ricevuto due nomination durante i Razzie Awards 2011: Peggior attore protagonista per Nicolas Cage e Peggior coppia, condiviso tra Nicolas Cage e chiunque appaia nello schermo insieme a lui.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Nomination Razzie Awards 2012, Razzies.com Official Site. URL consultato il 26 febbraio 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema