Autostrada A59

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'autostrada tedesca, vedi Bundesautobahn 59.
Autostrada A59
Tangenziale di Como
Autostrada A59 Italia.svg
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioniLombardia Lombardia
ProvinceComo Como
Italia - mappa autostrada A59.svg
Dati
ClassificazioneAutostrada
Iniziopresso Villa Guardia
FineInnesto sulla SP ex SS 342 presso Albese con Cassano
Lunghezza9 (~3 aperti al traffico)[1] km
Direzioneest-ovest
Data aperturamaggio 2015
GestoreAutostrada Pedemontana Lombarda
Pedaggiosistema chiuso - free flow[2]
Percorso
Località serviteComo
Principali intersezioniA9
Mappa autostrada A59.svg

L'autostrada A59, o tangenziale di Como, è un'autostrada italiana a pedaggio, tangenziale alla città di Como nella sua zona sud. Il primo lotto di circa 3 km[1] è stato aperto al traffico il 23 maggio 2015.[1][3]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Autostrada A36 (Italia) § Storia.

L'A59 insieme alla A36, alla tangenziale di Varese e a opere di raccordo alla viabilità locale[4] è parte integrante del progetto Autostrada Pedemontana Lombarda[5]. Il primo lotto dell'A59 è stato inaugurato il 23 maggio 2015[1].

Costi[modifica | modifica wikitesto]

Le società coinvolte[modifica | modifica wikitesto]

La società Autostrada Pedemontana Lombarda S.p.A. (68% Milano Serravalle - Milano Tangenziali S.p.A., 20% Equiter S.p.A., 6% Banca Infrastrutture Innovazione Sviluppo S.p.A., 5% UBI Banca S.p.A., 1% Par. Cop. Soc. Cons. Ar. L.) ha per oggetto la promozione, lo studio, la progettazione, la costruzione e l'esercizio dell'autostrada[6] mentre la società Concessioni Autostradali Lombarde S.p.A (50% ANAS, 50% Infrastrutture Lombarde al 100% della regione Lombardia) ha per oggetto il monitoraggio dell'iter approvativo della Convenzione Unica di Concessione, coordinamento e supporto alla società Pedemontana per la redazione degli atti di gara per l'individuazione del Contraente Generale (lotti CO1 e VA1) e per l'affidamento della progettazione definitiva (lotti A, B1, B2, C, D, CO2, VA2), attività tecniche connesse all'accordo di Programma promosso da Regione Lombardia, rilascio/diniego attestazioni di compatibilità tecnica di interventi urbanistici in fascia di salvaguardia.[7]

Pedaggio[modifica | modifica wikitesto]

L'A59 è soggetta a pedaggio in modalità elettronica free-flow.

Il pedaggio fino al 31 ottobre 2015[8] non è stato riscosso[9][10].

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

L'autostrada si sviluppa in direzione est-ovest ed è tangenziale alla città di Como nella sua zona sud. A ovest la tangenziale ha origine da Villa Guardia, interseca l'autostrada A9 presso Grandate e terminerà quindi a est innestandosi nella SP ex SS 342 presso Albese con Cassano, per una lunghezza totale di circa 9 chilometri, 6 dei quali in galleria sotto le aree collinari che circondano la città di Como[4].

L'opera è divisa in due lotti: il lotto 1 (aperto al traffico), lungo circa tre chilometri, va dall'origine (Villa Guardia) allo svincolo di Acquanegra; il lotto 2 (in progetto), di circa sei chilometri, va dallo svincolo di Acquanegra al termine[4].

Autostrada A59 Italia.svg Autostrada A59
Tangenziale di Como
Tipo Indicazione ↓km↓ ↑km↑ Note Provincia Strada europea
Italian traffic signs - autostrada.svg Villa Guardia 0,0 ? CO
AB-Kreuz-grün.svg Autostrada A9 Italia.svg Autostrada A9 0,8 ?
AB-AS-grün.svg Como Est (Acquanegra) 2,9 ?
Italian traffic signs - autostrada.svg Albese con Cassano ? 0,0 CO

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

Il lotto dell'A59 aperto al traffico si caratterizza per la presenza della galleria artificiale e naturale di Grandate (600 metri), il viadotto Acquanegra (250 metri con sovrappasso di 2 linee ferroviarie), quattro ponti, tre viadotti, sette cavalcavia e quattro sottovia.[3]

Ampliamenti in progetto[modifica | modifica wikitesto]

L'A59 prevede un secondo lotto, il quale sarà un prolungamento verso est, dal costo previsto di 450 milioni di euro[11].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]