Violante Placido

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Violante Placido
Violante Placido in concerto nel 2010
Violante Placido in concerto nel 2010
Nazionalità Italia Italia
Genere Pop rock
Periodo di attività 2006 – in attività
Album pubblicati 2

Violante Placido (Roma, 1º maggio 1976) è un'attrice e cantante italiana. È figlia dell'attore e regista Michele Placido e dell'attrice Simonetta Stefanelli. È attiva come cantante col soprannome Viola.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Esordisce nel mondo del cinema nel 1993 al fianco del padre nel film drammatico Quattro bravi ragazzi di Claudio Camarca. Dopo circa tre anni, entra nel cast del film Vite strozzate (1996) e si fa notare anche nella commedia Jack Frusciante è uscito dal gruppo (1996), accanto a Stefano Accorsi. Lavora per tutto il 2000 in opere passate un po' inosservate, mentre il primo ruolo di un certo rilievo lo interpreta nel film L'anima gemella (2002), per la regia di Sergio Rubini. Con questo film viene anche candidata come "miglior attrice" al Nastro d'argento. Nello stesso anno divide il set con star internazionali come Harvey Keitel e Andie MacDowell nel film Ginostra.

Nel 2003 recita in Ora o mai più di Lucio Pellegrini e Che ne sarà di noi di Giovanni Veronesi. Si guadagna anche una nomination al David di Donatello come "migliore attrice protagonista". Dopo essere stata diretta da Pasquale Scimeca ne Gli indesiderabili (2003), ritorna accanto a Stefano Accorsi nel discusso Ovunque sei, dove viene diretta dal padre. Successivamente recita in alcune commedie come Il giorno + bello (2005), La cena per farli conoscere (2007) di Pupi Avati, e Lezioni di cioccolato (2007).

Nello stesso periodo partecipa anche ad alcune produzioni televisive. Nel 2007 è infatti, nel cast di Guerra e pace. Sempre per il piccolo schermo, nel 2009, interpreta il ruolo di Moana Pozzi nella miniserie TV di Sky Cinema Moana, diretta da Alfredo Peyretti. Inoltre compare su Rai 1 nel ruolo della Fata dai capelli turchini nella miniserie TV Pinocchio, diretta da Alberto Sironi (rifacimento televisivo della omonima favola di Carlo Collodi).

Nel 2010 recita al fianco di George Clooney nella pellicola statunitense The American. Nel 2012 una nuova pellicola hollywoodiana: accanto a Nicholas Cage, recita in Ghost Rider - Spirito di vendetta, secondo capitolo della saga Marvel con protagonista Johnny Blaze, per la regia di Neveldine e Taylor. Veste il ruolo di Nadya, madre di Danny Ketch e alleata con Blaze per liberare il figlio rapito.

Musica[modifica | modifica sorgente]

Nel 2006 debutta nel mondo musicale con lo pseudonimo di Viola. Anticipato dal singolo Still I, pubblica l'album Don't Be Shy..., 10 tracce per lo più in inglese di cui è anche autrice. Viola canta sullo stile cantautorale di Suzanne Vega. Il secondo singolo è How to save your life.

Successivamente collabora con il cantautore Bugo, nel rifacimento in versione duetto del suo brano Amore mio infinito. Duetta con Mauro Ermanno Giovanardi nella canzone Bang Bang contenuta nell'album Ho sognato troppo l'altra notte? (2011). Collabora anche con i Casa del vento in Icarus, dall'album Giorni dell'Eden (2012).

Nel 2012 torna come cantante, pubblicando in dicembre per Mescal il singolo We will save the show. Nel 2013 scrive e interpreta il brano Hey sister per la colonna sonora del film Cose cattive di Simone Gandolfo. Entrambi i brani vengono inseriti nel secondo album di Viola, pubblicato dalla Mescal il 3 settembre 2013 ed intitolato Sheepwolf. Il disco è prodotto da Alessandro "Gaben" Gabini con la collaborazione di Lele Battista[1] e contiene anche il singolo Precipitazioni, di cui è stato diffuso un videoclip di 26 agosto diretto da Massimiliano D'Epiro, fidanzato dell'attrice e cantautrice.

Nell'ambito del Festival di Sanremo 2014 accompagna i Perturbazione nell'esecuzione de La donna cannone di Francesco De Gregori durante la serata dedicata Sanremo Club.

Impegno sociale[modifica | modifica sorgente]

Nel dicembre 2011 posa per alcuni scatti del Calendario Matrix Onlus 2012.

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Dalla relazione con il regista Massimiliano D’Epiro ha avuto un figlio, Vasco, nato il 5 ottobre 2013[2].

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Pubblicità[modifica | modifica sorgente]

Premi e Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

David di Donatello
Anno Titolo Categoria Risultato
2004 Che ne sarà di noi Migliore attrice protagonista Nomination
Nastro d'argento
Anno Titolo Categoria Risultato
2003 L'anima gemella Migliore attrice protagonista Nomination
2004 Ora o mai più Migliore attrice protagonista Nomination
2013 Cose cattive Migliore canzone originale (Hey Sister) Nomination
Globo d'oro
Anno Titolo Categoria Risultato
2007 La cena per farli conoscere Miglior attrice Nomination

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sheepwolf, la recensione indie-eye.it
  2. ^ Violante Placido mamma, è nato Vasco Vanityfair.it
  3. ^ Violante Placido per L'Oréal - Vogue.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 53871145 LCCN: no2004114381