La cena per farli conoscere

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La cena per farli conoscere
La cena Per Farli Conoscere.PNG
Diego Abatantuono (Sandro Lanza) dopo l'intervento chirugico
Titolo originale La cena per farli conoscere
Paese di produzione Italia
Anno 2006
Durata 99 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Pupi Avati
Soggetto Pupi Avati
Sceneggiatura Pupi Avati
Produttore Antonio Avati
Casa di produzione Duea Film, Medusa Film, Sky
Distribuzione (Italia) Medusa Distribuzione
Fotografia Pasquale Rachini
Montaggio Amedeo Salfa -fonico presa diretta=Bruno Pupparo
Effetti speciali Corridori G. & A. Cinematografica, Renato Agostini, Marco Moneta, Claudio Quaglietti
Musiche Riz Ortolani
Scenografia Giuliano Pannuti
Costumi Stefania Consaga, Maria Fassari
Trucco Alessandro Bertolazzi, Paola Gattabrusi
Interpreti e personaggi

La cena per farli conoscere è un film del 2006 di Pupi Avati.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Alessandro "Sandro" Lanza è un attore di soap opera, ormai in declino dopo un intervento di chirurgia estetica riuscito male e dopo un pubblicizzato tentativo di suicidio, allo scopo di attirare l'attenzione su di sé.

In ospedale viene raggiunto dalle tre figlie, avute da tre donne diverse, che vivono sparse per l'Europa, e che hanno tutte dei grandissimi problemi. Dopo una breve degenza durante la quale viene raggiunto dall'attricetta di turno che gli ronza attorno, e ha una simpatia per la dottoressa che lo ha curato, viene dimesso con la promessa che le tre figlie si occupino costantemente di lui.

Clara e Ines vengono ospitate per qualche giorno a casa di Betty e del marito maniaco. La sventurata circostanza diventa così un'occasione inaspettata per ricucire relazioni fin lì difficili o addirittura inesistenti. Le tre donne ritrovano per il padre un amore sincero, ma nessuna vuole (o può) essere privata della propria vita, e si inserisce così il tentativo di "liberarsi" di una figura amata ma ingombrante.

In quei giorni decidono di presentare al padre la donna che loro pensano essere giusta per lui, Alma Kero, un'amica di vecchia data di Ines. La cena pare rivelarsi un flop perché Alma arriva completamente ubriaca, ancora provata per essere stata lasciata dall'uomo che ama, e viene riaccompagnata a casa da Sandro. Tuttavia i due arrivano a capirsi e si scoprono accomunati dal comune destino dell'abbandono e della solitudine, trovando una nuova fiducia nelle proprie capacità, nella necessità di svincolarsi dalla dipendenza altrui.

A questo punto ognuno torna alla propria difficile vita, Ines riprende a combattere contro il proprio tumore, Clara raggiunge il marito medico, che, dopo aver ridotto anni prima un bambino su una sedia a rotelle in seguito a un incidente, manifesta segni sempre più evidenti di squilibrio, e Betty riprende il travagliato rapporto coniugale.

Sandro tenta di sbarcare il lunario come cronista in un'emittente locale romana e muore, un giorno, dopo un leggero ictus ad una fermata della metropolitana.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Pupi Avati, dopo aver ammirato un'esposizione dell'artista Paola Romano, le fece commissionare quattro opere appositamente per questo film.[1]
  • Nel corso del film, Abatantuono-Lanza, nella scena in cui è in attesa di essere intervistato presso una televisione, suggerisce al pubblico un applauso alla memoria di Sergio Corbucci, ricordando alla superficiale regista del programma che lo credeva ancora in vita, che è morto il 2 dicembre 1990. La cosa, che risponde a verità e non a una finzione scenica, appare come un omaggio che l'attore milanese abbia voluto fare al grande regista romano.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://www.arteromano.net/artist/biography/, consultato il 28 aprile 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema