Il giorno + bello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il giorno + bello
Il giorno + bello.png
Leo e Nina in una scena del film
Titolo originale Il giorno + bello
Lingua originale italiano
Paese di produzione Italia
Anno 2006
Durata 90 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1,85:1
Genere commedia
Regia Massimo Cappelli
Soggetto Massimo Cappelli
Sceneggiatura Massimo Cappelli, Chiara Laudani
Produttore Amedeo Troiano per Nuvola Film
Distribuzione (Italia) Videa - CDE, Warner Bros. Pictures Italia
Fotografia Raoul Torresi
Montaggio Fabio Nunziata
Musiche Giuliano Taviani
Scenografia Marco Tripaldi
Interpreti e personaggi
« Il loro sarà un matrimonio "diverso". »
(Tagline del film[1])

Il giorno + bello è un film del 2006 diretto da Massimo Cappelli ed interpretato da Fabio Troiano e Violante Placido.

La pellicola racconta di due giovani che decidono di sposarsi sfidando le convenzioni sociali tipiche del matrimonio.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Leo e Nina sono una giovane coppia di fidanzati che convivono felicemente. Una sera in casa, poco prima di un black out, Nina chiede a bruciapelo a Leo: «Perché non ci sposiamo?». Dopo un iniziale smarrimento, durante il black out Leo riflette sulla cosa e propone davvero a Nina di sposarsi, a patto che il loro sia un matrimonio "diverso" dalla norma, ovvero senza chiesa, parenti, regali, abito da sposa. Durante i preparativi, tra genitori invadenti, amici che sgomitano per fare da testimone e molte tentazioni femminili, Leo si rende conto che sbrigare la "faccenda" non sarà così semplice come credeva.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Regia[modifica | modifica wikitesto]

Il regista Massimo Cappelli ha scelto il tema del matrimonio per parlare «di una persona che pensa di essere padrone della propria vita e poi scopre che in realtà così non è», per via delle consuetudini, delle amicizie, e soprattutto le pressioni della società.[2] Oltre che al cinema statunitense di genere, Cappelli si è poi ispirato a Pietro Germi e Luciano Salce per la loro capacità di raccontare l'Italia di allora.[2]

Cast[modifica | modifica wikitesto]

Fabio Troiano e Violante Placido interpretano rispettivamente Leo e Nina, la coppia che decide di sposarsi. Carla Signoris e Shel Shapiro ricoprono il ruolo dei genitori della ragazza, mentre del cast fanno inoltre parte Marco Giuliani e Massimiliano Bruno.

Quando scelse i protagonisti, Cappelli non sapeva che Troiano e Placido fossero (all'epoca) già compagni nella vita.[3] Per Troiano è stato molto più semplice conoscere già la partner di lavoro,[4] oltre che un "valore aggiunto" il poter condividere l'esperienza;[2] anche Violante Placido ne è rimasta estremamente soddisfatta.[2][4]

Troiano è qui al suo primo ruolo da protagonista,[2] e nel prepararsi al ruolo ha trovato affinità tra la sua idea di matrimonio e quella del suo personaggio.[2] Violante Placido si è parzialmente ispirata anche ad alcune sue amiche con le stesse caratteristiche della protagonista.[2] Entrambi gli attori hanno riconosciuto alla storia un punto di vista piuttosto maschile.[2]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Pur se non ammesso esplicitamente, il film è stato girato ed ambientato in una riconoscibilissima Trieste.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola è uscita nelle sale italiane il 3 novembre 2006,[5]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Nel primo weekend di programmazione, il film ha incassato 95,000 euro.[6]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Pierpaolo Simone del sito web MYmovies definisce il film «mediocre e senza originalità», con un alternarsi di situazioni brillanti a scene invece «lunghe e noiose».[6] Massimo Borriello di Movieplayer.it evidenzia invece nel film «un'analisi frettolosa», con banalità e completa assenza di motivi di riflessione.[7]

Per quanto concerne la carta stampata, Gian Luigi Rondi del Tempo ritiene la pellicola divertente anche se non vi appare molta inventiva, e «sui riti matrimoniali si è visto di meglio».[8] Maurizio Cabona del Giornale critica invece Cappelli per il suo intento di essere «piacione».[9] Elisa Grando di Ciak apprezza i protagonisti, in grado di «mantenere il ritmo della commedia», e loda i personaggi sopra le righe di Shel Shapiro, Carla Signoris e Giorgio Colangeli;[10] lo stesso fa Aldo Fittante di Filmtv.it.[11]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La locandina di "Il giorno + bello", movieplayer.it. URL consultato il 19 dicembre 2010.
  2. ^ a b c d e f g h Massimo Borriello, Ecco il giorno più bello di Violante Placido e Fabio Troiano in movieplayer.it. URL consultato l'11 luglio 2010.
  3. ^ Sandra Cesarale, Violante Placido: mi sposo, solo sul set in Corriere della Sera. URL consultato l'11 luglio 2010.
  4. ^ a b Gabriele Marcello, Violante Placido e Troiano: Il nostro giorno + bello in zabriskiepoint.net. URL consultato l'11 luglio 2010.
  5. ^ Valerio Sammarco, Le uscite della settimana - 3 novembre in zabriskiepoint.net. URL consultato l'11 luglio 2010.
  6. ^ a b Pierpaolo Simone, Recensione in mymovies.it. URL consultato l'11 luglio 2010.
  7. ^ Massimo Borriello, Matrimonio all'italiana in movieplayer.it. URL consultato l'11 luglio 2010.
  8. ^ Gian Luigi Rondi, Recensione in Il Tempo (da mymovies.it). URL consultato l'11 luglio 2010.
  9. ^ Massimo Carbona, Recensione in il Giornale (da mymovies.it). URL consultato l'11 luglio 2010.
  10. ^ Elisa Grando, Recensione in Ciak (da mymovies.it). URL consultato l'11 luglio 2010.
  11. ^ Aldo Fittante, Il giorno + bello - La recensione di FilmTv in filmtv.it. URL consultato il 15 marzo 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema