Tricloruro di azoto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate hanno solo fine illustrativo. Wikipedia non dà garanzia di validità dei contenuti: leggi le avvertenze.
Tricloruro di azoto
Nitrogen-trichloride-2D.png
Nitrogen-trichloride-3D-vdW.png
Nome IUPAC
tricloruro di azoto
Nomi alternativi
tricloroammina
cloruro di azoto (III)
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare NCl3
Massa molecolare (u) 120,36
Aspetto liquido oleoso giallo
Numero CAS [10025-85-1]
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/l, in c.s.) 1,635
Solubilità in acqua immiscibile, con lenta decomposizione
Temperatura di fusione −40 °C (233,15 K)
Temperatura di ebollizione 71 °C (344,15 K)
Proprietà termochimiche
ΔfH0 (kJ·mol−1) +232
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
Esplosivo

Il tricloruro d'azoto, conosciuto anche come tricloroammina è un liquido oleoso di colore giallo e di odore pungente. È un potente esplosivo che talvolta si trova come sottoprodotto di reazioni chimiche tra i composti azotati e i composti del cloro, ad esempio nelle piscine.

Proprietà[modifica | modifica sorgente]

Il tricloruro d'azoto è un liquido altamente instabile, specialmente quando puro, viene decomposto dalla luce solare e dall'acqua oppure si decompone spontaneamente entro 24 ore circa, per questo non è immagazzinabile a lungo.

NH3 + 3 Cl2 → NCl3 + 3 HCl

Il composto puro esplode se viene a contatto con composti organici o con catalizzatori chimici. Durante la produzione di questo composto si possono verificare delle esplosioni dovute ad uno shock meccanico (urti) oppure al surriscaldamento della miscela. Il tricloruro d'azoto non è mai stato utilizzato per scopi militari perché ritenuto troppo instabile, mentre al giorno d'oggi viene utilizzato come sbiancante per la farina.

Sintesi[modifica | modifica sorgente]

La produzione del tricloruro di azoto è pericolosa, in quanto questo composto è molto più instabile della nitroglicerina, comunque viene prodotto facendo gorgogliare cloro in una soluzione concentrata di un sale d'ammonio, ad esempio il nitrato d'ammonio.

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia