Mezzaluna d'oro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La produzione di eroina nel mondo

Il termine mezzaluna d'oro è usato per indicare la regione asiatica con la maggior produzione di oppiacei al mondo. L'area include l'Afghanistan, l'Iran, il Pakistan e, in misura minore, l'India e il Nepal.

Nel 2008 l'Afghanistan, superando la Birmania[1], è divenuto il più grande produttore mondiale d'oppio, in buona parte trasformato in eroina consumata principalmente nella regione produttrice.

Alcuni oppiacei sequestrati in Afghanistan nel 2005

Nel 2007 si stimava che il 93% degli oppiacei circolanti nel mondo era stato coltivato in Afghanistan, con entrate finanziarie ammontanti a 4 miliardi di euro a coltivatori, industriali, ribelli, signori della guerra e narcotrafficanti, dovute all'esportazione della droga.

Dopo un drastico calo della produzione nel 2001 (meno di 74 tonnellate, rispetto alle oltre 2000 annue) a seguito di alcuni provvedimenti del regime talebano, negli ultimi anni il volume totale ha sfondato il muro delle ottomila.

Una notevole quantità è comunque destinata all'esportazione verso i grandi mercati illegali dell'Europa e degli Stati Uniti d'America.


Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://unimondo.oneworld.net/article/view/144105/1/

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]