Personaggi di Battlestar Galactica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Questa voce contiene un elenco dei personaggi dell'universo immaginario di Battlestar Galactica, costituito da quattro serie televisive, una miniserie, tre adattamenti cinematografici, tre webserie e due film per la televisione.

Galactica (1978)[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Galactica (serie televisiva 1978).

La serie televisiva originale andò in onda tra il 1978 e il 1979. Richard Hatch ricevette una candidatura ai Golden Globes come miglior attore in una serie drammatica per l'interpretazione del Capitano Apollo. Nel doppiaggio italiano il Comandante Adama venne rinominato "Adamo", mentre il Tenente Starbuck prese il nome di "Scorpion". Tali nomi vennero ripresi anche nel doppiaggio del sequel del 1980 e nel remake del 2004.

Lorne Greene (nel 1942), interprete del Comandante Adamo

Galactica (1980)[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Galactica (serie televisiva 1980).

Nel 1980 venne prodotto un sequel della serie originale, interrotta dopo una sola stagione a causa degli elevati costi di produzione, della quale vennero mantenuti solo alcuni personaggi principali, tra cui il Comandante Adamo, il Tenente Boomer e Boxey (ora chiamato Troy). Dirk Benedict, interprete del Tenente Scorpion, apparve solo in uno dei dieci episodi trasmessi.

Battlestar Galactica (2003-2009)[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Battlestar Galactica (miniserie televisiva) e Battlestar Galactica (serie televisiva).

La miniserie televisiva Battlestar Galactica del 2003 e l'omonima serie televisiva, trasmessa dal 2004 al 2009, di cui costituisce un backdoor pilot, vennero concepite come remake della serie originale del 1978. I personaggi vengono presentati per la prima volta con nome e cognome; alcuni di loro, come il Tenente Scorpion e il Tenente Boomer, sono stati riadattati a ruoli femminili. Richard Hatch, che interpretò il Capitano Apollo nella serie originale, riveste i panni del terrorista Tom Zarek.

William Adamo[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi William Adamo.

William "Husker" Adamo – Adama in originale – (Edward James Olmos, doppiato da Dario Penne). È la revisitazione del personaggio del Comandante Adamo, padre del Capitano Apollo e del Tenente Zac, della serie televisiva originale.

Nacque a Qualai, nella colonia di Caprica, dall'avvocato Joseph Adamo e dalla sua seconda moglie Evelyn. Prese il nome da suo nonno paterno, così come il suo fratellastro, Willie Adama, morto prematuramente. Sposò Carolanne Adama, e divenne padre di Lee e Zak Adamo. Diviene Comandante dell'astronave Galactica e successivamente Ammiraglio della Flotta Coloniale.

Durante l'attacco cylone è sulla via del pensionamento, ed è ospite d'onore alla cerimonia del Galactica, astronave pronta a diventare un museo. Insieme alla Presidente Roslin dirige la Flotta Coloniale e ne prende il comando militare, salvando numerose astronavi dalla distruzione (miniserie). Viene ferito gravemente alla fine della prima stagione da un colpo di pistola infertogli da Sharon Valerii, ed entra in coma lasciando l'astronave nel caos.[1] Al risveglio riprende il Comando dell'astronave, ma si schiera contro il gruppo di ribelli guidato tra gli altri dal figlio Lee, il Presidente Roslin e il Tenente Scorpion.[2] Successivamente decide di riunire la Flotta Coloniale e di appoggiare l'obiettivo dei ribelli di raggiungere la Tomba di Atena su Kobol, e trovare così una rotta verso la Terra.[3] Quando il Galactica incontra e si unisce con l'astronave Pegasus, Adamo deve sottostare al comando dell'Ammiraglio Cain, ma con la morte di quest'ultima viene promosso Ammiraglio.[4] Con la colonizzazione di New Caprica e il successivo attacco cylone, si schiera dalla parte dei ribelli, ma per salvare se stesso e il Galactica è costretto a restare in orbita insieme al figlio Lee. Dopo mesi riesce finalmente ad organizzare una spedizione di soccorso e, coadiuvato dalle forze della Resistenza, porta in salvo centinaia di civili e militari bloccati sul pianeta dalla polizia cylone.[5] Quando Gaius Baltar, colpevole di aver agevolato l'insediamento cylone su New Caprica, viene catturato e incarcerato sul Galactica, Adamo propone inizialmente l'uso di allucinogeni per estorcergli una confessione, ma successivamente accetta che abbia luogo un regolare processo.[6] Il figlio Lee decide di agire nella neutralità e aiutare l'avvocato difensore di Baltar, riuscendo infine a far scagionare lo scienziato da ogni accusa. Padre e figlio hanno un duro confronto, ma in seguito si riconciliano, e Adamo regala ad Apollo i libri di legge di suo nonno, l'avvocato Joseph Adamo.[7] Poco dopo Adamo fa fatica a superare la presunta morte di Kara Thrace; al miracoloso ritorno di quest'ultima, accertata la sua natura umana, Adamo le affida l'astronave Demetrius e una ciurma con cui tentare di raggiungere la Terra.[8]

Laura Roslin[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Laura Roslin.

Laura Roslin (Mary McDonnell, doppiata da Roberta Greganti). Il personaggio non ha alcuna controparte nella serie televisiva originale, venne appositamente creato per il remake.

Come sua madre prima di lei, Laura lavora come insegnante, finché le viene proposto di unirsi alla campagna politica di Richard Adar. Quando questi viene eletto Presidente delle Dodici Colonie, alla Roslin viene affidato il compito di Sottosegretario all'Educazione.

La mattina del primo attacco cylone, poco dopo che le venga diagnosticato un cancro incurabile al seno, si reca sul Galactica per la cerimonia di pensionamento della nave. Quando viene a sapere della caduta delle Dodici Colonie risulta essere la più alta carica politica rimasta in vita e viene quindi nominata Presidente. Si unisce dunque alla Flotta Coloniale e insieme al Comandante Adamo e al figlio Apollo, che lei sceglie come consulente personale, promette ai sopravvissuti di condurli verso una nuova patria, la Terra (miniserie). Per favorire la democrazia, istituisce nuovamente il Consiglio dei Dodici e nomina vicepresidente lo scienziato Gaius Baltar, battendo l'avversario politico Tom Zarek.[9] Al termine della prima stagione, spedisce Kara Thrace in missione a Caprica per recuperare la Freccia di Apollo, oggetto che permetterà loro di aprire la tomba di Atena su Kobol e trovare una strada verso la Terra[10] Quando nel frattempo il Comandante Adamo viene gravemente ferito, Laura e Lee Adamo si ammutinano nei confronti di Saul Tigh, che ha assunto il comando della nave e ha dichiarato la legge marziale.[11] Successivamente, il Comandante Adamo decide di riunire la flotta e di appoggiare il piano del Presidente Roslin. Tempo dopo il cancro al seno del Presidente si aggrava e Laura si ritrova in fin di vita fino a quando il Dr. Baltar, utilizzando le proprietà curative del feto di Numero Otto, prigioniera sul Galactica, riesce a curarla e a far scomparire del tutto il tumore.[12] Quando prende la sofferta ma necessaria decisione di non consentire l'aborto, a favore della ripopolazione umana, Gaius Baltar decide di candidarsi alle elezioni per sostituirla come Presidente delle Dodici Colonie. L'uomo vince le elezioni e Laura torna a lavorare nel campo dell'insegnamento, a New Caprica City.[13] Tempo dopo, in seguito all'invasione cylone e alla successiva vittoria della Resistenza, Tom Zarek cede la carica di Presidente alla Roslin.[14] Durante il processo a Gaius Baltar, la donna confessa pubblicamente di essere nuovamente malata di cancro. [15]Trascorre i suoi ultimi insieme ad Adamo sulla Terra.

Kara Thrace[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Kara Thrace.

Kara "Scorpion" Thrace – "Starbuck" in originale – (Katee Sackhoff, doppiata da Laura Romano). Tenente della Flotta Coloniale ed eccellente pilota di Viper, Kara ricalca alcune abitudini ed atteggiamenti (come ad esempio il vizio del sigaro) del Tenente Scorpion della serie televisiva originale.

Figlia di un padre assente e di una madre abusiva, Kara lasciò la famiglia e si arruolò nell'esercito. Da giovane coltivò la passione del dipinto e diventò giocatrice di Pyramid, finché un incidente al ginocchio la portò ad occuparsi esclusivamente di pilotaggio di Viper. Anni prima degli eventi narrati nella miniserie, intraprese una relazione segreta con Zak Adamo, figlio del Comandante Adamo e suo allievo di volo. Al momento dell'esame Kara decise di promuoverlo, nonostante Zak non fosse ancora pronto e non avesse abilità tecniche sufficienti. Quando il ragazzo morì in seguito a un incidente di volo, Kara ne rimase sconvolta e mantenne segreto il senso di colpa.

Durante l'attacco dei cyloni si trova sul Galactica, che sta per essere chiusa e trasformata in un museo (miniserie). È devota agli dei di Kobol e leale al Presidente Roslin, che le ordina di fare ritorno a Caprica per recuperare la Freccia di Apollo, un prezioso oggetto che avrebbe la capacità di mostrare la via verso la tredicesima colonia, la Terra.[1] Giunta su Caprica, Kara incontra Helo, a cui si unisce nella fuga, e una cinquantina di soldati capitanati da Samuel Anders che hanno formato un gruppo di resistenza.[11] Dopo essere stata ferita e rapita dai cyloni durante un'imboscata, viene salvata e insieme ad Helo fa ritorno alla Flotta Coloniale, portando con sé la Freccia di Apollo. Si unisce quindi al gruppo di ammutinati comandato dal Presidente Roslin, che si reca a Kobol alla ricerca della Tomba di Atena.[16] L'Ammiraglio Cain della Pegasus, riconosciute le abilità militari di Kara, decide di promuoverla a Capitano e di metterla al comando dei piloti della sua astronave.[17] Nel finale della seconda stagione completa con successo la missione di recupero nei confronti dei membri della Resistenza rimasti su Caprica.[18] Un anno dopo vive a New Caprica City ed è sposata con Samuel Anders. Quando New Caprica viene attacca dai cyloni, Kara viene tenuta prigioniera da Leoben (un modello di cylone Numero Due), che le profetizza di avere un «destino speciale».[19] Tornata sul Galactica, Kara è tormentata dalle visioni di Leoben e dai ricordi della madre risalenti alla sua infanzia. Durante una missione di pattugliamento rimane intrappolata nella corrente gravitazionale di un pianeta ed esplode insieme al suo Viper.[20] Mesi dopo Kara riappare miracolosamente, all'interno di un Viper intatto. È convinta di essere stato via solo poche ore, e sostiene di aver visitato la Terra e di potervi condurre l'intera Flotta.[21] La natura umana di Kara viene fortemente dubitata, ma l'Ammiraglio Adamo decide comunque di affidarle il comando di un'astronave, la Demetrius, con cui tentare di raggiungere la Tredicesima Colonia seguendo il suo istinto.[8] Kara rintraccia una Base nemica e si accorda con quattro Cyloni ribelli, che sostengono di volersi alleare con gli umani nella ricerca della Terra.[22]

Lee Adamo[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Lee Adamo.

Lee "Apollo" Adamo – Adama in originale – (Jamie Bamber, doppiato da Alessandro Quarta). È la revisitazione del Capitano Apollo, figlio del Comandante Adamo e fratello di Zac, della serie televisiva originale.

Lee Adamo è il primogenito di William e Carolanne Adama. I genitori divorziarono quando lui aveva otto anni, e Lee venne da quel momento cresciuto dalla sola madre. Interessato alla giurisprudenza e al lavoro di suo nonno, finì per seguire invece le orme del padre, arruolandosi nella Flotta Coloniale e diventando pilota di Viper. Conobbe in quell'occasione Kara Thrace, l'istruttrice di volo di suo fratello minore Zak, e con lei instaurò una forte amicizia. Intraprese una relazione con una donna di nome Gianne, che morì, insieme al loro figlio mai nato, durante il primo attacco cylone.[23]

In seguito all'attacco cylone, assume il ruolo di CAG sul Galactica e viene nominato dalla Roslin suo assistente militare personale.[9] Quando la Presidente viene arrestata per aver interferito con le operazioni militari, Lee si ribella alla decisione del padre e al Colonnello Saul Tigh e viene incarcerato insieme a Roslin per ammutinamento.[1] Poco dopo Apollo assiste impotente al tentato omicidio del padre, quando Sharon Valerii gli spara due colpi al petto a sangue freddo.[10] Il padre è gravissimo, e il comando passa al Colonnello Tigh che dichiara la legge marziale.[11] Al gruppo di ribelli guidati da Apollo e dal Presidente Roslin si aggiungono Helo e Kara Thrace, reduci dalla missione su Caprica. I ribelli si recano su Kobol alla ricerca della Tomba di Atena, dove secondo le scritture è segnata la rotta verso la Terra.[16] Qui Lee Adamo viene raggiunto dal padre, che è uscito dal coma e ha ripreso il comando del Galactica.[3] Rivedendo Scorpion, Lee le confessa di amarla,[16] ma poco tempo dopo inizia invece a sviluppare un'attrazione per Dualla.[24] Viene in seguito trasferito sulla Pegasus insieme a Kara Thrace, dove è costretto a sottostare al comando di altri Ufficiali più alti di grado.[25] Poco tempo dopo rischia la morte durante una battaglia contro una nave Resurrection cylone[4] e viene incaricato di investigare sull'omicidio del successore di Helena Cain.[23] Apollo viene promosso a Maggiore e inizia una relazione con Dualla.[26] In assenza di quest'ultima e di Samuel Anders, Apollo e Kara confessano di amarsi e Lee le propone di lasciare i rispettivi partner per poter stare insieme. Kara accetta, ma spaventata dalla loro relazione sposa in gran fretta Anders. Così Lee, ferito, chiede a Dualla di sposarlo.[27] In seguito Apollo e Scorpion si riappacificano[27], ma Kara muore tragicamente in missione.[20] Quando Lee fa ancora fatica ad elaborare il lutto, la Presidente Roslin gli affida il compito di seguire il processo di Gaius Baltar, aiutando il suo legale.[28] Apollo si scontra duramente con il padre e con la moglie, che lo lascia definitamente, e riesce infine a far assolvere il suo cliente.[15][29] Poco dopo Lee è l'unico a riaccogliere Kara Thrace, creduta morta, e a prestar fede alla sua storia.[21] Apollo accetta un posto vacante nel Consiglio dei Dodici, in cui rappresenta la Colonia di Caprica.[8]

Gaius Baltar[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Gaius Baltar.

Dr. Gaius Baltar (James Callis, doppiato da Fabio Boccanera). Così come in tutte le produzione del franchise, Gaius è l'umano grazie alla cui collaborazione i Cyloni riescono a perpetrare il violento attacco che porta alla distruzione delle Dodici Colonie.

Originario di Aerelon, Gaius Baltar lasciò la sua famiglia di contadini all'età di diciotto anni e divenne un famoso scienziato. Collabora con il Ministero della Difesa creando il Command Navigation Program (CNP), un sistema operativo utile alla Flotta Coloniale. Quando per ultimarlo chiede aiuto alla misteriosa donna con cui sta avendo una relazione, questa, rivelatasi una copia del Numero Sei, introduce nel sistema un backdoor cylone che ne provoca l'arresto.

L'inconsapevole collaborazione di Baltar con i Cyloni causa l'attacco alle Dodici Colonie e l'olocausto della razza umana. L'uomo riesce a salvarsi grazie alla notorietà delle sue conoscenze in campo scientifico e viene trasportato sul Galactica, dove inizia ad avere visioni di una copia del Numero Sei, che solo lui può vedere e sentire (miniserie). La donna, in seguito chiamata "Head Six", sostiene più volte di non essere affiliata ai Cyloni, ma di essere un angelo di Dio. Lo scienziato riesce a creare uno strumento in grado di rivelare la natura cylone di un individuo e acquista fiducia tra le alte cariche politiche e militari del Galactica, fino ad essere nominato membro del Consiglio dei Dodici ed eletto vice Presidente.[9] Baltar continua a seguire le direttive e i suoi consigli di Head Six, ma talvolta si trova a dover dubitare del suo stato mentale. Quando infine la donna gli rivela la sua missione - proteggere la loro figlia, «forma delle cose che verranno» - Baltar si converte progressivamente alla fede monoteistica dei Cyloni e si convince che la bambina di cui parla Head Six è Hera, la figlia di Athena e Karl Agathon.[1] Quando la Roslin gli chiede di uccidere il feto che porta in grembo il Cylone, Baltar lo protegge come se fosse il suo stesso figlio. In seguito a delle analisi scopre che l'ibrido cylone-umano ha il potere di curare il cancro e Baltar ne usa le proprietà per salvare la vita della Presidentessa.[12] In seguito Laura scopre il suo coinvolgimento con la distruzione delle Dodici Colonie, e gli chiede di dimettersi, promettendo di non farne un caso mediatico.[23] Baltar decide invece di candidarsi, e presto viene eletto Presidente. Baltar ordina la colonizzazione di New Caprica, ma 380 giorni dopo la sua elezione il pianeta viene attaccato e occupato dai Cyloni e il Presidente dichiara la resa.[13] In seguito al secondo esodo, Baltar viene infine destituito dal suo incarico e si unisce ai Cyloni.[30] Per conquistarne la fiducia, si inoltra in una Base cylone morente, su cui un virus ha ucciso tutto l'equipaggio. Quando Baltar sopravvive alle torture di Numero Tre grazie all'influenza sempre presente di Head Six, i Cyloni lo accolgono come uno di loro e lui stesso inizia a pensare di poter essere uno degli Ultimi Cinque.[31] Si reca dunque in cerca di risposte sul Pianeta Algae, presso i Tempio dei Cinque. Qui Baltar viene trovato e catturato dalla Flotta Coloniale, e l'uomo fa ritorno sul Galactica, dove viene imprigionato come traditore.[32] In cella Baltar tenta il suicidio; Roslin e Adamo, consci della sua instabilità mentale, decidono di concedergli un legittimo processo, anziché farlo giustiziare in segreto.[6] L'avvocato Romo Lampkin e Lee Adamo si occupano della sua difesa, e Baltar riesce infine ad essere dichiarato innocente.[15] Lo scienziato, senza un posto dove vivere, viene ospitato da una setta monoteista, e ne diventa il leader.[33]

Numero Sei[modifica | modifica sorgente]

Numero Sei (Tricia Helfer, doppiato da Francesca Fiorentini). È il primo cylone umanoide ad essere rivelato come tale: è infatti una delle copie di Numero Sei a presentarsi sulla Stazione dell'Armistizio dichiarando l'inizio della guerra (miniserie).

Caprica Sei. Una copia Numero Sei seduce e inganna Gaius Baltar per estorcergli informazioni che permettono il conseguimento del primo attacco da parte dei Cyloni agli umani. Muore durante l'attacco e la sua coscienza viene trasferita in un secondo corpo; viene reintegrata nella società cylone e diviene famosa per aver contribuito alla vittoria su Caprica. Per questo motivo, inizia ad essere chiamata Caprica Sei, «come se fosse l'unico modello Sei rimasto sul pianeta». Un anno dopo la colonizzazione di New Caprica, Caprica Sei fa parte, insieme a Boomer e a una copia Numero Cinque, della commissione cylone che si incontra con il Presidente Baltar.[13] Quando Athena si reca sulla loro Base cylone, Caprica Sei la aiuta a tornare sul Galactica e a mettere in salvo sua figlia Hera. Caprica Sei viene imprigionata e il cylone decide di stringere un patto con il Presidente Roslin, ora che non può più tornare dai cyloni in quanto traditrice. In cella le fa spesso visita Saul Tigh, e Caprica Sei gli appare talvolta con le fattezze della defunta moglie Ellen. Il cylone rimane incinta del Colonnello, ma perde il bambino in seguito a un aborto. Si stabilisce infine sulla Terra insieme a Gaius Baltar.

Head Six (o Messenger Six). Gaius Baltar è convinto, almeno inizialmente, che l'oggetto delle sue visioni sia appunto Caprica Sei, sebbene la donna sostenga di non essere un cylone, ma un angelo di Dio. Allo stesso modo, Caprica Sei può vedere e sentire la voce di una proiezione di Gaius Baltar.

Gina Inviere. Una copia Numero Sei chiamata Gina Inviere si infiltra sulla Pegasus spacciandosi per un'analista. Instaura una relazione con Helena Cain, per poi essere scoperta, imprigionata e barbaramente torturata dall'equipaggio della nave.

Numero Otto[modifica | modifica sorgente]

Sharon "Boomer" Valerii

Numero Otto (Grace Park, doppiata da Federica De Bortoli). È una serie cylone che si presenta prevalentemente sotto due identità. Sia la prima, quella del Tenente Boomer, che la seconda (Sharon Agathon detta "Atena") prende il loro nome da pilota da personaggi della serie televisiva originale. Nel caso di Atena il nome deriva dalla figlia dell'originale Comandante Adamo.

Sharon "Boomer" Valerii. È un Tenente del Galactica, apparentemente originaria di Aerelon. In seguito al prima attacco cylone è costretta ad abbandonare su Caprica il Tenente Agathon, che decide di sacrificarsi e di permettere al dottor Gaius Baltar di prendere il suo posto su un Raptor diretto sul Galactica (Battlestar Galactica. Intraprende inizialmente una relazione col Capo Tyrol, che saranno costretti ad interrompere dopo alcuni mesi dall'attacco dei cyloni.[34] Col progredire degli eventi stagione capisce di essere un Cylone, e ciò la porta anche ad un tentato suicidio.[10] In seguito a una missione presso una nave nemica, scopre di essere una delle copie del Numero Otto.[1] Tornata sul Galactica spara e ferisce gravemente il Comandante Adamo, accettando la sua vera natura.[1][35] Viene tenuta prigioniera sul Galactica, finché non viene uccisa da Cally Handerson.[11] Al suo risveglio fa fatica ad adattarsi alla società cylone, di cui ora fa parte.[36] Insieme a Caprica Sei e a una copia Numero Tre costituisce un gruppo di leader cyloni e rinnega il suo passato sul Galactica. Durante la guerra civile cylone si affianca a Cavil, con cui ha una relazione,[37] e ordisce il piano per il rapimento di Hera, che conclude con successo manipolando i sentimenti di Galen Tyrol. Viene infine uccisa in modo definitiva da Athena.

Sharon "Athena" Agathon. Un'altra copia del Numero Otto, che dopo l'attacco dei cyloni rimane invece a Caprica, inganna Karl "Helo" Agathon facendogli credere di essere il Tenente Valerii e di essere tornata sul pianeta per aiutarlo a fuggire.[38] La copia si rivolta contro la sua specie e aiuta Helo, padre di suo figlio, a fuggire dal pianeta.[2] Viene infine accolta e tenuta prigioniera sul Galactica, dove le viene concesso di proseguire la gravidanza e dove partorisce una bambina, chiamata Hera.[36] Poco dopo la nascita le viene detto che la bambina non è sopravvissuta, quando invece viene tenuta nascosta dalla Presidente Roslin, che è convinta che possa essere «la forma delle nuove cose che verranno» e che necessiti dunque di vivere nell'ombra.[36] Durante la colonizzazione di New Caprica Sharon sposa Agathon, prendendone il cognome. Successivamente si arruola nella Flotta Coloniale e le viene dato il nome di battaglia "Athena".[39] Dopo aver scoperto la verità su sua figlia, si reca sulla Base cylone su cui è imprigionata e la riporta in salvo grazie all'intervento di Caprica Sei.[32] Quando la bambina viene nuovamente rapita da Boomer, Athena cade in depressione, credendo di averla persa per sempre. Durante la battaglia contro la Colonia cylone, riesce a ritrovarla e in quell'occasione uccide Boomer, le cui azioni vengono ritenute imperdonabili.

Saul Tigh[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Saul Tigh.

Saul Tigh (Michael Hogan, doppiato da Massimo Milazzo). Colonnello della Flotta Coloniale e compagno d'armi del Comandante Adamo. Quando quest'ultimo viene ferito gravemente, Tigh prende il comando del Galactica dichiarando la legge marziale. Succube della moglie manipolatrice, fa incarcerare Lee Adama e il Presidente Roslin per ammutinamento.

Galen "il Capo" Tyrol[modifica | modifica sorgente]

Galen Tyrol (Aaron Douglas, doppiato da Alberto Angrisano). Capo tecnico del Galactica, lavora alla manutenzione dei veicoli militari. Ancora prima dell'attacco cylone, aveva intrapreso una relazione clandestina con il Tenente Valerii, che era inconsapevole di essere un cylone. In seguito Tyrol decide di separarsi dalla donna e di sottostare alle politiche dell'astronave, che non permettono relazioni tra i militari. Tornato da una missione su Kobol, scopre la vera natura di Sharon e che quest'ultima ha da poco ferito gravemente, sparandogli, il Comandante Adamo. Rimane spiazzato dall'arrivo di una seconda copia del Numero Otto, quella che ha seguito Agathon da Caprica fino al Galactica.

Successivamente scopre di essere anche lui un Cylone, per la precisione uno degli Ultimi Cinque, i soli sopravvissuti della Tredicesima Tribù.

Karl Agathon[modifica | modifica sorgente]

Tahmoh Penikett interpreta Karl Agathon

Karl "Helo" Agathon (Tahmoh Penikett, doppiato da Daniele Barcaroli).

Helo è un Tenente della Flotta Coloniale, il cui Raptor viene gravemente danneggiato durante l'attacco dei cyloni. Insieme al co-pilota Sharon Valerii è costretto ad atterrare a Caprica per riparare il veicolo. Sul pianeta un gruppo di civili, tra cui Gaius Baltar, li implora di farli salire a bordo per essere salvati dai cyloni. Helo decide di restare sulla terraferma e di cedere il suo posto a Gaius Baltar, sapendo che il Galactica non sarebbe mai potuto tornare indietro per recuperarlo (miniserie).

Dopo alcuni mesi passati da solo su Caprica, Helo incontra quella che sembra essere Sharon, ma che in realtà non è altro che un'altra copia del Numero Otto.[38] Helo intraprende una relazione con lei, che sostiene di essere tornata indietro per salvarlo e che resta infine incinta di suo figlio. Quando Helo scopre la sua vera natura, si rifiuta di uccidere la madre di suo figlio e impedisce a Scorpion di spararle.[1] Grazie all'aiuto di Kara Thrace, in missione su Caprica per conto del Presidente, Helo riesce a tornare sulla Flotta Coloniale, portando con sé Numero Otto.[2] Col progredire degli eventi, Helo presta completa fiducia al cylone, di cui si è innamorato, e insieme si preparano a crescere la loro bambina, Hera. Quando la Presidente Roslin ordina l'aborto del feto, Helo tenta di dissuadere il Comandante Adamo dall'eseguire gli ordini. Roslin infine decide di far nascere la bambina, ma la tiene segreta ai due genitori, ai quali dice invece che è morta durante il parto. Helo sostiene faticosamente Athena, che a causa del lutto cade in depressione. Durante la colonizzazione di New Caprica i due infine si sposano.[13] Tornato sul Galactica dopo il secondo esodo, Karl Agathon viene incaricato di organizzare lo smistamento dei civili che sono riusciti a salvarsi dal pianeta. In quest'occasione Helo scopre che il Dr. Robert, fidato medico ufficiale della nave, sta intenzionalmente uccidendo pazienti provenienti da Sagittarian, che lui disprezza a causa della loro bigotteria.[40] Dopo l'apparente resurrezione di Kara Thrace, Agathon è uno dei pochi, insieme ad Apollo, ad accoglierla e a spronarla a proseguire la sua missione verso la Terra.[21] In seguito Karl Agathon partecipa alla missione di salvataggio di sua figlia Hera sulla Colonia cylone; viene ferito, ma riesce a sopravvivere e si ricongiunge con Athena e sua figlia sulla Terra.

Felix Gaeta[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Felix Gaeta.

Felix Gaeta (Alessandro Juliani, doppiato da Fabrizio Vidale). Tenente e ufficiale scientifico del Galactica. Da quanto è possibile vedere dai Webisodies "The Face of the Enemy" Gaeta è omosessuale e ha una relazione con un ufficiale del Galactica.

Anastasia Dualla[modifica | modifica sorgente]

Kandyse McClure interpreta Anastasia Dualla

Anastasia "Dee" Dualla (Kandyse McClure, doppiata da Angela Brusa). Tenente e ufficiale alle comunicazioni del Galactica, il personaggio prende spunto dal Caporale Rigel della serie televisiva originale.[41]

Dualla è originaria di Sagittaria, ma non ne condivide i credi religiosi. Si arruola nell'esercito ribellandosi al volere del padre.[42]

Al momento dell'attacco cylone lavora sul Galactica come ufficiale addetto alle comunicazioni (miniserie). In una delle sue prime missione sul campo si reca sulla Astral Queen, astronave della flotta finalizzata al trasporto di prigionieri, dove viene tenuta ostaggio, insieme a Billy Keikeya e al Capitano Apollo, dall'ex terrorista Tom Zarek. Dopo l'esperienza, Dualla inizia a frequentare Billy,[43] ma in seguito sviluppa invece un'attrazione per Lee Adamo.[11] Tempo dopo Dualla rifiuta la proposta di matrimonio da parte del fidanzato, che successivamente rimane ucciso in un conflitto a fuoco,[44] e intraprende una relazione con Apollo. Mesi dopo viene trasferita sulla Pegasus, di cui diviene ufficiale esecutivo. Durante la colonizzazione di New Caprica, accetta di sposare Lee Adamo, senza sapere della sua complicata relazione con Kara Thrace.[27] In seguito affronta suo marito, chiedendogli del suoi sentimenti per Scorpion. Apollo stronca la relazione con Kara e i due si riconciliano,[6] fino a quando non è Dualla a lasciarlo quando Lee decide di difendere Gaius Baltar in tribunale.[29] Quando la Flotta trova la Terra, come molti Dualla rimane distrutta dalla notizia che il Pianeta è in pessime condizioni e non è dunque abitabile. Si suicida poco dopo con la sua pistola di servizio.[45]

Cally Handerson[modifica | modifica sorgente]

Callandra "Cally" Handerson (Nicki Clyne, doppiata da Francesca Manicone). Lavora sul Galactica sotto il comando di Capo Tyrol. Nella seconda stagione, dopo una traumatica esperienza su Kabol, uccide Sharon Valerii, che si era rilevato essere un cylone. Sposa infine Galen Tyrol, acquistandone il cognome. Si trasferisce su New Caprica insieme alla quasi totalità delle persone della Flotta. Qui dà alla luce un bambino; insieme a Tyrol subisce torture e viene quasi uccisa dai Cyloni. Ritornata su Galactica, scopre che il marito è in realtà un Cylone e sconvolta, medita di suicidarsi insieme al figlio; l'intervento di Tory Foster salva il bambino, ma per evitare il pericolo di essere scoperti, quest'ultima espellerà Cally da un ponte di lancio, uccidendola.

Samuel Anders[modifica | modifica sorgente]

Samuel T. Anders (Michael Trucco, doppiato da Tony Sansone). Giocatore di Piramid nella squadra dei Caprica Buccaneers. Al momento dell'attacco dei cyloni riesce a salvarsi insieme ad altri cento giocatori, che come lui si trovavano in allenamento in alta montagna. Anders organizza una resistenza presso una base militare ancora sconosciuta agli invasori. Incontra Kara Thrace quando questa torna a Caprica per recuperare la Freccia di Apollo e la salva dai cyloni che l'avevano rapita. Anders decide di lasciarla tornare insieme a Helo al Galactica, con la promessa di tornare successivamente per trarli in salvo dai nemici. Un anno dopo si scopre che si è sposato con Scorpion. Nella terza stagione entra a far parte della Resistenza. Tornato sul Galactica entra a far parte di una specie di Task Force che giustizia i traditori. Dopo essersene andato viene sostituito dalla moglie. Dopo la morte di quest'ultima diventa pilota di Viper. Al termine della stagione si scopre essere uno degli ultimi cinque cyloni. Nell'ultima stagione il ruolo che copre diventa più importante. Entra a far parte dell'equipaggio della Demetrius, comandata da Kara. Al suo ritorno sul Galactica viene smascherato da Tigh e con profondo rammarico ammette di essere un cylone. Durante l'ammutinamento viene ferito alla testa e da allora resa invalido. Sarà proprio lui, che guiderà l'intera Flotta (priva di equipaggio) verso il Sole dicendo a Kara: "Ci vediamo dall'altra parte."

Cyloni[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Cyloni.
Un centurione cylone

I cyloni (cylons, acronimo di Cybernetic Life-form Node) sono una razza di robot senzienti creati dagli uomini. Diversi decenni prima degli eventi narrati nella serie, i cyloni si ribellarono agli uomini dando inizio a una lunga guerra che si concluse con un armistizio. Nella miniserie viene narrato come il periodo di pace venga improvvisamente stroncato dal primo attacco cylone che causa l'instantanea caduta delle Dodici Colonie. I cyloni prendono diverse forme: vennero originariamente creati come robot meccanici (chiamati centurioni o più volgarmente tostapane), ma col passare del tempo si sono evoluti in Raider (veicoli in parte meccanici, in parte biologici, controllati da una mente artificiale), in ibridi (il primo passo evolutivo verso il modello unicamente organico) e infine in cyloni umanoidi, di cui vennero create tredici serie. Otto di queste sono ben note, e le rispettive copie prendono parte allo svolgersi degli eventi.

Gli Otto principali[modifica | modifica sorgente]

  • Numero Uno, conosciuto come John Cavil (Dean Stockwell): fa la sua comparsa a bordo del Galactica, dove si è infiltrato spacciandosi per un consulente religioso. È lui ad organizzare il genocidio della razza umana ed è l'unico dei primi otto modelli cyloni a conoscere la vera identità degli Ultimi Cinque.
  • Numero Due, conosciuto come Leoben Conoy (Callum Keith Rennie): cylone ossessionato da Kara Thrace e deciso a farle compiere il proprio destino.
  • Numero Tre, conosciuto come D'Anna Biers (Lucy Lawless): è un agente cylone infiltrato sul Galactica sotto le mentite spoglie di una reporter. È lei per prima ad avere una visione degli Ultimi Cinque, per poi però dimenticare i loro volti.
  • Numero Quattro, conosciuto come Simon O'Neill (Rick Worthy): inganna Kara Thrace spacciandosi per un medico che sostiene di averla in cura presso un ospedale. Scorpion è in realtà prigionieria in un edificio cylone.
  • Numero Cinque, conosciuto come Aaron Doral (Matthew Bennett): infiltratosi sul Galactica, cerca di destabilizzare la neonata leadership del presidente Roslin.
  • Numero Sei (Tricia Helfer, doppiato da Francesca Fiorentini).
  • Numero Sette: conosciuto come Daniel, serie distrutta prematuramente dal Numero Uno. Questo cylone viene descritto come particolarmente sensibile e con uno spiccato spirito artistico. Il padre di Kara era un musicista, scomparso improvvisamente e misteriosamente. Scorpion cerca di capire che cosa le è successo e soprattutto cos'è e sarà Lei, grazie alle note di una canzone che suo padre le aveva insegnato da piccola, che riuscirà a trovare le coordinate per raggiungere il sogno di un posto dove poter ricominciare e cioè un nuova Terra.
  • Numero Otto (Grace Park, doppiata da Federica De Bortoli): serie di cyloni a cui appartengono Sharon "Boomer" Valerii e Sharon "Athena" Agathon.

Gli Ultimi Cinque[modifica | modifica sorgente]

Le altre serie, invece, vengono rivelate solo successivamente: i cosiddetti "Ultimi Cinque", cioè gli ultimi cinque personaggi ad essere rivelati come cyloni, sono Samuel T. Anders, Tory Foster, Saul Tigh, Galen Tyrol e, per ultima, Ellen Tigh.

Altri personaggi[modifica | modifica sorgente]

  • Richard Adar (David Eick): Presidente delle Dodici Colonie di Kobol ed amante di Laura Roslin. Con il bombardamento dei Cyloni, l'attacco alle Dodici Colonie e la distruzione di Picon, Ader offrì immediatamente una resa incondizionata ai Cyloni, che però non venne ascoltata. Alla fine del bombardamento, venne dato per morto e venne sostituito alla presidenza proprio da Laura Roslin.
  • Hera Agathon (Lily Duong-Walton, Alexandra Thomas e Iliana Gomez-Martinez): prima ibrida cylone/umano, figlia di Karl Agathon e del clone Numero Otto noto col nome di Athena. Diverrà la futura Eva mitocondriale
  • Jean Barolay (Alisen Down): ex giocatrice di Pyramid, si unisce al gruppo di resistenza di Samuel Anders, prima a Caprica e successivamente a New Caprica. Tornata sul Galactica, diventa membro del Circolo, il gruppo incaricato di giudicare a condannare i sospetti traditori che hanno preso parte al governo Baltar. In seguito diventa volonataria nella spedizione guidata da Kara Thrace sul Demetrius e viene infine uccisa da una copia del Numero Sei.
  • Helena Cain (Michelle Forbes): Ammiraglio della Flotta Coloniale al comando dell'astronave Pegasus, che riesce a salvarsi all'attacco Cylone ma rimane slegata dal seguito del Galactica. Ricongiungendosi con la Flotta comandata da Adamo, Cain risulta essere più alta di grado e ha dunque la possibilità di prendere il comando di tutta la Flotta Coloniale sopravvissuta. Viene infine uccisa da Gina Inviere, una delle copie del Numero Sei, sua amante. Nel film Battlestar Galactica: Razor, incentrato sulla Pegasus, appare in tutti i flashback.
  • Brendan "Hot Dog" Costanza (Bodie Olmos): pilota di viper del Galactica, addestrato da Kara Thrace. Risulta essere l'unico sopravvissuti tra le reclute delle flotte civili e padre di quello che si credeva il figlio di Tyrol e Cally.
  • Dr. Sherman Cottle (Donnelly Rhodes): è il Primario di medicina e chirurgia del Galactica, controparte del Dr. Salik della serie televisiva originale. Lavora appoggiato da un ristretto gruppo di medici civili, è molto amico Presidente Roslin ed è inizialmente è una delle poche persone a conoscere le sue condizioni di salute.
  • Margaret "Racetrack" Edmondson (Leah Cairns): è un pilota di Raptor del Galactica. Cinica e pessimista, vive nella convinzione di essere destinata a non sopravvivere alla guerra. Manca infine lanciando dei missili contro la Colonia cylone, esaudendo il suo desiderio di morire «non prima di uccidere più cyloni possibili».
  • Elosha (Lorena Gale): è la sacerdotessa presente alla cerimonia del Galactica, poco prima dell'olocausto cylone. Diventa un'importante figura spirituale per la Presidente Roslin, che aiuta durante la malattia. Muore a causa di un attacco cylone su Kobol. In seguito compare in visione al Presidente.
  • Anthony Figurski (Don Thompson): è un tecnico del Galactica, spesso preso in giro da Capo Tyron per la lentezza con cui compie il suo lavoro.
  • Jack Fisk (Graham Beckel): è l'ufficiale esecutivo della Pegasus quando Helena Cain ritrova il Galactica e il resto della flotta coloniale. Alla morte della donna, prende il comando dell'astronave, ma viene poi ucciso da un boss del mercato nero.
  • Tory Foster (Rekha Sharma, doppiato da Giò Giò Rapattoni): assistente del Presidente Laura Roslin è una degli ultimi cinque cyloni.
  • Louis Hoshi (Brad Dryborough): è un ufficiale addetto alle comunicazioni del Galactica, assegnato per breve tempo anche alla Pegasus. Viene rivelato essere coinvolto in una relazione con Felix Gaeta.
  • Louanne "Kat" Katraine (Luciana Carro): pilota di viper addestrata da Kara Thrace. Nonostante sia un ottimo pilota, si sconta più volte con Scorpion a causa del carattere testardo e arrogante di entrambe. Viene nominata CAG durante la colonizzazione di New Caprica. Muore durante la terza stagione in seguito a una fatale esposizione radioattiva.
  • Aaron Kelly (Ty Olsson): Capitano del Galactica. È il responsabile degli attacchi bomba nei confronti di Gaius Baltar e del suo avvocato.
  • Billy Keykeya (Paul Campbell, doppiato da Francesco Bulckaen): funzionario e segretario personale di Laura Roslin fino a quando muore mentre cerca di proteggere l'ex fidanzata, Dualla. Sarà poi sostituito da Tory Foster.
  • Romo Lampkin (Mark Sheppard): è l'avvocato difensore di Gaius Baltar. Cleptomane ed eccentrico, riesce con l'aiuto di Lee Adama a far scarcerare con successo il suo cliente, è l'ultimo Presidente delle Dodici Colonie di Kobol.
  • James "Jammer" Lyma (Dominic Zamprogna): è uno dei tecnici guidati dal Capo Tyrol. Su New Caprica, sebbene inizialmente faccia parte della Resistenza, si unisce alla Polizia cylone e diviene responsabile dell'esecuzione di numerosi civili. Tornato sul Galactica viene giustiziato dal Circolo, una commissione chiamata a giudicare i collaborazionisti che hanno tradito la Flotta Coloniale.
  • Hamish "Skulls" McCall (Colin Lawrence): è un pilota di Raptor del Galactica. Viene ferito gravemente da un colpo di pistla sparato da Kara Thrace durante l'ammutinamento di Gaeta, ma sopravvive. Muore durante la missione di recupero di Hera Agathon, presso la Colonia cylone.
  • Alex "Crashdown" Quartararo (Samuel Witwer): è l'ufficiale che sostituisce Karl Agathon come co-pilota di Sharon Valerii, quando questi decide di restare su Caprica e sacrificarsi per salvare la vita a dei civili (miniserie). Partecipa alla missione su Kobol, dove viene ucciso da Baltar.
  • Paulla Schaffer (Lara Gilchrist): è un membro della setta di Gaius Baltar, e ne prende anche il comando temporaneamente.
  • Diana "Hardball" Seelix (Jennifer Halley): è un tecnico del Galactica, subordinata a Capo Tyrol, finché non decide di prendere lezione di volo e diventare un pilota di Viper.
  • Ellen Tigh (Kate Vernon, doppiata da Valeria Perilli): moglie del Colonnello Tigh, è la creatrice degli 8 cyloni, l'ultima a essere rivelata.
  • Tom Zarek (Richard Hatch, doppiato da Paolo Buglioni): ex terrorista e leader popolare, avversario politico di Laura Roslin.

Caprica (2010)[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Caprica.
Da sinistra: Grace Park, Eric Stoltz ed Esai Morales al pannello Comic-Con del 2009.

Nel 2010 è stata prodotta la prima ed unica stagione della serie televisiva Caprica, spin-off di Battlestar Galactica e suo prequel. Tra i protagonisti Joseph Adamo, padre di William Adama, futuro Comandante del Galactica, e Daniel Graystone, l'ingegnere informatico che costruì il primo Cylone.

Joseph Adamo[modifica | modifica sorgente]

Joseph Adamo – Adama in originale – (Esai Morales). Originario di Tauron, migrò con suo fratello Sam su Caprica quando perse entrambi i genitori nella Guerra civile. È un noto avvocato civile, affiliato all'organizzazione criminale tauronese Ha'la'tha. Perde la prima moglie, Shannon, e la figlia Tamara nell'attentato terroristico ad opera dei gruppo monoteista Soldiers of the One. Cresce da solo il figlio Willie, che muore a soli undici anni in uno scontro a fuoco. In seguito sposa la sua assistente, Evelyn, che dà alla luce il suo secondo figlio maschio, William Adama.

Daniel Graystone[modifica | modifica sorgente]

Daniel Graystone (Eric Stoltz) è un ricco ingegnere informatico nativo di Caprica. È fondatore e amministratore delegato della Graystone Industries nonché proprietario dei Caprica Buccaneers, la più nota squadra di pyramid del pianeta. Perde la figlia Zoe nell'attentato terroristico ad opera dei gruppo monoteista Soldiers of the One. Rubando un processore da una compagnia informatica rivale con sede a Tauron, riesce a perfezionare il prototipo militare richiestogli dal governo, costruendo così il primo Cylone.

Amanda Graystone[modifica | modifica sorgente]

Amanda Graystone (Paula Malcomson) è la moglie di Daniel e la madre di Zoe. Anch'ella nativa di Caprica, è un chirurgo plastico di successo.

Zoe Graystone[modifica | modifica sorgente]

Zoe Graystone (Alessandra Torresani) è la figlia di Daniel e Amanda. Definita un genio dall'amica Lacy, riesce prima di tutti a creare una sua copia virtuale dotata di libero arbitrio e coscienza di sé. Si fa trascinare dal fidanzato Ben Stark nella sette religiosa dei Soldati dell'Unico e muore tragicamente in un attentato terroristico. Dopo la sua morte, il suo avatar continua ad esistere nel mondo virtuale. Daniel Graystone lo inserisce all'interno di un suo prototipo meccanico, creando così il primo robot senziente. Secondo alcune voci sull'annullata stagione 2 di caprica, l'aspetto adulto di Zoe Graystone diverrà in Battlestar Galactica l'aspetto del cylone numero 6.

Lacy Rand[modifica | modifica sorgente]

Lacy Rand (Magda Apanowicz) è un'amica di Zoe, suo compagna di scuola alla Athena Academy. Promette alla sua copia virtuale di aiutarla a fuggire dal laboratorio dove viene tenuta rinchiusa. Su Gemenon diverrà la Benedetta Madre della chiesa monoteista.

Sam Adamo[modifica | modifica sorgente]

Sam Adamo – Adama in originale – (Sasha Roiz) è il fratello di Joseph, immigrato a Caprica da Tauron dopo aver perso i genitori nella Guerra civile. È immischiato nella mala tauronese, e lavora per l'organizzazione criminale Ha'la'tha.

Tamara Adamo[modifica | modifica sorgente]

Tamara Adamo – Adama in originale – è la figlia di Joseph Adama. Morta nell'attentato terroristico, viene ricreato il suo avatar dal dottor Graystone. Nel mondo virtuale diventa famosa poiché non può morire e insieme all'avatar di Zoe Graystone diviene un "Angelo Vendicatore". Secondo alcune voci sull'annullata stagione 2 di caprica, l'aspetto adulto di Tamara diverrà in Battlestar Galactica l'aspetto del cylone numero 8.

William "Willie" Adamo[modifica | modifica sorgente]

William "Willie" Adamo (Sina Najafi). Figlio undicenne di Joseph e Shannon Adamo, muore precocemente in uno scontro a fuoco. Condividerà il nome, ereditato dal nonno paterno, con il futuro fratellastro, nato in un secondo matrimonio.

Clarice Willow[modifica | modifica sorgente]

  • Clarice Willow (Polly Walker): Sacerdotessa di Atenae preside della scuola frequentata da Zoe, in realtà membro della setta monoteista terroristica dei Soldati dell'Unico.

Altri personaggi[modifica | modifica sorgente]

  • Ben Stark (Avan Jogia): fidanzato di Zoe e membro della setta Soldati dell'Unico. Si fa esplodere in un attentato terroristico a sfondo religioso.
  • Jordan Duram (Brian Markinson): agente del Dipartimento di Difesa Globale.
  • Tomas Vergis (Roger Cross): rivale in affari di Daniel Graystone, il quale gli ruba il processore meta-cognitivo con cui riesce a far attivare il primo Cylone.
  • Cyrus Xander (Hiro Kanagawa): assistente di Daniel Graystone alla Graystone Industries.
  • Barnabus Greeley (James Marsters): leader di una cellula terroristica della setta Soldati dell'Unico.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f g Battlestar Galactica: episodio 1x13, La freccia di Apollo (Kobol's Last Gleaming: Part II).
  2. ^ a b c Battlestar Galactica: episodio 2x5, Il sentiero del destino (The Farm).
  3. ^ a b Battlestar Galactica: episodio 2x7, Verso casa (seconda parte) (Home: Part II).
  4. ^ a b Battlestar Galactica: episodio 2x12, L'enigma Resurrection (seconda parte) (Resurrection Ship: Part II).
  5. ^ Battlestar Galactica: episodio 3x3, Esodo, Parte I (Exodus, Part I).
  6. ^ a b c Battlestar Galactica: episodio 3x13, Un attimo di pausa (Taking a Break from All Your Worries).
  7. ^ Battlestar Galactica: episodio 3x15, Anniversario di matrimonio (A Day in the Life).
  8. ^ a b c Battlestar Galactica: episodio 4x2, Gli ultimi cinque (Six of One).
  9. ^ a b c Battlestar Galactica: episodio 1x3, Sete di libertà (Bastille Day).
  10. ^ a b c Battlestar Galactica: episodio 1x12, La missione di Kara (Kobol's Last Gleaming: Part I).
  11. ^ a b c d e Battlestar Galactica: episodio 2x4, Legge marziale (Resistance).
  12. ^ a b Battlestar Galactica: episodio 2x13, Pace con i Cyloni (Epiphanies).
  13. ^ a b c d Battlestar Galactica: episodio 2x20, Missione 2 Alpha (seconda parte) (Lay Down Your Burdens: Part II).
  14. ^ Battlestar Galactica: episodio 3x5, Collaboratori (Collaborators).
  15. ^ a b c Battlestar Galactica: episodio 3x20, Crocevia, Parte II (Crossroads: Part II).
  16. ^ a b c Battlestar Galactica: episodio 2x6, Verso casa (prima parte) (Home: Part I).
  17. ^ Battlestar Galactica: episodio 2x11, L'enigma Resurrection (prima parte) (Resurrection Ship: Part I).
  18. ^ Battlestar Galactica: episodio 2x19, Missione 2 Alpha (prima parte) (Lay Down Your Burdens: Part I).
  19. ^ Battlestar Galactica: episodio 3x1, L'attentato (Occupation).
  20. ^ a b Battlestar Galactica: episodio 3x17, Tragico epilogo (Maelstrom).
  21. ^ a b c Battlestar Galactica: episodio 4x1, Il dono della conoscenza (He That Believeth in Me).
  22. ^ Battlestar Galactica: episodio 4x7, Nuovi alleati (Guess What's Coming to Dinner).
  23. ^ a b c Battlestar Galactica: episodio 2x14, Ostaggi dei mercanti (Black Market).
  24. ^ Battlestar Galactica: episodio 2x9, Il sogno di Tyrol (Flight of the Phoenix).
  25. ^ Battlestar Galactica: episodio 2x10, Scontro mortale (Pegasus).
  26. ^ Battlestar Galactica: episodio 2x17, Onore al merito (The Captain's Hand).
  27. ^ a b c Battlestar Galactica: episodio 3x9, Conti in sospeso (Unfinished Business).
  28. ^ Battlestar Galactica: episodio 3x18, Anche i figli si ribellano (The Son Also Rises).
  29. ^ a b Battlestar Galactica: episodio 3x19, Crocevia, Parte I (Crossroads: Part I).
  30. ^ Battlestar Galactica: episodio 3x4, Esodo, Parte I (Exodus, Part II).
  31. ^ Battlestar Galactica: episodio 3x7, Il prezzo della salvezza (A Measure of Salvation).
  32. ^ a b Battlestar Galactica: episodio 3x12, Gli ultimi cinque (Rapture).
  33. ^ Battlestar Galactica: episodio 4x6, Fede (Faith).
  34. ^ Battlestar Galactica: episodio 1x6, Sacrificio esemplare (Litmus).
  35. ^ Battlestar Galactica: episodio 2x1, Lotta per la vita (Scattered).
  36. ^ a b c Battlestar Galactica: episodio 2x18, Un nuovo inizio (Downloaded).
  37. ^ Battlestar Galactica: episodio 4x3, Tragica verità (The Ties That Bind).
  38. ^ a b 33 minuti (33), episodio 1x01, Battlestar Galactica
  39. ^ Battlestar Galactica: episodio 3x2, Esecuzione sommaria (Precipice).
  40. ^ Battlestar Galactica: episodio 3x14, Il medico della morte (The Woman King).
  41. ^ (EN) Anastasia Dualla on Battlestar Wiki - Notes. URL consultato l'8 febbraio 2011.
  42. ^ Battlestar Galactica: episodio 2x8, Vita di bordo (Final Cut).
  43. ^ Battlestar Galactica: episodio 1x9, Il rilevatore di Cyloni (Tigh Me Up, Tigh Me Down).
  44. ^ Battlestar Galactica: episodio 2x16, Fuoco amico (Sacrifice).
  45. ^ Battlestar Galactica: episodio 4x11, Voglia di farla finita (Sometimes a Great Notion).

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]