Partito Popolare Svedese di Finlandia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Partito Popolare Svedese di Finlandia
(FI) Suomen ruotsalainen kansanpuolue
(SV) Svenska folkpartiet i Finland
Leader Carl Haglund
Stato Finlandia Finlandia
Fondazione 1906
Sede Simonsgatan 8 A
00100 Helsingfors (Helsinki)
Ideologia Liberalismo
Collocazione Centro / centrodestra
Partito europeo Partito Europeo dei Liberali, Democratici e Riformatori
Gruppo parlamentare europeo Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l'Europa
Affiliazione internazionale Internazionale Liberale
Seggi Parlamento
9 / 200
Seggi Europarlamento
1 / 13
Iscritti 28.000[1] (2011)
Colori Giallo
Sito web sfp.fi

Il Partito Popolare Svedese di Finlandia (in svedese Svenska folkpartiet i Finland, SFP, in finlandese Suomen ruotsalainen kansanpuolue, RKP), conosciuto fino al 2010 come Partito Popolare Svedese (in svedese Svenska folkpartiet, in finlandese Ruotsalainen kansanpuolue), è un partito politico finlandese liberale, rappresentante della minoranza linguistica svedese del paese.

Il partito è membro dell'Internazionale Liberale e del Partito Europeo dei Liberali, Democratici e Riformatori.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il partito fu fondato nel 1906 da Axel Lille, ed è perciò uno dei più antichi partiti politici finlandesi. Nasce come rappresentanza della minoranza di lingua svedese ed è perciò un partito federalista favorevole a un decentramento dei poteri[senza fonte].

Occasionalmente nel gruppo parlamentare dell'SFP fanno parte i deputati dell'Åland.

Il partito ha partecipato spesso al governo del paese (come nel corso dell'attuale legislatura) facendo spesso da "ago della bilancia", sebbene negli anni abbia subito un progressivo declino: è passato dal 12.7% delle elezioni del 1907 al 7% nell'immediato dopoguerra fino al 4,5% delle ultime elezioni. La ragione risiede soprattutto nella progressiva diminuzione della percentuale di finlandesi di madrelingua svedese.

Pur riamanendo come peculiarità principale del partito la difesa della comunità di lingua svedese, in materia fiscale ha posizioni liberiste e in materia ambientale è un partito fortemente ambientalista.

Radicato soprattutto nelle zone rurali dove si concentra la minoranza svedese il partito si rivolge anche alla medio-piccola borghesia del paese.

Il partito si è mostrato molto eclettico; ha infatti composto coalizioni governative sia con il Partito di centro sia con il Partito socialdemocratico finlandese. Soprattutto riguardo alle elezioni presidenziali, dove nessun candidato è mai arrivato al secondo turno, il partito decide di volta in volta quale candidato appoggiare.

Lista dei leader di partito[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FI) Mikko Niemelä, Perussuomalaisilla hurja tahti: "Jäseniä tulee ovista ja ikkunoista", Kauppalehti, 13 marzo 2011. URL consultato il 20 aprile 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]