Nana Mouskouri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curly Brackets.svg
A questa voce o sezione va aggiunto il template sinottico {{Artista musicale}}
Per favore, aggiungi e riempi opportunamente il template e poi rimuovi questo avviso.
Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.
Curly Brackets.svg
A questa voce o sezione va aggiunto il template sinottico {{Carica pubblica}}
Per favore, aggiungi e riempi opportunamente il template e poi rimuovi questo avviso.
Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.
Nana Mouskouri durante un'intervista rilasciata negli anni duemila

Nana Mouskouri, in lingua greca Nάνα Μούσχουρη, all'anagrafe Ioanna Mouskouri (La Canea, 13 ottobre 1934), è una cantante e politica greca.

Le oltre 200 milioni di copie vendute nella sua carriera fanno di lei una dei musicisti più venduti di tutti i tempi[1]. Questo successo è stato raggiunto anche perché la Mouskouri ha inciso molte sue canzoni in più lingue, tra cui greco, francese, inglese, spagnolo, italiano, tedesco e portoghese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nana Mouskouri nasce a Hanià, nell'isola di Creta il 13 ottobre 1934. Più tardi la sua famiglia si trasferirà ad Atene.

Nel 1950 entra al Conservatorio di Atene dove studia per sei anni canto, piano e armonia. Nel 1956 debutta in una trasmissione di Radio Atene. Nel 1957, scoperta a cantare di notte con un gruppo jazz, viene espulsa dal conservatorio, dove studiava nella stessa struttura che pochi anni prima aveva formato la Callas. Nel 1959 si rivela al grande pubblico vincendo il primo premio in un festival canoro con Κάπου υπάρχει η αγάπη μου di Manos Hadjidakis.

Nel 1960 partecipa al Festival della Canzone Mediterranea di Barcellona e nel 1961 ritira a Berlino un premio al FilmFest per la sua partecipazione, come commentatrice e come cantante di ben cinque motivi, al documentario tedesco intitolato Grecia, terra dei sogni. Uno dei cinque brani è Weiße Rosen aus Athen, che raggiunge la prima posizione in Germania per dieci settimane e vende solo in Germania ben un milione di copie, la canzone diviene un successo internazionale ed è tradotta in diverse lingue. In Italia esce per la casa discografica Fontana con il titolo Rosa d'Atene, facciata 1 del 45 giri è La notte non lo sa (À force de prier) di Alberto Testa - Bernard.

Sempre nel 1961 in Germania il singolo Ich schau den weißen Wolken nach raggiunge la prima posizione per sette settimane.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1962 la sua casa discografica decide di tentare il suo lancio nel mercato d'oltreoceano. Un costante e attento training sotto la supervisione del produttore Quincy Jones e del suo collaboratore Phil Ramone le consente di limare i difetti di pronuncia dell'inglese e di affrontare il difficile mercato statunitense cantando senza sfigurare dodici classici del Great American Songbook. L'album esce negli USA con il titolo The Girl from Greece Sings, e nel resto del mondo come Nana Mouskouri in New York.

Nel 1963 viene designata dal Lussemburgo per partecipare all'Eurovision Song Contest sotto i colori della sua bandiera con À Force de Prier (in italiano La notte non lo sa), quindi pubblica l'album in inglese Nana Sings (1965) e quello in francese Le Jour où la Colombe (1967).

Da allora si sono susseguiti numerosissimi album e singoli interpretati in quindici lingue diverse, con un repertorio che spazia dal folklore greco alla canzone francese d'autore, dalla lounge music alla musica sacra, dagli standard statunitensi alla bossa nova.

Nana Mouskouri si è esibita con successo in ogni continente e in circa 50 anni di carriera non ha mai voluto distaccarsi da una immagine sempre uguale a se stessa, mostrandosi in pubblico con un inconfondibile paio di occhiali, depositati come marchio registrato.

Ha venduto ben oltre 200 milioni di dischi in tutto il mondo, registrando più di 1500 canzoni[2]. Ha più di 300 album d'oro e di platino. In Francia, dopo Dalida, è tra le artiste più vendute. Le sue canzoni sono per lo più conosciute per la malinconia, la nostalgia e le sentimentali riflessioni sull'amore, per le quali la sua voce chiara leggera e luminosa è particolarmente adatta. In realtà, Nana ha una certa assimetria nelle corde vocali e utilizza solo una corda vocale.

Nell'ottobre del 1993 è stata nominata ambasciatrice benemerita dell'UNICEF. Dal 1994 al 1999 ha rappresentato la Grecia nel Parlamento Europeo in forza a Nuova Democrazia[3]. Attualmente vive in Svizzera col suo secondo marito André Chapelle e arriva a sostenere tuttora circa 100 concerti all'anno. Nel 2004 la sua casa discografica francese ha rilasciato un box set senza precedenti di 34 CD con 675 canzoni, per lo più in francese.

Per il 2005 e il 2006 ha progettato un tour mondiale di congedo (Farewell World Tour).

Discografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

  • The Girl From Greece Sings (1962)
  • Nana Sings (1965)
  • An Evening with Belafonte/Mouskouri (1966)
  • Le jour où la colombe (1967)
  • Over and Over (1969)
  • Comme un soleil
  • Une voix qui vient du cœur
  • Vielles chansons de France
  • Quand tu chantes
  • Σπίτι μου, σπιτάκι μου (1972)
  • Sieben schwarze Rosen (1975)
  • Book of Songs
  • Roses and Sunshine (1979)
  • Je chante avec toi, liberté (1981)
  • Αθήνα (1984)

Αθήνα contiene 11 canzoni: 1- Φιδάκι 2- Ψαροπούλα 3- Ναφτή, γερο-ναφτή 4- Ξημερώνει 5- Τα χρόνια 6- Σαμιώτισσα 7- Αθήνα 8- Γιαλό γιαλό 9- Τα καλοτάξιδα πουλιά 10- Άντε το μαλώνω 11- Η αμυγδαλιά

  • Only Love (1986)
  • The Classical Nana (1988)
  • Gospel (1990)
  • Only Love: The Best of Nana Mouskouri (1991)
  • Côté cœur (1992)
  • Nur ein Lied (1995)
  • The Great Movie Themes (1999)
  • The Christmas Album (2000)
  • Fille de soleil (2003)
  • Ich hab' geweint, ich hab' gelacht (2004)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Entertainment | TOP 10 Best selling female artists
  2. ^ La Universal Music, che è l'attuale casa discografica di Nana e anche la proprietaria della sua precedente casa discografica PolyGram, ha rilasciato dati contraddittori al riguardo: mentre la Universal Music Francia sostiene che Nana ha venduto più di 300 milioni di dischi, la Universal Music Germania afferma che ne ha venduti più di 200 milioni.
  3. ^ (EN) Your MEPs: Nana MOUSKOURI, Eurpoean Parliament. URL consultato il 3 giugno 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 86997170 LCCN: n88616625