Muriel Hurtis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Muriel Hurtis
France 4 x 400 m women Paris 2011-2.jpg
Muriel Hurtis agli Europei indoor di Parigi 2011.
Dati biografici
Nome Muriel Hurtis-Houairi
Nazionalità Francia Francia
Altezza 180 cm
Peso 68 kg
Atletica leggera Atletica leggera
Dati agonistici
Specialità Velocità
Record
60 m indoor 7"09 (2003)
100 m 10"96 (2002)
100 m indoor 11"28 (2002)
200 m 22"31 (1999)
200 m indoor 22"49 Record nazionale (2003)
400 m 51"41 (2010)
400 m indoor 53"67 (2011)
Società Thiais AC
Carriera
Nazionale
1999- Francia Francia 34
Palmarès
Giochi olimpici 0 0 1
Mondiali 1 2 1
Mondiali indoor 1 0 0
Europei 2 0 0
Europei indoor 2 0 1
Mondiali juniores 1 1 0
Europei under 23 0 1 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate all'11 agosto 2012

Muriel Hurtis-Houairi (Bondy, 25 marzo 1979) è un'atleta francese, specializzata nella velocità. È stata campionessa europea dei 200 metri piani nel 2002 nonché campionessa mondiale ed europea nella staffetta 4×100 metri (2003 e 2002).

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nata in Francia da genitori provenienti dalla Guadalupa, inizia a praticare atletica leggera a scuola. Nel 1998 vince i 200 metri ai Mondiali juniores ad Annecy ed è argento con la staffetta 4×100 metri che stabilisce il primato nazionale francese di categoria con il tempo di 44"07.

Nel 1999 si presenta da favorita nei 200 metri agli Europei under 23 ma vincerà la medaglia d'argento venendo sconfitta dall'italiana Manuela Levorato. Sempre nel corso dello stesso anno vince la sua prima medaglia in una competizione internazionale seniores, l'argento con la staffetta 4×100 m ai Mondiali di Siviglia con il nuovo record nazionale assoluto di 42"06. Nel 2000 diventa campionessa europea indoor dei 200 m ai Campionati di Gand.

Vince un nuovo argento, sempre con la staffetta, ai successivi Mondiali di Edmonton. Originalmente la Francia aveva vinto il bronzo dietro agli Stati Uniti d'America ed alla Germania, ma a causa dei casi di doping di ben due atlete americane (Kelli White e, qualche tempo dopo, Marion Jones) furono le tedesche a vincere l'oro per squalifica degli USA.

Muriel Hurtis al meeting ISTAF di Berlino nel 2009.

La sua stagione migliore sarà il 2002. Conferma il titolo dei 200 metri agli Europei indoor di Vienna ed in Coppa Europa vince i 100 (con il primato personale di 10"96) ed i 200 metri (entrambe le distanze vedranno posizionarsi seconda, dietro la Hurtis, L'italiana Manuela Levorato). Agli Europei all'aperto di Monaco di Baviera, la transalpina si aggiudica anche l'oro nella staffetta 4×100 m prendendosi la rivincita di Edmonton 2001 sulla squadra tedesca.

Ai Mondiali indoor di Birmingham del 2003 è seconda sul campo nei 200 m, ma la successiva squalifica della statunitense Michelle Collins per doping le consegna l'oro. Lo stesso anno, ai Mondiali di Parigi, davanti al pubblico di casa vince il bronzo nei 200 m e l'oro nella staffetta 4×100 m con il nuovo primato nazionale di 41"78, come seconda componente di una squadra composta anche da Patricia Girard-Léno, Sylviane Félix e Christine Arron.

Ai Giochi olimpici di Atene 2004 viene eliminata nei turni preliminari dei 200 m, ma si riscatta con la staffetta 4×100 m conquistando il bronzo, che rappresenta la prima medaglia olimpica per l'atleta transalpina. Sposatasi con Kamel Houairi, in arte K-mel, ex leader del gruppo rap francese Alliance Ethnik, subito dopo i Giochi si ritira temporaneamente dalle competizioni perché in attesa di un bambino. Il 21 marzo 2005 dà alla luce il suo primogenito Lehyan. Dopo la pausa per la maternità, torna alle gare all'inizio del 2006. Nello stesso anno partecipa ai Campionati europei a Göteborg come quarta ed ultima componente della staffetta 4×100 m ma durante la semifinale non ha la possibilità di completare la gara poiché l'atleta che la precede, Adrianna Lamalle, si infortuna poco prima di passarle il testimone.

Nel 2007, fallite le medaglie mondiali ad Ōsaka, vince sui 200 metri le IAAF World Athletics Final tenutesi a Stoccarda (con il tempo di 22"73) precedendo la bahamense Debbie Ferguson-McKenzie e la statunitense LaShauntea Moore. Ai Giochi olimpici di Pechino 2008 raggiunge le semifinali dei 200 metri, dove con il tempo di 22"71 si classifica 5ª non riuscendo ad accedere alla finale. Non particolarmente fortunata la partecipazione con la staffetta 4×100 m francese; le ragazze, a causa di un cambio errato, vengono squalificate in semifinale.

Parecchi infortuni ne pregiudicano l'attività agonistica nel 2009. Dall'anno successivo comincia a dedicarsi con assiduità ai 400 metri piani, centrando la finale agli Europei di Barcellona dove con il tempo di 52"05 si classifica 8ª. Nel 2011 conquista il bronzo con la staffetta 4×400 metri agli Europei indoor di Parigi, con il nuovo record nazionale di 3'32"16.

Record nazionali[modifica | modifica sorgente]

Seniores[modifica | modifica sorgente]

Progressione[modifica | modifica sorgente]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Prestazione Note
1998 Mondiali juniores Francia Annecy 200 metri Oro Oro 23"22
4×100 metri Argento Argento 44"07
1999 Europei under 23 Svezia Göteborg 200 metri Argento Argento 22"85
Mondiali Spagna Siviglia 200 metri Semifinale 22"52
4×100 metri Argento Argento 42"06 Record nazionale
2000 Europei indoor Belgio Gand 200 metri Oro Oro 23"06
Giochi olimpici Australia Sydney 200 metri Semifinale 23"13
4×100 metri 42"42
2001 Mondiali indoor Portogallo Lisbona 200 metri 23"63
Mondiali Canada Edmonton 4×100 metri Argento Argento 42"39 Record personale stagionale
2002 Europei indoor Austria Vienna 200 metri Oro Oro 22"52
Europei Germania Monaco 200 metri Oro Oro 22"43
4×100 metri Oro Oro 42"46
2003 Mondiali indoor Regno Unito Birmingham 200 metri Oro Oro 22"54
Mondiali Francia Parigi 200 metri Bronzo Bronzo 22"59
4×100 metri Oro Oro 41"78 Record mondiale stagionale
2004 Mondiali indoor Ungheria Budapest 60 metri 7"17
Giochi olimpici Grecia Atene 200 metri Quarti di finale 23"33
4×100 metri Bronzo Bronzo 42"54
2007 Mondiali Giappone Osaka 200 metri Quarti di finale 22"86
2008 Giochi olimpici Cina Pechino 200 metri Semifinale 22"71
4×100 metri Batteria nf
2010 Europei Spagna Barcellona 400 metri 52"05
2011 Europei indoor Francia Parigi 4×400 metri Bronzo Bronzo 3'32"16
2012 Europei Finlandia Helsinki 400 metri 54"50
Giochi olimpici Regno Unito Londra 4×400 metri 3'25"92

Coppe e meeting internazionali[modifica | modifica sorgente]

2002

2003

2004

2007

2008

2009

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]