Masters of the Universe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati del termine, vedi Masters of the Universe (disambigua).

Masters of the Universe, nota anche come MOTU, è stata una serie di giocattoli del tipo action figure creata dall'azienda statunitense Mattel. Vera e propria icona degli anni ottanta, i MOTU hanno dominato il mercato dei giocattoli di quegli anni. La serie ha avuto una durata di ben otto anni - dal 1981 al 1988 - cosa piuttosto insolita per una serie di giocattoli fisici in un'epoca dominata dall'entertainment elettronico.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La storia alla base della serie, ambientata nel mondo fantastico di Eternia, è la lotta tra le forze del bene, costituite dai Guerrieri Eroici (Heroic Warriors) guidati da He-Man, l'uomo più forte dell'universo e le forze del male rappresentate da Skeletor e dai suoi Guerrieri Diabolici (Evil Warriors). Col passare degli anni le schiere del male si sono ampliate con l'aggiunta di nuovi gruppi di antagonisti come l'Orda Infernale (Evil Horde) capeggiata da Hordak (maestro di Skeletor, poi diventato suo acerrimo nemico) e gli Uomini Serpente (Snakemen) di re Hiss.

La Filmation, casa di produzione di cartoni animati americana ora fallita, dalla serie dei giocattoli produsse due serie di cartoni: He-Man e i dominatori dell'universo e She-Ra, la principessa del potere, quest'ultima basata su un'altra serie di giocattoli per bambine, sempre della Mattel. Nel 1987 la serie dei MOTU è stata omaggiata anche di un film: I dominatori dell'universo (Masters of the Universe) di Gary Goddard, con Dolph Lundgren nel ruolo di He-Man.

Col cambiamento di generazione, nei primi anni novanta i Masters furono dimenticati, e la nuova serie animata realizzata, He-Man, d'ambientazione fantascientifica, non riuscì a risollevarne le sorti. In epoca più recente, nel 2002, la Mattel li ha rilanciati sul mercato, con un design rinnovato, curato dal Four Horsemen Studios; il successo è stato però limitato e la serie è stata chiusa dopo poco tempo. In seguito la NECA, produttore di statuette da collezione, ha ripreso la serie, sotto forma di action figure statiche (dette appunto staction figures) realizzando i personaggi che la Mattel non aveva fatto in tempo a pubblicare, per un target di mercato mirato a soddisfare esclusivamente i MOTU-fan.

I Masters sono ancora oggi per gli appassionati di tutto il mondo, un affascinante oggetto da collezione: alcuni pezzi rari - soprattutto quelli della serie classica - vengono valutati anche in cifre molto alte, spesso oltre i mille euro. Il primo soggettista che lavorò alla storia dei Masters fu Donald F. Glut.[1]

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Personaggi dell'universo Masters.

La prima serie di personaggi ideati dalla Mattel era formata da: He-Man, Skeletor, Man-At-Arms, Beastman, Mer-Man, Teela, Stratos e Zodac. Questi personaggi iniziali furono modificati moltissimo in corso d'opera: Zodac era schedato nei cattivi, comportandosi come tale unicamente in alcuni dei primi fumetti, per poi divenire neutrale; Man-At-Arms era privo di baffi, aggiunti dalla Filmation per invecchiarne l'aspetto (ritorna senza baffi solamente in un paio di episodi, nei quali viene mostrato da giovane); Teela presentava incongruenze rispetto ai minicomics (colore dei capelli, tonalità della carnagione).

Fumetti, serie animate, film e videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Come altre linee ludiche, i Masters of the universe sono stati impiegati in numerosi media, il che ha generato varie versioni della storia differenti fra loro e dal contesto originale, con alcune incongruenze.

Fumetti[modifica | modifica wikitesto]

Mini-Eternia - i primi minicomic (1981-1983)[modifica | modifica wikitesto]

In origine tutti i pupazzi furono pubblicati con un fumetto allegato, il minicomic, nel quale erano narrate storie che lo coinvolgevano. Nei primi minicomic, He-Man era un barbaro errante nel mondo di Eternia, un mondo che porta ancora le conseguenze della Grande guerra, che devastò la civiltà affermata, lasciando dietro di sé macchinari e armi, bizzarre e futuribili. Gli eventi causati dalla Grande guerra crearono una spaccatura fra le dimensioni, la quale permise al signore della guerra Skeletor di raggiungere Eternia; questi prende di mira l'antico castello del teschio grigio: Grayskull, la "fortezza del mistero e del potere", perché chiunque assuma il controllo del castello di Grayskull potrà ottenere il potere di diventare "Dominatore dell'universo" (Master of the universe). Per impedire a Skeletor di raggiungere i suoi obiettivi, He-Man viene dotato di speciali poteri e armi dalla maga del castello, Sorceress (spesso nominata la Dea, The Goddess, nelle primissime storie), e mandato a difendere Grayskull. He-Man è aiutato nella sua missione da diversi alleati eroici, come Man-At-Arms, il maestro d'armi di Eternia, e Teela, figlia adottiva di Man-At-Arms. Skeletor riesce a recuperare una metà della "Spada del Potere" (Power Sword), una grandiosa arma fatata, la quale è anche la chiave per il castello di Grayskull. He-Man possiede l'altra metà, consegnatagli da Sorceress, e deve impedire a Skeletor di collegare le due metà che permetteranno l'accesso al castello.

Per distinguere queste storie da quelle, successive, influenzate dalla serie tv (che uscì quasi in contemporanea alla serie di giocattoli), questa prima versione di Eternia è stata chiamata "Mini-Eternia" o anche "Mineternia". Nei primi tempi non era ancora ben chiaro chi fossero i "Masters of the universe"; nei primi fumetti l'espressione era riferita ai cattivi, ma poi è passata ad indicare i buoni, che comunque non hanno lasciato il loro epiteto di "Guerrieri eroici" (Heroic Warriors).

Dc Comics (1982-1983)[modifica | modifica wikitesto]

Poco dopo il debutto della linea di giocattoli, la DC Comics iniziò la pubblicazione di una serie di fumetti sui MOTU, apportando importanti modifiche alla storia. In questi fumetti si stabilisce l'esistenza del regno di Eternia, governato da re Randor (chiamato re Miro nelle prime storie; il nome di Miro è stato poi utilizzato per il padre di Randor) e dalla regina Marlena; il loro figlio, l'erede al trono, il principe Adam, diventa ora l'identità segreta di He-Man: Sorceress lo sceglie come depositario del potere di trasformarsi in He-Man, per assumere il compito di difendere Eternia. Il segreto dell'identità di He-Man è conosciuto soltanto da Sorceress, da Orco e da Man-At-Arms.

I personaggi dei MOTU furono introdotti nel numero 47 della serie DC Comics Presents; nell'albo si racconta di come Skeletor trasporta Superman nel mondo di Eternia per farlo scontrare con He-Man.

Star comics (Marvel comics) 1986[modifica | modifica wikitesto]

Ultimi minicomic 1985-1987[modifica | modifica wikitesto]

The Powers of Grayskull[modifica | modifica wikitesto]

Dc Comics (2012-in corso)[modifica | modifica wikitesto]

È attualmente in corso di pubblicazione negli Stati Uniti una nuova serie a fumetti basata sulla linea dei Masters Of The Universe, edita dalla DC Comics dal 2012. La serie, il cui primo numero è stato scritto da Geoff Johns e disegnato da Howard Porter, è un'espansione dell'universo classico dei MOTU ambientata nella stella linea temporale dei Nuovi 52. La serie è così composta:

Masters of the Universe Digital Chapthers (serie di autoconclusivi per il mercato digitale, 2012)

  • "Sirl Laser Lot"
  • "Man-At-Arms"
  • "Battle Cat"
  • "Re Randor"
  • "Evil-Lyn"
  • "Orko"
  • "Trap Jaw"
  • "She-Ra"

He-Man and the Masters of the Universe (Volume I, miniserie, 2012)

  • Numeri: 1 - 6

Masters of the Universe - Origins (serie di autoconclusivi, 2013)

  • "Origin of He-Man"
  • "Origin of Skeletor"
  • "Origin of Hordak"

He-Man and the Masters of the Universe (Volume II, 2013-2014)

  • Numeri: 1 - 19

DC Universe VS Masters of the Universe (miniserie, 2013)

  • Numeri: 1 - 6

He-Man: The Eternity War (serie continuativa, 2014)

  • Numeri: 1 - in corso

In Italia, la serie viene pubblicata da aprile 2014 da RW Edizioni in uno spillato mensile curato da Lorenzo Bianchi.

Serie animate[modifica | modifica wikitesto]

He-Man e i dominatori dell'universo[modifica | modifica wikitesto]

La serie televisiva animata He-Man e i dominatori dell'universo (He-Man and the Masters of the Universe) fu prodotta nel 1983 dalla statunitense Filmation, a supporto della linea di giocattoli della Mattel: “Masters of the Universe”. È composta da due stagioni di 65 episodi cadauna. La serie ebbe un grande successo.

She-Ra, la principessa del potere[modifica | modifica wikitesto]

La serie televisiva animata She-Ra, la principessa del potere (She-Ra: Princess of Power) fu realizzata nel 1985 sempre dalla Filmation; la serie fu ideata per pubblicizzare tra le bambine una nuova serie di bambole e, per i bambini, per lanciare i nuovi pupazzi della linea dei Masters of the Universe. È composta da due stagioni, di 65 e 28 episodi.

He-Man[modifica | modifica wikitesto]

La serie a cartoni animati He-Man (The New Adventures of He-Man) fu prodotta nel 1990 da Faso Film, France 2, France 3, Mattel, Mediaset, Parafrance Communication, Titanus, e realizzata dalla Dic Enterprise; si compone di una stagione da 65 episodi.

He-Man and the masters of the universe[modifica | modifica wikitesto]

La serie He-Man and the masters of the universe fu prodotta nel 2002 dalla Mike Young Productions, in coincidenza con il ravvivarsi del marchio dei Masters of the Universe operato dalla Mattel dopo anni di oblio. Si compone di 39 episodi distribuiti in due stagioni. Inizialmente fu trasmessa dalla emittente Cartoon Network; la versione DVD è per ora prevista soltanto per il mercato anglofono.

Lungometraggi[modifica | modifica wikitesto]

Il segreto della spada e He-Man e She-Ra: Speciale Natale[modifica | modifica wikitesto]

La Filmation realizzò nel 1985 Il segreto della spada, anche conosciuto come He-Man e She-Ra: Il segreto della spada. Benché distribuito prima che la serie She-Ra, la principessa del potere cominciasse, il film è una riedizione dei primi cinque episodi del cartone animato con piccoli cambiamenti. Il film è il primo prodotto cinematografico ispirato da una linea di giocattoli.

Sempre nel 1985 fu creato He-Man e She-Ra: Speciale Natale, lungometraggio natalizio con protagonisti i personaggi delle serie animate; il film fu trasmesso per la prima volta nel dicembre 1985.

I dominatori dell'universo[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1987 uscì un film dal vivo: I dominatori dell'universo (Masters of the Universe) per la regia di Gary Goddard. Il film arrivò nei cinema statunitensi il 7 agosto 1987 e in Italia nel settembre dello stesso anno.

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Nell'arco degli anni, sono usciti più videogiochi basati su He-Man

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ intervista per e-mail a Donald F. Glut. sito "donaldfglut.com", annotata il 14 febbraio 2007.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]