Skeletor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Skeletor
Skeletor.jpg
Universo Masters of the universe
Nome orig. Skeletor
Lingua orig. Inglese
Autori
Studio
Editori
Voci orig.
Voci italiane
Sesso Maschio
Abilità
  • Telecinesi
  • Teletrasporto
  • Telepatia
  • Grandi abilità magiche
Affiliazione Orda infernale,Guerrieri diabolici\Evil Warriors

Skeletor è un personaggio immaginario creato da Mattel nel 1981 per la linea di giocattoli dei Masters of the universe, è l'arcinemico di He-Man e il principale antagonista. Mira a conquistare il castello di Grayskull così da poterne carpire gli antichi segreti, che lo renderebbero inarrestabile e in grado di conquistare Eternia. Il personaggio è apparso in diverse serie di fumetti e minicomic (minifumetti allegati alle action figures), nonché in tutte le serie animate realizzate sui MOTU, e in molte iniziative collaterali (cancelleria scolastica e gadget vari).

Le origini di Skeletor[modifica | modifica wikitesto]

La storia personale e le origini di Skeletor variano considerevolmente a seconda dei media in cui compare.

Nei primi quattro minicomic, distribuiti con le action figures del 1981, Skeletor è detto essere un demone di un'altra dimensione: nel primo minicomic, "He-Man and the Power Sword"[1] dichiara di provenire da un altro mondo di esseri della sua specie e di voler aprire un portale dimensionale per permettere al suo popolo di conquistare Eternia. Le storie presentate in questi minicomic si attengono però al progetto originario dei Masters of the Universe, che non venne sviluppato ulteriormente, e non seguono lo storyline della saga.

Nelle serie animate Filmation non viene data alcuna informazione sulla figura di Skeletor fino al film Il segreto della spada, quando Sorceress rivela a He-Man e She-Ra che Skeletor era un discepolo di Hordak e nativo anch'esso del mondo degli Horde[2]. Hordak era fuggito subito dopo aver rapito la principessa Adora in fasce, abbandonando Skeletor ai suoi nemici. Per salvarsi Skeletor tradì il suo maestro, e da questo tradimento ebbe origine l'eterna rivalità tra i due. Da allora Skeletor è sempre rimasto su Eternia, eleggendo la Montagna del Serpente, l'ex quartier generale degli Horde, come suo covo.

In un successivo minicomic della Mattel del 1987 si vede Skeletor molto preoccupato nello scoprire che He-Man è alla ricerca di Keldor, il perduto fratello di re Randor, tanto da ammettere che se il "segreto di Keldor" venisse scoperto lo distruggerebbe[3]. Questo ha portato all'ipotesi che Skeletor non sia altri che Keldor, dato per scomparso in un'altra dimensione. Data la chiusura affrettata della serie Masters subito dopo, questa teoria non è mai stata provata o confutata.[senza fonte]

Nella serie del 2002 della Mike Young Productions appare nel primo episodio con sembianze umane (ma sempre con la sua caratteristica carnagione azzurra), e col nome di Keldor[4]. Questa è l'unica serie animata in cui viene raccontata tutta la storia passata di Skeletor e viene citato con un nome precedente. Non viene però accennata nessuna parentela con Randor e non viene dato spazio a quest'ipotesi: il rapporto tra loro sembra essere di puro antagonismo. Durante la battaglia per conquistare il Palazzo dei Saggi i due si battono, e Keldor rimane sfigurato e ferito a morte da dell'acido che gli schizza in faccia. Per salvarsi la vita stringe un patto con Hordak,in questo caso uno stregone prigioniero in un'altra dimensione, che lo trasforma nel demoniaco Skeletor[5].

Skeletor classic[modifica | modifica wikitesto]

Il primo Skeletor comparso quanto nel mondo dell'animazione, della fumettistica e del commercio è il cosiddetto "Skeletor classic". Il corpo di Skeletor era azzurro, coperto da un pettorale viola che copriva le spalle, con due ossa incrociate al centro; il teschio era di un giallo acceso, coperto da un cappuccio sempre viola. È facilmente intuibile che questo Skeletor non doveva essere il signore demoniaco temuto da tutti, in quanto il suo aspetto ritrae sì un cattivo, ma non un demone impossibile da sconfiggere. Nella serie animata Filmation, prodotta per i bambini e quindi molto edulcorata, Skeletor è sempre l'antagonista principale di He-Man, ma colleziona fallimenti e figure barbine, e insieme a lui anche gli altri Evil Warriors, rappresentati come i tipici scagnozzi stupidi e inetti di un cattivo umoristico. Skeletor si dimostra un "villain" molto individualista e infido che non esita a tradire i patti che lui stesso eventualmente propone, Hordak ne farà le spese più volte.

Al contrario, nei fumetti, in particolare ai "minicomic" presenti in ogni confezione dei giocattoli, Skeletor è un personaggio più cupo e una minaccia ben più seria per He-Man ed Eternia: anzi, i suoi poteri e la sua malvagità aumentano col passare degli anni e il crescere della notorietà della serie dei giochi.

Anche se la sua figura assume toni puerili, lo Skeletor della serie animata è forse il più amato, quello che dimostra nel suo piccolo un po' di umanità. In He-Man e She-Ra: Speciale Natale lo si vede addirittura aiutare dei bambini a tornare a casa, anche se vuole far credere loro che li abbia rapiti, e poi si commuove alla vista della felicità che circonda il Natale. "Skeletor classic" è lo Skeletor più conosciuto e più comunemente associato con la figura di Skeletor.

Skeletor nella serie 1990[modifica | modifica wikitesto]

Nella seconda serie dedicata a He-Man, che vede i due arcinemici fronteggiarsi in un'ambientazione futuristica, Skeletor è totalmente diverso da quello "classic" ed è disegnato con un fisico più snello, così come le action figure della linea di giocattoli correlata. Nei primi minicomic della serie, mai arrivato in Italia, Skeletor insegue He-Man nel futuro[6], benché sia stato colpito da un fascio di energia della Spada del Potere. Gravemente ferito, si cura con protesi bioniche[7], diventando più forte e assorbendo il potere della luna di Nordor[8]. Questo Skeletor assume molte forme durante lo svolgimento della serie: inizialmente ha la stessa pelle azzurra (viola spento nella serie TV), con un busto d'acciaio, il teschio verdognolo e un cappello che può vagamente ricordare un cappuccio; stranamente, nella serie TV, le orbite del teschio hanno occhi e pupille, un particolare che non riappare in nessun'altra versione del personaggio. Dall'8º episodio in poi ha una corazza di bronzo, il teschio ridiventa giallo, gli occhi rossi e un elmo borchiato gli cinge il cranio[9]. Nella terza parte del cartone ha un'armatura d'oro, il teschio diventa bianco e tutt'intorno una chierica di lunghi capelli. Il comportamento di Skeletor diventa più competente e il suo ruolo più serio. Mostra spesso un crudele senso dell'umorismo verso He-Man, simile a quello di Joker. Furono realizzate in tutto tre action figure di questo Skeletor prima della chiusura della serie e della linea di giocattoli.

Skeletor nella serie 2002[modifica | modifica wikitesto]

Skeletor ricompare nel remake della serie animata Masters of the Universe prodotta nel 2002, che riprende la classica saga Filmation.

L'aspetto è identico allo "Skeletor classic", con poche differenze minori: indossa sempre un mantello -che manca nell'action figure- dello stesso colore del cappuccio e del pettorale, la pelle è di un azzurro più spento, i canini del teschio sono visibilmente appuntiti e sporgenti e, quando è in preda alla collera, le orbite brillano di luce rossa. Questa è l'unica serie in cui Skeletor compare in una scena senza cappuccio[10]: si vede distintamente che la sua testa è un teschio vuoto sospeso tra le spalle, senza collo né altri collegamenti col corpo. Oltre al suo caratteristico Scettro Havoc porta con sé una spada a doppia lama che può dividersi in due spade diverse (evidente richiamo al concetto originario dei primi Masters of the Universe, dove la Spada del Potere era divisa in due metà di cui una in possesso di He-Man e l'altra di Skeletor), e dimostra di saperle maneggiare magistralmente.

Nel complesso la sua figura è molto più cupa e inquietante che nelle altre serie, anche se non mancano nel cartone certe scene in cui scade nel ridicolo. Nei fumetti della serie anche quest'ultima traccia di umorismo viene eliminata, rendendo Skeletor un personaggio realmente malvagio e dai tratti demoniaci. Nelle scene di combattimento nel cartone, a cui è dedicato più spazio che nelle precedenti, Skeletor fa spesso sfoggio di enormi poteri distruttivi, prime tra tutti le scariche di energia che lancia dallo Scettro Havoc. È inoltre uno stregone molto potente e uno spadaccino di bravura tale da riuscire a tener testa persino a He-Man[11]: Nonostante sia l'antagonista più astuto e pericoloso delle varie incarnazioni del personaggio, Skeletor viene spesso accecato dalla sua sete di potere, fino a rasentare l'ottusità: Evil-Lyn sfrutta spesso questa debolezza per i suoi scopi. Questo atteggiamento può essere dovuto alla trasformazione di Keldor o essere una conseguenza del trauma: nel fumetto "Icons of Evil", mai apparso in Italia, Trap-Jaw dichiara esplicitamente: "le tue ferite non si fermano all'osso, "Skeletor": sei diventato irrazionale...deviato. Non sei più adatto a comandare".

In quest'ultima incarnazione di Skeletor si notano aspetti presi dalle vecchie serie, come: il sarcasmo dello Skeletor 1990, l'abilità nelle arti magiche dello Skeletor Classic, la trasformazione dello Skeletor 1990 e l'abitudine a maltrattare i suoi sottoposti (tant'è vero che chiama sempre Beast Man "animale"), sempre tipica dello Skeletor "classico". La dichiarata megalomania di Skeletor è stata probabilmente ripresa dai vecchi schizzi della serie He-Ro, mai sviluppata[12]. Di questo Skeletor furono realizzate cinque action figures prima che la serie venisse chiusa per lo scarso successo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.he-man.org/primary_sects/comics/html/mini_comics/motu/comic_pages/00000001/09-10.shtml
  2. ^ http://www.he-man.org/cartoon/episode_reviews/review.php?episodeNumber=PP004
  3. ^ http://www.he-man.org/primary_sects/comics/html/mini_comics/motu/comic_pages/00079120/00cover.shtml
  4. ^ http://www.he-man.org/cartoon/motu/universe/keldor.shtml
  5. ^ http://www.he-man.org/cartoon/episode_reviews/review.php?episodeNumber=MYP206
  6. ^ http://www.he-man.org/primary_sects/comics/html/mini_comics/he-man/comic_pages/00070562/11-12.shtml
  7. ^ http://www.he-man.org/primary_sects/comics/html/mini_comics/he-man/comic_pages/00070572/01-02.shtml
  8. ^ In Italia questo ciclo di avventure fu proposto in fumetto nel periodico Magic Boy.
  9. ^ Queste prime due versioni di Skeletor possono essere viste nel seguente video su YouTube
  10. ^ He-Man and the Masters of the Universe 2002 - ep.32
  11. ^ He-Man and the Masters of the Universe 2002 - ep.3
  12. ^ http://www.he-man.org/cartoon/exclusivefeatures/exclusive-heroseriesbible-40.shtml

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]