Hukbong Himpapawid ng Pilipinas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hukbong Himpapawid ng Pilipinas
Descrizione generale
Attiva 1º luglio 1947 - oggi
Nazione Filippine Filippine
Servizio aeronautica militare
Dimensione circa 7.000 effettivi, circa 100 aeromobili
Parte di
Comandanti
Capo di Stato Maggiore della Hukbong Himpapawid ng Pilipinas gen. di s. a. Jeffrey F. Delgado
Simboli
Bandiera Flag of the Philippines.svg
Coccarda Roundel of the Philippines Air Force.svg

[senza fonte]

Voci su unità militari presenti su Wikipedia

La Hukbong Himpapawid ng Pilipinas (tradotto dal filippino Forza Aerea delle Filippine, spesso abbreviata in PAF e anche conosciuta internazionalmente con la dizione in inglese Philippine Air Force) è l'attuale aeronautica militare delle Filippine ed è parte integrante delle forze armate filippine.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La Philippine Air Force può essere presa come esempio di forza aerea di dimensione intermedia decaduta drasticamente a causa della condizione economica del paese.

Le Filippine sono un arcipelago e non sono oggetto di minacce dall'estero, ma devono fronteggiare la guerriglia dei ribelli islamisti di Abu Sayaf e del Fronte Moro che hanno ispirazione separatista (per l'autonomia di Mindanao) e comunista.

Da sempre il paese asiatico è schierato a fianco degli Stati Uniti nella lotta al terrorismo internazionale, ricevendo da essi molti aiuti militari.[1]

Nel 1977 il governo filippino acquistò 35 Vought F-8 Crusader nella versione H già in servizio con la US Navy accantonati alla base USAF di Davis-Monthan in Arizona. Venticinque aerei vennero riportati in condizioni operative dalla Vought mentre gli altri dieci erano fonti di pezzi di ricambio. Gli aerei vennero consegnati a partire dal 1978. Nel contratto era compreso l'addestramento dei piloti filippini negli USA usando il TF-8A.

Gli F-8 vennero ritirati dal servizio nel 1988 e smantellati nel 1991 dopo essere stati gravemente danneggiati dall'eruzione vulcanica del Pinatubo.

Alla fine degli anni ottanta le Filippine acquistano 24 esemplari del piccolo trainer a jet italiano SIAI-Marchetti S-211, impiegandolo sia nel ruolo di addestratore intermedio sia in missioni di attacco al suolo leggero.

L'S.211 anche se nel corso degli anni è stato oggetto di numerosi incidenti (6 perdite su un totale di 24 macchine consegnate; incidenti ascrivibili in genere ad errori umani e professionali, frequenti nel ruolo addestrativo) continua a costituire la prima linea dell'attacco della PAF ed essere utilizzato come aereo di punta nel ruolo di addestratore intermedio.[2]

L'SF-260 in servizio nella PAF[modifica | modifica sorgente]

Nell'ottobre 2007 il Dipartimento della Difesa delle Filippine ordinò 18 esemplari nuovi del diffusissimo addestratore basico ad elica italiano SF-260F/PAF all'Alenia Aermacchi, il cui costo del contratto ammontava a circa 13,8 milioni di dollari. Il contratto, che rientrava nell'ambito del programma di ammodernamento della Philippine Air Force, comprendeva, oltre agli aeroplani, anche l'addestramento dei piloti e dei tecnici, l'assistenza post-vendita e la fornitura di attrezzature di supporto a terra e di parti di ricambio. L'assemblaggio finale venne affidato "in loco" all'Aerotech Industries Philippines.[3]

Insieme all'Italia e alla Libia, l'aeronautica militare filippina è tra le principali clienti del noto SF-260, infatti lo ha avuto in servizio sin dal maggio 1973 nelle versioni SF-260MP (32 esemplari), SF-260WP (16 aerei) e SF-260TP (18 velivoli).

L'SF-260MP/WP era propulso da un motore a 6 cilindri Lycoming O-540 che azionava un'elica bipala, mentre l'SF-260TP era dotato di una turbina Allison 250-B17D con elica tripala.

Gli esemplari della versione SF-260MP sono stati impiegati per l'addestramento iniziale dal 100th Training Wing di Fernando, mentre quelli della versione SF-260WP "Warrior" furono inizialmente assegnati al 15th Strike Wing di Sangley Point e impiegati in missioni di controguerriglia nel Sud del paese e, successivamente nei primi anni ottanta del secolo scorso, trasferiti al 100th Training Wing ed adoperati come addestratori basici. Nel 1986 sei macchine di questa versione furono rivenduti al Burkina Faso.

I modelli della variante SF-260TP (ordinati nel dicembre 1991) furono assegnati al 15th Strike Wing per svolgere missioni di antiguerriglia. Essi erano predisposti per trasportare fino a 300 kg di carico bellico distribuito equamente sui due piloni alari. Il loro carico prevedeva essenzialmente bombe da 110/260 libbre, lanciarazzi LAU 68/131, lanciatori di flares Mk.24, lanciabombe da esercitazione B-37K e cannoni da 12,7 mm oppure da 7,62 mm.

Verso la metà degli anni novanta fu lanciato il programma Layang, il quale prevedeva la conversione di 18 macchine tra la versione SF-260MP e SF-260WP alla variante a turbina SF-260TP con l'avionica aggiornata; il primo aereo così convertito volò nel giugno 1996.[4]

Aeromobili in uso[modifica | modifica sorgente]

Aeromobile Origine Tipo Versione
(denominazione locale)
In servizio Note Immagine
Bell UH-1H Stati Uniti Stati Uniti Elicottero da trasporto medio UH-1H 60
Cessna T-41 Mescalero Stati Uniti Stati Uniti Aereo da addestramento basico T-41D 29 15 esemplari sono stati donati nel 2008/2009 dalla Corea del Sud.
Fokker F27 Friendship Paesi Bassi Paesi Bassi Aereo da trasporto F-27MPA 1 Impiegato per il trasporto del personale militare.
Fokker F28 Fellowship Paesi Bassi Paesi Bassi Aereo da trasporto F-28 1 Utilizzato per il trasporto presidenziale.
GAF Nomad Australia Australia Aereo da trasporto leggero N22B 12 Impiegato per il trasporto utility leggero.
Lockheed C-130 Hercules Stati Uniti Stati Uniti Aereo da trasporto tattico C-130H 2
MD Helicopters MD 520 Stati Uniti Stati Uniti Elicottero d'attacco MD-520MG Defender 25 Usati in compiti di attacco al suolo.
North American OV-10 Bronco Stati Uniti Stati Uniti Aereo da ricognizione OV-10A Bronco 22 Vengono utilizzati anche per compiti di attacco al suolo leggero.
OV-10A PhilAF crash 2006.jpeg
SIAI-Marchetti S-211 Italia Italia Aereo da addestramento intermedio AS.211 Warrior II (10)
S.211 (6)
16 Sono impiegati anche per compiti di attacco al suolo leggero.
S-211 PAF 2.jpg
SIAI-Marchetti SF-260 Italia Italia Aereo da addestramento basico SF-260TP (18)
SF-260F/PAF (18)
36 Alcuni SF-260TP sono esemplari delle versioni SF-260MP e SF-260WP aggiornati e convertiti nella versione TP.
Sikorsky S-70 Stati Uniti Stati Uniti Elicottero da trasporto medio S-70A Blackhawk 1
Sikorsky S-76 Spirit Stati Uniti Stati Uniti Elicottero utility S-76 Spirit 10 Originariamente ne furono consegnati 17 unità.

Aeromobili storici[modifica | modifica sorgente]

Caccia/bombardieri[modifica | modifica sorgente]

Due caccia P-51D Mustang con le insegne filippine.

Elicotteri[modifica | modifica sorgente]

Elicotteri da trasporto[modifica | modifica sorgente]

Un elicottero da trasporto medio UH-1N con la livrea filippina.
La mappa geografica dell'arcipelago delle Filippine in cui sono indicate le basi aeree militari.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ "Aeronautica & Difesa" n°232 anno XXI - febbraio 2006.
  2. ^ Emilio Brotzu "Aerozoom 2007" - Miligraf Editrice, Roma 2007.
  3. ^ "Aeronautica & Difesa" n°260 anno XXIII - giugno 2008.
  4. ^ "Aeronautica & Difesa" n°253 anno XXII - novembre 2007.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Emilio Brotzu "Aerozoom 2007" - Miligraf Editrice, Roma 2007.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]