Gianluca Basile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gianluca Basile
GBasile.JPG
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 192 cm
Peso 90 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Guardia
Squadra Orlandina Basket Orlandina Basket
Carriera
Squadre di club
1995-1999 Pall. Reggiana Pall. Reggiana 120 (1.185)
1999-2005 Fortitudo Bologna Fortitudo Bologna 276 (3.214)
2005-2011 Barcellona Barcellona 204 (1.555)
2011-2012 Pall. Cantù Pall. Cantù 30 (258)
2012-2013 Olimpia Milano Olimpia Milano 29 (102)
2013- Orlandina Basket Orlandina Basket
Nazionale
1996
1996-2007
Italia Italia U-22
Italia Italia

209 (1.602)
Palmarès
Bandiera olimpica  Olimpiadi
Argento Atene 2004
Wikiproject Europe (small).svg  Europei
Oro Francia 1999
Bronzo Svezia 2003
Giochi del Mediterraneo.svg  Giochi del Mediterraneo
Argento Bari 1997
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 30 giugno 2013

Gianluca Basile (Ruvo di Puglia, 24 gennaio 1975) è un cestista italiano. Alto 192 cm, gioca nel ruolo di playmaker o guardia.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Basile ai tempi del Barcellona

Dopo essere cresciuto nelle file della Pallacanestro Reggiana, esordendo anche in serie A dopo la promozione nella stagione 1996/1997, e aver militato per 6 stagioni e mezzo nella Fortitudo Pallacanestro Bologna, dal 2005 gioca al Barcellona.

Gianluca Basile è stato considerato a Bologna l'erede di Carlton Myers quando quest'ultimo lasciò la Fortitudo: sicuramente tra i più amati tra i tifosi li ha saputi ripagare aiutando la squadra a vincere anche due scudetti proprio con la Fortitudo Bologna, il primo nel 2000 e l'ultimo proprio nel 2005 al termine di un'emozionante partita vinta all'ultimo secondo proprio grazie a un suo passaggio per Rubén Douglas. Quella partita contro Milano fu poi l'ultima per il "Baso" in maglia biancoblù visto che successivamente andò a raggiungere il connazionale Denis Marconato al Barcellona. Ha vinto la Liga ACB 2008/2009 con la maglia del Barcellona, che ha sconfitto in finale il Saski Baskonia Tau Vitoria per tre partite a una, risultando decisivo nella vittoria esterna in gara uno segnando una tripla all'ultimo secondo.

Tante sono state le partite decise da suoi ultimi tiri, memorabile quello che permise alla Fortitudo di partecipare alle Final Four di Eurolega segnato a pochissimi secondi dalla fine da una distanza di 8 metri. Celebre la sua performance in semifinale contro la Lituania alle Olimpiadi 2004 (31 punti con 7/11 da tre punti). Con il Barcellona vince l'Eurolega 2009/2010 (6 stagioni prima aveva già disputato una finale con la Fortitudo contro il Maccabi Tel Aviv conclusasi però con una clamorosa sconfitta per 118 a 74). Nella stagione 2010-11, nonostante sia rimasto pressoché sempre inattivo a causa di un infortunio, bissa il successo in campionato grazie alla vittoria del Barcellona nella serie finale contro il Bizkaia Bilbao Basket per 3-0.

Il 22 giugno 2011 lascia il Barcellona dichiarando di voler finire la carriera in Italia, infatti il 25 luglio successivo firma un contratto biennale con la Bennet Cantù.
Nella buona stagione disputata da Gianluca con la maglia canturina, particolarmente rilevante fu la sua tripla da oltre nove metri[1] che diede la vittoria alla sua squadra contro Bilbao il 6 dicembre 2011.

Il 4 luglio 2012 firma un contratto annuale con la EA7 Milano[2]. Il 28 agosto 2013 firma per l'Orlandina Basket[3], squadra allenata dall'ex compagno di squadra Gianmarco Pozzecco.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Esordisce con la maglia della Nazionale a Livorno, il 30 dicembre 1996 in Italia-North Carolina University (74-81). Totalizza 209 presenze e 1602 punti. La sua prima manifestazione internazionale di rilievo è il Mondiale 1998: da quell'anno in poi, fino al 2007, prenderà parte a tutti gli Europei, Mondiali e Olimpiadi a cui l'Italia parteciperà. Nel 1999 si laurea campione d'Europa. Alla sua seconda Olimpiade, ad Atene nel 2004, gioca probabilmente il suo miglior torneo a livello di nazionale: con oltre 14 punti di media è tra le colonne della sorprendente Italia che arriva all'argento dietro gli Argentini; rimane nella storia la sua prestazione, 31 punti (1/4, 7/11), in semifinale contro la Lituania. L'ultima grande partita di Basile in un torneo di prestigio rimane quella della prima partita del campionato mondiale 2006, vinta contro la Cina, quando da capitano degli Azzurri, mette a referto 27 punti. In quello stesso torneo arriva probabilmente anche la più grande delusione personale di Basile in azzurro: a un secondo dalla fine della partita degli ottavi contro la Lituania sbaglia tre tiri liberi sul 68-71 finale.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Fortitudo Bologna: 1999-2000, 2004-2005
Barcellona: 2008-2009, 2010-2011
Barcellona: 2006-2007, 2009-2010, 2010-2011
Barcellona: 2009, 2010
Barcellona: 2009-2010

Il tiro ignorante[modifica | modifica sorgente]

Con il termine tiro ignorante si identifica un particolare tiro da tre punti della pallacanestro preso in situazioni di emergenza, estremamente forzato, in precario equilibro e con più avversari addosso. O, più generalmente, un tiro "senza coscienza".

Questo genere di azione lascia completamente spiazzati i difensori di qualsiasi squadra (e spesso anche i propri compagni) ed è stato "inventato" da Gianluca Basile all'indomani della vittoria della sua squadra a Cantù, durante i quarti di finale di playoff della stagione 2002-03. Era il 20 maggio 2003, al Pianella si giocò gara 3 sul punteggio di 1-1 nella serie. L'allora Skipper vinse 102-87 dopo un tempo supplementare, in una gara che cambiò probabilmente il destino del club e che si risolse all'inizio dell'overtime. Con, appunto, una serie di tiri ignoranti, con triple prese da Basile in transizione o dopo pochi secondi dall'inizio dell'azione[4].

Il tiro ignorante per eccellenza è considerato da tutti quello all'ultimo secondo contro l'Efes Pilsen Istanbul nell'Eurolega 2003-04 che qualificò i bolognesi alla Final Four. Così come, una stagione più tardi, una serie di tiri ignoranti ribaltarono e vinsero la gara di Top16 contro il Tau Vitoria, nell'ultimo quarto. L'ultimo tiro della serie con la maglia del Barcellona Basile lo ha fatto registrare in gara 1 della finale dei playoff 2009 della liga ACB contro il Tau Vitoria[5]. Con la maglia di Cantù, Basile realizza una tripla ignorante allo scadere regalando il successo sul campo del Bizkaia Bilbao Basket, e di fatto il passaggio alle top 16, nell'8ª giornata di Eurolega 2011-12.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana
— Roma, 27 settembre 2004. Di iniziativa del Presidente della Repubblica.[6]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Eurolega: Basile sulla sirena da 9 metri: Cantù sbanca Bilbao 67-64
  2. ^ Olimpia Milano, è fatta per Basile. (archiviato dall'url originale il ).
  3. ^ orlandinabasket.it
  4. ^ geocities.com/coniglio_bn/origine_ignoranza. (archiviato dall'url originale il ).
  5. ^ acbtv.acb.com/video
  6. ^ Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana Sig. Gianluca Basile. URL consultato il 12 aprile 2011.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]