Francesco Lodi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Francesco Lodi
Francesco Lodi.jpg
Lodi si appresta a battere un calcio d'angolo.
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 183 cm
Peso 70 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Squadra Parma Parma
Carriera
Giovanili
1995-2000 Empoli Empoli
Squadre di club1
2000-2004 Empoli Empoli 4 (0)
2004 Vicenza Vicenza 11 (0)
2004-2006 Empoli Empoli 44 (6)
2006-2008 Frosinone Frosinone 81 (31)
2008-2009 Empoli Empoli 41 (13)
2009-2010 Udinese Udinese 19 (1)
2010-2011 Frosinone Frosinone 23 (7)
2011-2013 Catania Catania 86 (18;-1[1])
2013-2014 Genoa Genoa 9 (2)
2014 Catania Catania 19 (2)
2014- Parma Parma 0 (0)
Nazionale
2000
2000-2001
2002
2002-2003
2006
Italia Italia U-15
Italia Italia U-16
Italia Italia U-18
Italia Italia U-19
Italia Italia U-21
8 (0)
13 (7)
6 (3)
12 (11)
2 (0)
Palmarès
Transparent.png Europei di calcio Under-19
Oro Liechtenstein 2003
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 19 aprile 2014

Francesco Lodi (Napoli, 23 marzo 1984) è un calciatore italiano, centrocampista del Parma in prestito dal Catania.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Francesco è nato il 23 marzo 1984 a Napoli[2] da una famiglia di Frattamaggiore, ultimo di otto figli.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Mancino di piede, è un fantasista che predilige partire dalla fascia destra per potersi accentrare. È molto forte a calciare i rigori e le punizioni[3][4] (4 gol su punizione nel 2007-2008). Dice di aver imparato a battere le punizioni guardando i video di Diego Armando Maradona, suo idolo da bambino essendo tifoso del Napoli.[5][6] Con l'arrivo in panchina di Vincenzo Montella a Catania, arretra la sua posizione diventando un vero e proprio regista. È abile anche nel battere gli angoli e nei cambi di gioco

Nel 2001 è stato inserito nella lista dei 100 migliori giovani calciatori stilata da Don Balón.[7]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Empoli e Vicenza[modifica | modifica sorgente]

Le sue prime esperienze calcistiche sono con la scuola calcio dell'Oasis Club di Frattamaggiore e nell'US San Nicola[8] di Castello di Cisterna che nel 1995, all'età di 11 anni, lo cede alle giovanili dell'Empoli, dove si trasferisce accompagnato dal fratello Salvatore e dove cresce calcisticamente.[9]

Cresciuto in seguito nelle giovanili dell'Empoli, entra nel giro della prima squadra nel 1999 a 16 anni, rimanendovi per tre stagioni e mezzo (collezionando 4 presenze e pochi minuti di gioco). Gioca comunque soprattutto nel Campionato Primavera.

Esordisce in Serie B il 3 settembre 2000 in Empoli-Pistoiese (0-2). Esordisce in Serie A l'8 novembre 2003 in Sampdoria-Empoli (2-0).

Nel corso del mercato di gennaio del 2004 scende dalla Serie A a quella cadetta, passando in prestito nelle file del Vicenza allenato da Giuseppe Iachini. Disputa 11 partite senza segnare.

Rientrato in Toscana per la stagione 2004-2005, partecipa alla promozione in Serie A della squadra empolese con 27 partite e 6 gol. L'anno successivo gioca 17 partite senza segnare.

Il Frosinone e il ritorno ad Empoli[modifica | modifica sorgente]

Per trovare più spazio, nell'estate del 2006 passa al Frosinone, in prestito con diritto di riscatto da parte del Frosinone e di contro-riscatto da parte dell'Empoli. In Ciociaria, allenato da Ivo Iaconi, trova un posto da titolare che gli consente di segnare 11 reti in 40 presenze nel primo campionato; nella seconda stagione, la 2007-2008, allenato da Alberto Cavasin, si afferma come miglior realizzatore della sua squadra con 20 reti, quasi il doppio delle reti messe a segno l'annata precedente. In due stagioni con il Frosinone mette a referto 31 reti in 81 presenze in Serie B.

Nel corso del mercato di gennaio del 2008, l'Empoli ha contro-riscattato il suo cartellino dal Frosinone, cedendo subito come parziale contropartita l'attaccante brasiliano Éder. Lodi, invece, grazie ad un accordo tra le due società, è rimasto in Ciociaria per terminare la stagione. Durante il ritiro estivo ha fatto ritorno in Toscana. Nel campionato 2008-2009 ha realizzato 12 reti, di cui 6 su calcio di rigore.

Udinese[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver iniziato la stagione 2009-2010 ad Empoli segnando due gol, uno in Coppa Italia e l'altro alla prima di campionato, il 28 agosto 2009 passa all'Udinese in prestito con diritto di riscatto dell'intero cartellino.[10][11] Il 18 ottobre 2009 all'ottava di campionato contro l'Atalanta sigla il suo primo gol in Serie A. A fine stagione L'Udinese non riscatta il cartellino dall'Empoli.

Il ritorno al Frosinone[modifica | modifica sorgente]

Il 25 luglio 2010 il Frosinone Calcio ufficializza il ritorno del fantasista napoletano dall'Empoli con la formula della comproprietà.[12][13]

Catania[modifica | modifica sorgente]

Il 31 gennaio 2011 il Catania lo acquista in compartecipazione per 600.000 euro[14] dall'Empoli, che prima di questa operazione ha provveduto a riscattare il cartellino dal Frosinone, con cui lo deteneva a metà. Sceglie il numero 10 e fa il suo esordio con la maglia rossazzurra il 1º febbraio nella trasferta di Cesena (1-1). Il 13 febbraio firma al "Cibali" i suoi primi gol, una doppietta su punizione decisiva che permette al Catania di battere 3-2 il Lecce e scavalcarlo in classifica.

Il 22 giugno seguente il Catania riscatta l'altra metà del cartellino del giocatore, che diventa a titolo definitivo un giocatore rossazzurro.[15]. Il 2 ottobre, contro il Novara, sigla su punizione il suo primo gol stagionale. Il 4 novembre prolunga il suo contratto fino al 30 giugno 2015.[16]

L'11 aprile 2012, in Catania-Lecce (1-2) della 32ª giornata, a causa dell'espulsione di Juan Pablo Carrizo dopo il gol dell'1-1 gioca come portiere visto che i cambi a disposizione per il Catania erano già finiti: è lui a subire al 91' la rete di David Di Michele.[17][18] Conclude il campionato con 9 gol in 37 partite, diventando il capocannoniere etneo.

Genoa[modifica | modifica sorgente]

Il 16 luglio 2013 dopo aver fatto le visite mediche a Genova si aggrega al Genoa in ritiro a Neustift im Stubaital (Austria)[19], mentre in cambio al Catania va Panagiotis Tachtsidis[20]. Segna il primo gol ufficiale con i rosso-blu nella partita Spezia-Genoa del 17 agosto, valida per il terzo turno di Coppa Italia, nella stessa gara fallisce il tiro di rigore decisivo facendoselo parare dal giovane portiere Nicola Leali, errore che sancisce così l'eliminazione dei rossoblù[21]. Arriva il suo primo gol con il Grifone nella seconda giornata di campionato contro la Fiorentina segnando il gol del momentaneo 2-4, partita poi finita 2-5 a favore dei viola[22]. Si ripete alla terza giornata di campionato in occasione del derby siglando, direttamente su punizione, il gol del definitivo 3-0 per la propria squadra[23]. Con l'arrivo del nuovo allenatore Gian Piero Gasperini viene sempre più messo ai margini della squadra e viene duramente criticato dal nuovo tecnico, risultando incompatibile con lui [24][25][26].

Ritorno a Catania[modifica | modifica sorgente]

Il 3 gennaio 2014 il Genoa annuncia il passaggio in prestito al Catania in regime di compartecipazione tra le due società[27][28]. Il 6 gennaio segna su rigore il gol del definitivo 2-0 contro il Bologna nella prima partita dopo il ritorno a Catania[29]. Il 18 maggio segna il gol che apre la partita contro l'Atalanta nella partita che si concluderà con la vittoria degli etnei sul 2-1, risultato inutile dato che gli etnei erano già retrocessi in serie B[30]. Conclude la stagione a Catania con 19 presenze e due gol.

Il 13 giugno 2014 il Catania riscatta l'altra metà del cartellino del giocatore dal Genoa in un'operazione che vede il riscatto da parte della società ligure di Panagiotis Tachtsidis.[31][32]

Parma[modifica | modifica sorgente]

Il 25 agosto 2014 passa con un contratto quadriennale in prestito con diritto di riscatto al Parma. Il giocatore sceglie la maglia numero 21.[33][34]

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Tra il 2000 e il 2002 colleziona 27 presenze tra Nazionale under-16-15 e Nazionale under-18 segnando 10 gol.

La prima convocazione in Under-17 arriva il 15 marzo 2000 in Italia-Paesi Bassi (3-3), quindi esordisce in Under-16-15 il 7 aprile 2000 in Inghilterra-Italia (2-2). L'esordio in Under-18 arriva il 14 febbraio 2002 in Italia-Germania (2-3), mentre il debutto in Under-19 arriva il 2 settembre 2002 in Turchia-Italia (1-0).

È stato nel giro della Nazionale Under-21: la sua prima presenza con gli "azzurrini" risale al 1º settembre 2006, quando aveva ventidue anni, giocando Islanda-Italia (0-1). Ha totalizzato 2 presenze totali con l'Under-21.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 26 agosto 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe europee Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres
2000-2001 Italia Empoli B 2 0 CI 0 0 - - - - - - 2 0
2001-2002 B 1 0 CI 1 0 - - - - - - 2 0
2002-2003 A 0 0 CI 0 0 - - - - - - 0 0
2003-gen. 2004 A 1 0 CI 2 0 - - - - - - 3 0
gen.-giu. 2004 Italia Vicenza B 11 0 CI - - - - - - - - 11 0
2004-2005 Italia Empoli B 27 6 CI 3 0 - - - - - - 30 6
2005-2006 A 17 0 CI 3 2 - - - - - - 20 2
2006-2007 Italia Frosinone B 40 11 CI 1 0 - - - - - - 41 11
2007-2008 B 41 20 CI 1 0 - - - - - - 42 20
2008-2009 Italia Empoli B 40+2[35] 12+1[35] CI 4 5 - - - - - - 46 18
ago. 2009 B 1 1 CI 2 2 - - - - - - 3 3
Totale Empoli 89+2 19+1 15 9 - - - - 106 29
ago. 2009-2010 Italia Udinese A 19 1 CI 2 1 - - - - - - 21 2
2010-gen. 2011 Italia Frosinone B 23 7 CI 1 1 - - - - - - 24 8
Totale Frosinone 104 38 3 1 - - - - 107 39
gen.-giu 2011 Italia Catania A 16 3 CI - - - - - - - - 16 3
2011-2012 A 37 9 CI 0 0 - - - - - - 37 9
2012-2013 A 33 6 CI 4 2 - - - - - - 37 8
2013-gen. 2014 Italia Genoa A 9 2 CI 1 1 - - - - - - 10 3
gen.-giu. 2014 Italia Catania A 19 2 CI 1 0 - - - - - - 20 2
2014-2015 Italia Parma A 0 0 CI 0 0 - - - - - - 0 0
Totale Catania 105 20 5 2 - - - - 110 22
Totale carriera 339 80 25 13 - - - - 364 93

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Liechtenstein 2003

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Gol subito in Catania-Lecce (1-2) durante la 32esima giornata, quando Lodi prende il posto di Carrizo tra i pali, in seguito all'espulsione del portiere. Catania-Lecce 1-2
  2. ^ Profilo su Calciocatania.it
  3. ^ Serie A, ecco tutti i cecchini sportmediaset.mediaset.it
  4. ^ Volpecina: "Il Catania? Attenzione alle punizioni dal limite. Lodi è uno specialista" Napolipress.net
  5. ^ Lodi: «Mago delle punizioni grazie ai dvd di Maradona», corrieredellosport.it, 19 febbraio 2011.
  6. ^ Catania, Lodi: "Punizioni? Mi ispiro al Pibe" Calciomercato.com
  7. ^ (EN) Don Balon's 2001 list, thespoiler.co.uk, 02-11-2010. URL consultato il 22-11-2011.
  8. ^ A Napoli la fabbrica dei talenti dell'Empoli
  9. ^ Intervista a Francesco Lodi. URL consultato il 28 agosto 2009.
  10. ^ Empoli: ceduto Francesco Lodi, empolicalcio.it
  11. ^ Udinese: preso Francesco Lodi. URL consultato il 28 agosto 2009.
  12. ^ Colpo del Frosinone, torna Francesco Lodi, frosinonecalcio.com, 25 luglio 2010.
  13. ^ Frosinone: dall'Empoli torna Lodi, ansa.it, 25 luglio 2010.
  14. ^ Lodi al Catania, Calcio Catania spa sito ufficiale, 31 gennaio 2011.
  15. ^ Lodi, l'intero cartellino è del Catania calciocatania.it
  16. ^ Prolungamento contrattuale per Lodi Calciocatania.it, 4 novembre 2011
  17. ^ LIVE TMW - DIRETTA SERIE A - Finali: risultati e classifica Tuttomercatoweb.com
  18. ^ Catania-Lecce 1-2 Legaseriea.it
  19. ^ Genoa, Lodi: «Voglio la Nazionale»
  20. ^ Panagiotis Tachtsidis al Catania
  21. ^ Spezia-Genoa finisce 5-4
  22. ^ Genoa - Fiorentina 2-5 | Highlights Serie A | Video gol (Aquilani, doppiette di Rossi e Gomez, Gilardino, Lodi)
  23. ^ Sampdoria-Genoa 0-3: gol di Antonini, Calaiò e Lodi. Primi punti per Liverani
  24. ^ Alfredo Pedullà: "Lodi ha lasciato per incompatibilità totale con Gasperini"
  25. ^ Genoa-Parma, Gasperini: "Niente alibi per Lodi"
  26. ^ Genoa, Gasperini: "Lodi non è out per demeriti. Perin è molto sereno"
  27. ^ LODI TORNA AL CALCIO CATANIA
  28. ^ Francesco Lodi dal Genoa al Catania: il centrocampista è immediatamente disponibile
  29. ^ Catania-Bologna 2-0, gol di Bergessio e Lodi. Tre punti d'oro per De Canio
  30. ^ Catania-Atalanta 2-1: apre Lodi, pari di Koné, poi Bergessio gol
  31. ^ Risolte due compartecipazioni in genoacfc.it, 13 giugno 2014.
  32. ^ Risoluzione degli accordi di partecipazione: Lodi è del Catania, Tachtsidis del Genoa Ilcalciocatania.it
  33. ^ Francesco Lodi da oggi crociato
  34. ^ Finalmente Lodi: c'è la firma! Quadriennale per il regista campano
  35. ^ a b Play-off.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]