FIFA Futsal World Cup

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Coppa del Mondo di calcio a 5 FIFA
FIFA Futsal World Cup
Sport Futsal pictogram.svg Calcio a 5
Tipo Squadre nazionali
Federazione FIFA
Titolo FIFA world champion (campione del mondo della FIFA) (de iure)
World champion (campione del mondo) (de facto)
Cadenza quadriennale
Apertura novembre
Chiusura dicembre
Partecipanti 24
Formula Girone all'italiana + eliminazione diretta con partite di sola andata
Sito Internet www.fifa.com/futsalworldcup/
Storia
Fondazione 1989
Detentore Brasile Brasile
Coppa del mondo calcio a 5.png
Coppa del Mondo FIFA

Il campionato mondiale di calcio a 5 (en. FIFA Futsal World Cup) è un torneo calcistico per nazionali di calcio a 5. È organizzato dalla FIFA ogni 4 anni a partire dalla seconda edizione del 1992. Fino al 2004 il torneo era denominato FIFA Futsal World Championship.

Le prime tre edizioni, disputate nel 1989 in Olanda, nel 1992 ad Hong Kong e nel 1996 in Spagna, hanno visto trionfare la nazionale del Brasile, mentre nelle due successive edizioni è risultata vincitrice la Spagna. Successivamente sia l'edizione del 2008 che del 2012 disputatesi rispettivamente in Brasile e Thailandia vedranno vincitore nuovamente il Brasile, prima nazionale ad arrivare a cinque titoli mondiali vinti.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo che la FIFA prese in mano la gestione del calcio a 5 mondiale, si sentì l'obbligo di continuare l'organizzazione dei campionati mondiali già in vigore dal 1982 per opera della Federación Internacional de Fútbol de Salón (FIFUSA). La disputa sorta tra la FIFUSA e la FIFA portò la prima a continuare l'attività propria, mentre la FIFA decise alcune variazioni delle regole come l'adozione del pallone n.4 per le gare.

La prima edizione nei Paesi Bassi coincise con i festeggiamenti per il centenario della Federazione calcistica olandese, ed il deciso progresso del calcio a 5 europeo venne mostrato dalla semifinale tutta europea tra i padroni di casa ed i vicini del Belgio. Nonostante questa crescita fu comunque un ottimo ed inarrestabile Brasile a vincere il trofeo sconfiggendo proprio gli olandesi per 2-1.

Nella seconda edizione del 1992 ad Hong Kong, rimane immutata la formula ma anche il vincitore che è nuovamente il Brasile compatto, aggressivo e dal grande talento dei suoi componenti, capace di subire in tutto il torneo solo sette reti in sette gare, a fronte di quarantaquattro segnature. Si tratta comunque di un mondiale che vede una netta regressione delle formazioni del vecchio continente a favore dell'America che manda in finale i Verdeoro e i sorprendenti Stati Uniti. Solo la Spagna arriva in semifinale, giungendo poi terza finale battendo l'Iran.

Il terzo campionato mondiale, disputatosi in Spagna, viene ricordato soprattutto per la straordinaria partecipazione di pubblico che nelle quaranta partite disputate porta nei palazzetti dello sport di Segovia, Murcia, Castellon e Barcellona quasi 67.000 spettatori in totale. L'entusiasmo del pubblico, che segna la crescita del movimento a livello europeo, è una diretta conseguenza dell'ottimo risultato dei padroni di casa (finalisti) e delle altre squadre europee come Russia e Ucraina, ma la vittoria finale arride di nuovo ad un Brasile ancora più prolifico della precedente edizione.

Il Guatemala, che ospita la quarta edizione del mondiale nel 2000, assiste ad un vero e proprio terremoto epocale per il calcio a 5: il Brasile viene spodestato dal trono mondiale per merito di una Spagna ermetica ed a volte non bella da vedere, ma decisamente pragmatica come la vuole il suo tecnico Javier Lozano che dopo quattro anni si vendica della sconfitta patita nella finale di Barcellona. Nella stessa edizione che registra un nuovo e sorprendente record di pubblico (94.179 spettatori per le 40 partite disputate tutte a Città del Guatemala) l'Egitto è la prima formazione africana a qualificarsi al secondo turno di un campionato mondiale.

Le quaranta partite del mondiale 2004 a Taipei sono un altro durissimo colpo per i verdeoro: per la prima volta nella loro storia non si qualificano per una finale. Al National Taiwan University New Gymnasium, davanti a 3500 persone sono Spagna e Italia a contendersi il quinto trofeo FIFA. Ma è la Spagna campione uscente che vince la gara per 2-1 e centrando un bis storico per le Furie Rosse di Lozano.


Il trofeo[modifica | modifica wikitesto]

Il trofeo assegnato sino all'edizione del 2008

Dal 1989 al 2008 il trofeo ero composto da un pallone argentato al centro di una porta con facciate argentate e i bordi laterali di marmo bianco.

Dal 2012 il trofeo è stato sostituito da una coppa, disegnata dall'inglese Thomas Factoring, con cinque aste d'oro e cinque d'argento, che rappresentano i cinque giocatori delle due squadre, e all'apice un pallone con disegnati i vari continenti. Ha un'altezza di 48 cm, 20 di larghezza e un peso di 4,6 kg. È composto da argento, acciaio inox, rame, piombo e zinco. La coppa è stata presentata durante il sorteggio dei gironi del mondiale in Thailandia[1].

Dal dicembre del 2012, alla nazionale vincitrice del torneo sarà concessa la possibilità di esibire sulla propria maglia il FIFA Champions Badge, recante una versione stilizzata della Coppa del Mondo e sotto la scritta FIFA WORLD CUP e l'anno in cui la nazionale ha vinto la competizione[2].


Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Anno Ospite Finale Finale 3º-4º posto Squadre partecipanti
Campione Punteggio Finalista Terzo posto Punteggio Quarto posto
1989
Dettagli
Paesi Bassi Paesi Bassi Brasile
Brasile
2–1 Paesi Bassi
Paesi Bassi
Stati Uniti
Stati Uniti
3–2
(DTS)
Belgio
Belgio
16
1992
Dettagli
Hong Kong Hong Kong Brasile
Brasile
4–1 Stati Uniti
Stati Uniti
Spagna
Spagna
9–6 Iran
Iran
16
1996
Dettagli
Spagna Spagna Brasile
Brasile
6–4 Spagna
Spagna
Russia
Russia
3–2 Ucraina
Ucraina
16
2000
Dettagli
Guatemala Guatemala Spagna
Spagna
4–3 Brasile
Brasile
Portogallo
Portogallo
4–2 Russia
Russia
16
2004
Dettagli
Taipei Cinese Taipei Cinese Spagna
Spagna
2–1 Italia
Italia
Brasile
Brasile
7–4 Argentina
Argentina
16
2008
Dettagli
Brasile Brasile Brasile
Brasile
6–5
(cdr)
Spagna
Spagna
Italia
Italia
2–1 Russia
Russia
20
2012
Dettagli
Thailandia Thailandia Brasile
Brasile
3–2
(dts)
Spagna
Spagna
Italia
Italia
3–0 Colombia
Colombia
24
2016
Dettagli
Colombia Colombia


Medagliere[modifica | modifica wikitesto]

Posizione Nazione Oro Argento Bronzo Totale
1 Brasile Brasile 5 1 1 7
2 Spagna Spagna 2 3 1 6
3 Italia Italia 0 1 2 3
4 Stati Uniti Stati Uniti 0 1 1 2
5 Paesi Bassi Paesi Bassi 0 1 0 1
6 Portogallo Portogallo 0 0 1 1
6 Russia Russia 0 0 1 1


Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica assoluta dei marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Posizione Giocatore Nazionale Gol Partite Edizione giocate Gol per partita
1 Manoel Tobías Brasile Brasile 43 32 1992, 1996, 2000, 2004 1,34
2 Falcão Brasile Brasile 38 35 2000, 2004, 2008, 2012 1,52
3 Konstantin Eremenko Russia Russia 28 18 1992, 1996, 2000 1,55
4 Schumacher Brasile Brasile 25 25 2000, 2004, 2008 1
5 Pula Russia Russia 18 19 2008, 2012 0,95
6 Saeid Rajabi Iran Iran 16 8 1992 2
7 Índio Brasile Brasile 15 16 2000, 2008 0,93
8 Daniel Spagna Spagna 14 15 2000, 2008 0,93


Capocannonieri delle singole edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Edizione Capocannoniere Gol
1989 Ungheria László Zsadányi 7
1992 Iran Saeid Rajabi 16
1996 Brasile Manoel Tobías 14
2000 Brasile Manoel Tobías 19
2004 Brasile Falcão 13
2008 Russia Pula 16
2012 Russia Eder Lima 9


Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) FIFA.com, Draw fatto per FIFA Coppa del Mondo Futsal. URL consultato il 23 ottobre 2012.
  2. ^ (EN) FIFA.com, FIFA World Champions Badge. URL consultato il 23 ottobre 2012.


Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio