Einsteinio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Einsteinio
Aspetto
Aspetto dell'elemento
Generalità
Nome, simbolo, numero atomico einsteinio, Es, 99
Serie attinidi
Gruppo, periodo, blocco --, 7, f
Densità 8840 kg/m3
Durezza n.d.
Configurazione elettronica
Configurazione elettronica
Proprietà atomiche
Peso atomico [252] amu
Configurazione elettronica [Rn]5f117s2
e per livello energetico 2, 8, 18, 32, 29, 8, 2
Stati di ossidazione 2, 3, 4
Proprietà fisiche
Stato della materia solido
Altre proprietà
Numero CAS 7429-92-7
Elettronegatività 1,3 (scala di Pauling)
Energia di prima ionizzazione 619 KJ/mol
Isotopi più stabili
iso NA TD DM DE DP
252Es sintetico 471,7 giorni α
ε
β-
6,760
1,260
0,480
248Bk
252Cf
252Fm
253Es sintetico 20,47 giorni fiss.
α
 
6,739
 
249Bk
254Es sintetico 275,7 giorni ε
β-
α
0,654
1,090
6,628
254Cf
254Fm
250Bk
255Es sintetico 39,8 giorni β-
α
fiss.
0,288
6,436
 
255Fm
251Bk
 
iso: isotopo
NA: abbondanza in natura
TD: tempo di dimezzamento
DM: modalità di decadimento
DE: energia di decadimento in MeV
DP: prodotto del decadimento

L'einstenio (o einsteinio) è l'elemento chimico di numero atomico 99. Il suo simbolo è Es.

È un metallo altamente radioattivo ed è il settimo dei cosiddetti elementi transuranici; appartiene alla serie degli attinidi. Viene prodotto per bombardamento con neutroni del plutonio e fu individuato nei resti del primo test della bomba all'idrogeno.

Prende il nome da Albert Einstein e non ha utilizzi noti. Studi condotti su 253Es hanno mostrato che il comportamento chimico dell'einsteinio è quello di un elemento trivalente.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'einsteinio fu scoperto nel dicembre 1952 da Albert Ghiorso presso l'Università di Berkeley, in California e indipendentemente da una squadra guidata da G.R. Choppin presso il Los Alamos National Laboratory. Entrambe i gruppi di ricerca stavano studiando i resti del primo test di una bomba all'idrogeno, condotto nel novembre del 1952.

Ne prepararono l'isotopo 253Es per addizione a 238U di 15 neutroni, seguita da sette decadimenti beta. Questa procedura rimase segreta fino al 1955 per via delle tensioni internazionali dovute alla guerra fredda.

Nel 1961 fu preparata per la prima volta una quantità macroscopica di 253Es; era una campione che pesava circa 0,01 mg, la cui massa fu misurata su una bilancia speciale. Il campione fu usato per produrre il mendelevio. Altro einsteinio è stato successivamente prodotto presso l'High Flux Isotope Reactor dell'Oak Ridge National Laboratory, nel Tennessee, tramite bombardamento con neutroni del 239Pu. Partendo da 1 kg di isotopo di plutonio, dopo 4 anni di programma di irraggiamento, si sono ottenuti 3 mg di einsteinio.

Isotopi[modifica | modifica wikitesto]

Sono noti 20 isotopi radioattivi dell'einsteinio, le cui masse sono comprese tra 241,0686620 e 257,0959790. I più stabili sono 252Es (emivita: 471,7 giorni), 254Es (275,7 giorni), 255Es (39,8 giorni) e 253Es (20,47 giorni). Tutti gli altri isotopi hanno emivite inferiori alle 40 ore e la maggior parte di essi inferiore 30 minuti. Questo elemento presenta anche 3 metastati, di cui il più stabile è 254mEs (emivita: 39,3 ore).

Nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Nel videogioco d'azione Singularity, ambientato tra il 2010 e il 1955, l'einsteinio viene utilizzato per esperimenti scientifici e bellici in un'isola segreta dell'ex Unione Sovietica, dove ha provocato la devastazione totale di quest'ultima. È l'elemento intorno a cui si svolge l'intera trama.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia