Nobelio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nobelio
sconosciuto, probabilmente metallico
Generalità
Nome, simbolo, numero atomico nobelio, No, 102
Serie attinidi
Gruppo, periodo, blocco --, 7, f
Configurazione elettronica
Configurazione elettronica
Proprietà atomiche
Peso atomico [259] amu
Configurazione elettronica [Rn]5f147s2
e per livello energetico 2, 8, 18, 32, 32, 8, 2
Stati di ossidazione 2, 3
Proprietà fisiche
Stato della materia solido
Altre proprietà
Numero CAS 10028-14-5
Energia di prima ionizzazione 641,6 KJ/mol
Energia di seconda ionizzazione 1254,3 KJ/mol
Energia di terza ionizzazione 2605,1 KJ/mol
Isotopi più stabili
iso NA TD DM DE DP
253No sintetico 1,7 minuti α
ε
8,440
3,200
249Fm
253Md
255No sintetico 3,1 minuti α
ε
8,445
2,012
251Fm
255Md
259No sintetico 3,1 minuti α
ε
fiss.
7,910
0,500
 
255Fm
259Md
 
iso: isotopo
NA: abbondanza in natura
TD: tempo di dimezzamento
DM: modalità di decadimento
DE: energia di decadimento in MeV
DP: prodotto del decadimento

Il nobelio è l'elemento chimico della tavola periodica degli elementi che ha come simbolo No e come numero atomico il 102.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il nobelio venne scoperto e identificato, in maniera non ambigua, nell'aprile 1958 a Berkeley, da Albert Ghiorso, Torbjørn Sikkeland, John R. Walton e Glenn Theodore Seaborg, che usarono una nuova tecnica a doppia ritrazione. Venne usato un acceleratore lineare di ioni pesanti (HILAC) per bombardare un sottile obiettivo di curio (95% 244Cm e 5% 246Cm) con ioni di carbonio-12 per produrre Nobelio-102 in base alla reazione 246Cm(12C, 4n). Prende il nome da Alfred Nobel, scopritore della dinamite e fondatore del premio omonimo.

Nel 1957 ricercatori di Stati Uniti, Gran Bretagna, e Svezia annunciarono la scoperta di un isotopo dell'elemento 102 con emivita di 10 minuti a 8,5 MeV, come risultato del bombardamento di 244Cm con nuclei di 13C. Sulla base di questi esperimenti, il nome Nobelio venne assegnato e accettato dalla "Commissione sui pesi atomici" dell'IUPAC.

L'accettazione del nome fu prematura perché sia i tentativi dei russi che degli americani esclusero la possibilità di un isotopo dell'elemento 102 con emivita di 10 minuti in vicinità degli 8,5 MeV. I primi lavori del 1957 sulla ricerca di questo elemento, in Russia all'Istituto Kurchatov, furono guastati dall'assegnazione di una radiazione alfa a 8,9 +/- 0,4 MeV con emivita da 2 a 40 secondi, che era troppo indefinita per sostenere le pretese di scoperta.

Esperimenti confermatori condotti a Berkeley nel 1966 hanno mostrato l'esistenza di 254-102 con emivita di 55 s, 252-102 con emivita di 2,3 s, e 257-102 con emivita di 23 s.

Seguendo la tradizione di dare il diritto di assegnazione del nome agli scopritori, il gruppo di Berkeley nel 1967 suggerì che venisse dato il nome Nobelio assieme al simbolo No.

Isotopi[modifica | modifica wikitesto]

Dieci isotopi del nobelio sono conosciuti, uno dei quali ha emivita di 3 minuti.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia