Gruppo della tavola periodica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Un gruppo (o famiglia) di elementi è costituito da quelli che compaiono in una stessa colonna della tavola periodica. Gli elementi di uno stesso gruppo sono caratterizzati da una medesima configurazione elettronica esterna, quindi formano legami con gli stessi elementi. Questo comporta notevoli analogie nel loro comportamento chimico, che possono essere maggiori o minori a secondo del gruppo preso in esame.

Esistono tre diverse convenzioni di numerazione per i gruppi chimici. La più recente, dal 1990 raccomandata dalla IUPAC[1], utilizza i numeri arabi, mentre la vecchia numerazione IUPAC e la numerazione CAS utilizzano i numeri romani e le lettere A e B. Nella vecchia numerazione IUPAC la lettera A si riferisce alla parte sinistra della tabella, mentre la lettera B a quella destra; nella numerazione CAS la lettera A si riferisce agli elementi del gruppo principale e la lettera B agli elementi di transizione.

I gruppi[modifica | modifica wikitesto]

I gruppi sono 18 e vengono di seguito elencati.

IUPAC IUPAC vecchia CAS nome
Gruppo 1 IA IA metalli alcalini
Gruppo 2 IIA IIA metalli alcalino terrosi
Gruppo 3 IIIA IIIB gruppo dello scandio
Gruppo 4 IVA IVB gruppo del titanio
Gruppo 5 VA VB gruppo del vanadio
Gruppo 6 VIA VIB gruppo del cromo
Gruppo 7 VIIA VIIB gruppo del manganese
Gruppo 8 VIIIA VIIIB gruppo del ferro
Gruppo 9 VIIIA VIIIB gruppo del cobalto
Gruppo 10 VIIIA VIIIB gruppo del nichel
Gruppo 11 IB IB gruppo del rame, anche detti metalli nobili
Gruppo 12 IIB IIB gruppo dello zinco
Gruppo 13 IIIB IIIA gruppo del boro, anche detti terrosi
Gruppo 14 IVB IVA gruppo del carbonio
Gruppo 15 VB VA gruppo dell'azoto
Gruppo 16 VIB VIA calcogeni
Gruppo 17 VIIB VIIA alogeni
Gruppo 18 VIIIB o 0 VIIIA gas nobili

Le vecchie numerazioni avevano il difetto di poter essere ambigue, indicando con numeri uguali gruppi diversi, soprattutto considerando il fatto che la vecchia numerazione IUPAC era prevalentemente usata in Europa mentre negli Stati Uniti d'America si preferiva la numerazione CAS. La nuova numerazione punta a risolvere queste ambiguità. Tuttavia il vantaggio principale di entrambe le vecchie numerazioni consiste nel fatto che il numero del gruppo corrisponde al numero di legami che formano nella maggior parte dei casi gli elementi che gli appartengono.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Leigh, G. J. Nomenclature of Inorganic Chemistry: Recommendations 1990. Blackwell Science, 1990. ISBN 0-632-02494-1.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]