Meitnerio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Meitnerio
sconosciuto, probabilmente metallico, grigio-argenteo
Generalità
Nome, simbolo, numero atomico meitnerio, Mt, 109
Serie metalli di transizione
Gruppo, periodo, blocco 9, 7, d
Configurazione elettronica
Configurazione elettronica
Proprietà atomiche
Peso atomico [278] u
Configurazione elettronica [Rn]5f146d77s2
e per livello energetico 2, 8, 18, 32, 32, 15, 2
Proprietà fisiche
Stato della materia presumibilmente solido
Altre proprietà
Numero CAS 54038-01-6

Il meitnerio è l'elemento chimico della tavola periodica degli elementi, che ha come simbolo Mt e come numero atomico il 109. È un elemento sintetico il cui isotopo più stabile ha un'emivita di 3,4 ms.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il meitnerio è stato sintetizzato per la prima volta il 29 agosto 1982 da un gruppo di ricerca tedesco guidato da Peter Armbruster e Gottfried Münzenberg alla Gesellschaft für Schwerionenforschung di Darmstadt. Il team ottenne il nuovo elemento bombardando del bismuto-209 con dei nuclei accelerati di ferro-58. La creazione di questo elemento dimostrò che la tecnica della fusione nucleare può essere usata per creare nuovi nuclei pesanti.

Il nome meitnerio fu suggerito in onore della fisica e matematica austro-svedese Lise Meitner, ma a causa di una controversia sulla denominazione degli elementi dal 101 al 109, la IUPAC adottò temporaneamente il nome unnilennio (Une). Nel 1997 con la risoluzione della disputa venne adottato il nome attuale.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

chimica Portale Chimica: Il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia