Roentgenio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Roentgenio
Generalità
Nome, simbolo, numero atomico roentgenio, Rg, 111
Serie metalli di transizione
Gruppo, periodo, blocco 11, 7, d
Configurazione elettronica
Configurazione elettronica
Proprietà atomiche
Peso atomico 272 u
Configurazione elettronica probabile [Rn]5f146d107s1
e per livello energetico 2, 8, 18, 32, 32, 18, 1
Proprietà fisiche
Stato della materia presumibilmente solido[senza fonte]
Altre proprietà
Numero CAS {{{Numero_CAS}}} numero CAS non valido
Isotopi più stabili
iso NA TD DM DE DP
272Rg sintetico 1,6 ms α 11.02, 10.82 268Mt
274Rg sintetico 15 ms α 11.23 270Mt
278Rg sintetico 4.2 ms α 10.69 274Mt
279Rg sintetico 170 ms α 10.37 275Mt
280Rg sintetico 3.6 s α 9.75 276Mt
281Rg sintetico 22.8 s SF
282Rg sintetico ~0.5 s α 9.00 278Mt
iso: isotopo
NA: abbondanza in natura
TD: tempo di dimezzamento
DM: modalità di decadimento
DE: energia di decadimento in MeV
DP: prodotto del decadimento

Il roentgenio (vecchio nome temporaneo unununio) è l'elemento chimico della tavola periodica degli elementi, che ha come simbolo Rg (vecchio simbolo temporaneo Uuu) e come numero atomico il 111. Ha un peso atomico di 272 amu che lo rende uno degli atomi super-pesanti.

Il roentgenio è stato osservato per la prima volta nel 1994 e da allora sono stati sintetizzati diversi isotopi. il più stabile ad oggi conosciuto è il 281Rg, con un'emivita di ~20 secondi, che decade in meitnerio mediante fissione spontanea, come altri isotoni N=170.

Storia[modifica | modifica sorgente]

È stato creato per la prima volta al Gesellschaft für Schwerionenforschung (GSI) di Darmstadt, Germania l'8 dicembre 1994. Sono stati creati solo tre atomi (tutti di Uuu-272), dalla fusione di bismuto-209 e nichel-64 in un acceleratore lineare (il nichel è stato bombardato sul bismuto).

Il nome roentgenio è stato proposto dal team GSI[1] in onore di Wilhelm Röntgen, ed accettato come nome permanente il 1º novembre 2004[2]; prima di questa data era stato temporaneamente battezzato unununio, come in 1-1-1-io, dall'IUPAC.

A differenza degli altri elementi del gruppo 11, il roentgenio non è (e non può essere) un metallo da conio.

Isotopi[modifica | modifica sorgente]

Nucleosintesi[modifica | modifica sorgente]

La seguente tabella mostra i tentativi di ottenere isotopi dell'elemento 111, mediante combinazioni bersaglio-proiettile che potrebbero formare nuclei composti con Z=111.

Bersaglio Proiettile Isotopo Risultato
208Pb 65Cu 273Rg Riuscita
209Bi 64Ni 273Rg Riuscita
232Th 45Sc 277Rg Riuscita
231Pa 48Ca 279Rg Non ancora tentata
238U 41K 280Rg Non ancora tentata
237Np 40Ar 277Rg Non ancora tentata
244Pu 37Cl 281Rg Non ancora tentata
243Am 36S 279Rg Non ancora tentata
248Cm 31P 279Rg Non ancora tentata
249Bk 30Si 279Rg Non ancora tentata
249Cf 27Al 276Rg Non ancora tentata

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Corish et al., Name and symbol of the element with atomic number 111, IUPAC Provisional Recommendations. URL consultato il 26 giugno 2010.
  2. ^ (EN) Corish et al., Name and symbol of the element with atomic number 111 in Pure Appl. Chem., vol. 76, nº 12, 2004, pp. 2101–2103, DOI:10.1351/pac200476122101. URL consultato il 26 giugno 2010.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia