Mendelevio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mendelevio
sconosciuto, probabilmente argenteo, bianco o grigio metallico
Generalità
Nome, simbolo, numero atomico mendelevio, Md, 101
Serie attinidi
Gruppo, periodo, blocco --, 7, f
Configurazione elettronica
Configurazione elettronica
Proprietà atomiche
Peso atomico [258] amu
Configurazione elettronica [Rn]5f137s2
e per livello energetico 2, 8, 18, 32, 31, 8, 2
Proprietà fisiche
Stato della materia solido
Punto di fusione 1100 K (827 °C)
Altre proprietà
Numero CAS 7440-11-1
Elettronegatività 1,3 (scala di Pauling)
Energia di prima ionizzazione 635 kJ/mol
Isotopi più stabili
iso NA TD DM DE DP
257Md sintetico 5,52 ore ε
α
fiss.
0,406
7,558
 
257Fm
253Es
 
258Md sintetico 51,5 giorni ε 1,230 258Fm
260Md sintetico 31,8 giorni fiss.
α
ε
β-
 
7,000
 
1,000
 
256Es
260Fm
260No
iso: isotopo
NA: abbondanza in natura
TD: tempo di dimezzamento
DM: modalità di decadimento
DE: energia di decadimento in MeV
DP: prodotto del decadimento

Il mendelevio è l'elemento chimico della tavola periodica di numero atomico 101. Il suo simbolo è Md.

È un elemento transuranico metallico radioattivo della serie degli attinidi; viene sintetizzato per bombardamento dell'einsteinio con particelle alfa. Il suo nome è stato attribuito in onore al chimico russo Dmitri Mendeleev.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

I ricercatori hanno appurato che il mendelevio ha uno stato di ossidazione +2 moderatamente stabile oltre allo stato +3 tipico di tutti gli attinidi. 256Md è stato l'isotopo studiato per scoprire alcune delle caratteristiche dell'elemento in soluzione acquosa. Non è noto alcun uso del mendelevio e solo minime quantità in tracce sono state sintetizzate.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il mendelevio fu sintetizzato per la prima volta da un gruppo di ricercatori composto da Albert Ghiorso (team leader), Glenn T. Seaborg, Bernard Harvey e Greg Choppin all'inizio del 1955. Produssero il 256Md (emivita: 76 minuti) bombardando un bersaglio di 253Es con particelle alfa (nuclei di elio) nel ciclotrone dell'Università di Berkeley, in California. 256Md fu praticamente sintetizzato un atomo per volta. Il mendelevio è stato il nono elemento transuranico ottenuto per sintesi.

Isotopi[modifica | modifica sorgente]

Del mendelevio sono noti 15 isotopi radioattivi, le cui masse sono comprese tra 245,091 e 260,104. I più stabili tra essi sono 258Md (emivita: 51,5 giorni), 260Md (31,8 giorni) e 257Md (5,52 ore).

Tutti gli altri isotopi hanno emivite inferiori ai 97 minuti e la maggior parte di essi inferiore ai 5 minuti. Questo elemento ha anche un metastato, 258mMd, con un'emivita di 57 minuti.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia