Craig Gordon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Craig Gordon
Craig S Gordon.jpg
Dati biografici
Nome Craig Sinclair Gordon
Nazionalità Scozia Scozia
Altezza 193 cm
Peso 83 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Portiere
Squadra Flag of None.svg svincolato
Carriera
Giovanili
Hearts Hearts
Squadre di club1
2000-2001 Hearts Hearts 0 (-0)
2001-2002 Cowdenbeath Cowdenbeath 12 (-?)
2002-2007 Hearts Hearts 176 (-?)
2007-2012 Sunderland Sunderland 87 (-?)
Nazionale
2004-2010 Scozia Scozia 40 (-?)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 16 maggio 2013

Craig Gordon (Edimburgo, 31 dicembre 1982) è un calciatore scozzese, portiere svincolato.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Viene considerato fra i portieri più forti del mondo, tanto da essersi guadagnato il soprannome di "Buffon di Scozia"[1].

Hearts[modifica | modifica sorgente]

Ha iniziato la carriera in Scozia, agli Hearts, dove ha trascorso 7 stagioni in cui ha messo in mostra le sue qualità. Partito dalle trafila delle giovanili del club per poi debuttare ufficialmente in prima squadra contro il Livingston il 6 ottobre 2002. Ha vinto la Scottish Cup nel 2006 contro il Gretna neutralizzando anche un rigore nella finale giocata all'Hampden Park di Glasgow.

Nel novembre del 2006 è stato nominato capitano in sostituzione di Steven Pressley, ed a fine stagione gli Hearts chiusero al secondo posto alle spalle del Celtic campione, con un punto in più dei Rangers finiti terzi, ciò sanciva che per la prima volta dopo circa 15 anni il dominio della Old Firm era stato spezzato ancora una volta dal club di Edimburgo, che così si sarebbe qualificato per la prossima Champions League.

L'estate successiva ha attirato l'interesse di grandi squadre come Rangers, Arsenal, Manchester United e Sunderland, inizialmente il club lo ha dichiarato incedibile poi in seguito ad alcune incomprensioni che avevano creato tensioni nel rapporto con il proprietario Vladimir Romanov è stato dichiarato cedibile.

Nonostante il suo addio dal sapore amaro, egli è ancora amatissimo dai tifosi degli Hearts che lo ricordano soprattutto per una sua incredibile parata nel finale durante un tesissimo derby contro i rivali dell'Hibernian ad Easter Road.

Sunderland[modifica | modifica sorgente]

Venne acquistato dal Sunderland il 7 agosto 2007 per oltre 13 milioni di euro (la più alta cifra mai pagata in Inghilterra per un portiere).[2]

Ha debuttato in Premier League con la maglia dei Black Cats, alla prima giornata di campionato della stagione 2007/2008 contro il Tottenham Hotspur vinta 1-0.

Verso la metà della stagione 2008/2009 ha subito un infortunio che lo ha fermato per alcuni mesi, ma al suo ritorno ha subito dimostrato di aver recuperato ottimamente grazie a delle buone prestazioni nella parte finale della stagione.

Durante l'estate del 2010 si è rotto il braccio in allenamento, ciò lo ha costretto a saltare la prima parte della stagione nella quale è stato sostituito dal belga Simon Mignolet. Dopo aver saltato gli impegni della Scozia nelle qualificazioni ad Euro 2012 a settembre causa l'infortunio è tornato in azione nel novembre del 2010. Il 18 dicembre 2010 è stato autore di una fenomenale parata contro il Bolton su una deviazione ravvicinata (da circa 1m) da parte di Zat Knight,l' intervento è stato premiato come il "Save of The Year" della Premier League. Tuttavia nonostante l'ottima forma dimostrata dopo il suo ritorno dall'infortunio già un altro lo attendeva, questa volta al tendine del ginocchio, ciò lo costrinse ad operarsi a Marzo e porre fine anticipatamente alla sua stagione. Nel aprile del 2012 è tornato in campo dopo oltre un anno di assenza in un pareggio casalingo per 2-2 contro il Bolton. A fine stagione l' attuale manager dei black cats Martin O'Neil ha informato i media in una conferenza stampa che il contratto di Gordon non verrà rinnovato a fine stagione dopo che un nuovo accordo non è stato raggiunto tra le due parti.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Ha debuttato nella nazionale scozzese il 30 maggio 2004 contro Trinidad e Tobago. Nel arco di breve tempo si è subito guadagnato la maglia da titolare grazie a delle impressionanti prestazioni durante la campagna di qualificazione al Mondiale e all'Europeo. Dopo un pareggio per 1-1 contro l'Italia, il portiere azzurro Gianluigi Buffon ha affermato che egli potrebbe diventare uno dei migliori portieri in circolazione.

L'attuale ct Craig Levein ha dichiarato in una recente intervista che ritiene il giocatore un pilastro fondamentale della sua squadra, nonché un eroe sportivo nazionale.

È titolare e ha collezionato molte presenze.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Hearts: 2005-2006

Individuale[modifica | modifica sorgente]

2006

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dieci numeri 1 per Milan e Napoli, TMW.com, 06-04-2009.
  2. ^ Sunderland, c'è l'accordo: oggi Gordon diventa un gatto nero, TMW.com, 06-04-2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]